Video/ Crotone Fiorentina (2-1): highlights e gol della partita (Serie A 11^ giornata)

- Marco Guido

Video Crotone Fiorentina (risultato finale 2-1): highlights e gol della partita che si è giocata domenica 29 ottobre ed è stata valida per l’undicesima giornata del campionato di Serie A

Budimir_Badelj_Crotone_Fiorentina_lapresse_2017
Video Crotone Fiorentina, Serie A (Foto LaPresse)

Il Crotone riesce a sorprendere la Fiorentina vincendo per 2 a 1 una gara importantissima che permette ai calabresi di allontanarsi dalla zona retrocessione, avendo la meglio di una formazione che era reduce da tre vittorie consecutive. L’incontro di oggi è stato deciso nel corso dei primi quarantacinque minuti di gioco sostanzialmente dalla coppia d’attaccanti di casa che grazie alle due reti segnate hanno permesso alla formazione di Nicola di vanificare il gol segnato da Benassi in chiusura della prima frazione di gioco. La prima emozione arriva al 6′ quando Pavlovic ha calciato una punizione dalla trequarti sfiorando il palo della porta difesa da Sportiello che non sarebbe mai potuto arrivare sul pallone. Al 14′ ci ha poi provato Eysseric con una potente conclusione che è uscita di non molto dalla specchio. Al 18′ però i padroni di casa trovano il gol grazie ad una stupenda giocata sulla sinistra di Trotta che, dopo essersi liberato alla grande del suo diretto avversario, ha messo al centro un pallone rasoterra perfetto per Budimir che ha insaccato di prima intenzione da due passi. Non passano nemmeno due minuti e al 20′ Astori commette un gravissimo errore in fase d’impostazione servendo di fatto a Trotta la possibilità di lanciarsi indisturbato verso Sportiello che ha poi freddato con una precisa conclusione rasoterra. I toscani accusano il colpo e al 25′ rischiano di capitolare nuovamente quando sul cross proveniente dalla destra di Nalini, ancora Trotta ha saltato più in alto di tutti, ha colpito di testa ma mettendo di poco sopra la traversa. Al 29′ arriva finalmente la reazione della Fiorentina con Simeone che ha calciato dal limite dell’area centralmente, Cordaz ha bloccato con sicurezza. Al 42′ potente punizione calciato dai venti metri da Barberis che Sportiello ha alzato sopra la traversa. Al 44′ un pò a sorpresa i viola riescono ad accorciare le distanze: l’azione nasce da un cross di Laurini che Chiesa non riesce a controllare alla perfezione la palla però finisce tra i piedi di Benassi che non si fa pregare e segna con un bel diagonale da dentro la’rea di rigore che non lascia scampo a Cordaz. Si è così concluso un primo tempo che, con la rete in chiusura di Benassi, lascia aperta ogni possibilità nella ripresa che ci si attende sicuramente molto combattuta.

IL SECONDO TEMPO

Il secondo tempo si apre subito con una doppia sostituzione decisa da mister Pioli che ha lasciato negli spogliatoi Biraghi e Eysseric, il cui posto è stato preso da Olivera e Gil Dias. Al 50′ bella punizione calciata dalla trequarti da Barberis che ha pescato appostato sul secondo palo Budimir che ha messo fuori di testa da distanza ravvicinata. Al 51′ ci ha poi provato Veretout dalla trequarti con un potente rasoterra che Cordaz ha bloccato senza troppi problemi. La gara è molto combattuta e non succede praticamente più nulla fino al 60′ quando è Mandragora a provarci con un tiro al volo dal limite dell’area che Sportiello ha bloccato con sicurezza. Al 67′ Pioli decide di giocarsi il tutto inserendo una punta come Babacar al posto di un terzino come Laurini. Un minuto dopo, al 68′, la Fiorentina va vicinissimo al pareggio sugli sviluppi di un calcio d’angolo, la palla deviata arriva nei pressi del secondo palo dove Chiesa ha fatto partire un meraviglioso tiro al volo di sinistro che è stato respinto solamente dalla traversa a Cordaz ampiamente battuto. Al 71′ mister Nicola decide di correre ai ripari facendo uscire una mezza-punta come Stoian per inserire un centrocampista di sostanza come Rohden. I viola provano ad attaccare ma faticano a trovare spazi negli ultimi venti metri così ci prova il mai domo Benassi a sfondare sulla destra e a crossare per Simeone che ha tentato un colpo di testa che è uscito di non molto dal primo palo. Prima del triplice fischio c’è ancora il tempo per due sostituzioni decise da mister Nicola che ha mandato in campo Simy e Ajeti al posto dei decisivi Budimir e Trotta. E così nonostante cinque minuti di recupero il fortino del Crotone ha resistito ai sterili assalti della Fiorentina che non è riuscita a riequilibrare il risultato subendo così una sconfitta dopo tre vittorie consecutive; il Crotone invece con questi tre importantissimi riesce ad allontanarsi dalla zona retrocessione.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori