Pronostico Roma Napoli/ Il punto di Dario Bonetti (esclusiva)

Pronostico Roma Napoli: intervista esclusiva con Dario Bonetti, ex giocatore giallorosso che presenta i temi salienti del big match valido per l’ottava giornata del campionato di Serie A

14.10.2017 - La Redazione
Hysaj_Perotti_Napoli_Roma_lapresse_2017
Roma Napoli si gioca per l'ottava giornata di Serie A (Foto LaPresse)

Pronostico Roma Napoli: sabato 14 ottobre alle ore 20:45, è il grande match nell’ottava giornata di Serie A: in palio c’è tanto, più della semplice vittoria e più dei tre punti che in ogni caso muoverebbero la classifica. E’ un test per entrambe: non un esame di laurea, ma una prova che può dirci davvero quanta strada possano fare queste due squadre. La Roma ha vinto cinque partite su sei e ha dimostrato, soprattutto sul piano di gioco e solidità, di poter ripercorrere le orme della passata stagione nonostante il cambio di allenatore e un paio di cessioni importanti; il Napoli arriva alla partita dell’Olimpico a punteggio pieno, come mai era riuscito a fare dopo sette giornate di Serie A e con un attacco ancora più esplosivo degli ultimi anni. Non è una sfida che vale lo scudetto, non può esserlo a metà ottobre; tuttavia è una partita tra due squadre che il tricolore lo inseguiranno fino alla fine. Per presentarla, e per avere un punto e un pronostico su questa affascinante Roma Napoli, IlSussidiario.net ha contattato in esclusiva Dario Bonetti, che ha vestito la maglia della Roma dal 1983 al 1986, giocando tra l’altro una finale di Coppa dei Campioni.

Che partita si attende? Una bella partita tra due ottime squadre, un incontro equilibrato tra un Napoli che sta giocando un ottimo calcio e una Roma in forma, in grado di mettere in difficoltà i partenopei.

Per la Roma possibile esame scudetto? Il campionato è ancora lungo, ci vorrà tempo prima di definire davvero le geratchie. C’è la Juventus che come qualità tecnica è la più forte di tutte, poi il Napoli che sta disputando una grande stagione. La Roma potrebbe essere il terzo incomodo, pronta a dare fastidio a tutti! Questa partita potrebbe essere l’occasione per confermarlo.

E l’Inter? L’Inter finora non ha avuto un calendario difficile, è seconda in classifica ma non ha sempre fornito grandi prestazioni. Non la vedo così forte come Juventus, Napoli e Roma.

Strootman non sta bene: al suo posto prevede l’utilizzo di Gonalons? La Roma ha una rosa di giocatori veramente forte, tutti i calciatori si possono alternare. Se Strootman non recuperasse ci potrebbe essere Gonalons, ma altri giocatori potrebbero essere impiegati da Di Francesco.

Quanto influirà la sosta per le nazionali sulla condizione delle due squadre? Non penso che influirà molto: tanti elementi delle due rose hanno giocato in nazionale, vero che non si sono allenati con i club ma hanno comunque tenuto il ritmo.

Il Napoli di scena all’Olimpico potrebbe eventualmente giocare più coperto visto l’avversario? La forza del Napoli è proprio quella di approcciare ogni singola partita con la stessa mentalità e lo stesso tipo di gioco: non mi aspetto un atteggiamento diverso.

Jorginho preferito a Diawara in regia? Jorginho è forte, è un regista di grande valore ma Sarri, come del resto Di Francesco, ha l’imbarazzo della scelta. La squadra è collaudata, sta dimostrando tutto il suo valore; giocasse Diawara, non sarebbe un di meno.

Anche Allan a centrocampo? Probabile che sia così: si tratta di un ottimo giocatore, ma a me personalmente piace molto anche Zielinski.

Com’era Roma-Napoli ai suoi tempi? E’ sempre stata una partita molto sentita: l’importante, oggi come allora, è che si svolga senza problemi di ordine pubblico o tensioni in campo. Di sicuro ai miei tempi le due squadre erano composte da fuoriclasse: basti solo citare Maradona, ma anche noi della Roma non eravamo messi male…

Il suo pronostico per Roma-Napoli? E’ la classica partita da tripla: grande imprevedibilità, difficile dire come andrà a finire.

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori