Probabili formazioni/ Apollon Atalanta: il leader Andrea Masiello. Quote, ultime novità live (Europa League)

- Claudio Franceschini

Probabili formazioni Apollon Atalanta: le quote e le ultime novità live sugli schieramenti delle due squadre che si affrontano nella quarta giornata del girone E di Europa League

Petagna_dribbling_Atalanta_Apollon_lapresse_2017
Probabili formazioni Apollon Atalanta, Europa League (Foto LaPresse)

Sta per iniziare Apollon Atalanta: nelle probabili formazioni della partita di Europa League individuiamo in Andrea Masiello il leader della Dea. Giocatore che era arrivato alla Juventus quando aveva 17 anni,vincendo due volte il Torneo di Viareggio e facendo il suo esordio (con Fabio Capello) in una partita contro lInter. Prestito ad Avellino, poi laddio ai bianconeri: Siena, Genoa e Bari le sue tappe. Con Giampiero Ventura in Puglia ha formato una solidissima difesa con Ranocchia, Bonucci e Salvatore Masiello – lui giocava terzino destro – ma poi è aarrivato lo scandalo delle scommesse: il suo autogol nel derby contro il Lecce gli è costato due anni e 5 mesi di squalifica, allora era già nellAtalanta che ha deciso di aspettarlo per poi rimetterlo in campo a febbraio 2015. Da lì in avanti è diventato un punto fermo per gli orobici: centrale nello schieramento arretrato a tre, insieme a Mattia Caldara e Rafa Toloi, Masiello è riuscito ad elevare ancor più il suo rendimento ed è un giocatore fondamentale per Gian Piero Gasperini. In più, questanno si è tolto la soddisfazione di realizzare il primo gol europeo, dopo 27 anni, dellAtalanta: sua la rete che ha sbloccato la partita contro lEverton, poi terminata con un trionfo (3-0). A oggi Masiello ha giocato 113 partite con la maglia dei lombardi, segnando 5 gol; 182 le partite complessive in Serie A, lesordio in campo internazionale è arrivato proprio lo scorso settembre a 31 anni. (agg. di Claudio Franceschini)

IL DUELLO A CENTROCAMPO

In Apollon Atalanta possiamo studiare uno dei possibili duelli: quello tra Maarten De Roon e Allan per esempio, con i due giocatori che questa sera dovrebbero essere titolari nella partita di Europa League. Lolandese era arrivato allAtalanta nel 2015 e si era subito messo in luce come centrocampista di rottura in grado di dare quantità in mezzo al campo, rivelandosi come una delle migliori sorprese della stagione. A novembre dellanno seguente era arrivata anche la prima convocazione nella nazionale maggiore, ma nel frattempo la Dea lo aveva venduto al Middlesbrough; una stagione in Premier League, quindi il ritorno dietro il pagamento di 15 milioni di euro, vale a dire circa 13 milioni più rispetto al primo acquisto (dallHeerenveen). In questa versione orobica De Roon deve sgomitare per trovare il posto, tra la crescita esponenziale di Remo Freuler e limportanza di Bryan Cristante in termini di qualità; tuttavia si sta ritagliando spazi importanti e fin qui ha giocato 13 delle 14 partite stagionali della Dea. Allan Rodrigues de Sousa ha 20 anni ed è un centrocampista brasiliano di quantità, molto simile al suo omonimo del Napoli; cresciuto nellInternacional Porto Alegre, due anni fa è arrivato al Liverpool che ha iniziato a mandarlo in prestito. Lanno scorso era allHertha Berlino, in questa stagione sta garantendo un buon rendimento nellApollon e chissà che nella prossima stagione i Reds possano decidere di riportarlo ad Anfield, questa volta per dargli spazio. (agg. di Claudio Franceschini)

LA QUESTIONE SCHMIDT

In Apollon Atalanta mancherà ancora Joao Schmidt: un giocatore che sta diventando una sorta di caso per la Dea, o che quantomeno si spera di ritrovare in campo presto. Classe 93, in estate è arrivato dal Sao Paulo con trasferimento a parametro zero; un bel colpo, un giocatore di ordine in mezzo al campo, prettamente difensivo tanto da poter giocare anche come terzino ma dotato di un bel piede sinistro. Nei piani di Gian Piero Gasperini sarebbe dovuto essere unalternativa ai centrali e magari disputare qualche spezzone al posto di Leonardo Spinazzola sulla corsia mancina, ma a oggi non ha mai esordito con la maglia nerazzurra: nelle prime tre partite di campionato è stato portato in panchina senza entrare, poi ha subito un infortunio al menisco ed è fuori da inizio settembre. Certo lallenatore dellAtalanta ha a disposizione altri giocatori che possono sopperire alla sua assenza, ma Schmidt potrebbe essere un elemento importante per far rifiatare i titolari e, magari come José Luis Palomino, potrebbe rivelarsi una bella sorpresa guadagnando minuti di qualità. Al momento non possiamo saperlo: anche questa sera il brasiliano non ci sarà, Gasperini aspetta il suo rientro ma bisognerà poi valutare le sue condizioni vista la lunga assenza dai campi di gioco. (agg. di Claudio Franceschini)

PAPU OUT

LAtalanta affronta lApollon senza Alejandro Gomez: largentino rimane a Zingonia a causa del fastidio ad un piede che aveva accusato contro la Sampdoria. Il Papu aveva provato a recuperare per Udine, ma non ce laveva fatta e nel corso della rifinutura aveva dato forfait; la Dea dunque è leggermente spuntata nel reparto offensivo, visto che anche il danese Andreas Cornelius non sta benissimo (problemi alla schiena) e rimane il solo Andrea Petagna come giocatore di ruolo. Gian Piero Gasperini ha sostanzialmente due opzioni: quella che va per la maggiore si chiama Josip Ilicic, con lo sloveno che può ricoprire anche il ruolo di seconda punta affiancando Petagna, ed essendo libero di svariare su tutto il fronte offensivo. La seconda opzione sarebbe quella di mandare in campo il giovane Riccardo Orsolini: arrivato dallAscoli – in realtà in prestito dalla Juventus – il classe 97, grande protagonista al Mondiale Under 20 dellestate, non ha avuto tantissimo spazio fino a qui ma ha le qualità per emergere, e una partita come quella di stasera potrebbe essere lideale per lanciarlo e fargli trovare fiducia. Per quanto riguarda Gomez, sono due i gol segnati in questa edizione di Europa League: entrambi bellissimi, il destro a giro contro lEverton e la punizione con cui ha pareggiato sul campo del Lione. (agg. di Claudio Franceschini)

LE ULTIME NOTIZIE

Apollon Atalanta va in scena alle ore 19 di giovedì 2 novembre; la Dea cerca la qualificazione ai sedicesimi di Europa League 2017-2018 con due turni di anticipo nel girone E, il quarto turno può essere quello buono e in terra cipriota i bergamaschi cercheranno di replicare la vittoria di due settimane fa (3-1), sapendo di avere poi le due partite più difficili ma anche che la situazione è ottimale. Attenzione però allApollon, capace di fermare sia il Lione che lEverton; andiamo dunque a scoprire in che modo i due allenatori potrebbero disporre in campo le loro squadre, analizzando in maniera più dettagliata le probabili formazioni di Apollon Atalanta.

QUOTE E SCOMMESSE

Apollon Atalanta è stata quotata dallagenzia di scommesse Snai; per un pronostico su questa partita si può consultare il dettaglio 1X2 finale, secondo cui la vittoria interna della formazione cipriota è quotata 5,25 contro la quota di 1,70 che accompagna il segno 2 per la vittoria dellAtalanta. Il pareggio, per il quale dovete ovviamente giocare il segno X, vi permetterebbe di guadagnare 3,75 volte la somma che avrete deciso di mettere sul piatto per questa partita di Europa League. 

PROBABILI FORMAZIONI APOLLON ATALANTA

GLI 11 DI AVGOUSTI

LApollon si presenta con un 4-3-3 che non dovrebbe essere diverso da quanto visto allandata; sarà dunque una formazione che avrà trazione sugli esterni offensivi, che dovrebbero essere Jakolis e Schembri e si preoccuperanno di allargare il campo lasciando spazio alle incursioni dei due interni di centrocampo, teoricamente Allan e Alef. Il perno centrale a protezione della difesa sarà invece Sachetti; dubbio per quanto riguarda il ruolo di prima punta con Maglica – che ha giocato allandata – insidiato da Sardinero mentre parte più indietro Zelaya, che comunque si era visto al Mapei Stadium. A protezione del portiere Vale non ci aspettiamo cambiamenti da parte dellallenatore Sofronis Avgousti: Joao Pedro e Jander presidieranno le corsie laterali mentre Pitian e Yuste formeranno la coppia centrale.

I DUBBI DI GASPERINI

LAtalanta vola a Cipro senza Papu Gomez, fermato ancora dal problema al piede; in dubbio anche Cornelius che dovrebbe farcela per la panchina, in attacco allora ci sarà Petagna che farà coppia con Ilicic, avanzato sulla stessa linea del numero 29 oppure nel naturale ruolo di trequartista, andando ad affiancare il connazionale Kurtic oppure Bryan Cristante, che si gioca una maglia alle spalle della prima punta ma anche a centrocampo, suo ruolo naturale. In mediana Gian Piero Gasperini non dovrebbe comunque prescindere da Freuler; al fianco dello svizzero il favorito resta De Roon, che sta elevando il suo rendimento. Lidea è quella di confermare Spinazzola a sinistra, mentre dallaltra parte dovrebbe agire ancora Castagne, già visto a Udine in campionato; in difesa possibile turnover per Rafa Toloi che sarebbe sostituito da Palomino, con la conferma di Andrea Masiello e Caldara davanti al portiere Etrit Berisha.

PROBABILI FORMAZIONI APOLLON ATALANTA: IL TABELLINO

APOLLON (4-3-3): 83 Vale; 17 Joao Pedro, 68 Pitian, 44 Yuste, 21 Jander; 14 Allan, 5 Sachetti, 95 Alef; 92 Jakolis, 99 Maglica, 30 Schembri

A disposizione: 46 Kissas, 88 Vasiliou, 10 Alex da Silva, 9 N. Martinez, 26 Papoulis, 77 Sardinero, 11 Zelaya

Allenatore: Sofronis Avgousti

Squalificati: –

Indisponibili: –

 

ATALANTA (3-4-1-2): 1 E. Berisha; 6 Palomino, 13 Caldara, 5 A. Masiello; 21 Castagne, 15 De Roon, 11 Freuler, 37 Spinazzola; 27 Kurtic; 72 Ilicic, 29 Petagna

A disposizione: 91 Gollini, 3 Toloi, 28 G. Mancini, 33 Hateboer, 4 Cristante, 8 Gosens, 7 Orsolini

Allenatore: Gian Piero Gasperini

Squalificati: –

Indisponibili: A. Gomez, Cornelius

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori