PAGELLE / Napoli Cagliari (3-0): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 7^ giornata)

- Luca Brivio

Pagelle Napoli Cagliari: Fantacalcio, i voti della partita, i giudizi a tutti i protagonisti della sfida giocata domenica 1 ottobre e valida per la settima giornata della Serie A

Ghoulam_Callejon_Mertens_Napoli Benevento
Diretta Napoli Benevento - repertorio LaPresse

Il Napoli si mangia il Cagliari nel lunch match della 7^ giornata di Serie A e resta in vetta alla classifica a punteggio pieno, grazie ad un 3-0 senza discussioni. In gol Hamsik e Mertens nel primo tempo e Koulibaly nella ripresa; prestazione da dominatrice totale della squadra di Sarri, che arriva alla sosta con una sola macchia (il KO in Champions in Ucraina) ma con una fiducia nelle proprie possibilità, soprattutto in campionato, sempre più forte. VOTO NAPOLI 8 Talmente più forte da rendere il match un allenamento. Non c’è gara, così come non sembra essercene con un buon 80% del resto della Serie A: gli azzurri volano VOTO CAGLIARI 5 Non si può infierire troppo nella valutazione perchè si sta parlando di due campionati differenti. I sardi possono dire la loro in zona salvezza ma non chiedetegli di contenere questo Napoli… VOTO SIG.ABISSO (ARBITRO) 6,5 L’unico dubbio (risolto dal VAR) è sulla posizione di Koulibaly al momento del 3-0. Per il resto prova positiva

NAPOLI-CAGLIARI: I VOTI DEI PARTENOPEI

REINA SV: Tocca un paio di palloni in 90 minuti, giornata da turista spagnolo in villeggiatura autunnale

HYSAJ 6: Si trova a occhi chiusi con Callejon ma non serve la sua spinta offensiva per forzare la difesa del Cagliari. Sufficienza piena e tranquilla

KOULIBALY 6,5: Dietro è la solita certezza, Pavoletti non ne vede una. Davanti, su azione da calcio piazzato, trova anche la soddisfazione del 6 gol in azzurro

ALBIOL 6: Cerniera chiusa, senza patemi di sorta, davanti a Reina. Lui e Koulibaly sono più di un’assicurazione anti-gol

GHOULAM 6: Anche per lui match agevole, con più possibilità in fase di proposizione rispetto alle preoccupazioni dietro. Lascia il campo per un giramento di testa, condizioni da verificare nelle prossime ore

JORGINHO 6,5: Vertice basso di qualità e quantità, riferimento costante per la squadra, a ritmi piuttosto ridotti per l’occasione

HAMSIK 6,5: Si scrolla di dosso l’avvio di stagione un po’ appannato e segna il primo gol dell’anno, tanto per far capire che anche lui non ha dimenticato come si fa…

ALLAN 7: Tra i migliori, per condizione fisica e maturità tecnico-tattica. E’ uno dei titolarissimi del Napoli, senza dubbio

CALLEJON 6: Stavolta non trova la rete e interrompe la serie positiva sotto porta ma le sue giocate non mancano e l’intesa con Insigne in particolare è un’arma offensiva tagliente

L. INSIGNE 6: Gli togliamo mezzo punto per la mancanza di precisione al tiro, perchè avrebbe in più occasioni la possibilità di segnare il poker e manca un po’ di cattiveria. Ma sono dettagli

MERTENS 8: Assist, gol e giocate da fenomeno! Diverte il pubblico per tutta la partita, con guizzi e delizie tecniche da applausi a scena aperta

ROG 6: Entra carico e ultra-determinato come sempre ma non lascia grandi tracce sul match

OUNAS e MARIO RUI SV  

ALL. SARRI 7: Vincere con quesa agilità le partite “facili” è uno step di crescita fondamentale, per puntare allo Scudetto

NAPOLI-CAGLIARI: I VOTI DEI SARDI

CRAGNO 6: Travolto come i compagni dalla superiorità avversaria, para quello che può e in particolare evita il 4-0 con un miracolo su Callejon

PADOIN 5: Perde la marcatura di Koulibaly per evidente inferiorità atletica nel corpo a corpo, sul calcio di punizione del 3-0 azzurro. E patisce i tagli di Callejon

ROMAGNA 6: Tra i peggiori nel primo tempo, il migliore invece nella ripresa. Evita con i suoi interventi la goleada dei padroni di casa

M. CAPUANO 5,5: Insigne provoca non pochi grattacapi al terzino rossoblu, che non sfigura in ogni caso, pur restando sotto la sufficienza

ANDREOLLI 5: Anche per lui c’è poco da fare, soprattutto nei duelli con Mertens, che lo porta in giro per il campo e lo salta con facilità

BARELLA 5,5: Perde colpi con il passare dei minuti e quando viene adattato come esterno dimostra che non è proprio quello il suo ruolo preferito…

CIGARINI 5: Non tocca palla o quasi. Prova di sacrificio ma che risulta inutile in termini di utilità per la squadra ed esce pure tra i fischi (da ex non gradito)

IONITA 4,5: Invisibile, molto deludente, non riesce mai a ripartire

JOAO PEDRO 5: Leggermente meglio del compagno, che dovrebbe assieme a lui vivacizzare il centrocampo in proiezione offensiva. Ma tocca troppo poco palla

SAU 5,5: Guida il pressing del Cagliari nel primo tempo, almeno fino a quando non è costretto al forfait per infortunio

PAVOLETTI 5,5: Le idee ci sono e la stazza anche, da centravanti vero. Ma i compagni lo abbandonano in isolamento in attacco e lui non può fare più di tanto, tra Albiol e Koulibaly

DESSENA 5: Rastelli lo inserisce per accrescere l’intensità in mezzo al campo ma lui balla tra i centrocampisti avversari, in confusione

DEIOLA 5: Ingresso in campo complicato, pochissimi palloni amministrati, tanta corsa ad inseguire

FARIAS SV

ALL. RASTELLI 5: Non sono queste le partite che possono dire la verità sul suo Cagliari. Certo che perderle con questa dimostrazione di inferiorità non aiuta…

IL PRIMO TEMPO

Dopo un primo tempo senza pensieri e reso agevole dal gol immediato di Hamsik, Napoli padrone del match al San Paolo: 2-0 il parziale contro il Cagliari per gli azzurri, che hanno raddoppiato nel finale dopo il sigillo del capitano, con il solito Mertens (voto 7). Per il belga destro preciso e potente dal dischetto, dopo fallo subito da lui stesso e commesso da Romagna (voto 5), ingenuo nel contrasto in area. Come detto però la sfida era stata segnata fin dal suo avvio, con la combinazione proprio tra Mertens e Hamsik (voto 6,5) ed il rasoterra dello slovacco a battere Cragno (voto 6), per il timbro numero 114 in azzurro. Record di Maradona sempre più vicino… Per il resto, rete sfiorata anche da Insigne (voto 6), leggermente impreciso al momento decisivo ma sufficiente come valutazione, così come tutti i compagni. Protagonisti della classica prova di maturità, per il momento. Gli ospiti hanno peraltro perso anche Sau (voto 5,5) per infortunio ed ora non vedono l’ora, probabilmente, che passi veloce anche la ripresa, vista l’incapacità totale nel primo tempo di mettere paura ad un Reina inoperoso.

NAPOLI-CAGLIARI: I VOTI DEL PRIMO TEMPO

VOTO NAPOLI 7 Gira la partita a proprio piacimento, con consapevolezza e personalità. E quando arrivano ai limiti dell’area, gli azzurri sono difficilmente contenibili MIGLIORE NAPOLI MERTENS VOTO 7 Senza strafare offre un assist perfetto a Hamsik e segna il 7 gol in 7 giornate. Immarcabile PEGGIORE NAPOLI REINA VOTO SV Un’uscita su Pavoletti ed un calcione incassato e poi tanto sole sulla testa. Portategli un po’ di crema anti ustione, per evitare guai… VOTO CAGLIARI 5 Porta un buon pressing, cerca di ostacolare gli azzurri come può ma è troppa la distanza a livello qualitativo tra le due squadre. Obiettivo tangibile: evitare figuracce MIGLIORE CAGLIARI BARELLA VOTO 6 Mena senza indugio in mezzo al campo, crea quei pochissimi spunti offensivi per i sardi e si conferma il migliore del gruppo di Rastelli, anche in mezzo alle difficoltà PEGGIORE CAGLIARI ROMAGNA VOTO 5 Commettere errori di gioventù al San Paolo contro questo Napoli è molto rischioso… infatti Mertens non gli perdona nulla e lui vive una prima frazione da mal di testa

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori