PAGELLE / Lazio Cittadella (4-1): i voti della partita. E Immobile show (Coppa Italia ottavi)

- Fabio Belli

Pagelle Lazio Cittadella 4-1: i voti della partita, i giudizi a tutti i calciatori impiegati allo stadio Olimpico. Biancocelesti ai quarti di Coppa Italia, torna al gol Felipe Anderson

Luis_Alberto_Sirigu_Lazio_Torino_lapresse_2017
Diretta Torino Lazio (Foto LaPresse)

Bella vittoria della Lazio, che in occasione della sfida degli ottavi di Coppa Italia, batte il Cittadella con il risultato netto di quattro reti a uno. Protagonista assoluto del match dello stadio Olimpico, tanto per cambiare, è il capitano biancoceleste (per loccasione vista lassenza di Parolo), Ciro Immobile. Il bomber campano ci mette circa una decina di minuti per trovare il gol del vantaggio, e poi chiude in bellezza all87esimo con uno splendido pallonetto che fissa il risultato appunto sul 4 a 1 di cui sopra. Nel mentre, tanta corsa, grinta, azioni, giocate e chi più ne ha più ne metta. Il bomber della nazionale italiana è arrabbiato per lespulsione contro il Torino ritenuta dallo stesso ingiusta, e in campo si vede. Non ci sarà questo weekend nel posticipo di Serie A contro lAtalanta, e alla squadra di Inzaghi mancherà sicuramente tantissimo. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

VOTI E PAGELLE DI LAZIO-CITTADELLA

Dopo la tempesta arbitrale, sorride la Lazio che vola ai quarti di finale di Tim Cup. 4-1 al Cittadella firmato Immobile (doppietta), Felipe Anderson e Wallace. I veneti hanno accorciato le distanze con una grande punizione di Bartolomei, ma in generale sono riusciti a far bene anche al cospetto di un avversario di categoria superiore, confermando quanto di buono fatto vedere nel campionato di Serie B. Ecco allora le pagelle della partita che si è giocata allo stadio Olimpico. VOTO LAZIO 7.5: Qualche piccolo errore di misura, ma comunque una bella risposta, per una squadra schierata in gran parte con i titolari, dopo tante polemiche. Immobile torna al gol su azione, Leiva giganteggia a centrocampo, ma in generale è tutta la squadra a convincere senza prendere sottogamba limpegno. VOTO CITTADELLA 6: In difesa la squadra di Venturato concede troppo contro una Lazio dal grande spessore e vogliosa di rivincita, ma anche al cospetto degli avversari di categoria internazionale la squadra veneta non smarrisce la sua identità, che lha portata ai piani alti del campionato cadetto. VOTO PINZANI DI EMPOLI (ARBITRO) 7: Ottima performance del giovane arbitro toscano in una gara comunque abbastanza semplice da gestire, con pochi episodi che richiedono laccorrere del direttore di gara.

I VOTI DELLA LAZIO

STRAKOSHA 6.5 Non fatica in una partita in cui viene chiamato poco in causa, sulla gran botta di Bartolomei non può nulla. Sul 3-1 si oppone però con un grande intervento proprio a Bartolomei.

WALLACE 7 Ottimo rientro da titolare, trova anche il gol con un pizzico di fortuna, ma è in difesa che regala grande sicurezza, come prima dellinfortunio.

LUIZ FELIPE (dal 41st) Senza voto.

DE VRIJ 6 Partita tranquilla, con qualche piccola sbavatura forse più frutto di scarsa concentrazione che di errori tecnici.

PATRIC 6.5 E ormai una realtà come difensore centrale, non disdegna le discese già viste ai tempi da terzino. Soffre meno che nella partita contro lo Zulte Waregem.

BASTA 6.5 Sempre molto esperto nel tenere la posizione, dalle sue parti il Cittadella non riesce praticamente mai a scendere.

MURGIA 7 Dopo un periodo in leggero calo, mette in mostra una prestazione di grande livello. Molto interessante anche la sua capacità di battere i calci dangolo che si rivela di fatto unarma in più per la Lazio.

LUCAS LEIVA 8 Giganteggia a centrocampo, il pallone in profondità per Felipe Anderson è una vera delizia per il gol del raddoppio, quello per il poker di Immobile un altro capolavoro. Calciatore di qualità superiore e stasera, contro avversari abbordabili, si vede più che mai.

J. LUKAKU 6.5 Come spesso gli succede, sale di tono nella ripresa. Con gli avversari un po più stanchi gli riescono quelle discese che nel primo tempo non si erano viste.

MILINKOVIC-SAVIC 7.5 La traversa gli nega il gol nel primo tempo, anche lui è un autentico gigante tra centrocampo e trequarti avversaria, forse lunico difetto è quando si perde in qualche leziosismo eccessivo.

LULIC (dal 27st) 6 Entra quando la partita ha ormai poco da dire, cerca comunque il gol con caparbietà.

FELIPE ANDERSON 7.5 Gran rientro dal 1 per il brasiliano, per 4 mesi out per infortunio. Dopo gli assaggi contro Zulte Waregem e Torino, ritrova il campo e le giocate che lo contraddistinguono, oltre a uno splendido gol in collaborazione con Lucas Leiva.

CAICEDO (dal 19st) 6.5 Ottimo impatto, dimostra di avere la voglia giusta per giocarsi unimportante chance da titolare domenica a Bergamo, in campionato, quando mancherà Immobile per squalifica.

IMMOBILE 7.5 Implacabile sul gol del vantaggio, gioca la solita partita di grande generosità come riferimento offensivo. Fa un po infuriare Inzaghi su un paio di palloni persi, ma nella ripresa si ripete scappando via di nuovo in solitudine e realizzando il gol con uno strepitoso pallonetto.

ALL. S. INZAGHI 7.5 Non era facile motivare di nuovo i suoi dopo la bufera di Lazio-Torino. La squadra scende in campo concentrata e vogliosa contro un Cittadella comunque frizzante, preso subito con le molle. Ottimo viatico in vista della delicata trasferta di Bergamo.

I VOTI DEL CITTADELLA

PALEARI 6 Sui gol non può nulla, positivo in un paio di altri interventi che evitano un passivo maggiore per il Cittadella.

PELAGATTI 5 Tenta stoicamente di evitare il gol del vantaggio di Immobile, ma soffre parecchio sulla fascia anche nel secondo tempo, quando la prestazione di Lukaku cresce in intensità.

CAMIGLIANO 5 Giornataccia culminata nel goffo intervento che propizia il 3-0 di Wallace. Deve archiviare in fretta e pensare al campionato.

SALVI (dal 16st) 5 Si distingue solo per unentrataccia su Immobile.

ADORNI 5.5 Migliora leggermente nella ripresa una prestazione piuttosto opaca nel primo tempo, fatica comunque costantemente a trovare la posizione.

PEZZI 5.5 Con Basta ha un cliente difficile sulle discese verso il fondo, riesce comunque a limitare in danni in fase difensiva.

SETTEMBRINI 5.5 Troppi palloni persi dal Cittadella a centrocampo, soprattutto nei momenti cruciali della partita. La responsabilità è anche sua.

BARTOLOMEI 6.5 Serata da ricordare per la punizione da antologia che lo consegna al tabellino dellOlimpico. E sicuramente uno dei più attivi della sua squadra, il migliore a centrocampo, nel finale impegna anche severamente Strakosha sfiorando il 3-2.

LORA 5.5 Anche lui gioca in maniera approssimativa diversi palloni, fatica nel confronto con giocatori del livello di Lucas Leiva e Milinkovic-Savic, comè comprensibile che sia.

CHIARETTI 6.5 Già vivace nel primo tempo, sale ancora di tono nella ripresa con un paio di belle conclusioni e delle accelerazioni interessanti. Venturato lo sostituisce pensando presumibilmente al campionato.

SCHENETTI (dal 20st) 5.5 Non incide affatto sulla partita in un momento in cui il Cittadella non può comunque fare moltissimo.

ARRIGHINI 5.5 Sul fronte offensivo è oggettivamente quello che fa meno tra le fila granata, sarebbe stato auspicabile per i veneti un pizzico di vivacità in più da parte sua.

FASOLO 6 Generoso, scalda i guantoni di Strakosha nel primo tempo e ci prova ancora in spaccata nella ripresa. Prestazione di sostanza. KOUAME (dal 31st) Senza voto.

ALL. VENTURATO 6.5 Il suo Cittadella piace in Serie B e fa bella figura anche allOlimpico, contro una Lazio forte, di caratura internazionale ma messa comunque sotto pressione dal gioco granata. Unica pecca, la fase difensiva, contro avversari di grande calibro certi errori non possono essere perdonati.

I VOTI DEL PRIMO TEMPO

Le pagelle della prima frazione di gioco di Lazio-Cittadella: praticamente mai impegnato Strakosha (voto 6), incolpevole sul gol su punizione del Cittadella. Ottima prima da titolare dopo linfortunio per Wallace (7), apparso sicuro di sé e autore del terzo gol. Qualche incertezza per De Vrij (6), generoso come sempre Patric (6.5), ormai abbastanza a suo agio anche adattato come centrale. Basta (6.5) sulla destra garantisce spinta e copertura allo stesso tempo, dopo la prova opaca in Europa League contro lo Zulte Waregem sale di tono Alessandro Murgia (7), così come un Lucas Leiva (7.5) uomo ovunque e autore del delizioso assist per il bis di Felipe Anderson (7.5) che torna titolare dopo un calvario di quattro mesi e dimostra immediatamente di poter tornare a fare la differenza. Meno incisivo del solito con le sue discese sulla sinistra Jordan Lukaku (6), mentre Sergej Milinkovic-Savic (7.5) resta luomo in più, dominatore a centrocampo e sulla trequarti. Bene anche Ciro Immobile (7) apparso ancora un po nervoso dopo il post Lazio-Torino, ma autore di un gol di pregevole fattura che ha sbloccato il risultato. Nel Cittadella non poteva fare molto di più Paleari (voto 6) sui tre gol laziali, un po in affanno Pelagatti (5.5) che pure ha provato a sventare in spaccata il vantaggio laziale, così come i centrali Camigliano (5.5) che pure ha provato la giocata ad effetto a inizio partita, e Adorni (5.5). Un po meglio sul versante di sinistra Pezzi (6), mentre Bartolomei (6.5) si è tolto la soddisfazione delleurogol allOlimpico su punizione, oltre a giocare un primo tempo di spessore a centrocampo. Settembrini (5.5) e Lora (5.5) sulla linea mediana hanno perso qualche pallone di troppo moltiplicando gli spazi per i laziali. Chiaretti (6) si è battuto come trequartista, creando qualche grattacapo agli avversari assieme a Fasolo (6) che ha impegnato severamente Strakosha con una gran botta. Meno tangibile la prestazione offensiva di Arrighini (5.5).

I VOTI DEL PRIMO TEMPO

VOTO LAZIO 7.5 La miglior risposta dopo la burrascosa settimana tra polemiche arbitrali e ko col Torino. Wallace e Felipe Anderson tornano titolari e soprattutto al gol, così come Immobile che scaccia i fantasmi. Gran prova corale, anche il secondo tempo promette scintille. MIGLIORE LAZIO FELIPE ANDERSON VOTO 7.5 Per il gol e le occasioni avute, ma anche di incoraggiamento perché il suo recupero potrebbe essere davvero larma segreta per la Lazio in vista della seconda parte della stagione. PEGGIORE LAZIO LUKAKU VOTO 6 Difficile trovare un peggiore in una partita in quasi totale controllo: il belga, comunque sufficiente, non riesce a spingere come al solito, pur trovandosi di fronte avversari della serie cadetta. VOTO CITTADELLA 6 La squadra di Venturato conferma pregi e difetti visti anche nellottimo campionato di Serie B fin qui disputato. Squadra indomita e votata allattacco, ma per questo troppo ingenua e facilona in fase difensiva. MIGLIORE CITTADELLA BARTOLOMEI VOTO 6.5 Cè anche sostanza nella sua prestazione, ma il voto è dovuto naturalmente anche allo strepitoso gol su punizione, realizzato anche con un pizzico di fortuna grazie a una deviazione, ma senza dubbio di straordinario effetto. PEGGIORE CITTADELLA ADORNI VOTO 5.5 Un po troppo in ritardo nelle chiusure, a volte si fa pescare anche fuori posizione. Il Cittadella soffre per ora in difesa e per lui la giornata, anche a livello individuale, non è certo delle migliori. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori