Video/ Roma Lazio (2-1): highlights e gol. L’analisi di Lucas Leiva (Serie A 13^ giornata)

- Alessandro Rinoldi

Video Roma Lazio (2-1): gli highlights e i gol della partita che si è giocata sabato 18 novembre, valida per la tredicesima giornata del campionato di Serie A

Nainggolan_Parolo_Roma_Lazio_lapresse_2017
Probabili formazioni Lazio Roma (Foto LaPresse)

Uno dei protagonisti del Derby della Capitale tra Roma e Lazio andato in scena ieri allOlimpico è che ha visto il meritato successo della compagine giallorossa è stato senza dubbio Lucas Leiva. Il centrale biancoceleste, fermato al termine della partita valida nel 13^ turno di Serie A dai microfoni di Sky sport, ha ben analizzato la prova della squadra di Inzaghi: Non è un buon risultato per noi per penso che è sia stata una partita equilibrata: loro però su due dettagli hanno fatto due gol e dopo è stato molto difficile per noi. difficile dire ora, però è certo che sui gol che abbiamo preso possiamo fare meglio tutti. dobbiamo ancora lavorare per non fare gli stessi errori già nella prossima gara.  (agg Michela Colombo) CLICCA QUI PER IL VIDEO CON LE PAROLE DI LUCAS LEIVA (da video sky)

DI FRANCESCO ESALTA NAINGGOLAN

Radja Nainggolan è l’erede del derby della capitale, non solo perché ha segnato di fatto il gol decisivo della gara Roma Lazio ma perchè è sceso in campo nonostante un problema fisico. Il belga infatti non si era allenato praticamente per tutta la settimana, ma ha voluto fortemente giocare questa partita. Lo ha incensato il suo tecnico Eusebio Di Francesco, soddisfatto della sua prestazione. Ecco le sue parole dopo la gara a Premium Sport: “Ha un valore doppio. E’ una grande soddisfazione per noi. Abbiamo concesso poco alla Lazio, riaprendola con quel rigore. Prima eravamo stati bravi a creare predominio, senza lasciare loro spazio. Per poter giocare in un determinato modo devi avere una buona condizione fisica. Nel secondo tempo abbiamo cambiato passo mettendo la Lazio nella sua metà campo nei primi venti minuti meritando questa vittoria”, clicca qui per il video dell’intervista a Eusebio Di Francesco. (agg. di Matteo Fantozzi)

SIMONE INZAGHI NON CI STA

Simone Inzaghi non ci sta alla fine di Roma-Lazio anche perché sente di essere stato danneggiato eccessivamente dagli episodi di un derby finito col risultato di 2-1. Il tecnico della Lazio recrimina, ma di certo c’è grande voglia di portare a termine un percorso che regali alla Lazio un sogno europeo più grande di quello vissuto negli ultimi anni. A Premium Sport il tecnico ha parlato così: “Il primo tempo è stato un derby guardingo. La Roma aveva il baricentro più alto, ma a parte un colpo di testa non ci aveva impensierito anzi avevamo avuto due ripartenze con Marusic e Luis Alberto che sembravamo essere pericolosi. Nella ripresa gli spazi si sarebbero aperti e avrei fatto dei cambi. Quando però si compiono degli errori individuali così i derby non si vincono ma si perdono. Non dovevamo commettere quei due errori che ci hanno condannato. Gli episodi sono troppo importanti in un derby e sono stati favorevoli alla Roma soprattutto per demerito nostro”: Simone Inzaghi ha quindi voluto specciare una lancia a favore dei suoi ragazzi nonostante il ko. Clicca qui per il video dell’intervista al tecnico della Lazio. (agg. di Matteo Fantozzi)

NAINGGOLAN NON FA PRONOSTICI PER LO SCUDETTO

Roma-Lazio è terminata col risultato di 2-1, ma i giallorossi vogliono frenare l’entusiasmo rispetto alle scorse stagioni quando a fronte di diversi proclami sono arrivati poi solo secondi posti. E’ così che il match winner Radja Nainggolan ha voluto gettare acqua sulle fiamme. A Premium Sport a fine gara ha spiegato: “E’ una grande vittoria di squadra. Alla fine abbiamo anche sofferto un po’. Nel primo tempo abbiamo provato ad aggredire, poi dopo il due a zero abbiamo un po’ mollato. Potevamo fare qualche golletto in più, ma abbiamo sbagliato dei passaggi. L’importante in una partita del genere è il risultato e abbiamo ottenuto il massimo con un grande spirito. Siamo in un buon momento e dobbiamo continuare così. La vittoria è meritata. Non faccio nessun pronostico perché non ha mai portato bene, concetriamoci partita dopo partita e vediamo come va. L’importante è pensare alla Champions League per la prossima stagione, poi vedremo. Ora pensiamo alla coppa e a qualificarci”, clicca qui per il video dell’intervista a Radja Nainggolan. (agg. di Matteo Fantozzi)

COME CAMBIA LA CLASSIFICA

Allo Stadio Olimpico la Roma vince il derby d’andata della Capitale battendo per 2 a 1 la Lazio. Nel primo tempo i giallorossi dominano l’incontro con i biancocelesti a ripartire in maniera sporadica e poco efficace. La rete del vantaggio arriva però solamente ad inizio secondo tempo, quando Perotti, al 49′, realizza il calcio di rigore assegnato per fallo di Bastos su Kolarov. Il raddoppio lo segna Nainggolan subito al 53′, sparando dalla distanza sull’appoggio ancora di Perotti, ed a nulla serve il rigore trasformato da Immobile al 71′ e concesso per l’ingenuo fallo di mano di Manolas ravvisato dal var. I 3 punti conquistati permettono alla Roma di salire a quota 30 in classifica, al terzo posto a parimerito con l’Inter, scavalcando proprio la Lazio, ferma a 28 punti.

STATISTICHE

Analizzando le statistiche dell’incontro emerge come la Roma abbia sostanzialmente meritato il successo odierno soprattutto grazie a quanto visto in fase offensiva: 11 a 5 le conclusioni totali delle quali ben 8 a 3 nello specchio della porta, 2 ciascuno per Dzeko e Nainggolan, senza dimenticare il 6 a 5 nelle occasioni da goal, 3 a testa per Parolo ed ancora Dzeko. In palleggio, tuttavia, emerge una discreta superiorità da parte della Lazio a cominciare dal possesso palla favorevole con il 51% e supportato da un maggior numero di palle recuperate, 25 a 24 ma con 6 di Fazio, avendone oltretutto perse di meno, 35 a 48 di cui 9 del bosniaco Dzeko. Infine, sotto l’aspetto disciplinare, la Lazio si è rivelata più fallosa a fronte del 16 a 10 nel computo degli interventi irregolari commessi e l’arbitro Rocchi della sezione di Firenze ha estratto il cartellino giallo 6 volte ammonendo rispettivamente Nainggolan e Fazio da un lato, Lulic, Leiva, Luis Alberto e Nani dall’altro.

DICHIARAZIONI

Al termine dell’incontro il match winner per la Roma, il belga Radja Nainggolan, ha rilasciato alcune dichiarazioni a caldo ai microfoni di Premium Sport spiegando: “Gran vittoria di squadra. La abbiamo meritata, potevamo pure fare qualche golletto in più perchè abbiamo sbagliato qualche ultimo passaggio ma l’importante in una partita del genere è il risultato, penso che oggi abbiamo ottenuto il massimo con un grande spirito. Siamo in un buon momento, bisogna continuar così. Io non faccio nessun pronostico perchè non mi ha mai portato bene quindi facciamoci partita dopo partita e vediamo come va. L’importante è pensare alla Champions League dell’anno prossimo e poi dove arriviamo arriviamo. Adesso ci godiamo questa vittoria e cerchiamo di qualificarci mercoledì. La gara a Madrid? Noi andiamo là per fare la nostra partita come abbiamo fatto fino adesso e poi si vedrà il risultato ma bisogna andare con lo spirito che abbiamo ultimamente e sicuramente noi possiamo ottenere un buon risultato. Paura di non esserci oggi? Io ho sempre provato a dare un aiuto ai miei compagni, oggi era una partita che volevo giocare perchè queste son le partite che alla fine sono un po’ più speciali, c’ho messo pure la firma quindi sono contento poi c’ho messo tutto per potercela fare, ce l’ho fatta e son contento. Per me l’importante non è il goal, io cerco sempre di dare una mano alla squadra e alla fine il risultato è quello a cui dobbiamo arrivare tutti, cercare di fare meglio dell’anno scorso e siamo sulla buona strada.”




© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori