VIDEO / Genoa Roma (1-1): highlights e gol. Il commento di Ballardini (Serie A 14^ giornata)

- Francesco Davide Zaza

Video Genoa Roma (risultato finale 1-1): gli highlights e i gol della partita che si è giocata domenica 26 novembre per la quattordicesima giornata del campionato di Serie A

radja_nainggolan_asroma_lapresse_2017
Nainggolan, Lapresse

Il pareggio scaturito da Genoa Roma logicamente fa più piacere ai padroni di casa, che raccolgono il secondo punto stagionale in casa, fermano una big del nostro campionato e agganciano la Spal. Di sicuro sta cominciando bene il nuovo corso di Davide Ballardini, dal momento che il tecnico arrivato al Genoa dopo la sosta ha raccolto una vittoria e un pareggio nelle sue prime due partite. Ecco dunque lanalisi del match da parte dello stesso Ballardini nel corso della tradizionale conferenza stampa post-partita: Ci abbiamo messo tutto, cuore, testa e ordine, ma possiamo anche fare meglio. Potremmo essere più aggressivi in fase difensiva e giocare con più personalità in quella offensiva. Allenatore perfezionista, ma non mancano i complimenti ai suoi ragazzi e in particolare a Gianluca Lapadula, che finalmente si è sbloccato: Abbiamo creato quattro o cinque palle gol contro un avversario straordinario dal punto di vista fisico e tecnico come la Roma. Lapadula in ogni partita crea qualcosa di importante, vive per fare male in senso sportivo allavversario. Siamo tutti contenti per il suo gol, anche se naturalmente ci aspettiamo ancora di più. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

GENOA ROMA (1-1), VIDEO HIGHLIGHTS

LA DEDICA DI LAPADULA

Il protagonista rossoblù di Genoa Roma è stato senza dubbio Gianluca Lapadula, che ha subito la manata di Daniele De Rossi che ha portato allespulsione del centrocampista giallorosso e al calcio di rigore poi trasformato dallo stesso Lapadula. Per lattaccante arrivato in estate al Genoa è il primo gol con la nuova maglia, perché i primi mesi in Liguria sono stati resi complicati da ben due infortuni. Proprio per questo motivo è però ancora più significativa la dedica di Lapadula, che dopo il primo gol stagionale ha voluto ricordare lex allenatore rossoblù: Dedicato a Juric e al suo staff, lallenatore mi ha voluto fortemente, cè stato un ottimo rapporto e mi dispiace che sia andato via. Un bel gesto, perché certamente non capita spesso che un giocatore dedichi un gol a un ex allenatore con il quale ha lavorato pochi mesi senza segnare nessun gol. La riconoscenza dunque esiste anche nel mondo del calcio, ma naturalmente non cè polemica verso il nuovo allenatore, perché Lapadula ha aggiunto anche: Ballardini sta lavorando molto bene. Quattro punti in due partite, sullottimo inizio del nuovo tecnico non ci sono dubbi. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

PARLA DI FRANCESCO

Genoa Roma frena la corsa della Roma, che torna da Marassi con un pareggio (1-1). Nellanalisi dellallenatore giallorosso Eusebio Di Francesco al termine della partita cè inevitabilmente in primo piano il commento allepisodio decisivo, la manata di De Rossi a Lapadula che ha portato al rigore del pareggio del Genoa e allespulsione del centrocampista: “Quella di De Rossi è stata una grande ingenuità, lui è il primo a saperlo perché non è un ragazzino. Non ci ho ancora parlato, ma sicuramente è dispiaciuto: ne usciamo tutti sconfitti, non solo lui. Il rigore c’è, con la Var non si scappa, anche se l’arbitraggio secondo me ha concesso un po’ troppo: un solo ammonito loro, tanti nostri. Le squadre che giocano a calcio vanno un filo tutelate. Non dobbiamo farci male da soli: siamo una squadra che sta crescendo, specialmente in consapevolezza, e questa volta abbiamo perso due punti più che averne guadagnato uno, anche se della prestazione sono contento e anche se venire a Genova a vincere non è mai facile”. Di Francesco dunque analizza poi più nel dettaglio la prestazione complessiva della sua Roma, di certo non eccezionale: “Il Genoa ci concedeva poca profondità, noi con calma e continuità attaccavamo senza concedere nulla a loro. Nel finale nonostante l’inferiorità numerica ho cercato fortemente la vittoria, ma non ci siamo riusciti, anche se l’avremmo meritata: anche nelle difficoltà riusciamo a mantenere la nostra identità. Non è gravissimo, il campionato è lungo. E alla fine vince chi sbaglia meno, non chi non sbaglia proprio. Infine, a chi chiede quanto manchino i gol di Dzeko alla Roma, la risposta è la seguente: Anche oggi si è messo a disposizione della squadra, compresa quella in cui abbiamo fatto gol. Sono sereno su Edin, tornerà anche a fare gol perché ce lha nel sangue”. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

VIDEO GENOA ROMA (1-1)

Il Genoa ferma sull1-1 la Roma al Ferraris nella quattordicesima giornata del campionato di Serie A.  A inizio ripresa Stephan El Shaarawy porta in vantaggio gli ospiti ma poi una follia di De Rossi regala al Genoa un rigore e la superiorità numerica. Dal dischetto Gianluca Lapadula non sbaglia. Nel prossimo turno di Serie A Roma Spal e Verona Genoa, intanto arriva un punto prezioso per il Grifone nella corsa verso la salvezza mentre i giallorossi, cui viene spezzata la striscia di vittorie esterne in Serie A, perde un po’ di contatto dalla capolista Napoli.

SINTESI PRIMO TEMPO

Ballardini schiera il Genoa con il 3-5-2. Tra i pali Perin, in difesa Izzo, Spolli e Zukanovic. A centrocampo da destra verso sinistra Rosi, Bertolacci, Veloso, Rigoni e Laxalt. In attacco Taarabt e Pandev. La Roma risponde con il 4-3-3. In porta Alisson, in difesa Florenzi, Fazio, Juan Jesus e Kolarov. In mediana Nainggolan, De Rossi e Strootman mentre in zona offensiva spazio a El Shaarawy, Dzeko e Perotti. Arbitro dellincontro il signor Giacomelli, iscritto alla sezione AIA di Trieste. L’ex Aleandro Rosi prova subito a spingere sulla fascia destra. Si propone in avanti anche Izzo, la Roma ributta palla nella metà campo genoana. Roma pericolosa. Cross velenosissimo di Kolarov, pallone sfiorato da Dzeko e Fazio. Difesa del Genoa su calcio piazzato da rivedere. La squadra giallorossa prova a mantenere il possesso del pallone mentre i rossoblù arretrano proponendo comunque un buon pressing. Lancio lungo di Juan Jesus per lo scatto in area di rigore di Strootman. Esce dai suoi pali Mattia Perin e blocca facilmente la sfera. Al 14esimo minuto Izzo salva i compagni. El Shaarawy dalla destra ubriaca di finte Spolli e Zukanovic, riesce a calciare ma trova una deviazione. La palla sfila verso il dischetto dove Dzeko conclude a botta sicura. Izzo lo mura in maniera efficace. Risponde il Genoa. Laxalt dalla sinistra ottiene il fondo e crossa sul secondo palo. Rigoni si coordina trovando lo specchio. Poca potenza, Alisson può bloccare.  Si fa notare intanto Nainggolan. Il belga tira dal limite con poca convinzione. Blocca Perin. La Roma dispiega spesso la proprioa manovra sulle fasce. Florenzi e Kolarov buttano in area diversi cross senza riuscire a trovare le punte. I difensori del Genoa sulle palle alte dominano. Per quanto riguarda la fase di possesso la squadra di Ballardini si comporta bene. Izzo si propone spesso in avanti, aiutando il giro palla piuttosto avvolgente. Altro pallone spiovente in area di rigore del Genoa, un tocco di Perotti stava per mandare in porta Dzeko ma è ancora precisa l’uscita alta di Mattia Perin. La Roma non può sottovalutare il Genoa. Buona giocata sulla destra di Adel Taarabt che elude la marcatura di Juan Jesus con una serie di finte, serve all’indietro la sfera per Izzo ma il suo traversone viene allontanato da Florenzi. Risposta giallorossa. Conclusione dal limite dell’area di rigore di Nainggolan, imprime poca potenza nel destro e pallone che termina tranquillamente tra la braccia di Perin. Ennesimo strappo centrale di Kolarov, il serbo serve al limite Nainggolan che finta e calcia con il mancino trovando però il muro della difesa di casa. Poco dopo Miguel Veloso prova ad aprire sulla sinistra per Adel Taarabt, pallone troppo lungo per l’ex Milan e rimessa dal fondo in favore della Roma. Al 37esimo i capitolini si rendono pericolosi. El Shaarawy crossa per Dzeko che ci arriva a fatica di testa non riuscendo a trovare la porta, Perotti dall’altra parte crossa ancora ma stavolta il bosniaco non può proprio arrivarci. Nel finale si scaldano gli animi. Fazio stecca Laxalt e si arrabbia con l’arbitro accusando l’ex interista. In verità l’ammonizione che riceve è sacrosanta.

SINTESI SECONDO TEMPO

Nessuna sostituzione effettuata dai due allenatori durante l’intervallo. Subito un’ammonizione. Terzo cartellino giallo stagionale per Nainggolan. Il belga viene sanzionato dopo un brutto fallo su Bertolacci. Il primo squillo del secondo tempo è di Pandev. Il macedone sfrutta la torre di Laxalt in area, fa scorrere palla, inganna Fazio, si gira e calcia. Il tiro non è però troppo angolato e Alisson può bloccare. Rispondono i giallorossi. Traversone di Daniele De Rossi per la testa di Edin Dzeko, non riesce a colpire il bosniaco marcato bene dall’argentino Nicolas Spolli. Troppo lenta la manovra della Roma, la squadra di Eusebio Di Francesco stenta a trovare spazi nella fitta retroguardia del Genoa. Al 52esimo Juan Jesus salva gli ospiti. Taarabt sfrutta l’indecisione di Fazio e scatta in porta. Il brasiliano scatta e lavorando bene con il corpo riesce a recuperare palla. Di Francesco prova a cambiare qualcosa: richiamato in panchina Perotti, entra Defrel. Al 59esimo la sblocca la Roma. Solo gol belli in questa stagione per El Shaarawy. Il 92 giallorosso raccoglie un lungo cross dalla destra e anticipando Izzo calcia di controbalzo al volo tenendo la palla bassa ma angolandola benissimo verso sinistra. Perin si allunga ma non ci arriva. Ospiti in vantaggio. Ballardini corre ai ripari inserendo Lapadula al posto di Pandev. Kolarov ci prova da calcio di punizione, Perin si supera. Al 69esimo De Rossi perde la testa. Sugli sviluppi di un calcio piazzato il capitano della Roma tira una sberla a Lapadula. Arbitro al VAR: espulsione e rigore per il Genoa. Dal dischetto si presenta lo stesso Lapadula che senza pensarci troppo calcia con forza e insacca. Roma nervosa. Juan Jesus stecca Lapadula e si guadagna un cartellino giallo. Anche Taarabt decide di gettare benzina sul fuoco ostacolando la battuta di un calcio di punizione di Strootman. Ammonito il marocchino.  Prova a sfondare in area di rigore Stephan El Shaarawy, stavolta l’attaccante della Roma viene bloccato dall’intervento di Spolli. Ci prova anche Dzeko. Il suo destro termina però alto sopra la porta di Perin. Di Francesco prova a sistemare la sua squadra. Secondo cambio per la Roma, dentro Gonalons al posto di Stephan El Shaarawy. Nuovo traversone pericoloso di Laxalt dalle parti di Lapadula, l’attaccante ex Milan però viene anticipato dall’intervento aereo di Fazio. All’84esimo la Roma sfiora il gol del nuovo vantaggio. Suggerimento di Kolarov dalla sinistra per l’inserimento di Strootman che di prima colpisce la traversa. Entra intanto Omeonga per Taarabt. Di Francesco invece rischia il tutto per tutto: Nainggolan fuori, Schick dentro. Squadra spezzata in due. All’88esimo Lapadula sfiora la doppietta. Grande occasione per il Genoa, parte sul filo del fuorigioco Lapadula ma il suo mancino termina di pochissimo a lato rispetto alla porta di Alisson. Nei minuti di recupero la Roma conquista qualche calcio di punizione sulle fasce. Su uno di questi Kolarov crossa lungo trovando Defrel sul secondo palo che in spaccata mette in mezzo cercando Schick. Perin con coraggio blocca la sfera e guadagna un fallo. Nel finale di gara entra pure Cofie al posto di Veloso.

GENOA ROMA, VIDEO GOL E HIGHLIGHTS DELLA PARTITA



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori