Video/ Cagliari Verona (2-1): highlights e gol della partita (Serie A 12^ giornata)

- Marco Guido

Video Cagliari Verona (risultato finale 2-1): gli highlights e i gol, le fasi salienti della partita che si è giocata domenica 5 novembre per la dodicesima giornata della Serie A

Diego_Lopez_Lazio_Cagliari_lapresse_2017
Video Cagliari Bologna (LaPresse)

Il Cagliari riesce ad avere la meglio del Verona che è riuscito a sconfiggere per 2 a 1 grazie al gol decisivo realizzato da Faragò all’85’. A passare in vantaggio erano stati gli ospiti al 6′ grazie ad un bel colpo di testa di Zuculini che però dopo un calcio di rigore fallito da Cigarini era riuscito a riequilibrare il punteggio prima della fine del primo tempo grazie alla fortunosa rete di Ceppitelli. La gara inizia con il gol dell’Hellas Verona che riesce a sbloccare il risultato al 6′ grazie a Zuculini che ha insaccato con un bellissimo colpo di testa sul perfetto cross di Cerci dalla destra nato dagli sviluppi di un calcio d’angolo. La reazione dei padroni di casa è immediata, all’8′ bel cross dalla sinistra di Padoin per Pavoletti il cui potente colpo di testa è stato miracolosamente respinto dall’estremo difensore ospite. All’11’ Sau si è presentato in area di rigore a tu per tu con Caracciolo che ha steso il numero 25 dopo una finta dell’attaccante ed ha costretto il direttore di rigore a decretare un calcio di rigore in favore del Cagliari. Dal dischetto non si è presentato lo stesso centravanti che aveva fallito una massima punizione nell’ultima sfida interna contro il Benevento ma bensì Cigarini che si è fatto parare il tiro angolato verso la sinistra dello strepitoso Nicolas che è riuscito a deviare in calcio d’angolo il tentativo del centrocampista. I sardi non si arrendono e continuano ad attaccare e al 16′ è ancora lo scatenato Sau a provarci con una potente conclusione scagliata dal limite dell’area che il portiere scaligero ha bloccato con sicurezza. Al 22′ però sono i veneti ad affacciarsi in avanti con Cerci che ha servito in profondità Pazzini che però è stato fermato proprio un attimo prima di calciare dalla pronta uscita del reattivo Rafael. Al 27′ ancora sardi in avanti con Faragò che ha effettuato un cross dalla destra he, dopo un rimpallo tra Sau e Caracciolo è finito tra i piedi di Pavoletti che ha calciato a colpo sicuro dal limite dell’area piccola ma ancora una volta Nicolas si è superato deviando la conclusione dell’attaccante in corner. Proprio sul seguente calcio d’angolo i padroni di casa sono finalmente riusciti a riequilibrare il risultato grazie ad una fortuita deviazione col ginocchio di Ceppitelli che si è infilata imparabilmente vicino al secondo palo facendo esplodere di gioia il pubblico. Al 38′ è sempre Sau a provarci scattando alla perfezione sul filo del fuorigioco su un rilancio dalla difesa, l’attaccante ha potuto cosi calciare al volo da posizione defilata ma la sua potente conclusione è stata per l’ennesima volta messa in calcio d’angolo dall’insuperabile Nicolas. Prima della conclusione della prima frazione di gioco, su una punizione molto contestata dai padroni di casa, Cerci ha calciato dalla destra trovando al centro dell’area di rigore Caracciolo che ha colpito di testa mettendo però fuori da posizione ravvicinata. Si è così chiuso il primo tempo sul punteggio di 1 a 1, un risultato che sta sicuramente stretto ai sardi che hanno creao tantissimo sprecando anche un calcio di rigore con Cigarini.

IL SECONDO TEMPO

Il secondo tempo si è aperto senza sostituzioni, i due allenatori hanno pertanto deciso di dar fiducia ai ventidue protagonisti che hanno dato vita ai primi quarantacinque minuti di gioco. Al 55′ però mister Pecchia decide di effettuare un cambio inserendo Valoti al posto di Caceres ed abbassando Romulo sulla linea difensiva. Al 56′ gol annullato a Pazzini per un fuorigioco fischiato a Fares che lanciato proprio da Romulo aveva messo al centro alla perfezione per il centravanti che aveva insaccato ma a gioco ormai fermo. Al 59′ sono però i padroni di casa a riaffacciarsi con Pavoletti che ha tentato una potente conclusione che centrale è stata bloccata con sicurezza da Nicolas. Al 62′ ancora Cagliari con Barella che ha tentato una bellissima azione personale conclusa con l’appoggio in area di rigore a Pavoletti che ha ottima posizione ha però calciato debolmente permettendo all’estremo difensore ospite di bloccare a terra senza eccessivi problemi. Al 64′ cambio deciso anche da mister Lopez che ha mandato sul terreno di gioco Joao Pedro al posto dello stanco Sau. Al 68′ proprio il neo-entrato brasiliano ci ha provato da fuori area con una potente conclusione che Nicolas ha bloccato con la solita sicurezza. Al 69′ secondo cambio per gli ospiti che hanno mandato in campo Verde al posto di Cerci. Al 71′ bella discesa di Faragò sulla destra che ha poi effettuato un cross per Pavoletti che ci ha provato con un colpo di testa in tuffo che è terminato fuori dallo specchio. Al 75′ bella azione del Cagliari di orchestrata da Faragò che ha servito al centro Pavoletti che ha appoggiato all’indietro per Joao Pedro che però ha fatto partire un tiro che debole e centrale è stato preda del portiere scaligero. Al 82′ ci ha poi provato anche Cigarini direttamente da calcio di punizione che però è finito di poco sopra la traversa. All’83’ ultimo cambio per mister Pecchia che si copre inserendo Zaccagni al posto di Pazzini. All’85’ arriva però l’episodio che ha deciso l’incontro: sulla sponda aerea di Pavoletti, Souprayen si addormenta facendosi strappare il pallone dai piedi dallo scatenato Faragò che appena entrato in area di rigore non ci ha pensato su facendo partire un imprendibile diagonale che si è insaccato dopo aver colpito la parte interna del palo lontano. All’87’ mister Lopez decide di effettuare l’ultimo cambio a disposizione mandando sul terreno di gioco le energie fresche di Dessena che ha preso il posto dell’esausto Cigarini. Il Verona nel finale ci prova con la forza della disperazione e gli uomini di Pecchia riescono a sfiorare il gol al 90′ quando sulla sponda di testa di Fares, Caracciolo ha tentato una girata di sinistro che è uscito di non molto fuori. Prima della conclusione c’è ancora il tempo per un’ultima clamorosa occasione, proprio al 95′ che capita tra i piedi di Farias che, scattato alla perfezione sul filo del fuorigioco, si è presentato tutto solo davanti a Nicolas che è riuscito con un prodigioso tuffo a bloccare il tentativo di passaggio del brasiliano che aveva cercato l’accorrente Pavoletti. Dopo cinque minuti di recupero è finita questa partita sul punteggio di 2 a 1, una gara decisa nel finale dal gran gol di Faragò che ha anche approfittato di una grave disattenzione di Souprayen che ha regalato tre preziosi punti ai sardi che riescono così ad allontanarsi dalla zona retrocessione dove invece resta a quota sei punti il Verona.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori