PAGELLE/ Napoli Milan: Nikola Kalinic ancora tra i peggiori (Serie A 2017 13^ giornata)

- Umberto Tessier

Pagelle Napoli Milan: i voti della partita di Serie A, i giudizi su migliori e peggiori al San Paolo per l’anticipo della 13^ giornata terminato col risultato di 2-1.

san paolo napoli
Lo stadio San Paolo: in occasione delle Universiadi è stato parzialmente ristrutturato (LaPresse)

Ancora Nikola Kalinic tra i peggiori dei rossoneri nella gara Napoli-Milan. L’attaccante croato è arrivato dalla Fiorentina nel calciomercato estivo per una cifra davvero importnate. Non è mai riuscito ad ambientarsi in rossonero nonostante il tecnico Vincenzo Montella ha deciso di puntare forte su di lui. Davanti è sembrato spaesato, quasi un oggetto misterioroso, nonostante le palle rararamente gli siano arrivate. Non solo non ha segnato l’ex viola, ma non è stato mai pericoloso sotto porta rimanendo spesso avulso dalla manovra. Staremo a vedere cosa accadrà da qui in poi quando Montella potrebbe anche rivalutare la possibilità di inserire come titolare uno tra il costosissimo André Silva e il giovane del vivaio Patrick Cutrone. Ora il Milan davvero non può più sbagliare se vuole centrare un posto almeno in Europa League in vista della prossima stagione. Staremo a vedere chi avrà la meglio e chi sarà in graod di portare la sua squadra nuovamentea al gol. (agg. di Matteo Fantozzi)

INSIGNE IL MIGLIORE IN CAMPO

Sono stati in tre i migliori nelle pagelle della gara NapoliMilan. Tra i voti spiccano i 7 a Kalidou Koulibaly, Lorenzo Insigne e Piotr Zielinski. Il primo si è dimostrato ancora una volta limite invalicabile della retroguarda di Maurizio Sarri, 7.5 per lui, mentre gli altri due hanno segnato i gol che hanno permesso alla squadra azzurra di portare a casa tre punti. Un match che non era stato affatto semplice, almeno fino a che c’è stato dall’altra parte Suso in campo. Lo spagnolo, oltre all’autore del 2-1 Alessio Romagnoli, è l’unico ad aver raggiunto la sufficienza prima di un infortunio che ha costretto Vincenzo Montella a inserire André Silva e a passare dal 3-4-2-1 al 3-5-2 arretrando Manuel Locatelli. Non è stata una partita semplice da quel momento in poi perché sono mancate le trame offensive dello spagnolo, in grado di cambiare passo alla sua squadra, giocando sempre di prima e con trovate da vero genio. (agg. di Matteo Fantozzi)

I VOTI DEL MATCH

Il Napoli piega il Milan grazie alle reti di Insigne e Zielinski, lo squillo dei rossoneri nel finale con Romagnoli vale solo per le statistiche. La capolista si conferma squadra solida che fa del possesso palla ed il bel gioco il suo mantra. Insigne gioca un grandissimo match facendo rimpiangere sempre di più la sua esclusione nell’ultima partita dell’Italia che ha sancito l’esclusione dai mondiali, un mistero che rimarrà irrisolto per molto tempo. Zielinski, che entra al posto di Hamsik, dopo due minuti chiude la contesa su assist pregevole di Mertens. Un Milan poco incisivo e confusionario abbozza una reazione ma non dà mai l’impressione di poter rientrare in partita. Cosa che avviene casualmente nel finale di tempo con la rete siglata da Romagnoli. Montella incassa l’ennesima sconfitta di una stagione davvero avara di gioie fino ad ora. La posizione dell’allenatore torna a traballare, non tanto per la sconfitta contro la capolista, ma per l’assenza totale di gioco. Passiamo ora alle valutazioni dei protagonisti in campo. VOTO PARTITA 7 – Quando gioca il Napoli lo spettacolo è sempre assicurato, partita davvero piacevole. VOTO NAPOLI 7 – Ennesima vittoria che conferma il primato. Squadra che gioca a memoria ed ha imparato a soffrire. VOTO MILAN 5 – Squadra messa male in campo che gioca solo in ripartenza e becca la sesta sconfitta stagionale. VOTO ARBITRO DOVERI 6 – La Var praticamente interviene in tutte le reti per le posizioni dubbie alla fine tutte regolari. In generale gestisce bene il match.

I VOTI DEL NAPOLI

REINA 5,5 – Sembra in ritardo sul tiro di Romagnoli, per il resto ordinaria amministrazione.

HYSAJ 6,5 – L’esterno albanese brilla in entrambi le fasi, prestazione di quantità e qualità.

KOULIBALY 7 – Muro invalicabile cerca gloria anche in avanti. Ad oggi uno dei migliori difensori del campionato.

ALBIOL 6,5 – Esperienza da vendere per il difensore spagnolo che difficilmente sbaglia una partita.

MARIO RUI 6,5 – Buona la sua prestazione fin quando rimane in campo, esce stremato.

ALLAN 6 – Rispetto alle altre gare appare meno lucido sprecando anche una buona occasione da rete. Fa comunque la sua partita.

JORGINHO 7 – Dopo la delusione in nazionale torna a brillare in campionato servendo un grandissimo assist ad Insigne e recuperando una miriade di palloni.

HAMSIK 6 – Ennesima sostituzione per il capitano che non disputa la sua miglior partita da quando veste la maglia del Napoli. Ci ha abituato ad altre prestazioni.

CALLEJON 6 – Non si ferma mai lo spagnolo stranamente impreciso sotto porta. Riesce comunque a non far mancare il suo prezioso apporto.

MERTENS 6,5 – Serve a Zielinski il pallone che chiude praticamente il match, spreca da solo davanti a Donnarumma.

L. INSIGNE 7 – Sesta rete contro il Milan diventato ormai bersaglio fisso. Al di là della rete illumina il San Paolo con grandissime giocate.

MAGGIO 6 – Rileva Mario disputando una partita onesta.

ZIELINSKI 7 – Entra e dopo due minuti chiude la partita con un grandissimo inserimento. Il polacco ha il futuro assicurato.

ROG 6 – Solita prestazione fatta di grinta e tanta sostanza.

ALL. SARRI 7,5 – Mantiene la testa della classifica e gestisce alla grande i cambi. Inserisce Zielinski che due minuti dopo chiude il match.

I VOTI DEL MILAN

DONNARUMMA 6,5 – Tiene a galla i suoi con ottimi interventi, sulle reti può davvero poco.

MUSACCHIO 5 – Sbaglia in entrambi i gol tenendo in gioco i rispettivi avversari, prestazione da dimenticare.

BONUCCI 5,5 – Alcune aperture sono belle da vedere ma in generale non convince. Prova il tiro della disperazione da casa sua, segno di tutta la frustrazione del momento.

ROMAGNOLI 6 – Salva la prestazione con il bel gol nel finale, in difesa non brilla.

BORINI 5 – Asfaltato da Insigne sulla fascia di competenza, ci mette impegno ma non basta.

KESSIE’ 5 – Lontano parente del giocatore ammirato a Bergamo, soffre il momento no della squadra.

LOCATELLI 5,5 – Il ragazzo lotta con coraggio ma può davvero nulla senza supporto dei compagni.

MONTOLIVO 5 – Regia scolastica e lenta, non riesce ad illuminare la manovra.

BONAVENTURA 5,5 – In avanti è uno dei più attivi ma incide davvero poco.

SUSO 6 – Esce troppo presto dalla gara per infortunio, perdita grave per l’economia del Milan.

KALINIC 4,5 – Poco assistito dai compagni fa comunque pochissimo per farsi notare.

ANDRE’SILVA 5 – Volenteroso e basta, il portoghese non aggiunge nulla al match.

ABATE 5,5 – Sostituisce Borini ma la musica non cambia, poteva fare davvero poco nel contesto.

BIGLIA S.V.

ALL. MONTELLA 4,5 – L’impressione è quella che sbagli le scelte di formazione, una su tutte l’esclusione di C.Rodriguez. Preoccupa l’assenza totale di gioco, sesta sconfitta stagionale e panchina che traballa.

I VOTI DEL PRIMO TEMPO

La prima frazione tra Napoli e Milan termina con il vantaggio dei padroni di casa siglato dal migliore in campo: Lorenzo Insigne. Passiamo ora ai voti del primo tempo dei padroni di casa. Reina (voto 6) non deve fare interventi difficili ma garantisce la solita sicurezza. Hysaj (voto 6,5) si propone spesso in avanti con ottimi risultati. Koulibaly (voto 6,5) superarlo è impresa ardua per tutti. Albiol (voto 6,5) insieme al compagno di reparto si conferma una certezza. Mario Rui (voto 6,5) il portoghese sta disputando un ottimo match, sembra quello di Empoli. Allan (voto 6) spreca la rete del vantaggio, poco lucido. Jorginho (voto 6,5) suo l’assist per Insigne, solita saggia regia per il brasiliano. Hamsik (voto 6) il capitano inizia a carburare nel corso dei minuti. Callejon (voto 6,5) soliti tagli micidiali, trova però sulla sua strada Donnarumma. Mertens (voto 6) il belga si sta muovendo molto in avanti, attende l’occasione giusta. Insigne (voto 7) show del napoletano che sigla la sesta rete nelle ultime dieci partite contro il Milan. Passiamo ora al Milan. Donnarumma (voto 6) sempre incerto con i piedi compie una grande parata nel finale su Insigne. Musacchio (voto 5) appare sempre insicuro, non sale bene sul fuorigioco fallito. Bonucci (voto 6) bella la chiusura su Mertens, capitano che predica nel deserto. Romagnoli (voto 5,5) prestazione incerta fino ad ora. Borini (voto 5) sta soffrendo tantissimo le iniziative di Insigne. Kessiè (voto 5) il giocatore ammirato all’Atalanta è fino ad ora un lontano ricordo. Locatelli (5,5) iniziative sporadiche e poco incisive. Montolivo (voto 5,5) regia scolastica dell’ex Fiorentina. Bonaventura (voto 5,5) prova ad accendersi ma è poco supportato. Suso (voto 6) il migliore dei suoi fin quando rimane in campo. Kalinic (voto 5) riceve pochissimi palloni.

NAPOLI-MILAN, LE PAGELLE: TOP E FLOP DEL PRIMO

VOTO NAPOLI 7 – Sta dominando con il solito possesso palla a favore, giusto il vantaggio.

MIGLIORE NAPOLI: L.INSIGNE 7 – Al di là del gol sta facendo saltare l’intero sistema difensivo del Milan.

PEGGIORE NAPOLI: ALLAN 6 – Stranamente poco lucido spreca una buona occasione da gol.

MILAN 5 – Squadra attendista dove non si intravede un briciolo di gioco.

MIGLIORE MILAN: SUSO 6 – Abbandona i suoi per infortunio, peccato.

PEGGIORE MILAN: KESSIE’ 5 – Ci aspettiamo molto di più da un giocatore che fatica a ritrovarsi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori