DIRETTA/ Barcellona Olympiacos (risultato finale 3-1) streaming video tv:Bella vittoria in dieci per il Barca

- Claudio Franceschini

Diretta Barcellona Olympiacos: info streaming video e tv, probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita valida per la terza giornata del girone D in Champions League

Barcellona Atletico
Diretta Atletico Madrid Barcellona: un precedente (LaPresse)

BARCELLONA-OLYMPIAKOS (RISULTATO FINALE 3-1): BELLA VITTORIA DEL BARCA IN DIECI UOMINI

E’ terminato da pochissimi minuti l’incontro tra Barcellona e Olympiakos sul punteggio di 3 a 1, i blaugrana rispettano i pronostici e nonostante l’inferiorità numerica provocata dall’espulsione subita da Piquè al 42′ stravincono meritatamente dominando in lungo e in largo senza concedere praticamente nulla ai greci. Dopo un inizio un pò sottotono del Barca condizionato dalla copiosa pioggia caduta sul Camp Nou, riesce a sbloccare il risultato con un pò di fortuna al 18′ quando un cross dalla destra di Deulofeu è stato insaccato sfortunatamente nella propria rete da Nikolau. Gli uomini di Valverde, dopo aver trovato il gol, hanno continuato ad attaccare a testa bassa sfiorando più volte il raddoppio come al 42′ quando Piquè in proiezione offensiva ha ribadito in rete la respinta del portiere Proto ma con un braccio, il direttore di gara ha annullato il gol ed ha espulso il difensore che era già stato ammonito in precedenza. L’allenatore di casa corre ai ripari inserendo in avvio di ripresa Mascherano e lasciando negli spogliatoi Deulofeu ma nonostante il cambio i blaugrana hanno continuato ad attaccare fino al 61′ quando Messi ha trovato il raddoppio direttamente da calcio piazzato con uno stupendo tiro a giro che si è infilato sotto l’incrocio dei pali dopo aver superato la barriera. Il fenomeno argentino ha poi avviato anche l’azione del terzo gol con un pregevole dribbling in area di rigore che al 64′ ha consentito a Digne di segnare con un potente diagonale rasoterra. Prima del triplice fischio finale proprio Nikolau, autorete della sfortunata rete che aveva aperto le marcature, le ha anche chiuse segnando direttamente da calcio d’angolo con un imperioso colpo di testa proprio al 90′.

SEGNA DIGNE DOPO MESSI

Quando siamo giunti al 70′ della sfida tra Barcellona e Olympiakos il punteggio è ora sul 3 a 0. Il raddoppio è arrivato al 61′ con una perla su punizione di Messi che si è infilata sotto l’incrocio dei pali dopo aver superato la barriera. Il tris non si è fatto attendere ed è arrivato al 64′ grazie ad una super giocata nello stretto di Messi che dopo essersi liberato in area di rigore con uno straordinario dribbling ha messo al centro un cross che è stato raccolto da Digne che ha segnato con un potente diagonale rasoterra che si è infilato vicino al palo lontano della porta greca. La ripresa si è aperta con un’immediata sostituzione decisa da Valverde che è corso ai ripari inserendo un difensore come Mascherano al posto di un attaccante come Deulofeu. Ora i blaugrana controllano tranquillamente l’incontro gestendo il possesso del pallone senza problemi.

ESPULSO PIQUE’ PER UN FALLO DI MANO

Si è concluso da pochissimi minuti il primo tempo della sfida tra Barcellona e Olympiakos sul punteggio di 1 a 0, a decidere è ancora la sfortunata autorete realizzata da Nikolau al 18′. Partita a senso unico con i blaugrana in costante pressione ed attacco, al 21′ Deulofeu ha sfiorato il gol con una potente conclusione rasoterra tentata da posizione defilata che Proto è riuscito a deviare col corpo oltre la traversa. Al 25′ i padroni di casa sono sfortunati quando Iniesta ha crossato alla perfezione per Paulinho che ha colpito di testa a colpo sicuro ma il tentativo del brasiliano è stato respinto dalla traversa. Non passa nemmeno un minuto e al 26′ Messi con una sponda ha permesso a Deulofeu di calciare da dentro l’area di rigore ma Botia è riuscito a respingere il tentativo dell’esterno. Al 30′ su un calcio d’angolo di Messi Busquets ha saltato più in alto di tutti mettendo fuori di pochissimo con un colpo di testa. Al 33′ occasionissima Barca quando Messi ha liberato con una perfetta verticalizzazione Suarez che si è potuto presentare tutto solo davanti a Proto ma l’uruguaiano ha stranamente sbagliato facendosi deviare il tiro da Proto in corner. L’estremo difensore greco è stato ancora protagonista al 37′ quando Messi dopo essersi accentrato saltando un avversario ha tentato un tiro a giro che il portiere è riuscito ancora una volta a respingere. Al 42′ incredibile episodio: Piquè ha segnato deviando in pora il tiro di Deulofeu respinto da Proto ma il difensore lo ha fatto col braccio, il direttore di gara, oltre ad aver annullato il gol ha anche espulso il difensore che era stato precedentemente ammonito.

SFORTUNATO AUTOGOL DI NIKOLAU

Al Campo Nou di Barcellona i padroni di casa stanno affrontanto l’Olympiakos nella gara valevole per la terza giornata del Girone D di Champions League e, quando sono stati disputati circa 20 minuti, il risultato è sull’1 a 0, a sbloccare l’incontro ci ha pensato Nikolau con uno sfortunato autogol: bella apertura di Busquets per Deulofeu il cui cross rasoterra è stato deviato dal difensore greco verso la propria porta. La gara è certamente condizionata dalla copiosa pioggia che sta cadendo sulla città spagnola, il terreno appensatito sta limitando le qualità dei palleggiatori di casa che faticano a giocare con la palla a terra. La prima occasione arriva al 5′ sugli sviluppi di un calcio d’angolo sul quale Umtiti ha prolungato la traiettoria sul secondo palo dove Suarez ha tentato un tiro al volo che è uscito di pochissimo. I blaugrana forti dei due successi conquistati contro la Juventus ed in trasferta contro lo Sporting Lisbona, sono naturalmente i grandi favoriti contro l’unica formazione ancora ferma a 0 punti dopo le sconfitte rimediate davanti al proprio pubblico contro lo Sporting Lisbona ed in trasferta contro la Juventus.

 

FORMAZIONI UFFICIALI! SI COMINCIA!

L’addio di Neymar non ha ridimensionato la forza offensiva del Barcellona, del resto quando hai un bomber come Lionel Messi c’è davvero poco di cui preoccuparsi. L’attaccante argentino ha già puntato il mirino sull’Olympiakos, che dovrà fare gli straordinari in difesa per evitare l’imbarcata. Finora la Pulce ha timbrato due volte il tabellino dei marcatori, proprio contro la Juventus. Il rivale storico Cristiano Ronaldo è già lontano, ma la competizione è lunga… Ivan Rakitic è invece il bomber inedito: il centrocampista ha ritrovato il gol in Europa contro i bianconeri. Ancora a secco Luis Suarez, da cui ci si aspetta di più in fase realizzativa; per ora ha indossato le vesti di assistman, visto che ha firmato due assist per i compagni finora. Due gol ne ha fatti Pardo, che non è esattamente un bomber di razza. Eppure l’esterno rischia di partire dalla panchina oggi. Il compito di impensierire la difesa blaugrana spetta a Djurdjevic: lui l’unica punta centrale di ruolo presente a Barcellona. Una scelta forzata in attacco, salvo ripensamenti dell’ultimo minuto. BARCELLONA (4-3-3): 1 Ter Stegen; 20 Sergi Roberto, 3 Pique, 23 Umtiti, 19 Digne; 15 Paulinho, 5 Sergio Busquets, 8 Iniesta; 10 Messi, 9 L. Suarez, 16 Deulofeu. Allenatore: Ernesto Valverde OLYMPIACOS (4-3-3): 24 Proto; 14 Elabdellaoui, 3 Botia, 43 Nikolaou, 23 Koutris; 13 G. Gillet, 4 Romao, 44 Zdjelar; 33 Carcela-Gonzalez, 8 Odjidja, 32 Androutsos. Allenatore: Takis Lemonis

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: DOVE VEDERE LA PARTITA

Come tutte le partite di Champions League, anche Barcellona Olympiacos è unesclusiva in diretta tv per gli abbonati al digitale terrestre a pagamento, che potranno assistere a questi 90 minuti su Premium Calcio 4 oppure, in assenza di un televisore, attivando senza costi aggiuntivi lapplicazione Premium Play, per la diretta streaming video su dispositivi mobili come PC, tablet o smartphone. 

LE STATISTICHE

Andiamo ora a dare un occhio a qualche statistica a confronto tra Barcellona e Olympicos, match atteso questa sera per il terzo turno della Champions League. Partendo dai gol va detto che finora la compagine blaugrana ne ha messi a bilancio appena 4 (ma rimangono a specchio intatto), sufficienti per assicurare la prima posizione in classifica a pieni punti. Negative invece le statistiche della formazione greca, ultima nel girone D con  0 punti a bilancio: la differenza reti è stata fissata sul 2:5 con solo Pardo in rete finora. Considerando altri dati statistici va poi detto che finora il Barcellona, stasera padrone di casa, ha messo a segno una media del 62% di possesso palla, oltre a un totale di 1465 passaggi di cui ben 1331 andati a buon fine per una percentuale di perfezione del 91%. Non così esaltanti i numeri dellAnderlecht, che ha registrato il 43% di possesso palla nelle prime due giornate: sono poi 633 i passaggi riusciti su 779 totali con una media del 81% di passaggi riusciti.  (agg Michela Colombo)

I TESTA A TESTA

Il Barcellona ospiterà al Camp Nou, dalle ore 20:45, i greci dellOlympiacos per il terzo turno dei gironi di Champions League 2017-2018. Andando a spulciare gli annali del calcio si scopre che quella fra i blaugrana e gli ateniesi è una gara inedita, visto che nella loro storia le due formazioni non si sono mai affrontate prima di oggi. Il confronto è quindi fra quanto vistosi fino ad oggi in stagione, e pende ovviamente in favore di Messi e compagni. Il Barcellona è attualmente apunteggio pieno nel proprio girone, il Gruppo D, avendo vinto contro la Juventus per due reti a zero, e avendo superato lo Sporting Lisbona per uno a zero. Situazione completamente opposta in casa ellenica, con due sconfitte contro Vecchia Signora e lusitani, nei due precedenti incontri. Inoltre, se si guarda anche il precedente dellOlympiakos contro le squadre spagnole, la situazione non migliora, visto che su 14 incontri i greci non hanno mai vinto, perdendo 12 gare e pareggiando le restanti due. (Agg Davide Giancristofaro)

L’ARBITRO

Il match dello stadio Camp Nou fra i padroni di casa del Barcellona e l’Olympiacos verrà diretto dal arbitro scozzese William Collum, selezionato per questo incontro di Champions League. I suoi assistenti saranno i due guardalinee Francis Connor e Douglas Ross, il quarto uomo Douglas Potter e i due arbitri addizionali John Beaton e Kevin Clancy. Per l’arbitro Collum, anche conosciuto col nomignolo Willie, sarà la quindicesima partita stagionale e la terza in Champions League dopo aver già diretto Siviglia-Istanbul Basaksehir nei play-off e Napoli-Feyenoord della fase a gironi del massimo torneo continentale. I suoi numeri in stagione ci ricordano di ben 53 ammonizioni (10 i cartellini gialli dati in Champions League finora), 4 espulsioni (di cui ben tre per rosso diretto) e 4 calci di rigore ( di cui uno dato in occasione della sfida contro i campani). Considerando la carriera complessiva di Cullom va poi detto che il fischietto scozzese ha registrato ben tre precedenti don il Barcellona, mentre solo uno è il testa a testa tra il direttore di gara e la squadra greca. (agg Michela Colombo)

ORARIO E PRESENTAZIONE DEL MATCH

Barcellona Olympiacos, che sarà diretta dallarbitro scozzese William Collum, si gioca alle ore 20:45 di mercoledì 18 ottobre: siamo nella terza giornata del girone D di Champions League 2017-2018 e, dunque, la partita interessa da vicino anche la Juventus, impegnata contro lo Sporting Lisbona. Al Camp Nou le gerarchie sono piuttosto chiare: il Barcellona guida la classifica del gruppo a punteggio pieno, lOlympiacos ha perso entrambe le partite giocate e deve iniziare a raggranellare qualcosa se vuole almeno prendersi il terzo posto che qualifica ai sedicesimi di Europa League, contesto nel quale i greci potrebbero provare a fare strada.

IL CONTESTO

Al di là di quanto accade in Champions League, il Barcellona ha dimostrato di aver superato alla grande il disastro di Supercoppa: lallenatore Ernesto Valverde, ex della partita, ha plasmato una squadra capace di vincere sette delle otto partite di Liga, pareggiando in extremis sul campo dellAtletico Madrid e rimanendo dunque imbattuta e al comando del campionato. In Champions League ovviamente il passaggio del turno non era in discussione, ma il 3-0 alla Juventus ha messo subito in chiaro le gerarchie del girone e posto, ancora una volta, i blaugrana come grande favorita per il primo posto. LOlympiacos sta impiegando tempo per riprendersi: la stagione era partita benissimo con due vittorie in campionato, poi la sconfitta casalinga contro lo Sporting Lisbona ha portato una crisi sfociata in due sconfitte consecutive – compresa quella nel derby contro lAek Atene – e allesonero di Besnik Hasi. Takis Lemonis ha perso sia contro la Juventus che in casa contro lAtromitos; la sua marcia è iniziata con un 4-3sul campo del Panionios, ma lOlympiacos è sesto nella Super League greca e sta ancora provando a scalare la classifica.

PROBABILI FORMAZIONI BARCELLONA OLYMPIACOS

La grande domanda riguarda leventualità di Ernesto Valverde di fare turnover dopo il pareggio del Wanda Metropolitano: probabilmente Deulofeu prenderà il posto di André Gomes nel tridente offensivo (confermati sia Leo Messi che Luis Suarez, questultimo tornato a segnare), mentre a centrocampo uno tra capitan Iniesta – fresco di rinnovo di fatto a vita – e Rakitic potrebbe lasciare il posto a Paulinho, il centrocampista brasiliano arrivato in extremis e cresciuto molto negli ultimi tempi. Resta viva anche lipotesi Denis Suarez: lex Villarreal può giocare come esterno nel reparto offensivo o disimpegnarsi come mezzala, ruolo nel quale entrerebbe in competizione con Sergi Roberto che ha giocato titolare contro lo Sporting Lisbona. In difesa non dovrebbe cambiare nulla rispetto a sabato: Ter Stegen in porta, Nélson Semedo e Jordi Alba sugli esterni (ma attenzione a Digne che scalpita) con Piqué e Umtiti che saranno i due centrali. 

LOlympiacos si schiera con il 4-2-3-1: a protezione del portiere Proto, grande protagonista a Torino, gioca una linea comandata dai due centrali Engels e Nikolaou che sono preferiti ad Alberto Botia, sulle fasce invece lex Genoa Diogo Figueiras e Koutris dovrebbero avere spazio dal primo minuto (a destra si candida anche Elabdellaoui in un ballottaggio che potrebbe essere risolto solo allultimo). A centrocampo capitan Romao comanda il reparto con intelligenza e quantità, al suo fianco laltro ex del Genoa (ma anche di Roma e Verona) Tachtsidis può aggiungere qualità in cabina di regia ma forse nelle gerarchie parte in svantaggio rispetto a Zdjelar, e allo stesso Odjidja-Ofoe che questa volta potrebbe essere arretrato in mediana, lasciando così spazio sulla trequarti a Fortounis che, un po a sorpresa, era stato lasciato in panchina contro la Juventus. A Felipe Pardo e Sebà il compito di correre sulle corsie, a supporto della prima punta: Emenike rimane favorito, attenzione anche a Marko Marin che contende a uno dei due esterni una maglia da titolare.

QUOTE E PRONOSTICO

Chiaramente il Barcellona parte favorito in questa partita di Champions League: la conferma arriva anche dallagenzia di scommesse Snai, che come altre ha emesso le quote per questa partita e ha aperto una netta differenza tra il segno 1 per la vittoria blaugrana (1,06) e il segno 2 per il colpo esterno dellOlympiacos che addirittura vale 25,00 volte la somma giocata. Per quanto riguarda il segno X, per il pareggio, quota alta anche in questo caso: 13,00 volte la posta.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori