DIRETTA / Torino Verona (risultato finale 2-2) streaming video e tv: Pareggio conquistato nel recupero

- Stefano Belli

Diretta Torino-Verona: info streaming video e tv, probabili formazioni, orario, quote e risultato live della partita in programma per la 7^ giornata di Serie A

andrea_belotti_2_torino_lapresse_2017
Probabili formazioni Shakhtyor Soligorsk Torino (LaPresse)

TORINO-VERONA (RISULTATO FINALE 2-2): ROCAMBOLESCO PAREGGIO NEI MINUTI DI RECUPERO

E’ terminato da pochissimi minuti l’incontro tra Torino e Verona sul pirotecnico punteggio di 2 a 2, una gara controllata dai padroni di casa che hanno gettato al vento due punti facendosi raggiungere nei minuti di recupero dagli ospiti che hanno avuto il merito di non arrendersi mai. Gli scaligeri hanno iniziato meglio sfiorando il vantaggio prima con Caceres e poi Fares ma a sbloccare il risultato sono stati i granata al 31′ grazie ad una invenzione di Ljajic che ha smarcato alla grande Ansaldi che ha poi permesso a Iago Falque di segnare a porta vuota da due passi con un bell’assist al volo. Prima della chiusura della prima frazione di gioco, la squadra di Mihajlovic è riuscita anche a raddoppiare grazie ad una invenzione di Niang che, dopo essersi liberato in area di rigore di due avversari, ha segnato con un potente tiro rasoterra da distanza ravvicinata. Nella ripresa, Nicolas ha salvato il Verona con uno strepitoso intervento col quale ha negato la gioia del gol al gallo Belotti. Quando Ferrari ha sprecato in contropiede una ghiotta occasione, la gara sembrava chiusa ed invece è nei minuti finali è capitato l’imponderabile che ha avuto inizio all’88’: l’azione si è sviluppata sulla sinistra dove Fares è riuscito a sfondare e a crossare per Caracciolo il cui tiro è stato respinto da Sirigu, Kean si è avventato sul pallone ed ha calciato a colpo sicuro centrando però la traversa, la palla è arrivata a Cerci il cui tiro cross è stato deviato sempre da Kean in rete, il direttore di gara ha annullato il gol ma, dopo essersi consultato col collega del Var, ha deciso di assegnare la rete al Verona. Non passa nemmeno un minuto e al 90′ vienne decretato un calcio di rigore in favore degli ospiti: cross dalla destra di Cerci che Molinaro devia instintivamente con la mano e la massima punizione è sacrosanta. Dal dischetto si presenta Pazzini che con freddezza segna calciando imparabilmente nell’angolino basso. Nonostante gli interminabili otto minuti di recupero, il Torino non è riuscito a trovare il gol e si è dovuto accontentare di questo pareggio che delude naturalmente i granata che hanno perso incredibilmente due punti nei minuti di recupero.

MIRACOLO DI NICOLAS SU BELOTTI

Quando siamo giunti al 75′ della sfida tra Torino e Verona il punteggio è ancora sul 2 a 0. Al 57′ bell’azione del Torino con Iago Falque che ha messo in area dove Belotti ha fatto un intelligente velo che ha permesso a Rincon di calciare a colpo sicuro ma il suo tiro troppo centrale è stato bloccato da Nicolas. Al 59′ Pecchia decide di effettuare l’ultima sostituzione a sua disposizione mandando in campo Pazzini al posto di Verde. Al 60′ ci ha provato Kean che si è allargato sulla sinistra da dove ha fatto partire un tiro che Sirigu è riuscito a bloccare. Al 61′ a sfiorare il terzo gol è stato Belotti che ha calciato al volo da dentro l’area di rigore ma il tentativo del centravanti è stato respinto sulla riga da un ottimo intervento di Nicolas.

 

RADDOPPIO DI NIANG

Il secondo tempo della sfida tra Torino e Verona è iniziato da circa 10 minuti ed il punteggio è ora di 2 a 0, a raddoppiare ci ha pensato Niang al 44′ con una bella azione personale con la quale, dopo essersi liberato di Caceres e Valoti, è riuscito a segnare con un potente tiro rasoterra che si è infilato imparabilmente vicino al primo palo. La ripresa si è aperta con un’immediata sostituzione a cui è stato costretto per la seconda volta Pecchia che ha dovuto far uscire Caceres per un problema alla spalla, il posto dell’uruguaiano è stato preso da Hertaux. Al 47′ gli ospiti hanno sfiorato il gol quando Bessa, dopo aver scambiato ottimamente con Kean, ha calciato da dentro l’area di rigore ma il tentativo del capitano è stato bloccato a terra da Sirigu. Al 52′ incredibile occasione per Ljajic che servito al centro dell’area di rigore da Belotti, ha sprecato tutto “ciccando” la conclusione tra lo stupore del pubblico di casa.

 

LA SBLOCCA IAGO FALQUE

Quando siamo giunti al 35′ della sfida tra Torino e Verona il punteggio è ora di 1 a 0, a sbloccare il punteggio ci ha pensato Iago Falque al 31′: l’azione è nata da una bella apertura di Liajic che ha premiato l’inserimento in area di rigore di Ansaldi che ha appoggiato allo spagnolo che ha appoggiato nella porta ormai vuota da due passi. Gli ospiti stanno giocando meglio ed hanno sfiorato il vantaggio al 18′ con Caceres che, dopo aver concluso una bella combinazione con Kean, ha calciato da posizione defilata all’interno dell’area di rigore ma il suo rasoterra è uscito fuori di non molto. Non passa nemmeno un minuto e al 19′ è stato Fares, ben servito in area da Verde, a calciare da distanza ravvicinata larago sulla sinistra ma Sirigu è riuscito a deviare in corner il suo tentativo. Al 20′ primo cambio dell’incontro a cui è stato costretto Mihajlovic che ha dovuto sostituire l’infortunato De Silvestri, che ha subito una brutta botta alla schiena dopo una caduta, con Ansaldi. Al 32′ anche mister Pecchia è stato costretto ad un cambio visto che Romulo ha lasciato il campo per un problema alla spalla destra ed il posto del brasiliano è stato preso da Valoti.

SIRIGU PARA SU VERDE

Allo stadio Olimpico Grande Torino i padroni di casa stanno affrontando l’Hellas Verona nella gara valevole per il 7^ turno di Serie A e, quando sono stati giocati circa 10 minuti, il risultato è sullo 0 a 0. I granata devono mettersi alle spalle la brutta debacle subita nel derby contro i cugini bianconeri che hanno costretto la squadra di Mihajlovic alla prima cocente sconfitta stagionale; gli scaligeri invece devono cercare di muovere una classifica che li vede al penultimo posto con soli 2 punti. La prima conclusione verso la porta è stata tentata da Verde al 2′ che ha cercato il gol da fuori area ma Sirigu ha bloccato con sicurezza a terra. Il gioco finora è piuttosto contratto e finora non ci sono state vere e proprie occasioni da rete, tanta imprecisione da ambo le parti.

 

FORMAZIONI UFFICIALI! SI COMINCIA!

Ci sono diverse sorprese nelle formazioni ufficiali di Torino-Verona. Tra i padroni di casa Sinisa Mihajlovic ripesca da titolare Mirko Valdifiori che giocherà in mezzo con Tomas Rincon, sostituendo lo squalificato Daniele Baselli. Davanti ancora confermatissimo il trio formato da Iago Falque, Adem Ljajic e Mbaye Niang dietro Andrea Belotti. Dallaltra parte Fabio Pecchia conferma tutti con davanti Giampaolo Pazzini preferito a Moise Kean. Ecco le formazioni ufficiali di Torino-Verona. TORINO (4-2-3-1): Sirigu; De Silvestri, N’Koulou, Lyanco, Molinaro; Rincon, Valdifiori; Iago Falque, Ljajic, Niang; Belotti. A disposizione: Ichazo, Milinkovic-Savic, Bonifazi, Burdisso, Ansaldi, Gustafson, M. De Luca, Edera, Berenguer, E. Moretti, Boyè, Sadiq. Allenatore: Sinisa Mihajlovic. VERONA (4-3-3): Nicolas; A. Ferrari, Ant. Caracciolo, Caceres, Romulo; Bessa, B. Zuculini, Fares; Cerci, Pazzini, Verde. A disposizione: Silvestri, F. Coppola, Laner, Fossati, Kean, Zaccagni, Lee, Valoti, Bearzotti, Souprayen, Heurtaux, Buchel. Allenatore: Fabio Pecchia. (agg. di Matteo Fantozzi)

STREAMING VIDEO E TV, DOVE VEDERE LA PARTITA DI SERIE A

Il match Torino-Verona sarà visibile solamente per i clienti di Sky Sport: appuntamento per la diretta tvsul canale 254 della piattaforma satellitare in alta definizione, per la diretta streaming video l’alternativa è collegarsi al sito http://skygo.sky.it oppure scaricare l’app per smartphone e tablet, disponibile gratuitamente.

I BOMBER

Volendo parlare di bomber in vista della partita di Serie A tra Torino e Verona si rischia di dover fare un discorso a senso unico e a tinte granata. La compagine veneta infatti alla vigilia della settima giornata di campionato è riuscita a mettere a bilancio appena una rete, firmata da Giampaolo Pazzini, che tanto aveva invece fatto nella precedente stagione, dove si era confermato come miglio marcatore del campionato cadetto. Sono invece ben 10 le reti della squadra di Sinisa Mihajlovic e alcune di queste sono senza dubbio i gol più belli di questo campionato (rimarrà nella storia la rovesciata di Belotti contro il Sassuolo). Proprio il Gallo si contende il ruolo di bomber e capocannoniere della squadra piemontese con Adem Lijaic: entrambi hanno finora messo a statistica 3 reti a testa, con invece Baselli, Iago Falque e Obi fermi a un gol a testa messo a bilancio. (agg Michela Colombo)

LE STATISTICHE

Torino e Verona si sfidano per la settima tornata di Serie A, eccovi alcuni dati statistici per inquadrare la sfida dello stadio Olimpico-Grande Torino. I granata hanno messo a segno 10 gol, di cui 6 nei primi tempi, subendone invece 9 di cui però ben 4 nel derby con la Juventus. Il Torino di Sinisa Mihajlovic ha un buon possesso palla (media di 26 minuti e mezzo) e crea in media 25,3 occasioni, che hanno permesso alla squadra piemontese di tirare complessivamente 10 volte di cui 6 nello specchio. Il Verona di Fabio Pecchia è invece in grande affanno: solo un gol realizzato, peraltro nella prima giornata e su calcio di rigore, e ne ha subiti 14 di cui 9 nei primi tempi. Il possesso palla medio per partita è di 23 minuti e mezzo, quasi 19 sono le azioni dattacco create ad incontro con 8,5 tiri, di cui tuttavia soltanto 2,83 nello specchio, chiaro segnale delle difficoltà dellHellas. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

L’ARBITRO

Torino Verona, sfida della settima giornata in Serie A, sarà diretta dallarbitro Claudio Gavillucci della sezione di Latina. Ad accompagnarlo ci saranno i due guardalinee Posado e Dei Giudici, il quarto uomo Abbattista e i due assistenti addetti al Var, Di Bello e Di Fiore. Per Gavillucci sono tre le direzione di gara stagionali in Serie A. Nelle suddette partite si è servito quattordici volte del cartellino giallo, zero di quello rosso e ha assegnato ben tre calci di rigore. Nella passata stagione Gavilluicci non è stato impegnato in Serie A, non potendo dunque incrociare il Verona; curiosamente però il fischietto pontino non è stato impegnato nemmeno contro il Torino. Gli ultimi precedenti sono del 2015-2016: per il Torino amari entrambi, 0-1 casalingo contro lUdinese e 0-0, sempre a domicilio, contro il Carpi. Il Verona diretto da Gavillucci aveva invece pareggiato due volte per 1-1 (al Bentegodi contro lUdinese e a Firenze), poi aveva perso 1-0 sul campo della Sampdoria. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Torino-Verona, diretta dall’arbitro Claudio Gavillucci della sezione di Latina con l’ausilio degli assistenti Posado e Dei Giudici, del quarto uomo Abbattista e del var Di Bello, si giocherà allo Stadio Olimpico di Torino domenica 1 ottobre 2017 alle ore 15.00, l’incontro è valido per la settima giornata del campionato di Serie A 2017-2018. Il Torino vuole rilanciarsi dopo il derby, il Verona va a caccia di punti già pesanti per la salvezza.

QUI TORINO: NOTIZIE E FORMAZIONE

I granata di Mihajlovic hanno un urgente bisogno di riscattarsi dopo la pesante sconfitta nel derby della Mole, all’Allianz Stadium la Juventus ha infatti prevalso per 4 a 0 travolgendo i cugini che hanno giocato per gran parte del match in dieci uomini a causa dell’espulsione di Daniele Baselli. Il KO ha ridimensionato decisamente le ambizioni di classifica del Torino che finora non aveva mai perso ed era arrivato a occupare i piani alti della graduatoria, cullando la possibilità di lottare per le posizione che contano per le coppe europee. Pur rimanendo nella parte sinistra della classifica ora Belotti e compagni dovranno cercare di ritrovare l’appuntamento con la vittoria per non perdere ulteriormente contatto dalle prime della classe anche per non incorrere nelle ire del tecnico serbo che ovviamente non avrà digerito la batosta nella stracittadina. Lo squalificato Baselli e l’infortunato Obi saranno gli unici indisponibili nelle fila del Torino che farà affidamento sul fiuto per il gol di Andrea Belotti, protagonista di un avvio di stagione non spumeggiante come quello dello scorso anno anche se non sono mancate le perle balistiche come il gol in rovesciata al sassuolo.

QUI VERONA: NOTIZIE E FORMAZIONE

Per il Verona di Pecchia (mai così in bilico come in questi giorni) il Torino era uno degli avversari peggiori che potesse incontrare in questa fase della stagione dove gli scaligeri hanno un disperato bisogno di punti per risollevare un campionato che si è aperto sotto i peggiori auspici: nessuna vittoria, appena due pareggi e quattro sconfitte più o meno pesanti nelle quali è emersa la palese inferiorità tecnica della neopromossa al cospetto di squadre come Napoli, Fiorentina, Roma e Lazio. In particolare non sarà affatto facile strappare un risultato positivo all’Olimpico di Torino, campo che sicuramente riserverà non poche difficoltà anche alle big della Serie A, senza dimenticare che in trasferta il Verona ha ottenuto solamente un punto nella sfida allo Scida contro il Crotone, avversario diretto per la salvezza che a questo punto è già diventata problematica da raggiungere. Come se non bastasse Pecchia si ritrova con gli uomini contati in difesa viste le assenze di Ferrari e Bianchetti, inoltre sarà disponibile solamente uno dei fratelli Zuculini, Bruno, mentre Franco rimane ancora fermo in infermeria. Un’altra sconfitta comprometterebbe in maniera definitiva la posizione di Pecchia all’interno del club, per precauzione infatti Andrea Mandorlini si sta tenendo libero da impegni in caso di un’eventuale chiamata da parte della dirigenza scaligera.

I PRECEDENTI

L’ultimo precedente in Serie A tra Torino e Verona risale al 31 gennaio 2016 quando le due squadre pareggiarono 0-0 spartendosi la posta in palio, l’ultima vittoria dei granata risale al 7 febbraio 2015 quando espugnarono il Bentegodi con il punteggio di 3 a 1 grazie alle reti di Martinez, Quagliarella ed El Kaddouri, il successo più recente per gli scaligeri è datato 21 settembre 2014 con la vittoria esterna per 1 a 0 firmata da Ionita. Il bilancio degli scontri diretti dal 1998 a oggi è di dieci vittorie per il Torino, quattro successi per il Verona e sei pareggi.

QUOTE E SCOMMESSE

Considerati i valori di forza attuali tra le due compagini, il Torino viene dato nettamente per favorito dalle agenzie di scommesse on-line: l’1 degli uomini di Mihajlovic è quotato ad appena 1,33 su WilliamHill, Unibet propone invece una vincita pari a 5,30 volte la posta in palio per il risultato di parità, Bet365 tenta la fantasia degli scommettitori proponendo una quota di addirittura 10,00 per il sucesso esterno del Verona. Dato l’alto potenziale offensivo dei granata e la difesa a gruviera degli scaligeri PaddyPower propone una quota di 1,52 per l’Over e di 2,45 per l’Under. Il risultato esatto di 3 a 1 in favore del Torino viene dato a 10,00.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori