Probabili formazioni/ Sporting Lisbona Juventus: Higuain, Mr. 101. Quote, novità live (Champions League)

- Claudio Franceschini

Probabili formazioni Sporting Lisbona Juventus: le quote e le ultime novità live sugli schieramenti delle due squadre che si affrontano all’Alvalade nel girone D della Champions League

Higuain_Mathieu_Juventus_Sporting_lapresse_2017
Probabili formazioni Sporting Lisbona Juventus, Champions League (Foto LaPresse)

Gonzalo Higuain è uno degli osservati speciali in Sporting Lisbona Juventus: il Pipita arriva da una partita, quella contro il Milan, nella quale ha trovato il gol numero 100 in Serie A, replicando nel secondo tempo con il 101. Un bottino raggiunto nemmeno a metà della quinta stagione in Italia: di questi gol, 71 li ha segnati con la maglia del Napoli (con il record di 36 nel 2015-2016) e 30 nella Juventus, 24 nella prima stagione. Un attaccante che ha passato anche momenti poco brillanti, e ha ricevuto critiche per la sua poca decisività nelle partite che contano; in Champions League il graffio del Pipita manca ancora, se è vero che lo scorso anno Higuain ha segnato 5 gol sulla strada verso la finale ma solo due (al Monaco nella stessa partita) nella fase ad eliminazione diretta, ed è risultato evanescente a Cardiff. Questanno largentino ha trovato la rete una sola volta nelle notti europee: è successo allAllianz Stadium contro lOlympiacos, quando ha sbloccato una partita che si stava facendo complicata. Sono 39 i gol che Higuain ha segnato con la maglia della Juventus: le cifre non mentono mai, ma certamente vanno pesate e allora Massimiliano Allegri spera che il suo numero 9 lo porti agli ottavi con due giornate di anticipo. Il Pipita inoltre corre per una maglia ai Mondiali, maglia che in questo momento – incredibilmente – il suo Commissario Tecnico Jorge Sampaoli non gli darebbe, preferendogli altri giocatori come il bomber del Boca Juniors Dario Benedetto. (agg. di Claudio Franceschini)

I DUBBI DI JORGE JESUS

Nelle probabili formazioni di Sporting Lisbona Juventus, come abbiamo già detto, Jorge Jesus deve ancora decidere se giocare con il 4-4-2 classico, il modulo che lo aveva reso famoso e vincente al Benfica e che è il suo marchio di fabbrica, o proseguire con il 4-2-3-1 già visto a Torino. Al netto della posizione di Bruno Fernandes, che farebbe solo qualche passo avanti (o indietro) tenendo fisse le sue caratteristiche di incursore, il doppio attaccante potrebbe essere un problema in più per la difesa bianconera che si troverebbe a dover marcare due giocatori di peso specifico non indifferente. Per contro, con questo modulo lo Sporting Lisbona darebbe forse maggiori punti di riferimento alla Juventus, mentre giocando con una sola punta che esce a fare sponde e aprire spazi ci sarebbe imprevedibilità maggiore con gli esterni che sarebbero più liberi di muoversi anche centralmente, andando a occupare i varchi lasciati da Seydou Doumbia (o Bas Dost). Ad ogni modo lo Sporting dovrà giocare con lo stesso piglio mostrato a Torino, dove ha messo in grande difficoltà i campioni dItalia; il modulo conta il giusto, Jorge Jesus nel tempo si è fatto apprezzare come allenatore capace di distruggere il gioco avversario minando tutte le certezze e preparando in maniera meticolosa ogni singola partita. Questa sera ovviamente i tifosi portoghesi si aspettano lo stesso, e che possa arrivare una vittoria che riapra il discorso legato alla qualificazione. (agg. di Claudio Franceschini)

LA SFIDA DEI NUMERI 1

Rui Patricio e Gianluigi Buffon si sfidano in Sporting Lisbona Juventus: è un bel duello quello tra i due portieri allAvalade, perchè si tratta di estremi difensori con ampia esperienza internazionale. Conosciamo ovviamente Buffon, che di recente ha vinto il premio FIFA come miglior portiere della stagione e ha annunciato il ritiro dopo il Mondiale in Russia. Non solo: a oggi conta 154 apparizioni nelle coppe europee (118 con la Juventus) e sono 854 le partite che ha giocato in carriera, dal 2012 è capitano bianconero (succedendo ad Alessandro Del Piero) e con 173 presenze è per distacco il recordman di partite giocate in Nazionale, ma è anche secondo nella Juventus e, dovesse arrivare in finale di Champions League giocandole tutte, si porterebbe a una sola partita dal primato di Del Piero per partite UEFA in bianconero. Rui Patricio nella sua carriera ha giocato solo nello Sporting Lisbona: a oggi conta 416 presenze in biancoverde, di cui è diventato titolare di fatto nel suo secondo anno, rubando il posto a Ricardo. Una staffetta che si è verificata anche con la nazionale portoghese: Ricardo infatti è il portiere che ha giocato la finale degli Europei 2004, persa al Da Luz contro la Grecia, Rui Patricio invece ha fatto il suo esordio nel novembre 2010 – in un clamoroso 4-0 alla Spagna – e da allora il titolare è sempre stato lui, con vittoria dellEuropeo nellestate 2016 e 68 presenze messe insieme fino a tre settimane fa – cioè fino alla vittoria sulla Svizzera che ha garantito la qualificazione ai Mondiali. (agg. di Claudio Franceschini)

I DUBBI DI ALLEGRI

Tre giocatori per una maglia: nelle probabili formazioni di Sporting Lisbona Juventus è questo il principale dubbio di Massimiliano Allegri, che deve ancora stabilire chi mandare in campo come terzino destro. Situazione leggermente migliorata rispetto a qualche tempo fa: se non altro è tornato a disposizione Mattia De Sciglio, che dunque rappresenta unalternativa di ruolo. Lex Milan però non è ancora al meglio e, con Stephan Lichtsteiner escluso dalla lista UEFA per il girone di Champions League, il tecnico toscano vaglia altre soluzioni. Stefano Sturaro è già stato provato come laterale basso in passato, e ha anche dato buone risposte; ovviamente resta valida lalternativa Andrea Barzagli, perchè il toscano – spesso e volentieri lo scorso anno – è stato impiegato in quella posizione di campo. Perde qualcosa in termini di scatto e velocità, ma può sopperire con esperienza e senso della posizione; si tratterebbe ovviamente di una soluzione maggiormente difensiva rispetto a De Sciglio (così come quella di Sturaro), ma vista la situazione è anche quella che potrebbe essere scelta. La quarta alternativa è quella di abbassare Juan Cuadrado, che nasce come terzino sia pure di stampo sudamericano; tuttavia il colombiano non ha nelle sue corde la fase difensiva costante, pur facendosi apprezzare per qualche ripiegamento visto anche contro il Milan. (agg. di Claudio Franceschini)

PRESENTAZONE DEL MATCH

Sporting Lisbona Juventus si gioca alle ore 20:45 di martedì 31 ottobre e vale per il girone D di Champions League 2017-2018, arrivato alla quarta giornata. I bianconeri due settimane fa si sono presi una vittoria sofferta ma importantissima nei confronti dei lusitani, volando a quota 6 punti e prendendosi il secondo posto in classifica; già questa sera potrebbero archiviare la qualificazione agli ottavi di finale, e sarebbe un ottimo risultato che lascerebbe aperta solo la corsa al primo posto (che sarebbe molto più difficile, visto che il Barcellona sta volando ed è forte del 3-0 del Camp Nou alla prima giornata). Aspettando il fischio dinizio della partita, vediamo insieme quali potrebbero essere le scelte dei due allenatori per la sfida dellAlvalade, analizzando in maniera più approfondita le probabili formazioni di Sporting Lisbona Juventus.

QUOTE E SCOMMESSE

Per Sporting Lisbona Juventus, quarta giornata nel girone D di Champions League 2017-2018, abbiamo a disposizione il dettaglio delle quote fornite dalla Snai: ci dicono che il segno 1 (vittoria Sporting Lisbona) vale 3,80; il segno X per il pareggio è quotato 3,35 mentre il segno 2 per laffermazione esterna della Juventus vi permetterebbe di guadagnare 2,05 la somma che avrete eventualmente deciso di mettere sul piatto. 

PROBABILI FORMAZIONI SPORTING LISBONA JUVENTUS

I DUBBI DI JORGE JESUS

Dubbi di formazione per Jorge Jesus: il tecnico dello Sporting gioca solitamente con il 4-4-2, ma allandata ha messo in campo un 4-2-3-1 mettendo Battaglia a protezione della mediana e avanzando la posizione di Bruno Fernandes. Con la conferma di questo schema, con tutta probabilità anche gli undici interpreti biancoverdi sarebbero gli stessi; se invece lo Sporting si dovesse disporre con il 4-4-2 classico, a rimanere fuori dovrebbe essere proprio Battaglia con linserimento di un altro attaccante. Questo significa che Seydou Doumbia (due settimane fa non era al meglio) e Bas Dost giocherebbero insieme, in un reparto offensivo di maggior impatto; Bruno Fernandes di conseguenza agirebbe come mediano al fianco di capitan William Carvalho, mentre la posizione dei due esterni (in ogni caso Gelson Martins e Marcos Acuna) sarebbe leggermente più prudente. Piccini e Fabio Coentrao formeranno le catene laterali, con Coates e Mathieu che invece saranno i centrali a protezione di Rui Patricio: confermato dunque lassetto difensivo. 

LE SCELTE DI ALLEGRI

Da verificare chi sarà il terzino destro nella Juventus: De Sciglio è appena rientrato e non è al 100%, per Sturaro vale lo stesso discorso e in più sarebbe un adattamento in un ruolo non suo. Ecco perchè il candidato numero uno resta Barzagli, che non avrà lo sprint di nu tempo ma può sopperire in certi contesti con lesperienza. Questo significherebbe la conferma di Rugani al centro della difesa insieme a Chiellini, mentre a destra avremo la staffetta Alex Sandro-Asamoah con il brasiliano che, a differenza di quanto accaduto a San Siro, questa volta sarà titolare. A centrocampo altri punti di domanda: quasi certa la presenza di Pjanic, al fianco del bosniaco si giocano la maglia in due (Bentancur sembra essere lalternativa allex della Roma) con Khedira forse ancora lievemente in vantaggio su Matuidi, anche se si tratta di una decisione che verrà ufficializzata allultimo. Nel reparto offensivo la suggestione è quella di mettere in campo subito Douglas Costa, che però giocherebbe a destra: confermato infatti Mandzukic a sinistra, Dybala invece agirà come trequartista alle spalle di Gonzalo Higuain che contro il Milan ha scollinato oltre la quota 100 gol in Serie A.

PROBABILI FORMAZIONI SPORTING LISBONA JUVENTUS: IL TABELLINO 

SPORTING LISBONA (4-4-2): 1 Rui Patricio; 92 Piccini, 4 Coates, 22 Mathieu, 5 Fabio Coentrao; 77 Gelson Martins, 8 Bruno Fernandes, 14 William Carvalho, 9 M. Acuna; 88 S. Doumbia, 28 Dost

A disposizione: 18 Salin, 13 Ristovski, 6 André Pinto, 3 Jonathan Silva, 16 Battaglia, 11 Bruno César, 17 Podence

Allenatore: Jorge Jesus

Squalificati: 

Indisponibili: Alan Ruiz

 

JUVENTUS (4-2-3-1): 1 Buffon; 15 Barzagli, 24 Rugani, 3 Chiellini, 12 Alex Sandro; 6 Khedira, 5 Pjanic; 7 Cuadrado, 10 Dybala, 17 Mandzukic; 9 Higuain

A disposizione: 23 Szczesny, 2 De Sciglio, 22 Asamoah, 14 Matuidi, 8 Marchisio, 33 Bernadeschi, 11 Douglas Costa

Allenatore: Massimiliano Allegri

Squalificati: –

Indisponibili: Lichtsteiner, Howedes, Benatia, Pjaca

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori