Pagelle/ Roma-Chelsea (3-0): i voti della partita (Champions League girone C)

- La Redazione

Pagelle Roma Chelsea: i voti della partita, i giudizi a tutti i giocatori che sono scesi in campo all’Olimpico per la quarta giornata del girone C in Champions League 2017-2018

Nainggolan_Roma_estate_amichevole_lapresse_2017
Radja Nainggolan (LaPresse)

Serata da sogno per la Roma che tra le mura amiche dell’Olimpico batte nettamente il Chelsea per 3 a 0 davanti a oltre 50 mila spettatori, un risultato decisamente veritiero che rispecchia quanto accaduto sul terreno di gioco nell’arco dei novanta minuti. Se i giallorossi hanno sfornato una prestazione da manuale i blues si sono rivelati la copia sbiadita di se stessi, uno sbigottito Conte in panchina non poteva credere ai suoi occhi, i campioni d’Inghilterra letteralmente presi a pallonate dagli avversari che a neanche un minuto dal fischio dell’inizio sbloccavano la contesa grazie a El Shaarawy abile a sfruttare la sponda di Dzeko. Prima dell’intervallo l’italo-egiziano raddoppia e firma la doppietta personale, Chelsea incapace di creare pericoli fatta eccezione per la palla gol malamente sprecata da Morata. Nella ripresa la Roma potrebbe addirittura dilagare dopo che Perotti cala il tris al termine di una grande azione personale, Courtois (dopo aver preso il terzo gol sul suo palo) è bravo a limitare i danni e a negare il poker a Nainggolan e Manolas dopo che in precedenza El Shaarawy aveva mancato l’appuntamento con una clamorosa tripletta. Grazie a questo largo successo i capitolini salgono al primo posto nel girone C di Champions League 2017-18 e sono praticamente qualificati agli ottavi, anche perché al Wanda Metropolitano l’Atletico Madrid non è andato oltre l’1-1 contro il Qarabag (altro che materasso) e adesso per i colchoneros si complicano maledettamente i discorsi per il passaggio del turno.

VOTO PARTITA 6,5 – Questa gara ha regalato sicuramente meno spettacolo rispetto a quella di Stanford Bridge, ma per merito della netta superiorità della Roma che sembrava di un’altra categoria rispetto al Chelsea.
VOTO ROMA 8 – Novanta minuti impeccabili per i giallorossi che impartiscono una severa lezione ai blues, semplicemente perfetti in fase difensiva e implacabili nel punire gli avversari.
VOTO CHELSEA 4,5 – Ospiti troppo brutti per essere veri, tutta la gara in completa balia degli avversari, mai realmente pericolosi dalle parti di Alisson.
VOTO ARBITRO ERIKSSON 6 – Verso la mezz’ora grazia i giallorossi non concedendo una punizione dal limite per il Chelsea in seguito al pestone di Florenzi su Hazard, l’unico errore in una gara correttissima senza cartellini.

I VOTI DEI GIALLOROSSI

ALISSON 6 – Il portiere brasiliano blocca senza patemi d’animo i tiri potenti ma centrali di Hazard, prima dell’intervallo si rifugia in corner respingendo la conclusione di Alonso, praticamente inoperoso nella seconda frazione di gioco.
FLORENZI 7 – ovunque, copre ogni singola zona del campo facendo sempre la cosa giusta. Unica imperfezione quando rifila un pestone ad Hazard al limite dell’area di rigore, ma viene graziato dall’arbitro che non fischia fallo. (MANOLAS 6,5 – Il difensore greco rientra subito dall’infortunio e si mette in evidenza con un paio di belle chiusure a negare il gol della bandiera ai Blues)
FAZIO 7 – Il suo compito è quello di tenere a bada il tridente d’attacco del Chelsea, cosa che gli riesce benissimo: il reparto offensivo dei blues non combina quasi nulla nella trequarti della Roma.
JUAN JESUS 7,5 – Sbaglia pochissimo anticipando sempre gli avversari ai quali porta via un mucchio di palloni, con lui nei miraggi gli attaccanti del Chelsea non rappresentano alcun pericolo per Alisson.
KOLAROV 6,5 – Il serbo è sempre una garanzia anche se sbaglia qualche disimpegno regalando il pallone agli avversari che stasera però non sanno cosa farci, e sulle fasce non attacca con la solita verve.
NAINGGOLAN 7 – lui che fornisce a El Shaarawy – attraverso un cross – l’assist per la doppietta e il raddoppio, nella ripresa a risultato acquisito il belga ci prova in prima persona ma viene fermato dal connazionale Courtois.
DE ROSSI 7 – Dà una mano importantissima ai suoi in fase difensiva, grazie ai suoi raddoppi di marcatura Fazio e Juan Jesus (che stasera non avevano comunque bisogno di alcun aiuto) riescono a contrastare ancora meglio gli attaccanti del Chelsea.
STROOTMAN 6 – L’olandese è forse tra i meno brillanti in una serata in cui quasi tutti fanno i numeri, ma al cospetto di un Chelsea così modestro basta davvero poco per spiccare.
EL SHAARAWY 8 – Sigla il gol più veloce nella storia della Roma in Champions League con un inserimento perfetto in area e tiro che non lascia scampo a Courtois per il vantaggio della Roma, prima dell’intervallo l’italo-egiziano realizzerà la doppietta personale che nella ripresa potrebbe diventare addirittura una tripletta. (GERSON 6,5 – Entra bene in partita servendo Nainggolan che per poco non trova il 4-0)
DZEKO 6,5 – Sua la sponda per l’assist a El Shaarawy, il bosniaco non segna ma i suoi movimenti senza palla si riveleranno comunque di fondamentale importanza.
PEROTTI 7,5 – Suggella una prestazione maiuscola sotto tutti gli aspetti con il gol del 3 a 0 che di fatto archivia la pratica. (PELLEGRINI SV)
ALL. DI FRANCESCO 8 – Per l’ex-tecnico del Sassuolo si tratta della serata della consacrazione in campo internazionale, riesce a portare la Roma in Europa a livelli che i suoi predecessori, Spalletti e Garcia, non avevano neanche sfiorato.

I VOTI DEI BLUES

COURTOIS 6 – Il portiere belga non può assolutamente far nulla sui due siluri di El Shaarawy, malissimo sul gol di Perotti quando si fa trafiggere sul suo palo ma poi si riscatta negando il poker prima a Nainggolan e poi a Manolas.
RUDIGER 4,5 – L’emozione di giocare per la prima volta all’Olimpico da ex gli gioca brutti scherzi, semplicemente disastroso in marcatura, è sembrato il dodicesimo uomo della Roma stasera.
DAVID LUIZ 5 – Intercetta diversi palloni all’interno della propria trequarti ma rischia di combinarla grossa quando si addormenta e spiana la strada a Dzeko che può involarsi per vie centrali, assieme a Rudiger commette un grave errore di valutazione lasciando passare il cross di Nainggolan che El Shaarawy trasformerà in un assist.
CAHILL 5,5 – Pur indossando la fascia da capitano il suo carisma non traspare minimamente, dovrebbe essere un saldo punto di riferimento per i compagni e invece naufraga assieme a tutta la squadra. (WILLIAN 5,5 – Nemmeno lui riesce a salvare la faccia alla difesa dei blues)
AZPILICUETA 5,5 – Poco prima dell’intervallo rimedia una dura botta alla caviglia, stringe i denti nonostante il dolore cercando di limitare i danni.
FABREGAS 5 – Troppo falloso in alcune circostanze, tra le maggiori delusioni di una serata da incubo per il Chelsea. (DRINKWATER SV)
BAKAYOKO 5 – Perde quasi tutti i duelli e non vede mai la porta, nemmeno col binocolo. I tempi del Monaco sembrano lontani anni luce. 
ALONSO 5,5 – Si fa bruciare da El Shaarawy nell’azione del gol chiedendo poi un inesistente fallo di mano, se non altro è l’unico a scaldare le mani di Alisson.
PEDRO 5,5 – Pronti, via, e l’ex-blaugrana potrebbe sbloccare subito la contesa, invece viene anticipato dall’ottima retroguardia giallorossa, si demoralizza col passare dei minuti quando il risultato è compromesso.
MORATA 5 – Viene marcato a vista da tutti i difensori della Roma, a pochi metri dalla porta riesce a divorarsi il gol del pari calciando alto, immaginava un ritorno ben più glorioso in Italia. (BATSHUAYI 5,5 – Anche lui non riesce a scuotere i suoi e viene ingabbiato dalla difesa della Roma)
HAZARD 6 – Il belga prova a trascinare i suoi, è il giocatore del Chelsea che va più volte al tiro senza però spaventare più di tanto Alisson, bastava semplicemente angolare un po’ di più il pallone.
ALL. CONTE 5,5 – Le assenze di Kanté e Moses non sono attenuanti sufficienti per il tecnico del Chelsea, i suoi uomini vanno in tilt dopo il gol subito a bruciapelo e nella ripresa sembrano degli ectoplasmi assolutamente incapaci di seguire le sue direttive. Qualcosa dev’essersi incrinato, forse il doppio impegno si è rivelato fuori dalla portata dei campioni d’Inghilterra.

I VOTI DEL PRIMO TEMPO

Allo stadio Olimpico di Roma è in corso la gara valida per la quarta giornata della fase a gironi di Champions League 2017-2018 tra la formazione capitolina e il Chelsea: ecco i voti del primo tempo che si è concluso sul punteggio di 2 a 0 in favore dei giallorossi. Le prime emozioni arrivano subito dopo il fischio d’inizio quando Dzeko (6,5) fa da sponda per El Shaarawy (8) che calcia in corsa e piazza il pallone nell’angolino non lasciando scampo a Courtois (6,5) per il fulmineo vantaggio dei padroni di casa. La reazione dei blues non si fa attendere con Hazard (6,5) che prova a suonare la carica ma i suoi tiri non impensieriscono più di tanto Alisson (6,5), mentre Morata (5,5) a pochissimi passi calcia alto divorandosi quello che poteva essere il gol del pari. Dall’altra parte del campo la difesa del Chelsea balla troppo, prova ad approfittarne nuovamente El Shaarawy ma stavolta Courtois gli chiude lo specchio della porta. L’appuntamento con il raddoppio è rinviato solamente di due minuti, è ancora l’italo-egiziano a gonfiare la rete sullo svarione congiunto di David Luiz (5) e Rudiger (4,5) che si addormentano facendo passare il cross di Nainggolan (6,5), serata perfetta per la Roma mentre gli uomini di Conte rischiano di naufragare nonostante le direttive del mister.

VOTO ROMA 7,5 – Quarantacinque minuti perfetti per i giallorossi che sfruttano nel migliore dei modi le occasioni create sinora.
MIGLIORE ROMA: EL SHAARAWY 8 – Serata da favola per il numero 93 giallorosso, già autore di due gol (e sarebbero potuti essere tre se non fosse per Courtois).
PEGGIORE ROMA: STROOTMAN 5,5 – l’anello debole della squadra, sicuramente potrebbe rendere meglio.

VOTO CHELSEA 5 – Nonostante il maggior possesso palla i blues non riescono proprio a incidere.
MIGLIORE CHELSEA: HAZARD 6,5 – Di certo è quello che si dà più da fare nella trequarti giallorossa ma da solo nemmeno un giocatore dalla classe cristallina come il belga può fare granché.
PEGGIORE CHELSEA: RUDIGER 4,5 – Il tedesco è convinto di giocare ancora con la maglia giallorossa, non c’è altra spiegazione. (Stefano Belli)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori