DIRETTA/ Parma-Ascoli (risultato finale 4-0) info streaming video e tv: la chiudono Baraye e Munari!

- Raffaele Graziano Flore

Diretta Parma-Ascoli streaming video e tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita di Serie B per la 15^ giornata (oggi sabato 18 novembre)

pallone serie b
Sorteggio Calendario Serie B (LaPresse, repertorio)

DIRETTA PARMA-ASCOLI (RISULTATO FINALE 4-0): LA CHIUDONO BARAYE E MUNARI!

Cala il sipario al Tardini con la vittoria del Parma che batte l’Ascoli per 3 a 0 e si porta momentaneamente al comando della classifica del campionato di Serie B assieme al Bari. Nelle battute conclusive del match gli ospiti sono rimasti anche in dieci per l’espulsione di Addae che rimedia il rosso diretto per un durissimo intervento ai danni di Scavone. L’undici di Fiorin ha avuto anche la possibilità di dimezzare lo svantaggio e riaprire la partita quando all’82’ Lucarelli perde un brutto pallone dentro la sua area di rigore e nel tentativo di rimediare travolge Santini, l’arbitro Giua non ha dubbi e indica il dischetto. Dagli undici metri, però, Santini si fa ipnotizzare da Frattali e calcia malissimo, sciupata una simile occasione l’Ascoli subisce anche il terzo gol con Baraye che va a segno per la prima volta in stagione e mette il sigillo sulla contesa. Nel recupero c’è gloria anche per Munari che su assist di Roberto Insigne cala il poker, Ascoli che esce dal campo con la coda tra le gambe. (agg. di Stefano Belli)

RADDOPPIO DI ROBERTO INSIGNE

Alla mezz’ora della ripresa il Parma incrementa il proprio vantaggio nei confronti dell’Ascoli, ora la squadra di D’Aversa conduce per 2 a 0. Il risultato è rimasto a lungo in forte bilico, i ducali non sono riusciti a trovare la giocata vincente per mettere i tre punti in cassaforte con largo anticipo, gli ospiti pur affacciandosi costantemente nella trequarti avversaria non riescono a spaventare seriamente Frattali che mantiene sempre alta la guardia in mezzo ai pali. Al 74′ Roberto Insigne realizza il suo quarto gol in campionato al termine di una grande azione personale, il fratello di Lorenzo ubriaca la difesa avversaria e spedisce il pallone nell’angolino per il raddoppio dei padroni di casa che ora possono affrontare l’ultimo quarto d’ora con più tranquillità. (agg. di Stefano Belli)

ALTRA OCCASIONE PER DI GAUDIO

Al Tardini è ricominciato dopo l’intervallo il match valido per la quindicesima giornata di Serie B 2017-18 tra Parma e Ascoli, al decimo minuto del secondo tempo il punteggio vede la formazione di D’Aversa sempre avanti per 1 a 0. A inizio ripresa gli ospiti battono un calcio di punizione dal limite con Gigliotti il cui tiro viene ribattuto dalla barriera dei ducali, al 53′ Rosseti si coordina per il destro ma da posizione defilata il numero 9 bianconero scuote solamente l’esterno della rete. Dall’altra parte del campo è ancora Di Gaudio che chiama al dovere Lanni, sul prosieguo dell’azione arriva Iacoponi che manca però l’appuntamento con il tap-in e la doppietta personale. (agg. di Stefano Belli)

INTERVALLO AL TARDINI

Parma e Ascoli rientrano negli spogliatoi per l’intervallo, il primo tempo è andato in archivio sul parziale di 1 a 0 in favore dell’undici di Roberto D’Aversa. Nonostante lo svantaggio gli ospiti rimangono in partita affaciandosi spesso e volentieri nella trequarti avversaria, i ducali attaccano invece in contropiede con Di Gaudio che ancora una volta spreca una buona ripartenza dei padroni di casa mandando il pallone a lato da posizione molto favorevole. Al 40′ Bianchi da fuori area spaventa Frattali con un sinistro che sorvola la traversa, a causa delle tante interruzioni l’arbitro Giua ha concesso ben quattro minuti di recupero, squadre molto lunghe in mezzo al campo e i capovolgimenti di fronte non si contano più. (agg. di Stefano Belli)

DI GAUDIO VICINO AL RADDOPPIO

Parma-Ascoli 1-0 quando siamo quasi giunti alla mezz’ora del primo tempo. Come se non bastasse lo svantaggio gli ospiti perdono anche Favilli per un infortunio, dopo un contrasto aereo con Alessandro Lucarelli il numero 30 dell’Ascoli poggia male il piede destro e il ginocchio si piega in maniera innaturale, uscirà dal campo sorretto dai suoi massaggiatori, Fiorin è costretto a spendere il primo cambio per inserire Rosseti. I padroni di casa continuano ad avere il pallino del gioco, per adesso l’undici di D’Aversa non ha corso grossi pericoli dalle parti di Frattali, in contropiede i ducali hanno anche sfiorato il raddoppio con Di Gaudio che temporeggia troppo a liberare il tiro davanti a Lanni e viene fermato da Gigliotti e Mogos che recuperano la sfera e salvano i marchigiani dallo 0-2. (agg. di Stefano Belli)

IACOPONI PORTA IN VANTAGGIO I DUCALI

Al Tardini l’arbitro Giua ha dato il via alle ostilità tra Parma e Ascoli che si affrontano nella quindicesima giornata di Serie B 2017-18, quando sono trascorsi dieci minuti dal fischio d’inizio la formazione di Roberto D’Aversa è in vantaggio per 1 a 0. Durante il riscaldamento si è fatto male Calaiò che è stato costretto a dare forfait, al suo posto Nocciolini. Entrambe le squadre giocano a viso aperto, nonostante il momento delicato la squadra di Fiorin e Maresca non rinuncia ad attaccare anche se sono i ducali a trovare la via del gol al 6′ con Mazzocchi che sugli sviluppi di un calcio piazzato anticipa tutti e deposita il pallone in rete. Gara in salita per gli ospiti che ora avrà un motivo in più per affacciarsi nella metà campo avversaria mentre i padroni di casa potranno concentrarsi sulla gestione del pallone. (agg. di Stefano Belli)

LE FORMAZIONI UFFICIALI

Il Parma se la vedrà con l’Ascoli Picchio fra pochi minuti, eccovi allora alcuni dati statistici per inquadrare il cammino in campionato fin qui tenuto da queste due squadre di Serie B che si affrontano nella quindicesima giornata. I ducali sono al quarto posto con il maggior numero di vittorie complessive, ovvero sette, record condiviso con il Bari. La squadra gialloblu non è al primo posto a causa nelle cinque sconfitte raccolte. L’Ascoli è all’ultimo posto della graduatoria di Serie B. I marchigiani hanno il maggior numero di sconfitte assume al Perugia, ovvero sette, sono andati in gol 15 volte e hanno subito 23 reti finora. Adesso però è giunto il momento di andare a leggere le formazioni ufficiali di Parma Ascoli, poi la parola passerà al campo dello stadio Ennio Tardini! PARMA: Frattali; Mazzocchi, Iacoponi, Lucarelli, Gagliolo; Scozzarella, Scavone, Dezi; Insigne, Calaiò, Di Gaudio. Allenatore: DAversa. ASCOLI: Lanni; Mogos, De Santis, Gigliotti, Pinto; Bianchi, Carpani, Addae; Varela, Baldini, Favilli. Allenatore: Fiorin-Maresca. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Parma Ascoli verrà trasmessa in diretta tv soltanto per gli abbonati al pacchetto Calcio del satellite a pagamento: il canale è Sky Calcio 1, ovviamente con la possibilità di attivare lapplicazione Sky Go per la diretta streaming video, che vi consentirà di seguire la partita di Serie B anche su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone e senza costi aggiuntivi.

I BOMBER

Il Parma attende la visita del fanalino di coda Ascoli in un match sulla carta segnato. Al Tardini arriva il terzo peggior attacco del campionato che incontrerà a quarta miglior difesa. Emanuele Calaiò, cinque reti stagionali, ha una grandissima occasione per continuare a rimpinguare il suo bottino personale. Specialista della categoria l’attaccante vuole conquistare l’ennesima promozione in serie A con la nobile decaduta Parma. L’Ascoli si affida invece al giovane Andrea Favilli, arrivato in prestito dalla Juventus, per rialzare la testa ed abbandonare l’ultima posizione in graduatoria. Situazione difficilissima comunque in casa Ascoli dove gioco e risultati faticano ad arrivare. (agg. Umberto Tessier)

TESTA A TESTA

Parma-Ascoli è una sfida che allo Stadio Ennio Tardini si è giocato appena tre volte. L’ultimo precedente risale all’aprile del 2009 quando i gialloblù si imposero 2-0. Dobbiamo tornare indietro al 2006 per l’incontro precedente, un’altra vittoria degli emiliani grazie a una rete di Igor Budan dopo dieci minuti. Le due squadre si affrontavano nel campionato di Serie A. Nella stagione precedente sempre all’Ennio Tardini la sfida terminò invece 0-0. Il Parma è tornato in Serie B quest’anno dopo il fallimento e ha iniziato davvero molto bene il campionato con Roberto D’Aversa alla guida. I gialloblù sono quinti con ventitré punti, appena due in meno della capolista Palermo. Il fanalino di coda è invece l’Ascoli che con le tre sconfitte di fila collezionate nelle ultime tre giornate di campionato che hanno dato il colpo di grazia a un ambiente già privo di fiducia nel lavoro di Fiorin e Maresca. L’Ascoli al momento ha uno degli attacchi più in difficoltà della categoria, peggio hanno fatto solo Salernitana, Spezia e Brescia. (agg. di Matteo Fantozzi)

STATO DI FORMA

Il fanalino di coda Ascoli fa visita al Parma in una trasferta sulla carta proibitiva. Scopriamo il perchè andando ad analizzare lo stato di forma recente delle due compagini. La squadra di casa sta volando verso le zone alte della classifica grazie a ben quattro vittorie nelle ultime cinque uscite. L’unica macchia è la sconfitta in casa del Frosinone. Discorso opposto dell’Ascoli che dopo un pari e una vittoria è incappato in tre sconfitte consecutive. Anche i precedenti recenti tra le due compagini sorridono al Parma. Sono infatti tre le vittorie dei ducali con due pari finiti a reti bianche. Pronostico quindi nettamente a favore del Parma, vedremo se l’Ascoli riuscirà a ribellarsi alle statistiche. (agg. Umberto Tessier)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Parma Ascoli, diretta dall’arbitro Giua e in programma questo pomeriggio (ore 15) allo stadio Ennio Tardini e valevole per il quindicesimo turno del campionato di Serie B, metterà di fronte due compagini non solamente molto distaccate in classifica (tanto che la gara si presenta come il più classico dei testa-coda) ma anche partite in questo torneo con prospettive diverse. Infatti, se i ducali allenati da Roberto DAversa -pur con qualche piccolo scivolone- si trovano al quinto posto a inseguire le squadre che guidano la classifica (anche se a soli due punti di distanza dal Palermo capolista), lAscoli di Fulvio Fiorin si trova allultimo posto e in grave difficoltà, nonostante la zona-salvezza disti veramente un tiro di schioppo. Dunque, la sfida che andrà in scena questo weekend in terra emiliana costituirà per i gialloblu una sorta di esame di maturità per capire se i padroni di casa possono restare agganciati al treno-promozione, mentre i bianconeri ospiti proveranno a strappare un risultato positivo in una trasferta che, almeno sulla carta, pare proibitiva.

IL CONTESTO

Ma come arrivano le due compagini alla partita che andrà in scena allo stadio Tardini di Parma? Per quanto riguarda i ragazzi di DAversa, archiviato il KO interno con il Pescara, sono arrivate ben quattro vittorie nelle ultime quattro uscite, equamente distribuite tra mura amiche e trasferta: lunica sconfitta da registrare è stata quella dello scorso 4 novembre a Frosinone contro una diretta concorrente per la promozione. Invece, nellultimo turno i gialloblu hanno espugnato il Tombolato di Cittadella per 2-1 e conquistando tre punti fondamentali per restare al quinto posto in compagnia del Bari. I bianconeri allenati da Fiorin, dal canto loro, sono reduci al contrario dal cocente 2-0 rimediato al Cino e Lillo Del Duca ad opera della matricola Foggia: la sconfitta, oltre a relegare i bianconeri allultima posizione in graduatoria, arriva dopo i KO esterni maturati a Carpi (4-2) e a Bari (3-0), mentre lultimo successo marchigiano risale al 24 ottobre, quando lAscoli si impose a sorpresa per 3-1 sullo Spezia, risultato che faceva peraltro seguito a un filotto di ben quattro pareggi e una vittoria esterna. Da allora, solo sconfitte per una compagine che nellinsidioso appuntamento di Parma vuol tornare a fare punti.

PROBABILI FORMAZIONI DI PARMA-ASCOLI

Passando ad analizzare quali saranno le probabili formazioni che scenderanno in campo sabato pomeriggio al Tardini, ecco quali potrebbero essere le scelte dei due tecnici di Parma e Ascoli. I ducali, rinfrancati dal successo in terra veneta, dovrebbero scendere in campo nuovamente con il collaudato 4-3-3 tanto caro a DAversa e che vedrebbe Frattali confermato tra i pali e protetto da una linea difensiva a quattro composta da Iacoponi e Lucarelli al centro mentre come terzini ecco Mazzocchi a destra e Gagliolo a sinistra. In mezzo al campo, chiavi del gioco affidate a Scozzarella con Munari e Scavone in posizione di mezzeali e a supportare il trio dattacco, formato da Insigne, Baraye e Calaiò quale punta centrale. Per quanto riguarda invece lAscoli, il tecnico Fiorin dovrebbe presentare un 4-3-3 speculare a quello dei ducali ma votato meno allattacco: in porta ci sarà sicuramente Lanni che avrà davanti a sé una difesa a 4 in cui De Santis e Cinaglia (oppure Gigliotti) faranno da cerniera centrale e la coppia Mogos-Mignanelli agirà sulle corsie esterne. Il pacchetto mediano potrebbe vedere la conferma di Parlati, Bianchi e Carpani mentre in attacco ci saranno Clemenza e Varela a supporto di Rosseti.

LA CHIAVE TATTICA

Tenendo conto delle rispettive posizioni di classifica e dello stato di forma con cui Parma e Ascoli si approcciano a questo match, è molto probabile che il canovaccio tattico della sfida che si giocherà in Emilia veda i gialloblu a trazione anteriore e che proveranno a sfruttare maggiormente la spinta sulle fasce dei due terzini, mentre lesperto Munari in mediana si dedicherà meno a compiti di contenimento tentando anche qualche inserimento da dietro. Ovviamente, la chiave di volta sarà la capacità degli uomini di DAversa di imbeccare il bomber Calaiò: dunque occhi puntati sul più piccolo dei fratelli Insigne, meno geniale di Lorenzo ma capace comunque di fare la differenza nella cadetteria. LAscoli invece si presenterà con un 4-3-3 che però, di fatto, sarà un 4-5-1 molto abbottonato e nel quale solo il talentuoso Lores Varela avrà licenza di supportare più da vicino lunica punta Rosseti: a centrocampo, invece, Fiorin chiederà gli straordinari ai tre mediani ed è soprattutto dalla loro capacità di contenere le sfuriate gialloblu e di ribaltare subito lazione per innescare subito Varela che passeranno le sorti della compagine bianconera.

QUOTE E PRONOSTICO

Dando infine unocchiata ai pronostici per il match tra Parma e Ascoli si nota facilmente come i bookmakers attribuiscano ai padroni di casa le proprie preferenze, non credendo dunque a un colpo esterno dei marchigiani: infatti, il successo dei gialloblu è quotato a 1.67 su Sisal Matchpoint mentre, ad esempio, per Unibet loccorrenza del segno 2 pagherebbe invece ben 6 volte la somma giocata; infine, tra le quote più interessanti per gli scommettitori relative al pareggio cè il 3.70 proposto da BetFlag. Passando allanalisi delle previsioni dei bookies su Under e Over, si nota come la Snai quoti a 1.77 leventualità di una gara con pochi gol mentre nel secondo caso potrebbe ingolosire gli scommettitori il 2.1 che PaddyPover propone nel caso in cui vengano messe a segno tre reti, ipotesi non certo remota visto il potenziale offensivo dei ducali.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori