Mirabelli via dal Milan?/ Dimissioni, rischia anche il ds: Laudisa mette Gattuso sulla graticola

- Silvana Palazzo

Mirabelli via dal Milan? Dimissioni, rischia anche il ds: Ci metto la faccia, ma rifarei le stesse scelte. Le ultime notizie sul dirigente rossonero, le sue dichiarazioni e gli scenari 

mirabelli_milantv
Mirabelli via dal Milan?

Massimiliano Mirabelli potrebbe essere il prossimo a pagare in casa Milan, ma non è da escludere che ci possa essere un clamoroso nuovo esonero sulla panchina rossonera. Il posto di Gennaro Ivan Gattuso infatti traballa con l’ex tecnico sul banco degli imputati. Carlo Laudisa, giornalista de La Gazzetta dello Sport, non lo perdona e su Twitter scrive: “La disfatta contro il Verona fa entrare in un tunnel pericoloso il Milan. La cura Gennaro Gattuso al momento non funziona. La squadra è fragile e nervosa”. Sicuramente però al momento l’attenzione è su Massimiliano Mirabelli. Il direttore sportivo del Milan infatti rischia di saltare e potrebbe infatti nei prossimi giorni lasciare la sua scrivania anche se ha sottolineato che rifarebbe ogni singola scelta fatta in estate. Una situazione molto complicata nonostante in rossonero siano arrivati calciatori di assoluto livello che hanno dimostrato di avere grande qualità nelle passate stagioni. (agg. di Matteo Fantozzi)

MIRABELLI IL PROSSIMO A LASCIARE

Continua la crisi del Milan, ma a rischiare stavolta non è l’allenatore: Massimiliano Mirabelli potrebbe essere il prossimo ad andare via. Gli anelli della catena rossonera stanno saltando: il primo è stato il preparatore atletico Emanuele Marra, poi è saltata la panchina di Vincenzo Montella. Ora dopo la clamorosa sconfitta contro l’Hellas Verona sul banco degli imputati finisce il direttore sportivo, anche per via del caso Donnarumma. Il problema principale dello scontro con l’agente Mino Raiola è proprio lui, non l’amministratore delegato Marco Fassone. A tal proposito è emerso un retroscena, riportato da Sky Sport, secondo cui alcune delle dichiarazioni rilasciate da Mirabelli sul procuratore di Donnarumma non sarebbero state concordate con la società. La situazione resta tesa e particolarmente delicata. «Bisogna mettere la faccia quando si perde ed è giusto che lo faccia io, ha dichiarato nel post-partita a Sky Sport 24. Nessun pentimento riguardo le scelte di mercato: «Avevamo la necessità di mettere su una base per il Milan del futuro, siamo andati alla ricerca di giocatori che conoscevamo, che ci davano la possibilità di tenere bassa l’età media. Ci serviva uno zoccolo duro su cui il Milan potrà costruire un ottimo futuro ed un ciclo importante.

MIRABELLI VIA DAL MILAN? LE DICHIARAZIONI DEL DIRIGENTE

Le difficoltà del Milan non sorprendono Massimiliano Mirabelli, consapevole che il percorso sarebbe stato complicato. «Con Gattuso stiamo facendo un tipo di lavoro che ci farà arrivare fino alla fine, in tre partite consecutive si può pagare. Bisogna lavorare su determinate situazioni, ha dichiarato il direttore sportivo rossonero ai microfoni di Sky Sport 24. Le somme vanno dunque tirate alla fine del campionato: « una squadra nuova, i problemi sono fisiologici. Niente calcoli, il Milan ora deve navigare a vista, ma intanto brucia la sconfitta contro l’Hellas Verona. «Siamo mortificati verso i tifosi, verso chi ci sta sostenendo in modo importante, ha aggiunto Mirabelli, secondo cui il primo gol è stata una beffa e il secondo ha tagliato le gambe alla squadra. «Non ci sono scusanti, ma non ho visto una squadra che ci ha dominato come dice il risultato. Inevitabile il riferimento al caso Donnarumma: «Non abbiamo il problema di dare via Gigio, lui non vuole andare via. Vogliamo andare avanti con questo gruppo, senza fare acquisti o cessioni. E sugli attacchi di Mino Raiola: «Gli rispondo con un sorriso, i conti li facciamo alla fine

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori