DIRETTA/ Milan-Aek Atene (risultato finale 0-0) info streaming video e tv: parità al Meazza!

- Stefano Belli

Diretta Milan-AEK Atene: info streaming video e tv, probabili formazioni, orario, quote e risultato live della partita in programma per la 3^ giornata di Europa League

San Siro formazioni
Lo stadio San Siro (LaPresse)

MILAN-AEK ATENE (RISULTATO FINALE 0-0): PARITA’ AL MEAZZA!

Tempo scaduto al Meazza con Milan e AEK che si spartiscono la posta in palio: 0-0 il risultato finale, i rossoneri salgono a sette punti e mantengono il primato nel gruppo D di Europa League 2017-18 mentre la formazione ellenica conserva il secondo posto e l’imbattibilità con una vittoria e due pareggi nelle prime tre giornate della fase a gironi. Anche nelle battute conclusive del match le due squadre non si sono accontentate del pari, all’85’ Bakasetas su punizione ha scaldato le mani di Donnarumma che ha respinto il suo missile, al 90′ Anestis compie un’altra parata salvifica sporcando il tiro di Calhanoglu che Bonucci a pochi passi dalla porta non è riuscito a intercettare. Nel recupero ospiti pericolosi in contropiede con Araujo che viene chiuso in corner da Musacchio, sarà questa l’ultima emozione della serata, al triplice fischio dell’arbitro parte anche qualche fischio da parte dei tifosi del Milan, delusi dalla prestazione complessiva della squadra. (agg. di Stefano Belli) MILAN-AEK ATENE, DIRETTA LIVE

ANESTIS TIENE A GALLA GLI OSPITI!

Quando mancano dieci minuti al novantesimo resiste l’equilibrio al Meazza tra Milan e AEK con le due squadre sempre inchiodate sullo 0-0. In questa fase del match i rossoneri cominciano a fare finalmente sul serio: al 58′ Calhanoglu scalda le mani di Anestis che respinge ma non trattiene, André Silva non riesce ad arrivare sul pallone vacante e manca l’appuntamento col pallone, poco dopo il portoghese lascerà il posto al rientrante Kalinic. Gli ospiti provano quindi ad addormentare la partita, al 68′ l’undici di Montella si affaccia nuovamente in avanti con Calhanoglu che su punizione va direttamente in porta, nessuno tocca il pallone e Anestis deve rifugiarsi in corner. Poco dopo intervento miracoloso dell’estremo difensore ellenico che nega il gol a Cutrone, i padroni di casa insistono (altra prodezza di Anestis su Suso all’80’) mentre gli ospiti difendono con le unghie e con i denti il pareggio che gli consentirebbe di mantenere il secondo posto e l’imbattibilità nel gruppo D di Europa League 2017-18. (agg. di Stefano Belli) 

ANDRE’ SILVA MANCA IL BERSAGLIO

Al Meazza è ricominciato dopo l’intervallo il match valido per la terza giornata del gruppo D di Europa League 2017-18 tra Milan e AEK Atene, da una decina è ripreso il gioco e il punteggio è sempre fermo sullo 0-0. All’inizio del secondo tempo l’inerzia della gara sembra seguire la falsariga di quella della prima frazione con i rossoneri che provano a fare la partita e ad affacciarsi con più frequenza nei pressi di Anestis. Gli uomini di Montella si procurano qualche calcio piazzato che gli consente di interrompere la manovra della formazione ellenica e di riconquistare il possesso della sfera. Al 52′ occasione per gli ospiti, Hélder Lopes svetta di testa e colpisce il pallone senza inquadrare la porta di Donnarumma, complice il disturbo di Calabria. Un minuto più tardi Mantalos lascia sul posto Bonucci e libera il destro, Musacchio in scivolata sventa la conclusione. Il Milan risponde con Locatelli che dalla distanza impegna Anestis, sugli sviluppi del corner André Silva anticipa l’estremo difensore avversario mancando però il bersaglio grosso. (agg. di Stefano Belli) 

INTERVALLO!

Al Meazza si è appena concluso sul punteggio di 0-0 il primo tempo di Milan-AEK Atene, partita valida per la 3^ giornata del gruppo D di Europa League 2017-18. Quarantacinque minuti di certo non memorabili per i rossoneri che nella trequarti avversaria non hanno prodotto chissà quali palle gol, in compenso gli ospiti in contropiede hanno fatto sudare freddo gli uomini di Montella. Come al 39′ quando Donnarumma esce dai pali per anticipare Livaja lanciatissimo a rete, poco dopo Suso è bravo a chiudere Mantalos in calcio d’angolo, sugli sviluppi del corner è Donnarumma a intervenire sull’incornata di Tzanetopoulos. Prima dell’intervallo lo stesso Suso serve Cutrone che libera un destro telefonato per l’estremo difensore avversario Anestis, successivamente André Silva prima e Bonaventura poi vengono murati dalla retroguardia ellenica che seppur con affanno si rifugia in corner. (agg. di Stefano Belli) 

DONNARUMMA SALVA SU SIMOES!

Milan-AEK Atene 0-0 alla mezz’ora del primo tempo. Partita che finora sta regalando poche emozioni, entrambe le squadre sono lente e prevedibili in fase di manvora e non c’è ancora stato quel cambio di ritmo auspicato per ravvivare un match piuttosto bloccato. Solamente al 18′ i rossoneri provano ad affacciarsi in avanti con Suso che dal limite dell’area di rigore fa partire un tiro impreciso che termina sopra la traversa, poco dopo ci prova dalla distanza anche Locatelli ma anche non ha fortuna e spedisce la sfera direttamente sul fondo. Pur faticando a carburare gli uomini di Montella danno l’impressione di poter aumentare i giri del motore e prendere l’iniziativa, mentre agli ospiti interessa solamente limitare i danni e mortificare le azioni degli avversari. Al 29′ occasione su calcio piazzato per il Milan, Calhanoglu pesca la testa di Cutrone che non riesce a sorprendere Anestis, sul capovolgimento di fronte successivo Musacchio rischia di combinare una frittata perdendo palla su pressione di Simoes, Donnarumma salva la situazione rifugiandosi in corner. (agg. di Stefano Belli) 

FASE DI STUDIO AL MEAZZA

Allo stadio Meazza è cominciato il match valido per la 3^ giornata del gruppo D di Europa League 2017-18 tra Milan e AEK Atene, quando sono trascorsi dieci minuti dal fischio d’inizio il punteggio è fermo sullo 0-0. Nelle battute iniziali dell’incontro le due squadre si studiano a vicenda, gli ospiti rompono gli indugi procurandosi qualche tiro dalla bandierina senza però impensierire Donnarumma e la retroguardia rossonera. Dall’altra parte del campo viene annullato un gol a Cutrone che deposita il pallone in rete ma l’arbitro ferma tutto per la segnalazione di offside da parte del suo assistente. Per adesso i ritmi di gioco non sono elevati, non c’è l’interesse di velocizzare il fraseggio e alzare il baricentro nel tentativo di mettere pressione agli avversari. (agg. di Stefano Belli) 

FORMAZIONI UFFICIALI!

Andiamo a vedere nella sfida Milan-Aek Atene quello che sarà il confronto delle panchine tra Vincenzo Montella e Manuel Jimenez Jimenez, che hanno già comunicato le formazioni ufficiali. Il tecnico italiano di Pomigliano d’Arco dopo una brillante carriera da attaccante è diventato un tecnico di ottima prospettiva. Partito dai Giovanissimi della Roma, ha fatto il salto di qualità nel 2011. Dopo sei mesi buoni in giallorosso è passato al Catania dove ha iniziato veramente il suo percorso di crescita arrivando al Milan nel 2016 dopo essere passato da Fiorentina e Sampdoria. Da allenatore ha collezionato 55 partite con una media di 1.80 punti a partita. Il suo modulo preferito è il 4-3-3 anche se da quest’anno con l’arrivo di Leonardo Bonucci è passato al 3-5-2 con risultati ancora tutti da verificare. Manuel Jimenez Jimenez è invece un tecnico più esperto che in carriera ha fatto anche lui il calciatore ma nel ruolo di difensore. La sua carriera è iniziata nella squadra b del Siviglia per poi essere promosso nel 2007 in prima squadra. Nel 2010/11 ha guidato l’Aek Atene proprio prima di tornarci nel gennaio scorso. In mezzo ci sono state le buone esperienze con Real Saragozza e Al-Rayyan. Da quando è tornato ha guidato la squadra greca 41 volte con una media ancor più alta di Montella, 1.98 punti a partita. Il suo modulo preferito è il 4-2-3-1 e le sue squadre hanno un grande equilibrio offensivo, difettando un po’ nella fase difensiva. Adesso dunque leggiamo le formazioni ufficiali di Milan-Aek Atene, poi parola al campo! MILAN (3-5-2): Donnarumma; Musacchio, Bonucci, Rodriguez; Calabria, Suso, Locatelli, Çalhanoglu, Bonaventura; Cutrone, Silva. Allenatore: Vincenzo Montella. AEK ATENE (3-4-1-2): Anestis; Vranjes, Tzanetopoulos, Bakakis; Lopes, Simões, Johansson, Galo; Mantalos; Livaja, Christodoulopoulos. Allenatore: Manuel Jiménez. (agg. di Matteo Fantozzi)

STREAMING VIDEO E TV, DOVE VEDERE LA PARTITA DI EUROPA LEAGUE

La diretta tv esclusiva del match sarà visibile da tutti gli abbonati Sky sui canali 201 e 251 del satellite (Sky Sport 1 HD e Sky Calcio 1 HD) mentre la diretta streaming video via internet si potrà vedere sul sito skygo.sky.it.

I BOMBER

La gara Milan-Aek Atene è anche una sfida tra bomber. Andre Silva sicuramente è il re di questo inizio di Europa League in testa alla classifica marcatori generali con quattro reti come Plea del Nizza e Kokorin dello Zenit San Pietroburgo. Inoltre il calciatore portoghese del Milan ha anche segnato due reti nei preliminari che farebbero salire ancora il suo parziale. Dall’altra parte però c’è un calciatore che è una vecchia conoscenza del calcio italiano e cioè Marko Livaja. L’ex attaccante dell’Inter ha segnato fino a questo momento due reti e per lui questa partita sarà un vero e proprio derby. Livaja è un attaccante croato classe 1993 che in Grecia è in prestito dal Las Palmas proprietario del suo cartellino. Dopo essere cresciuto tra Dinamo Zagabria e Hajduk Spalato è stato portato in Italia dal Cesena in prestito e poi acquistato dall’Inter che nella stagione 2012/13 l’ha fatto giocare sei volte senza vederlo segnare. L’anno dopo ha giocato ancora in maglia nerazzurra ma con l’Atalanta, siglando i suoi primi quattro gol in Serie A. L’ultima esperienza nel nostro paese arriva due stagioni fa quando era arrivato a Empoli in prestito dal Rubin Kazan. (agg. di Matteo Fantozzi)

LE STATISTICHE

Nuovo banco di prova per il Milan di Montella, questa sera in campo contro l’Aek Atene per l’Europa League: vediamo quindi qualche statistica a confronto prima di dare la parola al match del girone D. Proprio in tale raggruppamento la formazione rossonera è prima con 6 punti pieni e una buona differenza reti fissata sul 8:3: positivo anche il bilancio dei greci secondo ma solo a 4 punti (un successo e un pari) e con una differenza reti fissata sul 4:3, con il volto noto del calcio italiano Livaja bomber a quota 2 gol. Volendo ampliare la nostra analisi andiamo a scoprire che finora i rossoneri hanno firmato ben 29 tiri di cui 12 in porta e 6 respinti: i greci invece ne hanno realizzati 34 di cui però ben 16 sono andati a target e 7 sono stati quelli respinti. A ciò va aggiunto che il Milan ha realizzato 4 corner a favore ma ne ha concessi 6 agli avversari:  gli ospiti di stasera invece hanno messo a statistica 10 calci d’angolo a favore e 13 contro oltre a ben 5 fuorigioco segnalati. (agg Michela Colombo)

L’ARBITRO

La gara fra Milan e AEK Atene verrà diretta dal direttore di gara svedese Andreas Ekberg, oltre dai due assistenti di linea Mehmet Culum e Stefan Hallberg, dal quarto uomo Magnus Sjoblom e dai due arbitri addizionali Bojan Pandzic e Kristoffer Karlsson. Per il fischietto svedese sarà la quarta partita europea stagionale: Ekberg finora ha avuto modo di dirigere due incontri per le qualificazioni alla Champions League (Hapoel Ber Sheva-Honved, Dinamo Kiev-Young Boys) e uno solo per la fase a gironi di Europa League ovvero l’incontro tra Astana e  Slavia Praga. Andando a curiosare nello storico del fischietto svedese prima di dare il via al match per il terzo turno di Europa League a San Siro scopriamo che direttore di gara ha ben due precedenti con formazioni italiane ma nessuno testa a testa con il Milan (diretto Sampdoria e Sassuolo). Stessa situazione tra Ekberge  l’Aek Atene: il match di stasera risulterà inedito benché lo svedese abbia a bilancio due precedenti con squadre greche (Paok e nazionale Under 19). (agg Michela Colombo)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Milan-AEK Atene, diretta dall’arbitro svedese Ekberg, giovedì 19 ottobre 2017 alle ore 21.05, vedrà i rossoneri impegnati nella terza giornata della fase a gironi di Europa League. Partita fondamentale per i rossoneri più dal punto di vista psicologico che da quello della classifica, considerando che il Milan ha già vinto le prime due partite della fase a gironi di Champions League e potrebbe dunque ritrovarsi qualificato agli ottavi con il primo posto già ipotecato vincendo anche questo confronto interno contro i greci. La sconfitta nel derby di domenica scorsa, seppur maturata in maniera sfortunata e con un rigore trasformato al novantaquattresimo minuto da Icardi, è stata però la quarta in otto partite di campionato per i rinnovatissimi rossoneri, alle prese con una crisi segnata anche dal fatto di aver perso tutte le sfide contro le squadre di alta classifica, ovvero Lazio, Roma e Inter.

Per Vincenzo Montella diverse gatte da pelare a partire dal rendimento di una difesa che a tre si sta adattando a fatica e che a quattro sembra non funzionare, in cui Bonucci non riesce ancora a diventare leader e che anche in Europa ha vacillato, con la partita col Rijeka riacciuffata quasi per miracolo, dopo essersi fatti rimontare due reti nel finale. Certo, l’AEK Atene non è avversario irresistibile, dopo anni di gravissima crisi i gialloneri sono tornati ad occupare i piani alti della classifica del campionato ellenico e quest’anno sono arrivati alla fase a gironi di Europa League dopo aver partecipato ai preliminari di Champions. A livello tecnico però la squadra greca non è paragonabile a quella rossonera, anche se in Europa League l’AEK è partito con una vittoria in Croazia contro il Rijeka e un pari interno contro l’Austria Vienna (travolto a domicilio dal Milan alla prima giornata) che pongono la formazione ateniese come potenziale favorita per il secondo posto nel girone.

LE PROBABILI FORMAZIONI MILAN AEK ATENE

Le probabili formazioni che si confronteranno a San Siro: Milan in campo con Donnarumma tra i pali, mentre l’argentino Musacchio, il colombiano Zapata e Bonucci saranno titolari nella difesa a tre. A centrocampo giocheranno Montolivo, l’argentino Biglia e l’ivoriano Kessie, mentre Fabio Borini sarà confermato come esterno laterale di destra e lo svizzero Ricardo Rodriguez giocherà come esterno laterale di sinistra. In attacco, spazio al giovane Cutrone al fianco del portoghese Andre Silva. Risponderà l’AEK Atene con il portiere Anestis tra i pali, Babakis impiegato in posizione di terzino destro e il bosniaco Vranjes impiegato come terzino sinistro, mentre il serbo Cosic e il brasiliano Galo saranno i difensori centrali. A centrocampo spazio allo svedese Ajdarevic, al suo connazionale Johansson e a Mantalos, mentre in attacco nel tridente offensivo con Christodoulopoulos e con il croato Livaja, ex Atalanta e Inter, giocherà l’argentino Araujo.

LA CHIAVE TATTICA

Vincenzo Montella, pur cambiando qualche pedina rispetto al derby contro l’Inter, confermerà il suo 3-5-2, mentre l’AEK Atene allenato dallo spagnolo Jimenez scenderà in campo schierato con il 4-3-3. Le due formazioni in tempi abbastanza recenti si sono affrontare due volte nella fase a gironi di Champions. Il Milan ha sempre vinto i precedenti casalinghi, due a uno il 2 novembre del 1994 e tre a zero il 13 settembre del 2006, con le reti di Filippo Inzaghi, Gourcuff e Kakà su calcio di rigore. Ad Atene un pareggio zero a zero il 19 ottobre del 1994 e vittoria greca di misura il 21 novembre 1996 con una rete del brasilano Julio Cesar.

QUOTE E PRONOSTICO

Nonostante il momento difficile in campionato, Milan favorito in maniera schiacciante con quota per la vittoria interna fissata a 1.45 da Bwin, mentre Bet365 propone a 4.75 la quota del pareggio e William Hill moltiplica per 8.00 quanto investito sul successo esterno della formazione greca. L’under 2.5 viene quotato 2.05 da Paddy Power, Bet365 offre invece a 1.75 la quota per l’over 2.5.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori