Diretta/ Super-G Val Gardena streaming video-tv: gara chiusa per nebbia, vince Ferstl! (Coppa del Mondo sci)

Super-G maschile Val Gardena streaming video e diretta tv della gara di Coppa del Mondo di sci. Lorario e il risultato live, i favoriti sulla Saslong (15 dicembre)

15.12.2017 - Mauro Mantegazza
dominik_paris_sci_lapresse_2017
Diretta Kitzbuhel, Dominik Paris (LaPresse)

Si è chiusa anzi tempo la gara del Super G maschile sulla pista della Saslong: la forte nebbia che ha parzialmente danneggiato pure le prestazioni dei nostri azzurri, ha infattI costretto al direzione di gara prima interrompere la discesa degli atleti impegnati in questa prova della Coppa del Mondo e poi a terminare definitivamente il tutto. Non ci sono quindi particolari cambiamenti per quanto riguarda la classifica di questo Super g della Val Gardena: vince quindi il tedesco Josef Ferstl, con il tempo di 1.35.28, seguito sul podio da Max Franz e Matthias Mayer. Nella top five anche il norvegese Kilde e laustriaco Kreichmayer, con solo Peter Fill ottavo e il miglior tra gli azzurri. Sfortunata la spedizione italiana questo pomeriggio, con la forte nebbia che ha davvero penalizzato i nostri: oltre a Fill, va segnalato infatti solo il 21^ piazzamento di Paris e il 24^ tempo di Innerhofer. (agg Michela Colombo)

FERSTL AL COMANDO

Il tedesco Josef Ferstl è sempre al comando del super-G della Val Gardena, quando salvo clamorose sorprese la classifica dovrebbe ormai essere sostanzialmente definitiva (almeno per le migliori posizioni) perché tutti i big hanno già gareggiato. Dunque vincitore a sorpresa sulla Saslong, se si considera che Ferstl in carriera non era mai salito sul podio in gare di Coppa del Mondo. Onore comunque al tedesco, autore di una ottima prestazione in condizioni meteo abbastanza complicate (anche se al momento della sua prova erano ancora piuttosto buone) con il tempo di 13528 davanti a ben due austriaci che completano il podio. Al secondo posto troviamo Max Franz, staccato di appena due centesimi, ecco poi Matthias Mayer al terzo posto a 10/100. Nessun norvegese sul podio e questa è una notizia clamorosa in super-G: il migliore dei vichinghi è Aleksander Aamodt Kilde, quarto a 22/100. Notizie meno buone per gli azzurri: si salva Peter Fill, ottavo a 52/100, decisamente nelle retrovie invece Dominik Paris e Christof Innerhofer, a causa di errori ma anche di sfortuna dovuta a problemi di visibilità, dato che sono stati gli ultimi due a prendere il via prima di una interruzione temporanea a causa della nebbia. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

INTERRUZIONE PER NEBBIA

Il tedesco Josef Ferstl è al comando del super-G della Val Gardena, che attualmente è però fermo a causa di un peggioramento delle condizioni climatiche. La nebbia avvolge gran parte della pista Saslong e dopo le prove dei primi 11 atleti in gara è stato deciso di interrompere, in attesa si spera di miglioramenti per consentire a tutti di gareggiare completando così questo super-G. Onore comunque a Ferstl, autore di una ottima prestazione con il tempo di 13528 davanti a ben tre austriaci. Al secondo posto troviamo Max Franz, staccato di appena due centesimi, ecco poi Matthias Mayer al terzo posto a 10/100 e Vincent Kriechmayr quarto a 30/100. Notizie meno buone per Aksel Lund Svindal che è sesto e soprattutto per i due azzurri Dominik Paris e Christof Innerhofer, nono e decimo con i due peggiori tempi (non è arrivato al traguardo il canadese Manuel Osborne-Paradis). Per i due azzurri uno sfortunato mix di errori ma anche di problemi di visibilità, dato che sono stati gli ultimi due a prendere il via mentre la nebbia peggiorava sempre più, portando infatti la giuria alla decisione della sospensione. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

SI COMINCIA

Pochi minuti alla partenza del super-G della Val Gardena: tutto è pronto sulla mitica pista Saslong, uno degli appuntamenti più affascinanti nella stagione della Coppa del Mondo di sci. Il panorama delle Dolomiti è sempre meraviglioso, ma adesso è naturalmente giunto il momento di pensare allaspetto agonistico: come vi abbiamo già raccontato, negli ultimi anni in super-G in Val Gardena hanno sempre vinto i norvegesi, con tre successi di Aksel Lund Svindal e due di Kjetil Jansrud nelle ultime cinque edizioni e la perla di una tripletta nel 2015. Il resto del mondo dunque ha un obiettivo comune: spodestare i vichinghi. Ci proveranno in particolare gli austriaci, già molto in forma nella prima parte della stagione soprattutto con Vincent Kriechmayr e Hannes Reichelt, ma anche gli azzurri vorranno essere protagonisti davanti al pubblico di casa, magari per sfatare la tradizione recente non esaltante sulla Saslong che era invece il regno di Kristian Ghedina, quattro volte vincitore (ma in discesa). Oppure potrebbe essere la volta di Beat Feuz, che ha già vinto in super-G a Santa Cristina Valgardena nel 2011 e vanta un successo anche nella prima parte di questa stagione, anche se in discesa a Lake Louise. Di certo le premesse per una grande gara ci sono tutte: la parola dunque adesso passa alla pista e al cronometro, perché il super-G della Val Gardena sta per cominciare! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

SUPER-G VAL GARDENA, STREAMING VIDEO E DIRETTA TV

La partenza del primo atleta nel super-G della Val Gardena è in programma alle ore 12.15. Diciamo che l’appuntamento per tutti gli appassionati sarà anche oggi in diretta tv sui canali che ormai da molti anni sono i punti di riferimento per lo sci: Rai Sport + HD (canale numero 57 del telecomando, disponibile anche al numero 5057 della piattaforma satellitare Sky) e il canale tematico Eurosport, disponibile sia su Sky sia sul digitale terrestre di Mediaset Premium. Se non potrete mettervi davanti a un televisore, ci saranno anche le possibilità fornite dalla diretta streaming video, gratuita sul sito Internet ufficiale della Rai (www.raiplay.it), oppure riservato agli abbonati per quanto riguarda Eurosport Player ma anche Sky Go e Premium Play. Ricordiamo inoltre la possibilità di seguire il live timing sul sito ufficiale della Federazione internazionale per essere sempre aggiornati su come stanno andando le cose in Val Gardena (www.fis-ski.com).

I PRECEDENTI

Si avvicina il super-G della Val Gardena, prima gara di questa Coppa del Mondo di sci sulle nevi italiane, dove rimarrà fino a Capodanno. Sono dunque appuntamenti speciali per noi, nel fantastico scenario delle Dolomiti: peccato soltanto che sulla Saslong i risultati recenti dei nostri sciatori non siano eccellenti. Peter Fill, Christof Innerhofer e Dominik Paris ci hanno abituato bene praticamente ovunque, tranne che in Val Gardena dove nessuno dei tre ha mai vinto e il solo Paris è salito almeno sul podio. Lanno scorso il super-G della Val Gardena fu vinto da Kjetil Jansrud davanti al connazionale Aleksander Aamodt Kilde, dunque una doppietta norvegese con il canadese Erik Guay terzo a completare il podio. Nel dicembre 2015 il dominio della Norvegia fu ancora più clamoroso, grazie alla vittoria di Aksel Lund Svindal davanti a Jansrud e Kilde. Nel 2014 ecco unaltra vittoria di Jansrud, ma se non altro Paris ottenne la seconda posizione, mentre il terzo gradino del podio andò allaustriaco Hannes Reichelt. Nel 2013 invece si impose Svindal sul canadese Jan Hudec e il francese Adrien Theaux e Svindal aveva trionfato anche nel 2012: questo ricordo se non altro è dolce per lItalia perché secondo fu Matteo Marsaglia e terzo Werner Heel. Bisogna però tornare addirittura al 2011 per trovare una vittoria non norvegese: merito dello svizzero Beat Feuz, vincitore davanti a Bode Miller e Jansrud, tanto per garantire la presenza di almeno un vichingo fra i primi tre. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE SUPER-G

La Coppa del Mondo di sci sbarca in Italia per il suo tradizionale appuntamento in Val Gardena, sulla leggendaria pista Saslong che oggi ospiterà un super-G maschile, il terzo della stagione, che sarà seguito domani dallancora più tradizionale discesa, uno degli appuntamenti più ricchi di fascino della stagione del Circo Bianco. Ci attende un lunghissimo weekend, del quale la seconda metà si svolgerà in Alta Badia: per adesso però la ribalta è tutta per gli uomini-jet, che per la prima volta in stagione saranno di scena in Europa dopo le precedenti uscite a Lake Louise e Beaver Creek. Nello splendido scenario delle Dolomiti dunque tornerà ad essere grande spettacolo e battaglia sul filo dei centesimi: andiamo allora a leggere tutto quello che cè da sapere sul super-G della Val Gardena, a cominciare naturalmente da orari e appuntamenti tv.

SUPER-G VAL GARDENA: FAVORITI E ITALIANI

Finora la stagione in super-G è stata una sorta di derby fra la Norvegia e lAustria: a Lake Louise aveva vinto il norvegese Kjetil Jansrud davanti agli austriaci Max Franz e Hannes Reichelt, mentre a Beaver Creek si è imposto laustriaco Vincent Kriechmayr davanti a Jansrud e Reichelt, che di conseguenza sono saliti sul podio in entrambe le gare nordamericane di super-G. Nella classifica della Coppa di specialità è chiaramente al comando Jansrud con 180 punti, seguito dal terzetto austriaco formato appunto da Kriechmayr, Reichelt e Franz. Non sono invece ancora saliti sul podio gli altri due vichinghi Aksel Lund Svindal (vincitore però in discesa in Colorado) e Aleksander Aamodt Kilde, che però in virtù di ottimi piazzamenti sono quinto e sesto, a completare quella che finora è quasi una sfida privata fra le due nazionali daltronde storicamente punto di riferimento dello sci, in particolare nella velocità maschile.

Gli italiani comunque si difendono ottimamente: non sono ancora riusciti a salire sul podio, tuttavia troviamo Dominik Paris, Christof Innerhofer e Peter Fill in questordine dallottavo al decimo posto della Coppa di super-G, a conferma di un livello di competitività già molto buono e che dovrebbe andare a crescere ulteriormente con il passare delle gare, dal momento che nessuno dei tre si era presentato al top allinizio della stagione. Il problema è semmai che la Saslong, pur essendo la pista di casa per tutti e tre, non ha mai riservato troppe soddisfazioni ai tre altoatesini: soprattutto la Val Gardena è sempre stata avara con Fill e Innerhofer, mai sul podio nelle loro carriere sul tracciato che arriva a Santa Cristina Valgardena. Un pochino meglio Paris, ma solo grazie ai due podi ottenuti nel dicembre 2014 con il terzo posto in discesa e il secondo in super-G. Nelle altre stagioni, pure Dominik non è mai entrato fra i primi tre sulla Saslong: Val Gardena dunque spesso amara per i nostri colori, speriamo che questanno le cose possano andare diversamente.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori