Probabili formazioni / Milan Verona: Montolivo vs Fossati. Quote, ultime novità live (Coppa Italia)

Probabili formazioni Milan Verona: le quote, le ultime novità live sugli schieramenti delle due squadre. A San Siro i rossoneri affrontano gli ottavi di finale della Coppa Italia

13.12.2017 - Claudio Franceschini
Milan_Bologna_gruppo_esultanza_lapresse_2017
Probabili formazioni Bologna Milan (LaPresse)

Quale potrebbe essere il duello in Milan Verona? Scorrendo le probabili formazioni della partita di Coppa Italia, lo individuiamo a centrocampo dove Marco Fossati potrebbe incrociare la strada di Riccardo Montolivo. Cresciuto nelle giovanili del Milan, Fossati per un paio di anni è stato anche nellInter, ma è tornato rossonero nel 2010 affermandosi come centrocampista di grande qualità. Per lui quattro prestiti in Serie B: Latina, Ascoli (dove è stato nominato miglior giovane del campionato), Bari e Perugia, prima di essere acquistato dal Cagliari, dove ha anche vinto il campionato cadetto. Lapprodo in Serie A però ha dovuto attendere questa stagione, perchè Fossati si è ritrovato ancora in B con il Verona; questanno Fabio Pecchia gli preferisce altri giocatori, e allora la Coppa Italia potrebbe essere la sua grande occasione. Montolivo ovviamente non ha bisogno di presentazioni: al Milan dal 2012, è uno dei grandi veterani della squadra ma ha perso la fascia di capitano a favore di Leonardo Bonucci. Spesso criticato per prestazioni non troppo allaltezza, ha subito due gravi infortuni che gli hanno fatto perdere colpi e tante partite, oltre che il Mondiale 2014 e lultimo Europeo; gira e rigira però, pur senza essere magari vistoso nelle giocate e nei colpi a sensazione, Montolivo garantisce rendimento e continuità e non è forse un caso che oggi tanti addetti ai lavori lo ritengono un giocatore insostituibile per il Milan attuale. In Nazionale – lo ha fatto esordire Roberto Donadoni – ha messo insieme 66 apparizioni con due gol – anche se lultimo risale allottobre 2012. (agg. d Claudio Franceschini)

GLI ASSENTI

Quali sono i calciatori assenti in Milan Verona? Fuori dalle probabili formazioni di questa partita cè sicuramente Matteo Bianchetti: il difensore scaligero questa stagione non lha mai iniziata, solo contro la Lazio (fine settembre) è stato portato in panchina ma per il resto non si è mai visto. Fabio Pecchia conta di averlo a disposizione con larrivo del 2018; curiosa invece la situazione dei fratelli Zuculini, che evidentemente non riescono a essere in campo insieme. Franco è tornato a inizio dicembre dopo la lunga riabilitazione per la rottura del crociato; dopo la partita di Genova si è invece fermato Bruno, a causa di un infortunio muscolare che gli ha fatto saltare la trasferta di Ferrara e anche questa partita di Coppa Italia. Nel Milan è squalificato Manuel Locatelli; come sappiamo Andrea Conti si è rotto il legamento crociato allinizio della stagione e corre per essere in campo in primavera, mentre appena prima della partita contro il Bologna Lucas Biglia si è procurato una distorsione alla caviglia, fermandosi ancora (in estate era stato vittima di un infortunio al bicipite femorale). Infine, non recupera Hakan Calhanoglu: nella conferenza stampa pre-Bologna Gennaro Gattuso ha lodato il turco per il modo in cui sta lavorando per rientrare, ma lex Bayer Leverkusen potrebbe essere costretto a saltare la prossima partita di campionato, curiosamente sempre contro il Verona anche se allo stadio Bentegodi. (agg. di Claudio Franceschini)

PAZZINI, IL GRANDE EX

Il grande ex in Milan Verona non può che essere Giampaolo Pazzini: terza stagione a Verona, lattaccante toscano cresciuto nellAtalanta era arrivato in rossonero nel 2012, a seguito di uno scambio con lex compagno nella Sampdoria Cassano. Nel Milan ha giocato tre anni: ha segnato 24 gol in 86 partite, ma già nel 2012 la rosa rossonera si era decisamente impoverita con gli addii dei senatori (tra cui Gennaro Gattuso) e le cessioni di Zlatan Ibrahimovic e Thiago Silva. Resta la soddisfazione di aver giocato ancora in Champions League e poco altro; Pazzini ha lasciato poco il segno a San Siro, ma va detto che nel suo primo anno ha segnato 15 gol in campionato – poi non è più riuscito a tenere lo stesso livello. Nel Verona di oggi (il toscano ha segnato 33 gol in 83 gare) gioca anche Alessio Cerci: quando il Milan lo ha preso in prestito dallAtletico Madrid sembrava un grande affare (era uno scambio con Fernando Torres) perchè nelle due stagioni precedenti il romano aveva incantato con il Torino. In rossonero però Cerci non si è ripetuto: in un anno ha segnato appena un gol in 33 partite, aprendo a prestazioni spesso e volentieri sotto il par. Nel gennaio 2016 è andato al Genoa dove ha leggermente risalito la corrente; oggi a Verona sta provando a rilanciarsi del tutto, questa sera Fabio Pecchia dovrebbe tenerlo in panchina. Tra gli altri ex, oltre a Gian Filippo Felicioli, segnaliamo anche Marco Fossati e Ferdinando Coppola che però nel Milan non ha mai esordito in partite ufficiali. (agg. di Claudio Franceschini)

IL RITORNO DI FELICIOLI

Andiamo alla scoperta dei possibili protagonisti nelle probabili formazioni di Milan Verona. Ovviamente non possiamo non parlare di Gian Filippo Felicioli, che potrebbe essere riproposto come terzino sinistro nella difesa scaligera: oggi il suo cartellino è ancora di proprietà del Milan. Gioca come laterale basso, ma sa anche fare lesterno alto a sinistra come a destra; tanta versatilità per un ragazzo che non ha ancora giocato in questo campionato, ma è stato schierato come titolare nel derby contro il Chievo nel quarto turno di Coppa Italia. Felicioli ha giocato tre stagioni nella Primavera del Milan: con Filippo Inzaghi ha vinto il Torneo di Viareggio ed è stato proprio lattuale allenatore del Venezia a lanciarlo in Serie A, facendolo esordire contro il Napoli nel maggio di due anni fa. Lanno scorso era in Serie B con lAscoli (21 presenze); lultimo anno di Primavera lo ha giocato insieme a Niccolò Zanellato, che in estate è stato promosso in prima squadra da Vincenzo Montella per aumentare la pattuglia dei centrocampisti. Questa sera il classe 98 (coetaneo di Locatelli e con un anno in più di Gigio Donnarumma, fa quasi impressione dirlo) potrebbe essere in campo come titolare; intanto ha già esordito in Europa League dove ha giocato da titolare sia contro lo Shkendija (ritorno del quarto turno preliminare) che contro il Rijeka, ultima gara della fase a gironi. Attende ancora la sua occasione in Serie A, ma per quella probabilmente ci vorrà più tempo. (agg. di Claudio Franceschini)

IN CAMPO ALLE 20:45

Milan Verona, alle ore 20:45 di mercoledì 13 dicembre, è uno degli ottavi di finale nella Coppa Italia 2017-2018. Esordio nella competizione per i rossoneri, che dopo aver battuto il Bologna in campionato sperano di essersi finalmente ripresi psicologicamente, e hanno ora loccasione di fare strada in un torneo che tengono a vincere, anche perchè lultimo trionfo è ormai lontano del tempo. Il Verona non decolla in Serie A, e ha sciupato due gol di vantaggio sul campo della Spal per quella che sarebbe stata una vittoria importantissima; nel quarto turno gli scaligeri hanno vinto ai rigori il derby contro il Chievo. Aspettando il calcio dinizio, vediamo quali sono dubbi e certezze dei due allenatori per la partita di San Siro, studiando in maniera più approfondita le probabili formazioni di Milan Verona.

QUOTE E PRONOSTICO

Milan ovviamente super favorito dai pronostici, come possiamo notare anche dalle quote fornite dallagenzia di scommesse Snai: il segno 1 per la vittoria interna dei rossoneri vale 1,33 mentre siamo già al valore di 5,00 sul pareggio, per il quale ovviamente dovrete giocare il segno X. Per la vittoria del Verona, identificata dal segno 2, il vostro eventuale guadagno sarebbe di 8,50 volte la somma che avrete deciso di mettere sul piatto per la partita di Coppa Italia.

PROBABILI FORMAZIONI MILAN VERONA

IL TURNOVER DI GATTUSO

Il Milan dovrebbe cambiare molto rispetto alla formazione tipo del campionato: a partire dal portiere, che potrebbe essere Storari, fino ad arrivare allattacco. Qui Gennaro Gattuso medita sulla possibilità delle due punte, come si era già visto contro il Bologna: nuovo passaggio al 3-5-2 con Cutrone e André Silva dal primo minuto, oppure la punta del settore giovanile affiancata a due esterni che, in quel caso, sarebbero ancora Suso e Bonaventura anche per mancanza di alternative. In difesa con lo schieramento a tre potrebbe rivedersi Paletta; insieme a lui Cristian Zapata e Alessio Romagnoli, che era squalificato domenica e dunque potrebbe tornare in campo oggi. A centrocampo i dubbi maggiori: Abate e Antonelli scalpitano per giocare come esterni, al centro invece possibile conferma per Montolivo con Zanellato e Kessie che potrebbero giocare ai suoi lati, anche perchè Locatelli è squalificato. Ancora fuori Calhanoglu, che lavora per recuperare in tempo per la prossima partita di campionato ma non è ancora sicurissimo di farcela.

LE SCELTE DI PECCHIA

Cambia ovviamente anche Fabio Pecchia, che potrebbe riproporre una formazione molto simile a quella del turno precedente. Quasi certamente in porta tornerà Silvestri, con una difesa nella quale Heurtaux sarà il centrale di riferimento al fianco di Souprayen, con Bearzotti (o il confermato Caceres) e Felicioli ad agire sulle corsie laterali. A centrocampo ci si dispone ancora con il 4-4-2: Romulo dovrebbe avere ancora una maglia da titolare a destra, dallaltra parte del campo a giocare potrebbe essere Fares. A formare la coppia centrale ecco la qualità di Fossati, anche lui (come Felicioli) cresciuto nel settore giovanile del Milan, e la concretezza di Franco Zuculini (il fratello Bruno dovrebbe essere ancora ai box). Davanti dovrebbe tornare titolare Pazzini, che ha perso quotazioni nelle gerarchie del suo allenatore; a completare il reparto offensivo la scelta è tra due giovani come Lee Seung-Woo e Moise Kean, ma non è da scartare lipotesi di Bessa come seconda punta, soluzione che si era già vista contro il Chievo.

PROBABILI FORMAZIONI MILAN VERONA: IL TABELLINO

MILAN (3-5-2): 30 Storari; 17 C. Zapata, 29 Paletta, 13 A. Romagnoli; 20 Abate, 79 Kessie, 18 Montolivo, 45 Zanellato, 31 Antonelli; 63 Cutrone, 9 André Silva

A disposizione: 99 G. Donnarumma, 90 An. Donnarumma, 2 Calabria, 22 Musacchio, 19 Bonucci, 15 Gustavo Gomez, 68 Ri. Rodriguez, 4 José Mauri, 11 Borini, 8 Suso, 7 Kalinic, 5 Bonaventura

Allenatore: Gennaro Gattuso

Squalificati: Locatelli

Indisponibili: A. Conti, Lucas Biglia, Calhanoglu

 

VERONA (4-4-2): 17 Silvestri; 37 Bearzotti, 75 Heurtaux, 69 Souprayen, 97 Felicioli; 2 Romulo, 14 F. Zuculini, 98 Fossati, 93 Fares; 11 Pazzini, 21 Lee Seung-Woo

A disposizione: 1 Nicolas, 40 F. Coppola, 26 M. Caceres, 28 A. Ferrari, 12 Ant. Caracciolo, 23 Calvano, 77 Buchel, 24 Bessa, 7 Verde, 10 Cerci, 9 Kean, 27 Valoti

Allenatore: Fabio Pecchia

Squalificati: –

Indisponibili: Bianchetti, B. Zuculini

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori