DIRETTA / Manchester United Benfica (risultato finale 2-0) streaming video e tv: Qualificazione più vicina

- Claudio Franceschini

Diretta Manchester United Benfica: info streaming video e tv, probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita valida per la quarta giornata della Champions League

Zivkovic_Lukaku_Benfica_United_lapresse_2017
Calciomercato Juventus, Romelu Lukaku (Foto LaPresse)

DIRETTA MANCHESTER UNITED BENFICA (2-0): TRIPLICE FISCHIO

All’Old Trafford il Manchester United batte 2 a 0 il Benfica. Nel primo tempo i padroni di casa si fanno parare da Svilar, al 15′, il calcio di rigore di Martial conquistato proprio dal francese. Al 45′ però il portiere Svilar è sfortunato sul tiro di Matic che carambola sul palo e la sua schiena prima di oltrepassare fatalmente la linea. Nella ripresa Jimenez tra i portoghesi colpisce un palo a sua volta al 65′ prima di subire il raddoppio al 78′, quando Blind realizza dal dischetto il rigore guadagnato da Rashford per il fallo di Samaris. I 3 punti mantengono lo United saldo in testa al gruppo A con 12 punti mentre il Benfica resta in fondo alla classifica con 0 punti. (Alessandro Rinoldi)

FASE FINALE DEL MATCH

Quando manca solamente una decina di minuti al novantesimo, il punteggio tra Manchester United e Benfica è ora di 2 a 0. Gara sin qui a corrente alternata per la squadra di Mourinho che, cercando di gestire la situazione in cerca dell’eventuale raddoppio, agevolato dal calcio di rigore conquistato da Rashford per fallo di Samaris al 77′. Dal dischetto Blind non sbaglia al 78′, mettendo la partita in discesa per i suoi ricordando il palo centrato da Jimenez in precedenza al 65′.

E’ INIZIATA LA RIPRESA

Arrivati al cinquantacinquesimo minuto, il risultato tra Manchester United e Benfica è di 1 a 0. Dopo le fasi concitate a ridosso dell’intervallo, l’inizio del secondo tempo si rivela essere dai ritmi decisamente più bassi con il solo Juan Mata a cercare la rete, mancando lo specchio, con una conclusione al 51′. I portoghesi cercano di fare il loro dovere in ripartenza quando trovano spazio.

FINE PRIMO TEMPO

Al termine della prima frazione di gioco le formazioni di Manchester United e Benfica sono da poco rientrate negli spogliatoi per l’intervallo sull’1 a 0. Gara decisamente non scontata in terra inglese dove i padroni di casa falliscono il vantaggio con il calcio di rigore di Martial, parato da Svilar al 15′, per poi dover fare i conti con l’assalto portoghese. Tuttavia, nel finale, la conclusione di Matic al 45′ sbatte contro il palo trovando la carambola vincente con la schiena del portiere Svilar per la gioia dei red devils.

SCOCCA LA MEZZ’ORA

Giunti alla mezz’ora del primo tempo, il punteggio tra Manchester United e Benfica è di 0 a 0. I red devils sciupano clamorosamente al possibilità di portarsi in vantaggio al 15′, quando Martial si guadagna un calcio di rigore per poi farselo parare dal portiere Svilar. I portoghesi rispondono prontamente con lo spunto di Gonçalves al 18′ ma, proprio intorno al 30′, sembra svegliarsi il belga Lukaku.

FASE INIZIALE DEL MATCH

In Inghilterra la partita tra Manchester United e Benfica è cominciata da una decina di minuti ed il risultato è di 0 a 0. In questa fase iniziale dell’incontro la gara si rivela abbastanza equilibrata e soprattutto spezzettata da diversi fischi dell’arbitro, il quale assegna un cartellino giallo ai danni di Ruben Dias già al 6′. I padroni di casa ci provano però al 7′ sparando largo con Martial.

FORMAZIONI UFFICIALI!

Ci avviciniamo al calcio dinizio di Manchester United Benfica: partita che è diretta dallarbitro lituano Gediminas Mazeika, che fa il suo esordio stagionale in Champions League. Un direttore di gara in rapida ascesa: questanno però ha diretto soltanto una partita dei gironi di Europa League (Marsiglia-Konyaspor 1-0) mentre a metà agosto era stato impegnato nellentusiasmante Krasnodar-Stella Rossa 3-2. playoff della stessa Europa League. Un arbitro che ammonisce molto, a giudicare dal bilancio stagionale in Europa: certamente due partite non sono un campione statistico troppo ampio, ma i cartellini gialli sventolati sono già 11, pur se bisogna tenere conto dellalta posta in palio soprattutto nella partita in Russia. Nel 2016-2017 Mazeika aveva diretto Bayer Leverkusen-Monaco (3-0) come unica partita nei gironi di Champions League; in Europa League si era trovato a dirigere il Manchester United, che con lui aveva battuto il Rostov negli ottavi, e anche lInter (1-0 al Southampton), mentre da ricordare il 6-0 del Portogallo sulle Far Oer nelle qualificazioni al Mondiale. Cera Pizzi quel giorno, unico rappresentante del Benfica di oggi dopo il trasferimento di Nélson Semedo al Barcellona. MANCHESTER UNITED (4-2-3-1): 1 De Gea; 36 Darmian, 3 Bailly, 12 Smalling, 17 Daley Blind; 39 McTominay, 31 Matic; 8 Mata, 14 Lingard, 11 Martial; 9 R. Lukaku. Allenatore: José Mourinho BENFICA (4-3-3): 1 Svilar; 8 Douglas, 33 Jardel, 66 Ruben Dias, 3 Grimaldo; 21 Pizzi, 5 Fejsa, 6 Filipe Augusto; 18 Salvio, 9 R. Jimenez, 84 Diogo Gonçalves. Allenatore: Rui Vitoria (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Manchester United Benfica è un’esclusiva in diretta tv per gli abbonati al digitale terrestre a pagamento: appuntamento su Premium Calcio 3 con diretta streaming video disponibile grazie all’applicazione Premium Play. Non dimenticate inoltre la possibilità di assistere a Diretta Champions League, che su Premium Calcio 1 e Premium Calcio 1 HD trasmette i gol e tutte le fasi salienti dei match in tempo reale.

I BOMBER

E’ importante andare a valutare anche la sfida tra numeri nove per quanto riguarda la partita Manchester United-Benfica. Da un lato abbiamo Romelu Lukaku, mentre dall’altro Raul Jimenez. Il belga è arrivato in estate dall’Everton per una cifra davvero importante e sta ripagando questo sforzo con una raffica di reti. Fino a questo momento ha segnato tre gol in Champions League e ha dimostrato di poter avere uno strapotere fisico quando si trova anche di fronte a difensori molto ben piazzati. Nonostante l’importante mole Lukaku non disdegna la qualità sotto porta, riuscendo sempre a fare gol pesanti e decisivi. Dall’altra parte abbiamo il messicano classe 1991 che era stato descritto a inizio carriera come un potenziale crack. Nonostante non sia riuscito ad esplodere rappresenta una vera e propria garanzia là davanti. La difesa dei Red Devils dovrà tenerlo d’occhio costantemente. (agg. di Matteo Fantozzi)

LE STATISTICHE

Manchester Utd Benfica è sempre più vicina: come arrivano le due squadre all’appuntamento di Old Trafford, dal punto di vista statistico? Il Manchester United ne ha vinte finora 3 su 3 in Champions League, con 8 gol realizzati e 1 solo gol al passivo, miglior marcatore Lukaku con 3 reti che si aggiungono ai 7 gol realizzati dal belga in Premier League. Rendimento diametralmente opposto per il Benfica che le ha perse finora tutte e 3 nella massima competizione europea, subendo 8 gol e realizzandone solo 1 con lo svizzero, ex Fiorentina, Seferovic. In campionato il Benfica è terzo, con la terza miglior difesa e il terzo miglior attacco (Jonas, brasiliano, già a quota 12 gol): in Champions però perde consecutivamente da 4 partite considerando anche l’edizione precedente, lo United ha perso solo 1 delle ultime 15 partite, ad Huddersfield in Premier League. (agg. di Fabio Belli)

I TESTA A TESTA

I precedenti di Manchester United-Benfica sono ben sette. Allo Stadio Old Trafford di Manchester il match si è disputato per tre volte dal 2005 a oggi. I Red Devils hanno vinto due gare e una l’hanno pareggiata. La prima risale al settembre del 2005 e terminò col risultato di 2-1. La squadra inglese passò in vantaggio con una rete di Ryan Giggs, pareggiata all’ora di gioco da Simao, ma fu bravo a riportare in vantaggio lo United il solito Rud van Nisterlooy a cinque minuti dalla fine. Il successivo match ci porta al dicembre del 2006, gara terminata 3-1 sempre per lo United che però in quell’occasione andò sotto grazie al rete di Nelson al minuto 27. Gli inglesi furono in grado di ribaltare la situazione con i gol di Vidic e Ryan Giggs. La ciliegina sulla torta poi la mise Saha a 15 minuti dalla fine. Il pareggio invece risale al novembre del 2011 quando la gara terminò 2.2. A passare in vantaggio furono le aquile con un autorete di Jones dopo tre minuti. Dopo il pareggio di Berbatov arrivò la rete di Fletcher che illuse lo United prima del pareggio di Aimar all’ora di gioco. (agg. di Matteo Fantozzi)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Manchester United Benfica sarà diretta dal lituano Gediminas Mazeika; alle ore 20:45 di martedì 31 ottobre si gioca per la quarta giornata del girone A di Champions League 2017-2018. I Red Devils, campioni in carica dell’Europa League e perciò accedenti di diritto alla fase a gironi di Champions, sono al momento a punteggio pieno nel gruppo A, frutto delle vittorie su Basilea, CSKA e nella gara di andata contro il Benfica del Da Luz. A due settimane di distanza dalla gara di Lisbona la formazione di Mourinho proverà a mettere in cassaforte la qualificazione con una nuova vittoria, che regalerebbe la qualificazione quasi aritmetica agli ottavi, soprattutto se con un largo scarto di reti.

IL CONTESTO

La missione degli inglesi, reduci dall’importantissimo successo contro il Tottenham in campionato, potrebbe non essere così facile. Le aquile di Rui Vitoria, infatit, non possono sicuramente dirsi soddisfatte delle tre sconfitte su 3 rimediate in Champions League, e con un ulteriore risultato negativo si andrebbe a casa. Pur essendo ormai spacciati per una qualificazione agli ottavi, il compito dei portoghesi sarà di onorare al massimo la partecipazione all’edizione di quest’anno, partita con la sfortunata sconfitta contro il CSKA e proseguita con la batosta per 5-0 sul campo del Basilea che ha spiazzato i più.

Nella gara interna di andata contro lo United di un paio di settimane fa tiepidi segnali di miglioramento sono stati messi in campo dai bianco-rossi, ma non sono stati sufficienti a mettere seriamente in difficoltà la solidità della squadra di Mourinho. In campionato, dopo un avvio altrettanto complicato per i portoghesi, c’è stato un deciso cambio di passo nell’ultimo mese, in cui gli Encarnados sono riusciti a recuperare terreno nei confronti dei cugini di Lisbona dello Sporting, e soprattutto nei confronti della capolista Porto. L’esperienza in panchina di Rui Vitoria, alla terza stagione sulla panchina del Benfica con cui ha ottenuto 6 trofei in due anni, deve dare una svolta ad una squadra che in Champions non è riuscita ad esprimersi appieno.

PROBABILI FORMAZIONI MANCHESTER UNITED BENFICA

Per quanto riguarda le probabili formazioni del match, entrambi i tecnici sono alle prese con alcun indisponibili che terranno fuori dalla gara alcuni giocatori. La situazione più complicata è oer Mourinho, che oltre ai lungodegenti Ibrahimovic, Rojo e Carrick, dovrà probabilmente fare a mano di Pogba e Fellaini, anch’essi con problemi al ginocchio. La formazione dei Red Devils dovrebbe, dunque, ricalcare quella vista contro il Tottenham con: De Gea in porta, linea a 3 di difesa composta da Jones e Smalling ai lati, Bailly al centro. A centrocampo Matic ed Herrera dovrebbero essere i titolari come interni, con Valencia e Young sugli esterni. In attacco Rashford e Mkhitaryan saranno alle spalle dell’unica punta Lukaku.

Dall’altra parte il tecnico Rui Vitoria risponde con un 4-4-2 con Svilar in porta, Grimaldo e Almeida in difesa, Luisao e Ruben Dias in difesa. In mediana Fejsa e Filipe Augusto saranno i due centrocampisti, con Salvio e Gonçalves sugli esterni. In attacco Jonas giocherà alle spalle di Jimenez, favorito su Seferovic per una maglia da prima punta. Sarà sicuramente un incontro diverso da quello che ha visto contrapposte le due formazioni lo scorso 18 ottobre; gli infortuni condizioneranno le scelte del tecnico Mourinho, che non potrà schierare la propria miglior formazione, ma i valori sulla carta rimangono favorevoli ai Red Devils.

QUOTE E PRONOSTICO

Diamo anche un rapido sguardo ai pronostici e le scommesse su Manchester United Basilea, in particolare le quote emesse dall’agenzia di scommesse SNAI: il segno 1 per la vittoria dei Red Devils è quotato 1,30, il segno 2 per l’affermazione del Benfica vale 9,75 mentre il segno X per il pareggio vi permetterà di guadagnare 5,25 volte la somma che avrete deciso di mettere sul piatto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori