Video/ Juventus Torino Primavera (5-7 dcr): highlights e gol della partita (Coppa Italia)

- Stefano Belli

Video Juventus Torino (risultato finale 5-7 dcr): highlights e gol della partita valida per gli ottavi di finale della Coppa italia Primavera. Il granata passano il turno. 

cucchietti_torino_primavera_lapresse_2017
Diretta Fiorentina Torino Primavera (LaPresse)

Il Derby della Mole regala emozioni anche nei settori giovanili, non ha fatto eccezione la stracittadina piemontese che si è disputata al centro sportivo di Vinovo tra Juventus e Torino che si sono contese un posto nei quarti di Primavera Tim Cup: ci sono voluti i calci di rigore ma alla fine sono stati i granata ad avere la meglio per 7 a 5. Inizio gara a dir poco scoppiettante con i ragazzi di Coppitelli che hanno subito sfiorato il gol con Bianchi, sul capovolgimento di fronte successivo i bianconeri invece non sbagliano e si portano in vantaggio con la conclusione vincente di Montaperto. Gli ospiti pareggiano immediatamente i conti con Butic, dopodiché i padroni di casa sbagliano un calcio di rigore con Olivieri che si fa ipnotizzare da Zanellati. Stavolta è l’undici di Dal Canto a essere punito dagli avversari, questa volta Bianchi fa centro e completa la rimonta del Toro, vanificata però dalla doppietta di Montaperto che a dodici minuti dall’intervallo ristabilisce la parità. Nella ripresa i ritmi calano, la stanchezza affiora e a salire in cattedra è il portiere bianconero Loria che si supera negando il gol a Koné e D’Alena, mentre a fermare Millico ci pensa la traversa con il salvataggio sulla linea di Touré che dice di no a Celeghin. I supplementari si riveleranno solamente un viatico per la lotteria dei rigori dove risulterà fatale l’errore dagli undici metri di Montaperto, proprio l’autore della doppietta farà perdere la sfida ai suoi, con i granata che invece vanno a segno con tutti i cinque rigoristi.

LE DICHIARAZIONI

Al termine della contesa l’autore dell’ultimo rigore, Flavio Bianchi, ha parlato ai microfoni di Sportitalia: “Passiamo con merito, abbiamo giocato molto bene per tutti i 120 minuti. Non sono un eroe, è stata una grande prestazione di squadra che ci ha consentito di qualificarci, sono comunque contento di aver segnato il mio primo gol in un derby. Sono andato sul dischetto pensando solamente a metterla dentro, poi l’ho fatto ed è questo quello che conta”. Le parole del tecnico del Torino Primavera, Federico Coppitelli, ai microfoni di Sportitalia: “Penso che al di là di come si sia sviluppato il match è stato un successo meritato, siamo venuti a Vinovo per due volte e in entrambe le occasioni ci siamo disimpegnati piuttosto bene. Nel primo tempo abbiamo pagato gli impegni ravvicinati negli ultimi giorni, ho visto i ragazzi poco reattivi soprattutto sui gol subiti. Ma alla distanza penso che siamo stati superiori ed è giusto che ad andare avanti sia il Toro. Anche sabato a Milano eravamo consapevoli delle nostre qualità disputando una partita importante, oggi non ci siamo fatti intimorire dal blasone degli avversari concedendo poche occasioni ai bianconeri, credo che meritassimo la vittoria anche nei tempi regolamentari. Io seguo il mio percorso, quest’anno la Primavera è davvero una squadra B a tutti gli effetti e questa esperienza mi sta formando per il futuro. A fine stagione non so cosa accadrà, per adesso penso solamente a fare bene nel contesto che attualmente mi riguarda”.

Le dichiarazioni dell’allenatore della Juventus Primavera, Alessandro Dal Canto: “Siamo partiti bene come al solito, purtroppo abbiamo regalato il pari al Torino e sbagliato il rigore del 2 a 1, in ogni caso siamo riusciti a rimetterci in carreggiata. Nella ripresa ha regnato l’equilibrio al di là delle fiammate di Millico, siamo calati molto fisicamente, quello lo riconosco. Giocare così tante partite in pochi giorni è molto dispendioso dal punto di vista fisico e mentale, oltre a impedirci di svolgere allenamenti regolari durante la settimana. Dispiace andare fuori dalla Coppa ai rigori ma queste sono le regole e vanno accettate. In generale abbiamo sbagliato troppo tecnicamente, dovevamo sfruttare meglio le chance in campo aperto, la frenesia ci ha decisamente frenato ma essendo giovani ci sta che possano sbagliare, per loro è tutta esperienza per il futuro”.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori