Diretta / Napoli Cagliari (risultato finale 3-0) info streaming video e tv: 7 su 7 per Sarri!

- Carlo Necchi

Diretta Napoli-Cagliari: info streaming video e tv, probabili formazioni, quote, orario, risultato live. La partita di Serie A si gioca domenica 1 ottobre 2017 alle ore 12:30

marek_hamsik_2_napoli_lapresse_2017
Diretta Napoli-Cagliari: qui lo slovacco Marek Hamsik, 30 anni, capitano del Napoli (LAPRESSE)

NAPOLI-CAGLIARI, RISULTATO FINALE 3-0: GLI AZZURRI SANNO SOLO VINCERE

Napoli-Cagliari termina 3-0 ed arriva dunque la settima vittoria in questa Serie A per la squadra di Sarri, fuori categoria in campionato, sui livelli della Juve. Nel finale l’esibizione azzurra ha portato ancora Insigne vicino alla soddisfazione personale, sfuggita però in questa gara; esordio per Mario Rui al minuto 85, con ingresso per Ghoulam e standing ovation anche per lui. Anche se proprio al momento del cambio il terzino ha accusato un problema fisico, forse solo un giramento di testa. Situazione da monitorare in ogni caso domani. Arriva alla pausa nel migliore dei modi, con un’altra vittoria, il Napoli; sensazioni molto differenti invece in casa Cagliari, con il terzo KO di fila e sempre senza gol all’attivo. La preoccupazione, per i sardi, è tangibile.

NAPOLI-CAGLIARI, LA NOSTRA DIRETTA LIVE!

Siamo entrati negli ultimi minuti di gioco al San Paolo e la vittoria del Napoli – mai in discussione – non si è alimentata con altre reti, dopo quelle di Hamsik, Mertens e Koulibaly, descritte nei precedenti aggiornamenti. Prestazione da applausi a scena aperta di Mertens, che sta deliziando i tifosi con giocate da top player, colpi di tacco e assist a ripetizione! Il Cagliari assiste – e fortunatamente ogni tanto si oppone alla disperata, soprattutto con Romagna – alle folate offensive avversarie e dopo aver perso nel primo tempo Sau per infortunio (dentro Dessena), ha ultimato i cambi con gli ingressi di Deiola e Farias. Per Sarri invece fuori Callejon e Allan tra gli applausi, dentro Rog e Ounas. Sotto il sole di Napoli si aspetta ormai solo il fischio finale e poi saranno 21 punti su 21 per gli azzurri, impressionanti in questo avvio stagione!

Napoli e Cagliari sono tornate in campo per la ripresa del gioco ed il copione non è cambiato al San Paolo: pronti-via, 3-0 per gli azzurri! Gol di Koulibaly, che ha insaccato dall’interno dell’area piccola – scrollandosi di dosso Padoin con facilità – sugli sviluppi di calcio piazzato, conquistato da Allan a trequarti. Ulteriore conferma, questo terzo sigillo partenopeo, che sarà un secondo tempo di passione per Rastelli, sconsolato in panchina… Il problema per gli ospiti è che il Napoli sta continuando ad attaccare senza tregua ed è arrivato in zona Cragno altre due volte negli ultimi minuti, con i tentativi di Callejon e Insigne. Che vogliono ovviamente partecipare all’abbuffata di gol di questo lunch match!

Fine primo tempo al San Paolo, dove i padroni di casa sono saldamente in vantaggio sul Cagliari, grazie alla rete in avvio di Hamsik ed al raddoppio di Mertens. Napoli maturo e convinto nella gestione della partita, con qualche fiammata per arrivare al 2-0: un punteggio ratificato al 40° dal dischetto dal folletto belga, che realizza il penalty appena conquistato, per fallo su di lui di Romagna. Poche discussioni, troppa la differenza tra le due squadre e troppo evidente il gap offensivo in particolare: non ha dovuto di fatto nemmeno faticare il Napoli per archiviare la pratica già a metà match, prenotando la 7a vittoria di fila in campionato, dato che aggiornerebbe il record fatto già segnare contro la SPAL. Per Rastelli si preannuncia anzi una ripresa difficile, per evitare goleade come quella subita lo scorso anno contro gli azzurri proprio in una gara dell’ora di pranzo…

Superata la mezzora del primo tempo al San Paolo, punteggio sempre sull’1-0 e ritmi più bassi dopo il vantaggio azzurro in avvio. Cagliari messo bene in campo, che lascia il possesso agli avversari ma pressa bene e complica la vita al Napoli in impostazione; quel che manca agli ospiti, però, è la pericolosità offensiva, per il momento. La squadra di Sarri invece cerca le sue classiche combinazioni in avanti ma non dà l’impressione di avere particolare fretta di segnare il raddoppio, controllando più che altro la contesa e tenendo lontani gli avversari dalla propria area di rigore. Poco o nulla da segnalare a livello di tiri in porta, con un paio di iniziative di Insigne ma nessun patema per Cragno. L’unica grande occasione per il bis ha visto protagonisti proprio Insigne e Mertens, fantastico nella giocata + assist in area per il colpo di testa del numero 24 azzurro: palla fuori di poco e parziale che non cambia. Ma il Napoli è padrone della sfida.

Napoli-Cagliari è partita alla grande per gli azzurri, subito in vantaggio: azione studiata a tavolino da rimessa laterale, con scambio tra il capitano partenopeo e Mertens (assist), al minuto 4; nessuno scampo per Cragno sul tiro di prima intenzione, rasoterra, dello slovacco e palla in rete per l’1-0 immediato! Sigillo numero 114 con il Napoli per Hamsik, sempre più vicino a Maradona. Cagliari stordito dal colpo a freddo e che pure – appena prima – aveva impensierito la difesa avversaria con un filtrante a cercare Pavoletti, poi scontratosi con Reina, con fallo a favore dell’estremo difensore spagnolo. Ma sarà un lunch match tutto in salita per gli ospiti… 

Napoli Cagliari sta per cominciare: la compagine partenopea è una macchina da gol, ben 22 in sole sei partite, risultando quello migliore d’Europa. Maurizio Sarri sta incantando tutti con il suo gioco fatto di qualità e intensità. L’allenatore nato a Bagnoli utilizza il 4-3-3 attraverso meccanismi oleati alla perfezione. In 107 partite sotto l’ombra del Vesuvio ha una media punti di 2,19. Sulla sta strada troverà il collega Massimo Rastelli. Contestato per le ultime due sconfitte consecutive, la panchina sembra essere decisamente a rischio. Il modulo utilizzato dal tecnico di Torre del Greco è il 4-3-1-2 con Joao Pedro perno principale. A Napoli, dove ha giocato da calciatore. lo attende un’impresa improba. Eppure la voglia di fare uno scherzetto ad uno dei migliori allenatori in circolazione è tanta. In occasione della trasferta in terra campana molto probabilmente Rastelli cambierà modulo. Ecco le formazioni ufficiali di Napoli-Cagliari, spicca la sfida dell’ex Leonardo Pavoletti al tridente delle meraviglie ovviamente confermato in campo da Maurizio Sarri. NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Raul Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Mertens, L. Insigne. Allenatore: Maurizio Sarri CAGLIARI (4-3-1-2): Cragno; Padoin, Romagna, Andreolli, M. Capuano; Ionita, Cigarini, Barella; Joao Pedro: Sau, Pavoletti. Allenatore: Massimo Rastelli (agg. Umberto Tessier)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: DOVE VEDERE LA PARTITA DI SERIE A

Napoli-Cagliari sarà trasmessa in diretta tv da Sky sui canali Super Calcio HD (il numero 206) e Calcio 1 HD (numero 251): prepartita dalle ore 11:45 e telecronaca dalle 12:00. I clienti Sky abbonati al pacchetto Sport o al pacchetto Calcio potranno seguire la partita anche in diretta streaming video, tramite l’applicazione SkyGo disponibile per pc, tablet e smartphone; i non abbonati potranno acquistare il match in pay-per-view con il codice 407363. Napoli-Cagliari sarà trasmessa in diretta tv anche da Mediaset sul canale Premium Sport, il numero 370 del digitale terrestre disponibile anche in alta definizione (HD) al numero 380; per gli abbonati possibilità di diretta in streaming video tramite PremiumPlay. Da questa giornata alcune partite di Serie A, tra cui Napoli-Cagliari, saranno trasmesse in diretta streaming video anche dal portale sportube.tv, cui bisognerà collegarsi per acquistare il match. 

LE STATISTICHE

I numeri di Napoli e Cagliari protagoniste del lunch match di oggi sono inevitabilmente molto diversi. I partenopei hanno uno score di 22 reti all’attivo, di cui 15 nei secondi tempi, a fronte di 5 incassate: il Napoli vanta il miglior attacco della Serie A. Straordinario il volume di gioco della squadra di Maurizio Sarri, con una media di 35 azione d’attacco a match che permettono 15,6 tiri complessivi di cui 11,3 all’interno dello specchio. Buono ma non eccelso invece il possesso palla, con una media di 30 minuti e mezzo. I sardi allenati da Massimo Rastelli invece di gol ne hanno realizzati soltanto 4 subendone il doppio (8), 5 dei quali nei secondi tempi. I dati del Cagliari sono meno rilevanti per quanto concerne il gioco, con una media di possesso palla di 25 minuti, 26,7 attacchi con 9,5 tiri totali di cui 4,7 nello specchio. (agg. di Mauro Mantegazza)

L’ARBITRO

Napoli Cagliari sarà diretta dall’arbitro Rosario Abisso della sezione di Palermo. Gli assistenti di linea saranno Longo e Del Giovane, il quarto uomo sarà Pezzutto e due assistenti addetti al Var saranno Calvarese e Pillitteri. I numeri di Abisso parlano di quattro partite dirette in stagione, di cui tre in Serie A e una in Coppa Italia; in campionato ha utilizzato undici cartellini gialli e nessun cartellino rosso, assegnando due calci di rigore. Abisso e il Cagliari si sono incrociati non troppo tempo fa: il 28 maggio, per l’ultima giornata dello scorso campionato, era il fischietto di Palermo a dirigere la vittoria per 2-1 contro il Milan e nell’occasione aveva fischiato due rigori ai rossoneri (uno parato da Luca Crosta) ed espulso Gabriel Paletta per due ammonizioni nel giro di 7 minuti. Con il Napoli Abisso non si è mai incrociato; sei i precedenti totali con il Cagliari, con 4 vittorie, un pareggio e una sconfitta. (agg. di Claudio Franceschini)

INFO E ORARIO

Napoli-Cagliari sarà diretta dall’arbitro Rosario Abisso, trentunenne della sezione di Palermo: con lui i guardalinee Longo e Del Giovane, il quarto uomo Pezzuto e gli addetti al VAR Calvarese e Pillitteri. il lunch match della settima giornata di Serie A si disputa allo stadio San Paolo di Napoli: appuntamento alle ore 12:30 di domenica 1 ottobre 2017. I partenopei allenati da Maurizio Sarri (18 punti) vanno a caccia della settima vittoria consecutiva in questo campionato, mentre il Cagliari (6 punti) vuole tornare a far punti dopo gli ultimi 2 ko di fila. Dopo questa giornata il campionato osserverà una settimana di pausa per le qualificazioni mondiali: sabato 14 ottobre il Napoli farà visita alla Roma (ore 20:45) mentre domenica 15 il Cagliari ospiterà il Genoa alle 15:00.

LA SITUAZIONE

Percorso netto per il Napoli che in campionato sta viaggiando ad un ritmo impressionante: i partenopei hanno raccolto tutti i 18 punti a disposizione e al momento registrano il miglior attacco del torneo, grazie ai 22 gol segnati (media di 3,6). Martedì è arrivata anche la prima vittoria nella fase a gironi di Champions League: al San Paolo il Napoli ha piegato gli olandesi del Feyenoord per 3-1, in rete tutti i tre moschettieri dell’attacco ovvero Insigne (7’ minuto), Mertens (49’) e Callejon (70’). La squadra di Maurizio Sarri ha così riscattato il ko del primo turno sul campo dello Shakhtar Donetsk (2-1), e nelle prossime settimane se la vedrà con il temibile Manchester City di Guardiola prima in Inghilterra (martedì 17 ottobre) e poi in casa (mercoledì 1 novembre). In campionato invece l’ultimo successo è stato forse il più sofferto: sabato scorso la neopromossa SPAL ha messo in difficoltà gli azzurri che per il colpo risolutore hanno dovuto chiamare in causa un difensore, il terzino algerino Ghoulam, a segno con il piede ‘debole’ (il destro) dopo una bella accelerazione palla al piede (83’) per il 2-3 finale. Il Cagliari di Massimo Rastelli cercherà di giocarsi le sue carte al San Paolo, consapevole di dover privilegiare gli equilibri difensivi per non andare incontro ad un’imbarcata. Le due sconfitte casalinghe contro Sassuolo (0-1) e Chievo (0-2) hanno un po’ abbassato il morale in casa rossoblù, in ogni caso i 6 punti accumulati in precedenza (1-0 al Crotone e 0-2 sul campo della SPAL) consentono ai sardi di ragionare senza troppe ansie di classifica.

PROBABILI FORMAZIONI NAPOLI UDINESE

Maurizio Sarri dovrebbe schierare la formazione base ma valuta l’impiego di Albiol, dolorante alla schiena: se lo spagnolo non dovesse farcela spazio a Maksimovic al fianco di Koulibaly; completeranno la retroguardia il portiere Reina e i terzini Hysaj (a destra) e Ghoulam (sinistra). In cabina di regia Jorginho, ai suoi fianchi le mezzali Allan e Hamsik mentre il tridente offensivo vedrà all’opera Callejon, Mertens e Insigne. Il Cagliari di Rastelli dovrebbe recuperare Pavoletti almeno per la panchina, mentre in difesa non ci sarà Pisacane perché squalificato. Davanti al portiere Cragno difesa a quattro con Andreolli e Capuano centrali, Padoin terzino a destra e Miangue a sinistra. Previsto un centrocampo in linea con Dossena e Barella esterni e coppia centrale Cigarini-Ionita, mentre Joao Pedro supporterà Sau in attacco.

QUOTE E SCOMMESSE: IL PRONOSTICO SULLA PARTITA

I pronostici delle agenzie di scommesse si presentano nettamente sbilanciati verso i padroni di casa. Sul portale snai.it ad esempio troviamo il segno 1 per la vittoria del Napoli abbassato a quota 1,12, mentre il segno 2 per il colpo esterno del Cagliari vale ben 20 volte la posta in gioco. Elevata anche la quota attribuita al segno X per il pareggio, pari a 9,00. under 3,75, Over 1,23, Gol 2,00 e NoGol 1,73.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori