DIRETTA / Arsenal Manchester United (risultato finale 1-3) streaming video e tv: gol ed emozioni

- Davide Giancristofaro Alberti

Arsenal Manchester United, info streaming video e diretta tv: probabili formazioni, quote e risultato live (Premier League). Big match in programma per la quindicesima giornata

Sanchez_Otamendi_Arsenal_City_lapresse_2017
Alexis Sanchez, attaccante Arsenal - LaPresse

DIRETTA ARSENAL MANCHESTER UNITED (1-3): GOL ED EMOZIONI ALL’EMIRATES

Finisce la sfida tra Arsenal Manchester United, coi padroni di casa che si arrendono tre a uno. All’Emirates Stadium succede di tutto, l’emozione è la regola. Ritmi altissimi e tanti gol, in una sfida che ha regalato davvero tante scintille. Al quarto minuto gli ospiti la sbloccano con una giocata Valencia. Il raddoppio si concretizza all’undicesimo, quando Martial innesca Lingard ed insacca di precisione. L’Arsenal sciupa due grandi occasioni, ma nella ripresa accorcia con Lacazette. Al sessantatreesimo, però, è ancora Lingard a mettere la firma sul tabellino, siglando il definitivo tre a uno. (Aggiornamento Jacopo D’Antuono)

LACAZETTE ACCORCIA LE DISTANZE

E’ ricominciato da circa un quarto d’ora il secondo tempo di Arsenal Manchester United, coi padroni di casa che hanno appena accorciato le distanze con Lacazette. Succede tutto al quarantottesimo, quando i gunners vanno in rete grazie ad un’illuminazione di Ramsey, che con una giocata consegna al compagno l’assist per rientrare in gara. Il pubblico di casa ci crede più che mai e torna a sostenere a grandissima voce la propria squadra. Le emozioni della partita si susseguono a gran ritmo. Attorno al cinquantadueismo è Lingard a sfiorare il gol, con un incontro ravvicinato con Cech, che si oppone al sui avversario spedendo il pallone sul pallo. Incredibile Monreale in chiusura sulla ribattuta di Martial. (Aggiornamento Jacopo D’Antuono)

RITMI ALTISSIMI

Primo tempo quasi agli sgoccioli a Londra e risultato fermo sul due a zero in favore del Manchester United. Inizio horror per l’Arsenal, che ora cerca disperatamente di riaprire la gara. Ritmi altissimi e grande intensità da parte di entrambe le formazioni. Attorno alla mezzora doppia opportunità in area da rigore per l’Arsena, con Lacazette che sciupa a tu per tu con De Gea trovando la traversa. Sulla ribattuta anche Xhaxa fallisce la conclusione. Al trentaseiesimo altra chance per Lacazette, che entra in area e confeziona un bel pallone per Ozil, il cui tiro finisce al sicuro tra le braccia di De Gea. (Aggiornamento Jacopo D’Antuono)

OSPITI AVANTI

E’ cominciata da circa quindici minuti la sfida di Premier League tra Arsenal e Manchester United. E’  già spettacolo all’Emirates Stadium, con la squadra ospite che conduce per due reti a zero. Emozioni a non finire in avvio: al quinto, Koscielny perde un pallone incredibile, recupera Valencia che appoggia a Pogba prima di entrare dentro l’area e superare Cech con una conclusione perfetta. L’Arsenal non sta a guardare e prova a scuotersi, ma è ancora lo United a colpire al cuore. ustafi perde un pallone in fase di impostazione, Lukaku glielo soffia e lancia Martial, che con un tocco magistrale insacca la rete che vale il raddoppio. (Aggiornamento Jacopo D’Antuono)

FORMAZIONI UFFICIALI!

Arsenal e Manchester United scenderanno in campo tra pochi minuti: lo spettacolo sarà ovviamente sul rettangolo di gioco, ma i colpi di scena potrebbero non mancare anche sulle panchine. Le due squadre inglesi sono infatti dirette da due delle superstar in fatto di tecnici, leggasi Arsene Wenger da una parte, e José Mourinho dallaltra. I due appena citati hanno bisogno di ben poche presentazioni, ma per chi non li conoscesse nel dettaglio, ecco alcune informazioni interessanti. Partiamo dalla squadra di casa, con il francese Wenger, 68 anni compiuti lo scorso 22 ottobre, che allena lArsenal da più di 20 anni, e precisamente dalla stagione 1996-1997, con 1150 partite e una media di 1.96 punti per match. Prima dellesperienza londinese, la stagione in Giappone nel Nagoya Grampus, nonché Monaco, Nancy, Caen e Strasburgo in Francia. Mourinho invece, 55 anni da compiere il prossimo gennaio, siede sulla panchina dei Red Devils dallestate 2016, squadra con cui ha vinto lEuropa League lo scorso maggio. Ha vinto due Champions League da allenatore, quella storica con il Porto nel 2002, e quella altrettanto storica con lInter nel 2010. Ecco ora le formazioni ufficiali che iniziano la sfida dellEmirates. ARSENAL (3-4-2-1): 33 P. Cech; 6 Koscielny, 2a0 Mustafi, 18 Monreal; 24 Bellerin, 8 Ramsey, 29 G. Xhaka, 31 Kolasinac; 11 Ozil, 7 A. Sanchez; 9 Lacazette. Allenatore: Arsène Wenger MANCHESTER UNITED (3-4-2-1): 1 De Gea; 2 Lindelof, 12 Smalling, 5 Rojo; 25 A. Valencia, 6 Pogba, 31 Matic, 18 A. Young; 14 Lingard, 11 Martial; 9 R. Lukau. Allenatore: José Mourinho

INFO STREAMING VIDEO E TV, COME VEDERE LA PARTITA

La partitissima fra Arsenal e Manchester United sarà visibile in diretta tv, ovviamente solo a pagamento per gli abbonati a Sky Sport. Il canale dedicato sarà come al solito Fox Sport, con collegamento dalle ore 18:30. Vi ricordiamo inoltre la possibilità di seguire il match in diretta streaming, attraverso lapplicazione dedicata Sky Go, per guardare levento attraverso il personal computer, lo smartphone o il tablet.

LE STELLE IN CAMPO

Analizziamo più nel dettaglio le rose di Arsenal e Manchester United, soffermandoci in particolare sui giocatori di spicco delle due squadre. Si tratta di due formazioni con un valore molto simile, 508 milioni di euro i Gunners, e 592 per i Red Devils, stando a quanto riportato da Transfermarkt. Il giocatore di maggior valore della rosa di Wenger è Alexis Sanchez, ex Barcellona e Udinese, che nonostante abbia un contratto in scadenza al 30 giugno del 2018, viene valutato attorno ai 65 milioni di euro. Segue la stella della nazionale francese Lacazette (quota 50 milioni), stessa cifra per un altro gioiello in scadenza, leggasi Mesut Ozil. A 35 milioni di euro, troviamo infine i due mediani Aaron Ramsey e Granit Xhaka. Voliamo quindi in casa Manchester United, dove spiccano sugli altri i 75 milioni di euro di Pogba (valore però in netta discesa), con Lukaku che segue a ruota a quota 70. Attenzione anche ai 40 milioni del portiere della nazionale spagnola, De Gea, mentre Matic, Mkhitaryan e Martial sono valutati 35 milioni di euro a testa.

I DUELLI IN CAMPO

Tanti i duelli che si creeranno nel corso della sfida fra Arsenal e Manchester United, in programma questa sera. Proviamo ad andare ad individuare quelli più interessanti. Decisamente di qualità la sfida a distanza fra i due capocannonieri delle rispettive formazioni, leggasi il gioiello francese Lacazette per i londinesi, e il nazionale belga Lukaku per gli ospiti di Manchester. Lacazette che se la vedrà tra laltro con Chris Smalling, il centrale di difesa dei Red Devils, mentre il belga di cui sopra dovrà fare a sportellate con il capitano dei Gunners Koscielny. Sulle fasce, invece, Bellerin e Kolasinac, si troveranno di fronte due mastini come Paul Pogba e Nemanja Matic, due duelli da cui scaturiranno scintille dal primo al novantesimo minuto. Molto bella anche la sfida fra i due portieri, due guardiani di generazioni diverse, con il 27enne nazionale spagnolo De Gea, a difendere i pali del Manchester United, e il 35enne Petr Cech per la porta di Londra. Infine, soffermandoci sui talenti che scenderanno in campo, attenzione al gioiello Martial per la compagine di Mourinho, e al talento della nazionale nigeriana, Iwobi, per la squadra diretta invece da Wenger.

I PRECEDENTI

Quella fra Arsenal e Manchester United è ovviamente una grande classica del calcio inglese, e potremmo dire anche del calcio in generale. In totale sono stati giocati ben 226 incontri, con un bilancio leggermente in favore dei Red Devils che vantano 94 vittorie, con 82 sconfitte e 50 pareggi. 343 sono le reti siglate dalla compagine di Manchester, mentre i londinesi si fermano a quota 316. Di questi 226 incontri totali, ben 196 erano validi per la Premier League, mentre due si sono giocati in Champions, entrambi vinti dai Diavoli Rossi. Il primo precedente risale addirittura al 1894, quando lArsenal si chiamava Woolwich, e il Manchester, Newton, con pareggio finale per tre reti a tre. Lultima sfida fra le due è invece quella dello scorso 7 maggio, con successo interno dellArsenal per due a zero. Il giocatore che nella storia ha disputato più volte questo match è la leggenda dello United Ryan Giggs, mentre il miglior marcatore nella storia della sfida è lattuale attaccante dellEverton, Wayne Rooney, a quota 12 marcature. Fra le vittorie storiche, è memorabile l8 a 2 dello United in casa del 28 agosto 2011.

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Arsenal Manchester, grande sfida in programma questa sera, dalle ore 18:30, per la quindicesima giornata del campionato di calcio inglese. In quel dellEmirates Stadium di Londra, di scena la partitissima fra i padroni di casa dellArsenal e gli ospiti del Manchester United. Una gara ai vertici del calcio inglese che ovviamente ogni appassionato del calcio britannico, ma soprattutto, di questo sport in generale, non dovrebbe perdersi. Andiamo a vedere insieme le probabili formazioni delle due formazioni, con uno sguardo alle quote.

PROBABILI FORMAZIONI ARSENAL MANCHESTER UNITED

Sorride lallenatore dellArsenal, Wenger, visto che per la sfida in programma questa sera dovrà rinunciare al solo Santi Cazorla, infortunato di lunga data. Non si registrano altre assenze per infortunio né tanto meno per squalifica fra le fila londinesi, con i Gunners che dovrebbero quindi disporsi in campo con un offensivo 3-4-2-1, con il solito Petr Cech a curare la porta, a ridosso di una retroguardia a tre composta da capitan Koscielny pilastro in mezzo, con Mustafi e Monreal a completamento del reparto, nel ruolo di interni. A centrocampo, invece, la linea mediana sarà come da copione presieduta dalla coppia formata da Xhaka e Ramsey, mentre Kolasinac largo a sinistra e il gioiello spagnolo Bellerini a destra, avranno il compito di proteggere le due corsie e nel contempo provare ad avvolgere la difesa dello United. Infine il tridente dattacco, dove il gioiello francese Lacazette sarà il solito terminale offensivo, con alle sue spalle lex Udinese Alex Sanchez in coppia con Iwobi.

Vediamo anche le probabili formazioni del Manchester United allenato da José Mourinho, che ha recuperato nelle ultime settimane due stelle assolute come Paul Pogba e Zlatan Ibrahimovic, ma che per la trasferta di Londra dovrà rinunciare a Phil Jones, che soffre di un problema muscolare alla coscia, e a capitan Michael Carrick, out per un infortunio al polpaccio. E ipotizzabile un 4-3-3 con il nazionale spagnolo De Gea sempre fra i pali, schierato dietro ad una linea difensiva a quattro composta da Rojo e Smalling al centro, con Lindelof nel ruolo di terzino di destra, e Valencia invece a fare su e giù sulla fascia mancina. Centrocampo di qualità e di sostanza, con Ashley Young a dettare i ritmi di gioco, mentre Matic e Pogba avranno il compito di inserirsi e nel contempo di tamponare le scorribande dei Gunners. Infine il tridente dattacco, dove Martial sembra favorito su Ibrahimovic per il ruolo di prima punta centrale, con Lukaku largo a destra e Lingard a sinistra.

QUOTE E PRONOSTICO

Grande incertezza per quanto riguarda i bookmaker della Snai sulla sfida fra Arsenal e Manchester United. I Gunners sono favoriti per il fatto di giocarsi fra le mura domestiche, ma le quote per il segno 1 e 2 sono molto simili: la vittoria dei londinesi paga infatti 2.55 volte la nostra puntata, mentre quella dei Red Devils sale leggermente a 2.75. Considerato poco probabile invece il pareggio, il segno X, dato a 3.30.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori