DIRETTA / Shakhtar Feyenoord (risultato finale 3-1) streaming video e tv: Bella vittoria degli ucraini

- Claudio Franceschini

Diretta Shakhtar Feyenoord: info streaming video e tv, probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita che si gioca per la quarta giornata della Champions League

Ordets_Sane_Shakhtar_City_lapresse_2017
Diretta Shakhtar Donetsk-Manchester City, LaPresse

DIRETTA SHAKHTAR FEYENOORD (3-1): BELLA VITTORIA DEGLI UCRAINI

E’ terminato da pochissimi minuti l’incontro tra Shakthar Donetsk e Feyenoord sul punteggio di 3 a 1, un’ampia e meritatissima vittoria dei padroni di casa che riescono così ad allungare a più sei il vantaggio sul Napoli di Sarri. Ad aprire le danze a sorpresa però sono stati a sorpresa gli olandesi al 13′ quando sul perfetto cross proveniente dalla destra di Berghuis, Jorgensen è riuscito ad insaccare da due passi in rete. Il vantaggio però non è durato nemmeno sessanta secondi visto che già al 14′ i padroni di casa hanno trovato il pareggio con Ferreyra: Taison è scattato alla perfezione sul filo del fuorigioco presentandosi tutto solo davanti a Jones che è riuscito a respingergli il tentativo del capitano, la palla è arrivata Bernard che sbagliando il controllo ha permesso alla retroguardia orange di allontanare ancora ma malamente proprio sui piedi di Ferreyra che da distanza ravvicinata ha segnato con una potente conclusione a porta ormai sguarnita. Sulle ali dell’entusiasmo lo Shakthar ha trovato anche l’immediato vantaggio al 17′ quando un cross tentato da Taison è stato erroneamente rinviato da Amrabat verso Marlos che non ci ha pensato due volte segnando con uno stupendo tiro a giro scoccato dal limite dell’area di rigore che si è infilato imparabilmente sotto la traversa. L’uno-due subito affossa gli ospiti che accusano il colpo e rischiano di capitolare ancora al 36′ quando Ferreyra da distanza ravvicinata ha colpito una clamorosa traversa con un colpo di testa e al 41′ quando Jones si è dovuto superare per respingere il bel tiro di Bernard. Il Feyenoord rientra dagli spogliatoi col piglio giusto iniziando meglio la ripresa, sfiorando il pareggio con due tentativi di Berghuis e Jorgensen che l’attento Pyatov è riuscito a disinnescare con attenzione. La stupenda rete messa a segno al 68′ da Marlos ha poi chiuso le danze: stupendo tocco sotto del brasiliano naturalizzato ucraino dopo aver saltato con un altrettanto fantastico dribbling nello stretto su Tapia. Prima del triplice fischio finale, è salito in cattedra ancora Pyatov che ha negato in due occasioni la rete a Boetius che è stato uno degli ultimi ad arrendersi nelle fila degli orange. 

MARLOS FIRMA IL TRIS UCRAINO


Quando siamo giunti all’80’ dell’incontro tra Shakthar Donetsk e Feyenoord il punteggio è ora sul 3 a 1, la terza marcatura dei padroni di casa è arrivata al 68′ quando Marlos dopo aver scambiato alla grande con Ferreyra, ha segnato con uno stupendo tocco sotto col quale ha superato Jones in uscita dopo essersi liberato in area di rigore di Tapia, uno stupendo gol firmato dal numero 11. Al 72′ doppio cambio, uno per ogni squadra: Alan Patrick è subentrato all’esausto Bernard, mentre Disk ha preso il posto del deludente Tapia. Al 75′ gli ucraini hanno sfiorato anche il quarto gol sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Ordets ha saltato più in alto di tutti mettendo di poco sopra la traversa. La gara è ormai definitivamente chiusa ed i padroni di casa stanno gestendo il vantaggio evitando di affondare o aumentare il ritmo.

FERREYRA SFIORA IL TRIS

Il secondo tempo della sfida tra Shakthar Donetsk e Feyenoord è cominciato da circa 20 minuti ed il punteggio è ancora sul 2 a 1, a decidere sono pertanto le reti messe a segno nel corso dei primi quarantacinque minuti da Jorgensen, Taison e Marlos. Gli allenatori non hanno effettuato sostituzioni durante l’intervallo decidendo così di dare fiducia ai ventidue protagonisti che hanno dato vita ad una prima frazione di gioco spettacolare. La gara è iniziata con gli ucraini sempre in controllo del pallone ma sono stati gli olandesi a creare i maggiori pericoli: al 53′ ci ha provato Berghuis da posizione defilata sulla sinistra da dove ha fatto partire un potente diagonale che Pyatov ha deviato in corner. Al 56′ ancora Feyenoord con Jorgensen che, lanciato sul filo del fuorigioco, ha tentato un diagonale da fuori area che l’estremo difensore di casa ha bloccato senza troppi problemi. Al 61′ sono stati i padroni di casa a sfiorare il terzo gol con Ferreyra che lanciato in profondità, dopo aver saltato St Juste, ha fatto partire un diagonale rasoterra dal limite dell’area che è uscito di non molto.


RIMONTA FIRMATA FERREYRA, MARLOS

Quando siamo giunti al 30′ della sfida tra Shakthar Donetsk il punteggio è ora di 2 a 1, a sbloccare il risultato ci ha pensato a sorpresa Jorgesen al 13′ quando sul perfetto cross proveniente dalla destra effettuato da Beghuis, il numero 9 è saltato più in alto di tutti insaccando con un preciso colpo di testa che si è insaccato vicino al palo. Il vantaggio degli olandesi però non è durato nemmeno sessanta secondi visto che al 14′ gli ucraini hanno pareggiato: Taison lanciato tutto solo davanti a Jones si è fatto ribattere la conclusione dall’estremo difensore ma la sfera è arrivata a Bernard che però ha sbagliato il controllo permettendo alla retroguardia orange di allontanare ma malamente visto che il pallone è arrivato a Ferreyra che da dentro l’area di rigore e a porta ormai sguarnita ha segnato con una potente conclusione. Non passano nemmeno tre minuti e al 17′ i ragazzi di mister Fonseca trovano anche l’immediato vantaggio quando sul cross tentato da Taison dalla sinistra la difesa ospite ha allontanato verso il centro dell’area di rigore dove Marlos ha intercettato la traiettoria segnando con uno spettacolare tiro a giro scagliato dal limite dell’area che si è infilato imparabilmente sotto la traversa. Al 24′ spettacolare azione di Marlos che, dopo aver scambiato al volo con Taison prima e Bernard poi ha tentato un tiro al volo di destro che Jones è riuscito ad allontanare coi pugni. L’incontro sembra ormai in pieno controllo dei padroni di casa.

ISMAILY SFIORA SUBITO IL VANTAGGIO

Alla Donbas Arena di Donetsk i padroni di casa dello Shakhtar stanno affrontando il Feyenoord nella sfida valida per la 4^ giornata del Girone F di Champions League e, quando sono trascorsi circa 10 minuti di gioco, il risultato è di 0 a 0. Gara importantissima per gli ucraini che vogliono difendere il secondo posto dal Napoli che hanno sconfitto nello scontro diretto e sul quale mantengono tre punti di vantaggio; nello scontro diretto giocato a Rotterdam quindici giorni orsono, la squadra di Fonseca ha vinto per 1 a 2 grazie alla rimonta firmata Bernard autore di una preziosa doppietta. Gli olandesi invece sono ormai arresi all’ultimo posto dato che nei primi turni hanno sempre perso segnando solamente 2 reti e subendone ben 9. Lo Shakthar inizia subito all’attacco sfiorando il gol già al 4′ quando Marlos ha aperto ottimamente per Ismaily che ha tentato un potente diagonale rasoterra che è uscito sfiorando il palo lontano della porta olandese. La gara, come facilmente prevedibile, è gestita dai padroni di casa con gli ospiti concentrati sulla fase difensiva e alla caccia di qualche ripartenza.

FORMAZIONI UFFICIALI! 

Per la quarta giornata del Gruppo F di Champions League, Shakhtar Donetsk Feyenoord è una partita davvero importante per gli ucraini che possono avvicinare la qualificazione agli ottavi di finale. Se diamo uno sguardo alle statistiche raccolte finora, notiamo che la squadra ucraina ha saputo raccogliere due vittorie subendo una sola sconfitta per uno score di 4 gol realizzati ed altrettanti subiti, mentre il Feyenoord ha sempre perso segnando 2 gol ed incassando qualcosa come 9 reti, a dimostrazione di come il calcio olandese non stia riuscendo a tenere un livello accettabile in ambito internazionale. Tra i possibili protagonisti del match il brasiliano Bernard che arriva da una fondamentale doppietta siglata nella gara di andata e laltro brasiliano Taison che, arrivato qualche anno fa per prendere il posto del partente Willian, con la sua velocità sa mettere in difficoltà le difese avversarie. Nella squadra olandese sta ben figurando Berghius autore anche di un gol. SHAKHTAR DONETSK (4-2-3-1): Pyatov; Butko, Ordets, Khocholava, Ismaily; Fred, Stepanenko; Marlos, Taison, Bernard; Ferreyra. Allenatore: Paulo Fonseca. FEYENOORD (4-3-3): Jones; Nieuwkoop, St. Juste, Tapia, Haps; Amrabat, El Ahmadi, Vilhena; Berghuis, Jorgensen, Boetius. Allenatore: Giovanni Van Bronckhorst. (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Shakhtar Donetsk Feyenoord è un’esclusiva in diretta tv per gli abbonati al digitale terrestre a pagamento: appuntamento su Premium Calcio 5 con diretta streaming video disponibile grazie all’applicazione Premium Play. Non dimenticate inoltre la possibilità di assistere a Diretta Champions League, che su Premium Sport e Premium Sport 2 HD trasmette i gol e tutte le fasi salienti dei match in tempo reale.

I TESTA A TESTA

L’unico precedente della gara Shakhtar-Feyenoord risale a quindi giorni fa quando gli ucraini andarono a vincere al De Kuip di Rotterdam. Fu una partita in cui i neroarancio furono bravi a ribaltare il risultato dopo essere andati sotto appena all’ottavo minuto con un gol di Berghuis. Una doppietta di Bernard permise ai ragazzi di Fonseca di tornare a casa con tre punti. Al momento la classifica del Gruppo F di Champions League ci dice che gli olandesi del Feyenoord sono praticamente spacciati, in fondo al girone a 0 punti rispetto ai 6 degli ucraini. Nonostante questo i ragazzi di Giovanni van Bronckhorst vogliono provare a far risultato per sperare di arrivare almeno terzi e quindi qualificati al prossimo turno dell’Europa League. (agg. di Matteo Fantozzi)

I BOMBER

Interessante è per quanto riguarda i bomber la sfida Shakhtar-Feyenoord. Bernard è il calciatore che più si è messo in mostra in questa prima parte di stagione tra gli ucraini, attaccante rapido e dotato di grande tecnica è il classico prototipo del falso nove moderno. Piccolo e rapido può fare la differenza soprattutto di fronte a un avversario con una difesa lenta e involuta come il Feyenoord. Lo dimostra il fatto che nella gara dell’andata proprio Bernard fu protagonista del 1-2 con una doppietta. Dall’altra parte la differenza invece la potrebbe fare l’olandese classe 1994 Jean-Paul Boetius, giocatore rapido e dotato sicuramente di grande talento che non riesce ad emergere anche perché gioca in una squadra non in ottima forma. Cresciuto proprio nelle giovanili del Feyenoord fu ceduto in fretta e furia al Basilea nel 2015 per essere riacquistato quest’estate dopo che aveva vissuto sei mesi difficili in prestito al Genk. (agg. di Matteo Fantozzi)

L’ARBITRO

La gara tra i padroni di casa dello Shakhtar ed il Feyenoord è stata affidata al signor Tasos Sidiropoulos della federazione greca. Nel quarto turno di champions League insieme al fischietto greco ci saranno gli assistenti di linea Polychronis Kostaras e Lazaros Dimitriadis, il quarto uomo è Damianos Efthiamiadis e gli assistenti addizionali di porta Charalambos Kalogeropoulos e Alexandros Aretoupoulos. Il signor Sidiropoulos è un direttore di gara di buona esperienza e in queste primissime battute della nuova stagione ha diretto 4 gare di cui una valida per le qualificazioni alla fase a gironi di Champions League ed una dei gironi di Champions. In particolare il direttore di gara di Rodi ha diretto Chelsea Qarabag terminata con un tennistico 6-0 e CSKA Mosca Young Boys finita sul 2-0. Ricordiamo infine che  in questi impegni Sidiropulos ha tirato fuori soltanto 5 cartellini gialli, nessun rosso e non ha assegnato alcun calcio di rigore. (agg Michela Colombo)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Shakhtar Donetsk Feyenoord, partita che sarà diretta dal greco Tasos Sidiropoulos, vale per la quarta giornata del girone F di Champions League 2017-2018: appuntamento alle ore 20:45 di mercoledì 1 novembre. La sfida che si giocherà in Ucraina ha già il sapore di gara decisiva per entrambe. Infatti con una sconfitta il Feyenoord direbbe completamente addio all’Europa mentre per quanto concerne gli ucraini con una vittoria potrebbero seriamente affossare il Napoli costringendolo ad inseguire. Sarà perciò una gara ricca di interesse soprattutto per quel che riguarda gli azzurri di mister Sarri che non vogliono concedere nulla agli avversari. Ecco perché ci sarà tanto da vedere visto che si tratta di due formazioni che giocano un ottimo calcio ma che spesso concedono spazi in eccesso agli avversari.

Anche perché la qualità non manca di certo e gli uomini con cui far male all’avversario ci sono e come. Gara importante anche per capire questo Shakhtar dove può arrivare considerando che si trova a sorpresa al secondo posto a differenza di un Napoli che invece sta facendo non benissimo nel girone. Gara che influenzerà inevitabilmente anche quella del San Paolo tra gli azzurri e il Manchester City per cui ci sarà tanto interesse legato alle due formazioni che si sfideranno in Ucraina.

PROBABILI FORMAZIONI AHAKHTAR DONETSK FEYENOORD

Lo Shakhtar di Fonseca si schiererà con un 4-2-3-1 molto offensivo con cui già hanno fatto male alla formazione olandese nell’ultima gara del girone di Champions League. In porta ci sarà Pyatov con tutta la sua esperienza mentre in difesa agiranno Butko, Ordets, Khocholava e Ismaily. In mezzo al campo invece spazio sicuro per Stepanenko e Fred che dovranno fare da interditori. Invece i trequartisti saranno Taison con Marlos e Bernard. L’unica punta che sarà chiamata a fare gli straordinari sarà Ferreyra. In casa del Feyenoord poche novità per mister Van Bronckhorst. In porta nel 4-3-3 ci sarà Jones con Nieuwkoop, Van Beek, St. Juste e Haps a comporre la linea di difesa. A centrocampo le mezze ali saranno Vilhena e Amrabat con El Ahmadi a giocare da interno. Avanti spazio per Boetius e Berghuis sugli esterni con Jorgensen a fare da riferimento offensivo al centro. Sulla carta non sembra essere avversario ostico il Feyenoord per lo Shakhtar Donetsk.

LA CHIAVE DEL MATCH

Lo Shakhtar con i suoi tanti brasiliani punta molto sulla qualità e sulla rapidità nel suo gioco. Bisogna vincere per provare a centrare in anticipo quella qualificazione che sarebbe un vero e proprio miracolo in un girone di ferro. Serve il colpaccio anche se servirà anche il miglior Ferreyra che possa buttarla dentro in casa contro un avversario che punterà comunque a fare molto bene. Difesa molto solida e che si dimostra sempre più un elemento decisivo per questa fase importante dei gironi della Champions League. Feyenoord che punta decisamente sui suoi esterni d’attacco che possono fare molto male. Boetius e Berghuis sono elementi dotati qualità e tanta tecnica che in fase offensiva possono rivelarsi molto pericolose per la squadra ucraina. Serve una prova gagliarda anche perché nessuna delle due squadre vuole perdere punti al cospetto di una diretta concorrente per la qualificazione. Sarà comunque una gara molto ben giocata da entrambe e che dirà concretamente dove possono arrivare sia gli ucraini che gli olandesi.

PARLANO GLI ALLENATORI

Il tecnico brasiliano dello Shakhtar, Fonseca, ha ammesso che si tratta di un crocevia importante per il prosieguo in Champions League. Una vittoria e il contemporaneo passo falso del Napoli col Manchester City vorrebbe dire aprire la strada ad una qualificazione che sarebbe traguardo fondamentale. In casa olandese il tecnico Giovanni Van Bronckhorst guarda alla possibilità di centrare il terzo posto che vorrebbe dire comunque Europa League. Servirà una prova arcigna e che possa essere all’altezza di un avversario di primo livello come lo Shakhtar Donetsk che in casa comunque concede molto poco.

QUOTE E PRONOSTICO

Secondo Bwin la formazione arancionera di Ucraina è nettamente favorita al cospetto dei campioni d’Olanda. La vittoria dei padroni di casa dal celebre bookmaker viene data a 1.36. A 5.25 il pareggio mentre il colpo degli olandesi in trasferta viene dato a 8.00. Sfida che sarà visibile in diretta e in esclusiva sui canali Premium Sport e soprattutto sulla piattaforma per lo streaming Premium Play che in esclusiva permette la visione di tutta la Champions League su dispositivi mobili.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori