Diretta / Catanzaro Akragas (risultato finale 3-1) streaming video Sportube: tris giallorosso, sorride Erra

- Stefano Belli

Diretta Catanzaro-Akragas: info streaming video e tv, probabili formazioni, orario, quote e risultato live della partita in programma per la 7^ giornata di Serie C

Catanzaro curva
La curva dei tifosi del Catanzaro (Foto Lapresse)

CATANZARO-AKRAGAS, RISULTATO FINALE 3-1 

Catanzaro-Akragas termina 3-1 allo stadio Ceravolo, dopo una sfida tirata, ricca di episodi arbitrali e di momenti di tensione, scatenati proprio dalle decisioni del direttore di gara. A spuntarla dunque è la squadra giallorossa, in rete anche con Cunzi nel finale, dopo l’ennesima richiesta di rigore rimasta inevasa, stavolta con protagonisti proprio l’autore del terzo gol calabrese e il portiere degli ospiti Vono. Poco prima era stato Salvemini a trascinare l’Akragas ad un passo dal 2-2, servendo Franchi in area ma non trovando la deviazione vincente. Vittoria significativa per il gruppo di mister Erra, che stacca proprio i siciliani (a quota 7), portandosi a 10 punti. Prossimo turno con derby Rende-Catanzaro e Akragas-Bisceglie.

Non è cambiato il copione della gara tra Catanzato e Akragas, al rientro delle squadre in campo dopo l’intervallo: calabresi che soffrono la verve e la voglia di rimonta degli avversari, capaci di creare subito seri grattacapi per Nordi, in particolare con lo scatenato Salvemini! Tiro dalla distanza al 56 dell’attaccante, respinta corta del portiere e intervento decisivo di Riggio in anticipo su Parigi, in piena area, per evitare il tap in della punta classe 1996… All’ora di gioco, mister Erra ha dunque predisposto il doppio cambio, per cercare di tornare dominante in mezzo al campo: dentro Cunzi e Onescu per i padroni di casa, mossa giusta per mischiare le carte e riportare in zona offensiva il Catanzaro, nuovamente pericoloso con Zanini, ben respinto da Vono al 69. Equilibrio più costante ora, anche se la sensazione è che possa succedere ancora di tutto da qui al triplice fischio del sig, Lorenzin!

Primo tempo godibile, movimentato, con 3 gol a referto a Catanzaro: giallorossi avanti sull’Akragas per 2-1, visto che al doppio colpo di Letizia e Riggio in avvio ha risposto Sepe nel finale! Buona l’azione in coppia tra l’esterno di mister Di Napoli e Salvemini, in questo caso nei panni dell’assist-man, per favorire l’affondo del compagno e il punto che di fatto riapre la contesa! I siciliani, Parigi in particolare, hanno sulla coscienza però anche l’occasione del possibile pari: minuto 39, azione funambolica di Scrugli e rimpallo che favorisce la giovane punta in prestito dall’Atalanta, colpevolmente impreciso a pochi passi da Nordi. Un indizio comunque della pericolosità ospite: sarà una ripresa tutta da vivere, al Nicola Ceravolo!

Catanzaro-Akragas si è sbloccata grazie ad un penalty, in avvio, trasformato da Letizia! Immediato il vantaggio dei padroni di casa dunque: un monologo quello dei calabresi, che di fatto non hanno lasciato spazio per la reazione ospite! Tanto che – dopo il bis non concretizzato da Puntoriere al minuto 10 – è stato Riggio a raddoppiare sugli sviluppi di calcio d’angolo: decisivo ancora Letizia, bravo il difensore in inserimento, punteggio sul 2-0 dopo 19 minuti sul cronometro… La serata sembra quantomeno ben indirizzata per la squadra di Alessandro Erra, i tifosi allo stadio Ceravolo si godono la partenza sprint dei giallorossi. Tutto molto difficile invece per i siciliani, che inseguono e finora non sono mai stati pericolosi in avanti.

Eccoci al via di Catanzaro Akragas: Alessandro Erra ha parlato alla vigilia della delicatissima sfida, una partita casalinga quella dei suoi che non ha sicuramente niente di facile. Il mister spiega: “Abbiamo qualche cerotto in meno rispetto all’ultima gara. I ragazzi hanno qualche allenamento in più. C’è chi sta bene, chi abbastanza e chi in fase di recupero. Siamo abbastanza al completo”. C’è voglia di fare risultato: “Abbiamo la possibilità di fare una buona prestazione, dobbiamo trovare la direzione giusta per fare bene. Siamo qui per giocare e per fare risultato. Quando ci sono cause di forza maggiore a volte se ne prende atto. Per noi che avevamo qualche acciaccato godere di qualche giorno in più di riposo è stato anche importante”. Erra sa che potrebbe rischiare anche la panchina: “Sono molto tranquillo. La serenità è stato sempre il mio punto di forza. Non vedo perché dovrei essere teso se non per la partita stessa”. Clicca qui per il video della conferenza. (agg. di Matteo Fantozzi)

STREAMING VIDEO E TV, DOVE VEDERE LA PARTITA DI SERIE C

Non sarà possibile vedere la diretta tv del match su canali in chiaro o a pagamento, sarà però disponibile la diretta streaming video via internet per gli abbonati o per chi acquisterà la singola partita sul sito sportube.tv.

I BOMBER

Tra i bomber di Catanzaro Akragas come non citare Evangelista Cunzi che con la maglia dei padroni di casa in questo Girone C di Serie C ha già segnato due reti. L’attaccante campano classe 1984 indossa la maglia numero dieci ed è un vero e proprio top player per la categoria. Cresciuto nel vivaio del Catanzaro ha girato molto prima di tornare nel 2016 alla squadra giallorossa dove ha dimostrato di stare bene e di avere voglia di continuare una carriera che anche se limitata a categorie inferiori è stata di alto livello. Attaccante fisico ma non più rapido come un tempo ha dimostrato grande attaccamento all’ambiente. Filippo Franchi è la sorpresa di questa stagione, attaccante classe 1998 ha già segnato e spera di giocare molto. Staremo a vedere se riuscirà a fare la differenza stasera contro una squadra che ha una difesa di assoluto livello almeno negli interpreti. (agg. di Matteo Fantozzi)

LE STATISTICHE

Catanzaro e Akragas, a pari punti, cercano di staccare gli avversari nella settima giornata del campionato di serie C: vediamo quindi qualche numero a confronto.  I calabresi hanno messo a statistica sei gol fatti e altrettanti subiti; questo score ha permesso alla squadra di vincere due partite su cinque, e per ora di stazionare al decimo posto valido per i play-off a 7 punti.  L’Akragas ha gli stessi punti ma una partita in più: i giganti hanno finora messo a bilancio 2 vittorie  e un pareggio, ma una sconfitta in più rispetto ai giallorossi a cui vanno aggiunti cinque reti realizzate e 7 incassate. Fuori dalle mura di casa però lAkragas ha dalla sua un bilancio equilibrato con un successo (su Casertana), un pari (su Monopoli)  e una sola sconfitta maturata con il Matera (agg Michela Colombo)

I TESTA A TESTA

Catanzaro Akragas, in campo oggi per la 7^ giornata del girone  C, sono due formazioni che avevano iniziato bene la stagione bella terza serie italiana, salvo poi calare col passare delle giornate. La sfida di oggi quindi appare particolarmente importante per scoprire che andamento potranno avanti le due formazioni, che comunque in anni recenti hanno avuto parecchie occasioni per trovarsi faccia  a faccia. Nel fare un piccolo bilancio basti sapere che dal 2014 a oggi Catanzaro e Akragas si sono trovate davanti in ben 6 occasioni due delle quali in Coppa Italia Lega Pro per un bilancio di 2 successi giallorossi e tre vittorie dei giganti lultimo successo del Catanzaro nello scontro diretto rimase anche allultimo testa a testa e quindi alla 26^giornata della stagione 2016-2017 della Lega Pro dove i giallorossi vinsero per 1-0 con gol di Giovinco. E invece della 21^ giornata della stagione regolare di Lega Pro 2015-2016 lultima affermazione dellAkragas, che vinse in trasferta per 1-0 grazie alla rete di Di Grazia. (agg Michela Colombo)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Catanzaro-Akragas, diretta dal signor Lorenzin di Castelfranco Veneto, martedì 3 ottobre 2017 alle ore 20.30, sarà un posticipo serale del turno infrasettimanale valevole per la settima giornata d’andata del girone C del campionato di Serie C. Sette punti a testa finora in questo avvio di campionato per Catanzaro e Akragas, ma la situazione dei calabresi sembra meno problematica rispetto a quella dei siciliani che, oltre ai tanti problemi relativi allo stadio Esseneto, devono comunque fronteggiare una crisi societaria sempre aperta. Nonostante questo la squadra di Di Napoli ha saputo far bene in questo inizio di stagione, e anche la netta sconfitta subita contro il Siracusa nel derby siciliano di sabato scorso (tre a zero per gli aretusei il risultato finale) ha messo in evidenza un Akragas capace di lottare su ogni pallone e di giocarsi la partita a viso aperto fino all’espulsione di Danese, che ha permesso al Siracusa di dilagare nei minuti finali. 

BUON INIZIO PER IL CATANZARO 

Il Catanzaro dalla sua è andato avanti tra alti e bassi, e dopo l’importante vittoria sul campo del Bisceglie, ha subito uno stop interno contro il Lecce prevedibile, considerando il valore degli avversari, apparsi rivitalizzati dall’arrivo di Fabio Liverani in panchina. La politica dei piccoli passi impostata da Erra dovrà portare il Catanzaro a una tranquilla salvezza, ma appuntamenti come quello casalingo contro l’Akragas non si potranno sbagliare.

LE PROBABILI FORMAZIONI CATANZARO AKRAGAS

Le probabili formazioni del match che andrà in scena presso lo stadio Ceravolo di Catanzaro. Padroni di casa schierati con Nordi in porta, mentre Sirri e Riggio saranno schierati come centrali di difesa in una linea a quattro con Zanini terzino destro e Nicoletti terzino sinistro. Spighi, il romeno Onescu e Benedetti saranno i titolari nel terzetto di centrocampo, mentre Falcone, Anastasi e Letizia partiranno dal primo minuto nel tridente offensivo. Risponderà l’Akragas con Vono tra i pali, mentre in difesa mancherà Danese, espulso nel match contro il Siracusa. La difesa a tre sarà composta da Franchi, Genny Russo e Mileto, mentre Saitta giocherà sulla corsia laterale di destra e Sepe sulla corsia laterale di sinistra. I centrali sulla linea mediana saranno Carrotta e il brasiliano Leonardo, che copriranno le spalle a Longo, trequartista di supporto al tandem offensivo composto da Parigi e Salvemini.

LA CHIAVE TATTICA

4-3-3 per il Catanzaro di Erra, 3-4-1-2 per l’Akragas di Di Napoli, due formazioni che si stanno facendo largo tra mille difficoltà, anche se per i siciliani i problemi si stanno davvero moltiplicando in maniera esponenziale. Il precedente dello scorso campionato a Catanzaro, il 18 febbraio 2017, ha visto i calabresi imporsi con un gol di Giuseppe Giovinco a un minuto dal novantesimo. L’Akragas ha invece espugnato il Ceravolo due stagioni fa, il 6 febbraio del 2016, con una rete siglata da Di Grazia nella ripresa.

QUOTE E SCOMMESSE, IL PRONOSTICO

I bookmaker sembrano convinti delle possibilità del Catanzaro di riscattare la sconfitta interna contro il Lecce, con quota per il segno ‘1’ fissata a 1.88 da Betclic, mentre Paddy Power propone a 3.25 l’eventuale pareggio e William Hill offre a 4.20 la quota per il successo esterno agrigentino. L’over 2.5 viene quotato 2.35 da Paddy Power, l’under 2.5 viene quotato 1.60 da Bet365.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori