DIRETTA / Real Madrid Tottenham (risultato finale 1-1) streaming video e tv: CR7 rimedia all’errore di Varane!

- Claudio Franceschini

Diretta Real Madrid Tottenham: info streaming video e tv, probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita valida per la terza giornata del girone H in Champions League

Benzema_Getafe_RealMadrid_gol_lapresse_2017
Video Ajax Real Madrid LaPresse

REAL MADRID-TOTTENHAM (1-1) TRIPLICE FISCHIO

Al Santiago Bernabeu il Tottenham blocca in trasferta il Real Madrid con un pareggio per 1 a 1. Succede tutto nel primo tempo con gli ospiti a sbloccare la situazione tramite l’autorete di Varane del 28′, senza dubbio realizzata a causa della giocata di Aurier e Kane. Prima del riposo però i padroni di casa rimettono le cose a posto con il rigore segnato da Cristiano Ronaldo e concesso per fallo di Aurier su Kroos. Nella ripresa la storia è molto simile visti gli sforzi della formazione allenata da Zidane di trovare il sorpasso con Ronaldo ed Isco, annullati dai tentativi pericolosi degli uomini di Pochettino con Kane, Eriksen e D.Sanchez. Il primo novembre le due squadre si affronteranno nuovamente questa volta in Inghilterra ed intanto il punto conquistato permette a Real Madrid e Tottenham di piazzarsi a quota 7 punti nel gruppo H. (Alessandro Rinoldi)

FASE FINALE DEL MATCH

Quando manca ormai una decina di minuti al novantesimo, il punteggio tra Real Madrid e Tottenham è ancora di 1 a 1. Sebbene i padroni di casa schiaccino gli avversari con insistenza grazie alle conclusioni di Ronaldo ed Isco, gli inglesi si rivelano davvero temibili in ripartenza come sottolineato dai tentativi pericolosi di Kane al 71′ e di Eriksen al 73′, entrambe parati in calcio d’angolo da Navas. Al 77′ si fa rivedere Isco con scarsa precisione.

E’ INIZIATA LA RIPRESA

Arrivati al cinquantacinquesimo minuto, il risultato tra Real Madrid e Tottenham è sempre di 1 a 1. In questa prima parte del secondo tempo si rivede in pratica lo stesso copione della frazione precedente con la squadra di Zidane ad attaccare con Cristiano Ronaldo, impreciso alla conclusione sia al 49′ che al 54′. Sempre al 54′, però, Benzema aveva fallito un’ottima opportunità sparando di testa direttamente sul portiere Lloris.

FINE PRIMO TEMPO

Al termine dei primi quarantacinque minuti di gioco le formazioni di Real Madrid e Tottenham sono da poco rientrate negli spogliatoi per l’intervallo sull’1 a 1. Dopo il vantaggio trovato dagli inglesi al 28′ grazie all’autorete di Varane, i padroni di casa raggiungono meritatamente, anche per quanto fatto vedere in precedenza, quando al 42′ Aurier, ammonito nell’occasione, viene ammonito per fallo da calcio di rigore su Kroos e dal dischetto Ronaldo non sbaglia. Partita ancora tutta da decidere.

SCOCCA LA MEZZ’ORA

Giunti alla mezz’ora del primo tempo, il punteggio tra Real Madrid e Tottenham è di 0 a 1. Con il passare dei minuti le merengues proseguono nel loro atteggiamento offensivo e sparano largo al 17′ con il solito Ronaldo. Al 19′ però iniziano a farsi vedere pure gli Spurs con l’occasione capitata a Kane: colpo di testa sugli sviluppi del calcio d’angolo costringendo il portiere avversario alla parata in corner. Al 20′ Dier si dimostra più impreciso alla mira così come il suo compagno Winks al 25′ fino al vantaggio del 28′ con l’autorete di Varane sul cross di Aurier e propiziata dal pressing di Kane.

FASE INIZIALE DEL MATCH

Al Bernabeu la partita tra Real Madrid e Tottenham è cominciata da una decina di minuti nel primo tempo ed il risultato è di 0 a 0. In questa fase iniziale dell’incontro sono i padroni di casa spagnoli a dettare il ritmo schiacciando gli ospiti inglesi nella loro metà campo. Al 4′ i blancos si accendono e, sul cross dalla destra, Cristiano Ronaldo colpisce di testa spedendo il pallone sul palo con conseguente conclusione larga sul fondo da parte di Benzema.

SI GIOCA!

Real Madrid Tottenham è uno dei big match in questa giornata di Champions League, e anche la sfida delle panchina si prospetta interessantissima: Zinedine Zidane e Mauricio Pochettino sono coetanei: entrambi hanno 45 anni e dunque la loro carriera come allenatori è breve. Come sappiamo Zidane è partito come vice di Carlo Ancelotti ed è diventato il primo allenatore di sempre a vincere per due volte consecutive la Champions League nel nuovo formato, mentre Pochettino ha portato lEspanyol a salvarsi miracolosamente nel 2009 (subentrò a José Manuel Esnal) e poi il Southampton allottavo posto in Premier League; nel Tottenham è arrivato per due volte secondo, inchinandosi prima al clamoroso Leicester e poi al Chelsea – dunque ai due italiani Claudio Ranieri e Antonio Conte. Entrambi sono stati giocatori di caratura internazionale: certamente meglio Zidane che si è imposto come uno dei migliori al mondo e di sempre, ma la carriera di Pochettino è stata onesta e corredata da quatto trofei, con tanto di 20 presenze in nazionale e la partecipazione al Mondiale 2002 con lArgentina. Mondiale nel quale non ha incrociato Zidane, visto che la Francia era stata clamorosamente eliminata al primo turno; se vogliamo, la curiosità è legata al fatto che nel 2003 Pochettino è arrivato al Bordeaux – dove però ha trovato poca fortuna – il club che aveva lanciato Zizou. Il quale a quellepoca era già alla terza stagione con il Real Madrid, dopo i cinque anni nella Juventus; in campo i due si sono solo sfiorati, perchè quando il difensore argentino ha lasciato lEspanyol (2001) per arrivare in Francia, Zidane arrivava al Real Madrid (e per tre volte ha perso contro i catalani). REAL MADRID (4-3-3): 1 Keylor Navas; 19 Achraf, 4 Sergio Ramos, 5 Varane, 12 Marcelo; 8 Kroos, 14 Casemiro, 10 Modric; 22 Isco, 9 Benzema, 7 Cristiano Ronaldo. Allenatore: Zinedine Zidane TOTTENHAM (4-2-3-1): 1 Lloris; 24 Aurier, 4 Alderweireld, 5 Vertonghen, 6 D. Sanchez; 15 E. Dier, 29 Winks; 17 M. Sissoko, 18 F. Llorente, 23 Eriksen; 10 Kane. Allenatore: Mauricio Pochettino (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Real Madrid Tottenham verrà trasmessa in diretta tv sui canali del digitale terrestre a pagamento: lappuntamento è su Premium Calcio 1 (disponibile anche in alta definizione) e per tutti gli abbonati ci sarà anche la possibilità di attivare – senza costi aggiuntivi – lapplicazione Premium Play per la diretta streaming video. Inoltre su Premium Sport 2 (e il relativo HD) sarà mandato in onda Diretta Champions League, il programma che mostra highlights e gol in tempo reale da tutti i campi.

I TESTA A TESTA

Volendo curiosare nello storico prima di dare la parola al campo per il match tra Real Madrid  Tottenham in questo terzo turno di Champions League non rimarremmo certo delusi. Considerando le competizioni ufficiali infatti si contano ben 4 precedenti tra queste due formazioni, per un totale di ben 4 successi per i Blancos, sempre decisivi. I primi scontri diretti tra spagnoli e Spurs risalgono alla fase di qualificazioni della Uefa Cup nelledizione del 1985: nella sfida di andata i Galacticos seppero affermarsi in trasferta per 1-0 grazie alla rete di Perryman. La seconda occasione di incontro tra Real Madrid e Tottenham invece avvenne nel turno di qualificazione alla Champions League nella stagione 2010-2011. Allora in casa a Madrid gli spagnoli vinsero per 4-0 grazie alla reti di Adebayor, Di Maria  e Cristiano Ronaldo: curiosamente fu proprio Cr7 a firmare poi il successo nel match di ritorno a Londra per 1-0. (agg Michela Colombo)

LE STATISTICHE

In vista di Real Madrid-Tottenham, andiamo a vedere alcuni numeri che potrebbero influire sullo scontro al vertice del girone H di Champions League. Entrambe le squadre hanno avuto un ottimo cammino finora, per di più sostanzialmente identico nei dati essenziali: sia il Real Madrid sia il Tottenham sono ancora a punteggio pieno nel girone, con due vittorie, 6 gol fatti e appena uno subito, due bomber fenomenali con Harry Kane (5 gol) che finora ha fatto addirittura meglio di sin certo Cristiano Ronaldo (4) in Champions League. Supersfida tra bomber, l’inglese è a 15 reti stagionali tra Tottenham e Nazionale, CR7 è arrivato a 11 nonostante cinque giornate di squalifica già scontate. Nella Liga infatti il Real soffre in attacco, 15 gol segnati in otto partite finora giocate sono pochi per gli uomini di Zinedine Zidane, il Tottenham invece ha vinto sette delle ultime otto partite ufficiali, con Eriksen andato a segno 3 volte in Premier League. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

L’ARBITRO

La partita fra Real Madrid e Tottenham Hotspur, in programma questa sera allo stadio Santiago Bernabeu, verrà diretta dall’arbitro polacco Szymon Marciniak. Gli assistenti di linea saranno Pawel Sokolnicki e Tomasz Listkiewicz, mentre il quarto uomo sarà Eadoslaw Siejka e i due arbitri di porta saranno Pawel Raczkowski e Tomasz Musial. Tornando però a parlare del fischietto di riferimento di questo sestetto, Szymon Marciniak è uno degli arbitri più impiegati in stagione (fra campionato polacco e coppe varie ha raggiuntole quindici apparizioni), e in Europa è già alla terza direzione arbitrale dopo Napoli-Nizza dei play-off e Feyenoord-Manchester City dei gironi, dunque come si può notare tutte partite di ottimo livello, il che indica molto chiaramente che Marciniak è uno degli arbitri più considerati dalla Uefa. Il suo score nelle partite europee di questa stagione è fino a questo momento di sette ammonizioni, due espulsioni e un calcio di rigore assegnato. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE DEL MATCH

Real Madrid Tottenham, partita diretta dal polacco Szymon Marciniak, si gioca martedì 17 ottobre alle ore 20:45 per la terza giornata del girone H di Champions League 2017-2018. E una grande sfida: entrambe hanno vinto i primi due impegni e ora giocheranno due partite consecutive per il primato nel gruppo. Certo per il Real Madrid la qualificazione agli ottavi non sembra essere in discussione, mentre il Tottenham deve provare a sfruttare la vittoria sul Borussia Dortmund per allungare nei confronti dei gialloneri, dunque anche un pareggio al Bernabeu in questo senso potrebbe andare bene.

IL CONTESTO

Le due squadre arrivano da una vittoria in campionato: il Real Madrid ha finalmente trovato il primo gol di Cristiano Ronaldo in questa Liga e ha battuto il Getafe nel finale, mangiando due punti al Barcellona che resta comunque a +5. Il Tottenham invece, grazie al successo sul Bournemouth (gol di Christian Eriksen), si è confermato in terza posizione a 5 lunghezze dal Manchester City capolista. Per entrambe dunque lobiettivo è vincere in patria; in Champions League il discorso cambia, perchè il Real Madrid punta a un leggendario tris mentre il Tottenham vuole innanzitutto superare il girone, e poi provare a fare quanta più strada possibile sfruttando anche eventuali sorteggi positivi. In ogni caso si tratta di due squadre in salute, anche se i blancos hanno iniziato la Liga in maniera distratta, ritrovandosi subito ad inseguire. Sarà una bella partita, con due allenatori giovani ma già sugli scudi e tante stelle in campo.

PROBABILI FORMAZIONI REAL MADRID TOTTENHAM

Uno dei due grandi ex non ci sarà: Gareth Bale dà forfait, per lui un calvario fatto di tanti infortuni da quando è arrivato al Real Madrid. A prendere il suo posto uno tra Isco e Asensio: Zinedine Zidane deciderà allultimo (il primo è comunque favorito), di sicuro a completare il tridente ci sono Benzema e Cristiano Ronaldo, ovvero i due marcatori di sabato. A centrocampo cè Modric, altro ex del Tottenham; il croato partirà come sempre dal centrodestra e sarà il vero playmaker della squadra, con Casemiro utilissimo nel lavoro di frangiflutti e Kroos che agirà dallaltra parte. In campionato Zidane ha fatto riposare tanti titolari: tornano in panchina Marcos Llorente e dovrebbe farlo anche il giovane Achraf Hakimi, con Nacho Fernandez che potrebbe essere utilizzato a destra rimpiazzando linfortunato Carvajal. A sinistra ci sarà Marcelo, in mezzo Varane torna a fare coppia con Pepe mentre in porta dovrebbe esserci ancora Kiko Casilla, vista lindisponibilità di Keylor Navas.

Qualche defezione anche nel Tottenham: ultima di tre giornate di squalifica per Dele Alli (risalgono alla scorsa Europa League), quindi sulla trequarti a chiudere il reparto potrebbe esserci Moussa Sissoko. Anche lui è in dubbio però, dunque a prenderne il posto potrebbe essere NKoudou che si sposterebbe a destra, lasciando a Eriksen il compito di agire come centrale. A sinistra quasi certo lutilizzo del sudocoreano Son Heung-Min, con Harry Kane a fare ovviamente la prima punta; a centrocampo Moussa Dembélé non ce la fa, dunque spazio a Winks che sta crescendo con il passare del tempo, ovviamente Eric Dier occuperà la posizione di mediano davanti alla difesa avendo anche compiti di impostazione. Aurier favorito su Tripppier sulla corsia destra, Ben Davies giocherà ancora a sinistra (Danny Rose è indisponibile), mentre in mezzo sembra andare verso la conferma la coppia formata da Davinson Sanchez e Alderweireld a protezione di Hugo Lloris. Ricordiamo che è fuori dai giochi anche Erik Lamela per uninfortunio allanca: largentino potrebbe tornare a inizio novembre. 

QUOTE E PRONOSTICO

Per la partita del Santiago Bernabeu ovviamente la favorita dobbligo è il Real Madrid: lo dice per esempio lagenzia di scommesse Snai, che ha quotato a 1,40 il segno 1 per laffermazione interna dei campioni in carica. Il pareggio, indicato dal segno X, ha invece una quota di 5,00 mentre per la vittoria del Tottenham, per la quale ovviamente dovrete giocare il segno 2, la vincita sarebbe di 7,00 volte la somma eventualmente messa sul piatto per questa sfida.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori