DIRETTA / Rijeka Austria Vienna (risultato finale 1-4): streaming video e tv. crollo croato

- Claudio Franceschini

Diretta Rijeka Austria Vienna: info streaming video e tv, probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita che si gioca per la quarta giornata dei gironi di Europa League

Elez_Kessie_Rijeka_Milan_lapresse_2017
Pronostici Europa League (LaPresse)

DIRETTA RIJEKA AUSTRIA VIENNA (1-4): CROLLO CROATO

E’ arrivato il triplice fischio finale per questa sfida di Europa League. Austria Vienna sconfigge in trasferta Rijeka per quattro reti a uno. Partita incredibile, con un secondo tempo straordinario da parte della formazione ospite. Dunque è successo quasi tutto nella ripresa, dopo che i primi quarantacinque minuti avevano visto gli austriaci chiudere in vantaggio per uno a zero, grazie ad un gol di Prokop. Nel secondo tempo i croati sono tornati meritatamente in gara, con il pareggio momentaneo di Pavicic. La gioia del gol è durata davvero poco, perchè l’Austria Vienna ha ritrovato il vantaggio con Prokop, che infila con cinismo il portiere avversario. Gli ospiti crescono ancora, il Rijeka crolla. Così, tra il settantaquattresimo e l’ottantacinquesimo, arrivano altri due gol che arrotondano il tabellino. La firma è di Serbest e Monschein.  (aggiornamento jacopo d’antuono)

RIPRESA SCOPPIETTANTE

Quando siamo giunti oltre il sessantacinquesimo minuto di Rijeka Austria Vienna, il risultato è fermo sul due a uno in favore della formazione ospite. Ripresa scoppiettante e ricca di gol. Botta e risposta tra le due squadre, dopo il vantaggio firmato Prokop nel primo tempo. Nella secoda frazione i croati raccolgono i frutti di una pressione prolungata e raggiungono il pareggio grazie ad una giocata ravvicinata di Pavicic. Sembra l’inizio di una nuova partita per i padroni di casa, che cedono dopo appena 120 secondi: Gluhakovic confeziona un assist al bacio per Prokop, il quale controlla e con cinismo infila all’angolino per l’1-2.  (aggiornamento jacopo d’antuono)

PROKOP DECIDE IL PRIMO TEMPO

Si è concluso sul risultato di uno a zero in favore dell’Austria Vienna, il primo tempo tra Rijeka e la compagine austriaca. Grande azione da parte di Prokop, che ha insaccato alle spalle del portiere avversario con una giocata di precisione. Tante occasioni nei primi venti minuti, ritmi sempre alti e croati determinati a recuperare lo svantaggio. Le due squadre adesso si trovano negli spogliatoi per l’intervallo, Rijeka e Austria Vienna hanno ancora qualche minuto per rifiatare. Vedremo se nella ripresa i padroni di casa riusciranno a rimetterla in piedi. (aggiornamento jacopo d’antuono)

LA SBLOCCA PROKOP

Quand siamo giunti oltre il quarantunesimo minuto del primo tempo, il risultato tra Rijeka e Austria Vienna è fermo sull’uno a zero in favore della formazione ospite. Austriaci avanti pochi istanti fa con una marcatura di Prokop che sfugge a due difensori, si infila in area e conclude in fondo al sacco. Partita piacevole, ricca di occasioni. Prima del gol dell’Austria Vienna, si era reso pericoloso Gorgon sugli sviluppi di un piazzato, con un tiro potente neutralizzato dal portiere avversario. Poco dopo chance per Zuparci sul fronte offensivo: il suo tentativo aereo, però, viene respinto. Intervallo sempre più vicino, padroni di casa sotto di una rete. (aggiornamento jacopo d’antuono)

CROATI AGGRESSIVI

E’ cominciata da oltre un quarto d’ora la sfida di Europa League tra Rijeka e Austria Vienna, col risultato fermo sullo zero a zero. I croati sono partiti col piede giusto, imprimendo alla manovra grande intensità. Padroni di casa maggiormente intraprendenti in questa fase iniziale del gioco. Al nono arriva il primo giallo della partita, con Friesenbichler che finisce sul taccuino del direttore di gara. Al dodicesimo cross al centro per Serbesti, che con grande tempismo colpisce di testa e si rende pericolo. Il portiere avversario si fa trovare pronto e respinge. (aggiornamento jacopo d’antuono)

SI COMINCIA

Rijeka Austria Vienna sta per cominciare, eccovi alcuni numeri sulle due formazioni. I croati avanzano nella competizione con 6 gol realizzati alla media di 2 a partita, 4 le reti per gli austriaci a una media di 1,33 ad incontro. Il Rijeka ha concluso verso la porta degli avversari 27 volte, 9 a partita, lAustria Vienna viaggia a una media di 8 tiri a partita per 24 conclusioni complessive. 1277 i passaggi per lAustria Vienna, 1192 quelli effettuati invece dal Rijeka, gli austriaci ne hanno azzeccati 1104 ad una media dell86%, i croati 947 ad una media del 79%. I migliori marcatori del Rijeka sono Mario Gavranovic e Josip Elez con 2 gol a testa, nessun calciatore dellAustria Vienna ha realizzato più di 1 gol finora. Per Ismael Tajouri-Shradi dellAustria Vienna 5 tiri in porta finora, così come per Maxwell Acosty del Rijeka. Ha realizzato più passaggi per la formazione croato Filip Bradaric, 140 dei quali 124 riusciti per una media dell89%, per lAustria Vienna 187 passaggi per Raphael Holzhauser, 153 riusciti per una percentuale dell82%. (agg. di Fabio Belli)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Rijeka Austria Vienna non sarà trasmessa in diretta tv, ma per tutti gli abbonati alla televisione satellitare ci sarà la possibilità di assistere a Diretta Gol Europa League, che su Sky Super Calcio manda in onda i gol e le fasi salienti di tutte le partite in tempo reale. Un programma che si potrà seguire anche su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone, attivando la diretta streaming video con l’applicazione Sky Go.

L’ARBITRO

Rijeka Austria Vienna viene diretta, come già detto, dallarbitro danese Jakob Kehlet. Per lui seconda direzione stagionale nella fase a gironi di Europa League: il 14 settembre, prima giornata, aveva fischiato in Macedonia nella roboante vittoria dello Zenit San Pietroburgo sul campo del Vardar (5-0). In precedenza era stato impegnato in due partite dei turni preliminari: quello di Champions League tra Legia Varsavia e Astana, poi quello di Europa League tra Maritimo e Dinamo Kiev. La partita in Portogallo ha segnato il suo record stagionale per ammonizioni: otto, con anche unespulsione per somma di cartellini. Kehlet ovviamente è stato maggiormente arbitro di partite del campionato danese; si è trovato in due occasioni ad arbitrare la capolista, che a fine agosto era il Nordsjaelland (già avversario della Juventus in Champions League) e la scorsa domenica il Midtjylland, incrociato dal Napoli in Europa League. Le sue cifre stagionali parlano di 15 partite dirette con 56 ammonizioni (quasi 4 per partita, non tantissime), quattro espulsioni di cui solo una per rosso diretto e 6 calci di rigore fischiati. Lanno scorso aveva arbitrato la disfatta dellInter a San Siro, quando i nerazzurri nella prima giornata dei gironi di Europa League erano stati clamorosamente battuti dallHapoel Beer Sheva; tra lo scorso anno e questo 2017 è stato anche impegnato in tre partite delle qualificazioni al Mondiale, partite però minori. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DEL MATCH

Rijeka Austria Vienna sarà diretta dall’arbitro danese Jakob Kehlet; alle ore 19 di giovedì 2 novembre si gioca per il girone D di Europa League 2017-2018. Girone nel quale è compreso anche il Milan; il Rijeka, che ha sfiorato il colpaccio a San Siro, ha 3 punti in classifica e questa sera, sperando proprio nei rossoneri, potrebbe trovarsi al secondo posto scavalcando l’Aek Atene, arrivando dunque a essere padrone del proprio destino nelle ultime due partite. Quasi fuori l’Austria Vienna, fermo a un solo punto; tuttavia i biancoviola si rimetterebbero in corsa vincendo e con una contemporanea sconfitta dei greci, pur se dovrebbero ancora andare a giocare a San Siro contro un Milan che all’andata ha dominato in Austria. Una partita dunque che ha molto più peso per la squadra croata, che non la può sbagliare.

IL CONTESTO

Le sconfitte del Rijeka, maturate rispettivamente per 1-2 (Aek) e 2-3 (Milan), hanno comunque evidenziato la capacità della squadra croata di giocarsela fino all’ultimo: specialmente contro il Milan il Rijeka ha dato la sensazione di potersela giocare fino all’ultimo. Ora contro l’Austria Vienna arriva l’occasione per poter continuare a lottare per una qualificazione alla fase successiva che sarebbe comunque storica. L’Austria Vienna dal canto suo deve fare i conti con la brutta sconfitta casalinga contro il Milan nel turno d’esordio (5-1) e con un pareggio (2-2) contro l’Aek Atene fuori casa e la sconfitta patita contro i croati nel turno precedente. Gli austriaci hanno quindi un solo punto in classifica e devono fare i conti con il serio rischio di essere eliminati dalla fase a gironi della seconda competizione europea. Questa è infatti la partita decisiva per le sorti della qualificazione al prossimo turno.

PROBABILI FORMAZIONI RIJEKA AUSTRIA VIENNA

Per quanto riguarda le formazioni che scenderanno in campo, va detto che Fink dovrebbe schierare i suoi con il solito 4-1-4-1: l’unica punta sarà probabilmente Friesenbichler, anche se in caso di cambio d modulo e di passaggio al 4-4-2, dovrebbe esserci spazio dall’inizio anche per Monschein. L’Austria Vienna cercherà di fare sua la partita facendo densità in mezzo al campo, con la consapevolezza che per vincere questo match servirà molta fisicità. Il Rijeka vincendo all’andata in Austria ha interrotto un digiuno dalla vittoria che durava da ben sei partite. Il modulo scelto da Kek dovrebbe essere il solito 4-4-2 con Zuparic a guidare la difesa. In mediana ci sarà Acosty, con un passato nel campionato italiano, mentre la coppia di attaccanti sarà formata da Puljic e da Jelic. Gli austriaci giocheranno sicuramente un match a viso aperto perchè consci del fatto che solo un’altra vittoria contro gli austriaci può dar loro delle serie possibilità di qualificarsi alla fase successiva di questa Europa League.

QUOTE E PRONOSTICO

Andando a vedere i pronostici di questo match, va detto che i croati sembrano partono con i favori del pronostico. Basti pensare al fatto che la Snai paga una loro vittoria a 1,95 volte l’eventuale cifra giocata, mentre un successo dell’Austria Vienna viene pagato, sempre dalla Snai, 7,75 volte l’eventuale scommessa che si dovesse decidere di effettuare. Un pareggio, risultato che sicuramente servirebbe più al Rijeka che all’Austria Vienna, viene invece quotato a 4,50 volte qualsiasi cifra si dovesse decidere di scommettere.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori