Video/ Juventus Benevento (2-1): highlights e gol. La magia di Ciciretti su punizione (Serie A 12^ giornata)

- Stefano Belli

Video Juventus Benevento (risultato finale 2-1): gli highlights e i gol, le fasi salienti della partita che si è giocata domenica 5 novembre per la dodicesima giornata della Serie A

allegri_juventus_sostituzione_lapresse_2017
Pronostici Champions league (LaPresse)

Una delle grandi azioni della partita andata in scena nella 12^ giornata del Campionato di Serie A tra Juventus  Benevento, è stata ovviante il gol su punizione firmato dal giallorosso Amato Ciciretti al 19′ del primo tempo. Proprio il bomber degli stregoni è stato il primo a sbloccare il tabellone iniziale,  portando i suoi in vantaggio fino al 57, quando la rete di Higuian ha pareggiato i conti, regalando, anche se per poco, il sogno di una vittoria sulla carta, impossibile. La rete, come si vede sul video, è un colpo da maestro: Ciciretti supera la barriera e beffa il portiere bianconero Szczseny, che rimane imbambolato a guardare la sfera che buca lo specchio alla sua destra. Il gol si è rivelato davvero un incubo per i fan della vecchia Signora, che comunque, dopo aver sofferto, si consolati con la vittoria finale, raccolta però solo nel secondo tempo. Al termine della partita lo stesso numero 10 del Beneveto ha raccontato: Una grande soddisfazione, siamo andati in vantaggio, abbiamo tenuto. Stiamo facendo un’impresa, dobbiamo tenere anche nella ripresa”.  (agg Michela Colombo) CLICCA QUI PER IL VIDEO CON IL GOL DI CICIRETTI (da video,sky)

CUADRADO: COMPLIMENTI AGLI AVVERSARI

Uno dei grandi protagonisti in campo ieri per il match di Serie A tra Juventus e Benevento è stato ovviamente Cuadrado, autore del gol del 2-1 che ha poi concesso alla Vecchia Signora una nuova vittoria nella stagione 2017-2018. Al termine della partita il bianconero si è fermato per rispondere alle domande della redazione sportiva di Sky: il Benevento? loro sono venuti qui a fare una bella partita e non hanno niente da perdere. Penso che siamo doverosi i complimenti perché hanno giocato veramente bene e ci hanno messi in difficoltà. Penso che comunque alla fine la cosa più improntate è quella di aver fatto risultato e che ci avvicina ai primi posti della classifica. Io? sono molto tranquillo, abbiamo avuto tantissime possibilità anche se non le abbiamo concretizzate: il loro portiere ha fatto delle belle parate e i difensori erano lì pronti. Era una partita difficile ma alla fine abbiamo sbloccato il risultato. Dobbiamo però ancora lavorare molto”. (agg Michela Colombo) CLICCA QUI PER IL VIDEO CON LE PAROLE DI CUADRADO (a video sky)

DE ZERBI: PASSO IN AVANTI

Nonostante lennesima debacle subita contro la Juventus, in casa Benevento, al termine della 12^ giornata del Campionato di Serie A cè un certo ottimismo vista la bella prova messa in campo allAllianz Stadium domenica scorsa. A dirlo è lo stesso tecnico degli stregoni Roberto De Zerbi, che dopo il triplice fischio finale ha analizzato la prova dei suoi ai microfoni di Sky Sport: calcolando chi eravamo prima, questo è già un passo in avanti: questo però deve anche essere  la normalità dellatteggiamento con cui si affrontano le partite. Si può far punti con tutti. Certamente non possiamo fare un paragone visto il divario che cè tra noi e la Juventus o con le altre squadre. ma noi dobbiamo abituarci a dare sempre questo. (agg Michela Colombo) CLICCA QUI PER IL VIDEO CON LE PAROLE DI DE ZERBI (da video.sky)

ALLEGRI: BRAVI  A RIMANERE LUCIDI

La 12^ giornata del Campionato di Serie A1 si è risolta con una vittoria in rimonta della Juventus contro il Benevento, fissata sul tabellone per 2-1. Non una prestazione impeccabile quindi da parte della vecchia Signora, che nella prima frazione di gioco è stata a lungo in svantaggio contro al squadra fanalino di coda della classifica. E quindi un giudizio solo un parte positivo quello del tecnico bianconero Massimiliano Allegri in conferenza stampa del post match, che ha comunque lodato la freddezza dei suoi dopo la rete del giallorosso Ciciretti: nel calcio succede anche questo: lasci una punizione e prendi gol e poi tante le occasioni le sbagli e perdi di lucidità. I ragazzi sono stati comunque bravi ad attendere il momento giusto e a continuare a giocare per sfruttare le occasioni che sono riusciti a creare nel secondo tempo”. (agg Michela Colombo)

 

LE STATISTICHE

Dalle statistiche emerge come il 2 a 1 in favore della Juventus sia un risultato assolutamente bugiardo, nel senso che al netto del gioco creato e delle azioni offensive costruite i bianconeri potevano vincere con uno scarto decisamente più ampio nei confronti del Benevento. Gli uomini di Allegri vantano infatti un 68% di possesso palla, 20 tiri totali di cui 12 in porta, 2 traverse colpite da Douglas Costa, addirittura 21 le occasioni da gol che ha avuto a disposizione la Vecchia Signora, 8 calci d’angolo battuti e 16 attacchi per vie centrali. Con appena il 32% di possesso palla, una sola conclusione nello specchio e 2 corner il Benevento ha saputo mettere in difficoltà i campioni d’Italia con il risultato che è rimasto in bilico fino al triplice fischio dell’arbitro Abisso nonostante la netta supremazia territoriale dei padroni di casa. Da sottolineare anche la grande prestazione di Brignoli che con 7 parate di cui 3 decisive ha tenuto a galla i suoi negando la goleada alla Juventus. Nelle prime 12 giornate di campionato la Juventus ha raccolto 31 punti, uno in più dello scorso anno ma allora i bianconeri erano saldamente al comando della classifica mentre adesso si trovano al secondo posto (dopo aver scavalcato l’Inter fermata in casa dal Torino) con un solo punto di ritardo nei confronti del Napoli che ha rallentato la sua micidiale corsa pareggiando 0-0 contro il Chievo. Record negativo per il Benevento che rimane a quota zero quando ormai siamo giunti alla dodicesima giornata di campionato, nessuno in Europa negli ultimi 80 anni ha fatto così male come il club sannita che si conferma inoltre il peggior attacco e la peggior difesa della Serie A con una differenza reti di -26, mentre la Juventus con 35 reti si conferma il miglior attacco staccando il Napoli rimasto a bocca asciutta in termini di gol nella gara del Bentegodi.

LE DICHIARAZIONI

Al termine della gara è intervenuto ai microfoni di Sky Sport Juan Cuadrado: “Il mister ci aveva avvertito che questa partita poteva nascondere delle insidie, il Benevento non aveva nulla da perdere e ha giocato bene mettendoci in difficoltà, però penso che alla fine la cosa importante è aver fatto risultato ed esserci avvicinati alla vetta. Anche sullo 0-1 non abbiamo mai perso la calma e senza farci prendere dal panico siamo poi riusciti a segnare, purtroppo nel primo tempo non abbiamo concretizzato le tante occasioni create grazie agli interventi di Brignoli, alla distanza siamo riusciti a emergere. Dobbiamo essere più umili, lavorare duro a ogni allenamento e arrivare agli scontri diretti nel migliore dei modi”.

Le parole di Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, ai microfoni di Sky Sport: “Nel secondo tempo non mi sono arrabbiato, solo che sul 2 a 1 ci siamo fermati concedendo altre occasioni al Benevento, inoltre abbiamo perso qualche pallone di troppo. Al di là di questo devo fare i complimenti ai ragazzi per la rimonta, sono stati bravi a rimanere lucidi anche sullo 0-1, con calma e gesso abbiamo prima pareggiato e poi messo la freccia. Abbiamo raggiunto l’obiettivo di avvicinarci al Napoli, era importante arrivare alla sosta con un risultato positivo a prescindere dal gioco e dalla prestazione. Ho dovuto togliere Dybala perché avevo bisogno di un centrocampista in più che palleggiasse nella linea mediana. Marchisio ha fatto una buona partita, non pensavo avesse una tenuta così buona nei novanta minuti visto che rientrava da un lungo periodo di inattività”.

Ai microfoni di Sky Sport è intervenuto anche il tecnico del Benevento, Roberto De Zerbi: “Calcolando le premesse da cui partivamo direi che questa gara, al netto del risultato, è comunque un passo in avanti importante, dobbiamo avere questo atteggiamento propositivo anche nelle prossime gara. Abbiamo dimostrato di poter fare punti con tutti, ovviamente visto l’enorme divario che in classifica non è possibile fare paragoni con la Juventus e le altre grandi del campionato, però in campo dobbiamo abituarci a dare il 100% a prescindere dall’avversario che abbiamo di fronte”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori