Video/ Casertana Sambenedettese (3-1 dts): highlights e gol della partita (Coppa Italia Serie C)

- Marco Guido

Video Casertana Sambenedettese (risultato finale 1-3 dts): highlights e gol della partita valida per i sedicesimi della Coppa Italia Serie C 2017-2018.

Sambenedettese_Gelonese_gol_lapresse_2017
Diretta Sambenedettese Sudtirol (foto LaPresse)

La Casertana riesce ad accedere agli ottavi di finale dopo aver sconfitto per 3 a 1 dopo i tempi supplementari, una vittoria sofferta ottenuta in rimonta grazie soprattutto a Alfageme che subentrato nella ripresa ha segnato due gol che hanno vanificato il vantaggio iniziale firmato per gli ospiti da Di Pasquale. Inizia subito con un gol al primo affondo degli ospiti che passano in vantaggio al 9′ sulla punizione di Vallocchia che Di Pasquale è riuscito a schiacciare in rete con un imperioso colpo di testa. La reazione dei padroni di casa si fa un pò attendere ma arriva al 19′ quando è Carriero a sfondare in area di rigore da dove ha crossato alla perfezione per Padovan che da ottima posizione ha però sprecato tutto calciando ampiamente sopra la traversa. Al 29′ sono gli ospiti a provarci con Troianello il cui tentativo da distanza ravvicinata è stato bloccato con sicurezza dall’attento Benassi. Al 32′ bel tentativo di Colli che ha scoccato un potente destro al volo da fuori area uscito di non molto fuori dallo specchio. Al 34′ sugli sviluppi di un calcio d’angolo, la palla è arrivata nei pressi di Cigliano che ci ha provato con un tiro di sinistro di prima intenzione che la retroguardia ospite è riuscito a deviare in corner. Al 42′ bel contropiede degli ospiti ottimamente gestito da Vallocchia che ha servito a Sorrentino la possibilità di raddoppiare ma il numero 9 ha sprecato tutto calciando fuori da distanza ravvicinata. Senza ulteriori minuti di recupero, si è così concluso il primo tempo sul punteggio di 0 a 1, decide la rete di Di Pasquale.

IL SECONDO TEMPO 

La ripresa si è aperta senza sostituzioni, i due allenatori hanno pertanto deciso di dar fiducia ai ventidue protagonisti che hanno dato vita ai primi quarantacinque minuti. Al 51′ sono subito gli ospiti a sfiorare il raddoppio con una potente conclusione tentata da Bove dal limite dell’area che Benassi è riuscito a bloccare con qualche difficoltà in due tempi evitando anche il tentativo di tap-in di Vallocchia. Al 54′ primo cambio per mister D’Angelo che inserisce Alfageme al posto di Forte. Al 64′ altri cambio, uno per parte con Mattia che ha preso il posto di Ceka per gli ospiti, mentre Tripicchio ha rilevato Padova per i campani. Al 65′ è arrivato un pò a sorpresa il pareggio, nato da un diagonale tentato da posizione defilata che pareva tutt’altro che impredibile, Pegorin però ha commesso una clamorosa papera facendosi sfuggire il pallone che si è infilato docilmente in rete. Al 68′ altro sostituzione per la Casertana che getta nella mischia Ferrara al posto di Donnarumma. Dopo questa sostituzione in sostanza non è successo più nulla fino al triplice fischio finale dato che entrambe le squadre si sono accontentate in attesa degli inevitabili supplementari. L’extra time si apre con l’immediato vantaggio della Casertana che arriva già al 92′ ancora con Alfageme che servito da uno stupendo filtrante di Tripicchio, ha superato Pegorin con un preciso tiro di sinistro. Non passano nemmeno otto minuti e al 100′ arriva anche il terzo gol che nasce da un contropiede ottimamente gestito dallo scatenato Alfageme che ha servito a Cigliano la possibilità di segnare da distanza ravvicinata. Al 103′ il tecnico degli ospiti Ezio Capuano viene allontanato dal terreno di gioco per evidenti proteste. La stanchezza prende il sopravvento e nel secondo tempo supplementare al 113′ l’arbitro è costretto ad estrarre altri due cartellini rossi che sventola questa volta a Patti e al grande protagonista di serata Alfageme che hanno dato vita ad un accenno di rissa.  La Casertana grazie soprattutto a Alfageme e all’errore di Pegorin, riesce a conquistare gli ottavi di finale di Coppa Italia di Serie C grazie a questa vittoria ottenuta dopo 120 minuti molto lottati ed equilibrati che l’attaccante subentrato nella ripresa ha radicalmente stravolto.







© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori