Pagelle/ Manchester City-Napoli (2-1): i voti della partita (Champions League girone F)

- Stefano Belli

Pagelle Manchester City Napoli: i voti della partita, i giudizi a tutti i calciatori che sono scesi in campo nella partita valida per la terza giornata del girone F di Champions League

City_esultanza_lontano_lapresse_2017
Video Newcastle Manchester City (LaPresse)

Pep Guardiola si aggiudica il primo scontro diretto con Maurizio Sarri: all’Etihad Stadium il Manchester City batte il Napoli per 2 a 1, nella classifica del gruppo F di Champions League 2017-18 il club inglese rimane in testa a punteggio pieno mentre i partenopei scivolano al terzo posto visto che lo Shakhtar Donetsk ha vinto sul campo del Feyenoord. Ma per come si era messa la gara dopo la prima frazione di gioco si può dire che gli ospiti alla fine abbiano contenuto i danni ed escono dal campo con più di un rimpianto considerando il rigore sbagliato a Mertens che avrebbe potuto riaprire la contesa prima dell’intervallo. Nella prima mezz’ora monologo dei padroni di casa che nel giro di 4 minuti rifilano un uno-due micidiale agli avversari con le marcature di Sterling e Gabriel Jesus, inoltre De Bruyne colpisce la traversa, David Silva colpisce male il pallone a pochi passi da Reina e Koulibaly salva sulla linea negando la doppietta al numero 33 del City. Nella ripresa gli uomini di Guardiola calano e il Napoli si rifà sotto con Diawara che dagli undici metri, a differenza di Mertens, non sbaglia e accorcia le distanze ravvivando la partita nell’ultima mezz’ora. Non è serata per il belga che tenta di scavalcare Ederson con un pallonetto senza inquadrare la sfera, pur soffrendo più del preventivato il Manchester City riesce a strappare i tre punti, proprio come nel match contro lo Shakhtar Donetsk il Napoli sbaglia completamente l’approccio e si sveglia troppo tardi e a questi livelli le partite non si vinceranno mai in questa maniera.

VOTO PARTITA 7 – Manchester City e Napoli hanno mantenuto le aspettative regalando spettacolo, magari a tratti come nel caso dei partenopei mentre i Citizens hanno incantato soprattutto nella prima mezz’ora. 
VOTO MANCHESTER CITY 7 – Gli uomini di Guardiola potrebbero chiudere tranquillamente i conti già nel primo tempo ma mancano il colpo del KO e nella ripresa sudano freddo soprattutto negli ultimi minuti.
VOTO NAPOLI 5,5 – Il black-out nella prima mezz’ora si rivelerà fatale per l’undici di Sarri che rischia l’imbarcata per poi riprendersi e sfiorare una clamorosa rimonta.
VOTO ARBITRO LAHOZ 6,5 – Nettissimi e sacrosanti i due rigori per il Napoli, i partenopei recriminano per un corner non concesso dal direttore di gara, Ederson sembra sporcare con la punta delle dita il pallonetto di Mertens.

I VOTI DEI CITIZENS

EDERSON 6,5 – Un paio di uscite pulite e puntuali su Mertens e Callejon, poi neutralizza il tiro dagli undici metri di Mertens. Nella ripresa si arrende solamente al tiro dagli undici metri di Diawara, in generale è apparso sempre attento e reattivo in mezzo ai pali.
WALKER 6 – Sul 2 a 0 commette una grave ingenuità trascinando giù Albiol dentro l’area di rigore e provocando il penalty che avrebbe riaperto una partita che il City sta dominando per usare un eufemismo. Nella ripresa rischia di nuovo quando interviene su Zielinski, questa volta prende il pallone e se la cava.
STONES 6,5 – Molto bene il numero 5 di Guardiola che nega la rete a Hamsik con un intervento decisivo facendo praticamente le veci di Ederson.
OTAMENDI 6,5 – Novanta minuti senza errori e sbavature, molto bravo a contenere Callejon e a impedirgli di accentrarsi e avvicinarsi nei pressi dell’area piccola.
DELPH 6 – Qualche incertezza in fase difensiva e anche durante l’impostazione della manovra litiga col pallone perdendo il tempo di gioco.
DE BRUYNE 7 – Un assist e una traversa per il belga che fa venire il mal di testa ai difensori partenopei soprattutto nel primo tempo, normale che cali un po’ nella ripresa dopo aver speso tantissimo all’inizio.
FERNANDINHO 6 – Una buona prestazione macchiata dal rigore provocato quando aggancia Ghoulam mancando completamente il pallone e prendendo in pieno la caviglia dell’avversario.
DAVID SILVA 6,5 – Decisiva la sua progressione in area di rigore nell’azione che porterà al primo vantaggio dei Citizens, successivamente cerca la porta in prima persona colpendo male il pallone davanti a Reina. (GUNDOGAN 6 – Poco prima del 90′ potrebbe rifilare il colpo di grazia agli avversari ma calcia addosso a Reina)
STERLING 6,5 – Al 9′ si fa trovare al posto giusto nel momento giusto firmando la rete dell’1 a 0, manca l’appuntamento con la doppietta e a inizio ripresa non riesce a servire Gabriel Jesus. (BERNARDO SILVA SV)
GABRIEL JESUS 7 – Sigla la rete del raddoppio su assist del preziosissimo De Bruyne, Koulibaly con un salvataggio sulla linea gli nega la doppietta, semplicemente devastante nel primo tempo mentre nella ripresa i difensori del Napoli riescono ad arginarlo in qualche maniera. (DANILO SV)
SANE’ 6,5 – Ci prova su azione e su calcio piazzato, Hysaj e Albiol gli impediscono di inquadrare la porta, sbaglia quasi sempre l’ultimo tocco ma quando accelera per i difensori del Napoli sono dolori, non trova il gol anche per merito di Reina.
ALL. GUARDIOLA 7,5 – lui il vero vincitore della serata: prende perfettamente le misure a una squadra che in Italia fa sfracelli e se non la chiude nel primo tempo è solamente per le palle gol fallite dai suoi giocatori.

I VOTI DEI PARTENOPEI

REINA 6,5 – Per lui rischia di essere una serata da incubo, invece se la cava egregiamente salvando su Gabriel Jesus, Sané e Gundogan, al netto del malinteso con Albiol non demerita assolutamente.
HYSAJ 6 – Assieme a Ghoulam fa buona guardia sulle fasce chiudendo Sané in corner o in fallo laterale, oppure costringendolo a commettere fallo in attacco. (MAGGIO 5,5 – costretto a spendere il giallo e il fallo tattico per fermare Sané che sul piano della velocità gli dà una pista)
ALBIOL 5,5 – Prima mezz’ora da dimenticare, poi trova il modo di entrare in partita procurandosi il rigore sbagliato da Mertens e fermando Sané con interventi precisi ed eleganti, inoltre intercetta i passaggi degli avversari.
KOULIBALY 6 – Contribuisce a non appesantire ulteriormente il passivo con un salvataggio sulla linea a negare la doppietta di Gabriel Jesus facendosi perdonare per le dormite in occasione dei due gol dei Citizens.
GHOULAM 7 – Il migliore dei suoi per distacco, nella ripresa mette alle corde gli avversari con le sue accelerazioni sulle corsie esterne e per vie centrali, si procura anche il secondo rigore a favore dei partenopei e in fase difensiva contiene Sterling.
ZIELINSKI 4,5 – Prestazione disastrosa da parte del polacco che perde un mucchio di palloni e in fase difensiva fa venire i brividi, inoltre si fa sempre anticipare dagli avversari che lo neutralizzano e lo rendono innocuo.
DIAWARA 5,5 – Bravo a mantenere il sangue freddo per trasformare il rigore dell’1-2 ma in generale la sua prova rimane insufficienza, appare sempre in difficoltà in fase difensiva e quando c’è da attaccare non fa mai sentire la sua spinta propulsiva.
HAMSIK 5,5 – Nel secondo tempo lo slovacco potrebbe gonfiare la rete ma non riesce a scavalcare Stones che gli sbarra la porta. (OUNAS SV).
CALLEJON 5,5 – Lo spagnolo non riesce mai a rendersi pericoloso, merito delle chiusure e degli anticipi di Ederson e Otamendi.
MERTENS 5 – Un rigore sbagliato e un tentativo di pallonetto miseramente fallito, il belga farebbe meglio ad archiviare questa serata al più presto, avrà modo di rifarsi sabato prossimo in campionato contro l’Inter.
INSIGNE 5,5 – I difensori del Manchester City lo ingabbiano con relativa personalità, a inizio ripresa è costretto a uscire per un sospetto stiramento che fa preoccupare tutto l’ambiente partenopeo. (ALLAN – Con il suo ingresso il centrocampo del Napoli ritrova gli equilibri giusti e ricomincia a macinare gioco, doveva giocare dall’inizio ma va anche detto che non è un robot e ha bisogno di rifiatare, come tutti)
ALL. SARRI 5,5 – Se i suoi hanno sbagliato l’approccio alla gara è anche perché il tecnico non ha puntato sugli uomini giusti, la partita probabilmente avrebbe preso una piega diversa con Allan in campo dal primo minuto.

I VOTI DEL PRIMO TEMPO

All’Etihad Stadium è in corso Manchester City-Napoli, partita valida per la 3^ giornata del gruppo F di Champions League 2017-18, al momento la formazione di Guardiola è avanti per 2 a 0, andiamo a dare i voti ai protagonisti della prima frazione di gioco. Superiorità a tratti imbarazzante dei Citizens che impiegano 8 minuti a rompere gli equilibri con Sterling (7) che al termine di un’azione tamburellante gonfia la rete e porta in vantaggio i suoi. Ospiti in bambola, al 13′ i padroni di casa raddoppiano con Gabriel Jesus (7,5) che trafigge nuovamente Reina (6,5) su assist di uno strepitoso De Bruyne (8) che successivamente scheggerà la traversa. Da segnalare anche il clamoroso salvataggio sulla linea di Koulibaly (6) che nega la doppietta a Gabriel Jesus, dall’altra parte i partenopei dopo aver rischiato di subire lo 0-3 potrebbero accorciare le distanze quando Walker (5,5) provoca un calcio di rigore trattenendo ingenuamente Albiol (5,5) all’interno dell’area, ma Mertens (5) dagli undici metri calcia malissimo e consente al portiere avversario Ederson (7,5) di fare un figurone. Prima dell’intervallo intervento provvidenziale di Reina su un incontenibile Gabriel Jesus.

VOTO MANCHESTER CITY 8 – Non c’è che dire, i padroni di casa sono gli assoluti mattatori della serata, il 2 a 0 è un risultato stretto.
MIGLIORE MANCHESTER CITY: DE BRUYNE 8 – Finora al belga è mancato solamente il gol, ma nella metà campo del Napoli fa il bello e il cattivo tempo.
PEGGIORE MANCHESTER CITY: WALKER 5,5 – Ha rischiato di far riaprire una partita che i Citizens stanno dominando senza se e senza ma.

VOTO NAPOLI 4,5 – Serata no per i partenopei che sul piano del gioco stanno decisamente soccombendo, il gap tecnico rispetto al Manchester City sembra davvero evidente.
MIGLIORE NAPOLI: REINA 6,5 – Almeno lui fa il suo dovere evitando che il passivo fosse ancora più pesante.
PEGGIORE NAPOLI: MERTENS 5 – Il rigore sbagliato dal belga è l’emblema della non-prestazione di questo Napoli. (Stefano Belli)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori