DIRETTA / Palermo Venezia (risultato finale 0-0) info streaming video e tv: posta in palio divisa

- Claudio Franceschini

Diretta Palermo Venezia: info streaming video e tv, il risultato live con le probabili formazioni e le quote della sfida del Barbera, uno dei piatti forti nella 17^ giornata della Serie B

Aleesami_Nestorovski_Palermo
Video Palermo Cittadella - La Presse

DIRETTA PALERMO VENEZIA (0-0): POSTA IN PALIO DIVISA

Cala il sipario allo stadio Renzo Barbera di Palermo. I rosanero e i lagunari non vanno oltre lo zero a zero e si dividono la posta in palio al termine di novanta minuti caratterizzati da grande equilibrio. I siciliani agganciano la vetta della classifica, aspettando il risultato del Bari, che con una vittoria potrebbe volare da solo al comando. La squadra guidata da Inzaghi resta in zona play off e si gode un punto tutto sommato prezioso, poichè conquistato in inferiorità numerica, per il rosso rimediato da Domizzi al settantanovesimo minuto. (Aggiornamento Jacopo D’Antuono)

ROSANERO IN PRESSIONE

Quando siamo giunti oltre il settantesimo minuto della partita, il risultato tra Palermo Venezia è sempre fermo sullo zero a zero. Rosanero in pressione, alla ricerca disperata del gol del vantaggio. Attorno al sessantunesimo, Coronado ci prova dal limite dell’area per il Palermo. La sua conclusione è troppo centrale e poco potente, Audero blocca senza grossi problemi. I lagunari si fanno vedere poco dopo sul fronte offensivo con una bella azione corale. Al sessantasettesimo ecco lo squillo di Bentivoglio su calcio di punizione: il numero sette dei veneziani tenta il destro a giro, Posavec però è attento e non si lascia sorprendere. (Aggiornamento Jacopo D’Antuono)

EQUILIBRIO AL BARBERA

Finisce il primo tempo del Barbera tra Palermo e Venezia. Siciliani e veneti fermi sullo zero a zero dopo quarantacinque minuti di battaglia. Le due difese si stanno ben comportando, concedendo poco ai rispettivi reparti d’attacco. Palermo più intraprendente dal punto di vista del gioco, lagunari più aggressivi. Pareggio fin qui giusto. Ultimo squillo del primo tempo firmato Traijkovski con un destro potente e insidioso dal limite dell’area, finito oltre la linea di fondo. Squadre ora negli spogliatoi per l’intervallo, si riparte a breve con il secondo tempo.  (Aggiornamento Jacopo D’Antuono)

PUNTEGGIO BLOCCATO

Quasi venticinque minuti sul cronometro di Palermo Venezia e risultato inchiodato sullo zero a zero. Rosanero che spingono sull’acceleratore al dodicesimo con Rispoli, che non riesce ad impattare come vorrebbe sul pallone e sciupa una potenziale occasione da rete.  I lagunari provano a rispondere con una giocata di Geijo, che viene anticipato provvidenzialmente da Szyminski. Attorno al ventesimo bella iniziativa di Coronado per il Palermo, con un lancio diretto a Traijkovski che viene corretto in calcio d’angolo dalla difesa veneziana. Bella partita al Barbera, le due squaadre si stanno affrontando a viso aperto. Punteggio ancora bloccato.  (Aggiornamento Jacopo D’Antuono)

CI PROVA CORONADO!

Si gioca da circa dieci minuti al Barbera di Palermo, dove i rosanero stanno pareggiando zero a  zero contro il Venezia. Padroni di casa subito intraprendenti e pericolosi al quinto con Coronado. Il giocatore dei siciliani lascia partire un siluro dal limite dell’area ma Domizzi respinge. Il Palermo protesa per un presunto tocco di mano, il direttore di gara però lascia correre. Poco dopo guizzo offensivo di Traijovksi, che viene fermato duramete da un intervento di Zampano, che l’arbitro non ritiene irregolare. Spingono i siciliani, il Venezia risponde con tanta intensità e aggressività. (Aggiornamento Jacopo D’Antuono)

FORMAZIONI UFFICIALI!

Palermo Venezia sta finalmente per cominciare: occasione per due, soprattutto per i rosanero che almeno per qualche ora possono tornare in testa alla classifica del campionato di Serie B. Tra gli ospiti Marcello Falzerano, trequartista originario di Pagani, e Davide Marsura (che parte dalla panchina: al fianco di Moreo gioca lo spagnolo Geijo) sono gli uomini più in forma. Tra i padroni di casa invece Bruno Tedino lascia a sorpresa in panchina Ilija Nestorovski dando spazio allaltro macedone Trajkovski, dunque occhio soprattutto a lui e a Igor Coronado, che gioca alle sue spalle come trequartista. Sfida quindi che si preannuncia spettacolare ma avara di reti viste le due ottime difese che scenderanno in campo al Barbera. Noi speriamo di essere smentiti da reti ed emozioni che riescono sempre ad esaltare il gioco del calcio. Palermo e Venezia sono pronte per dar via ad una sfida davvero incerta. Ecco ora le formazioni ufficiali della partita: si gioca alle ore 18. PALERMO (3-5-1-1): 12 Posavec; 28 Dawidowicz, 6 Struna, 24 Szyminski; 3 Rispoli, 13 Gnahoré, 8 Jajalo, 35 Murawski, 19 Aleesami; 10 Coronado; 7 Trajkovski. Allenatore: Bruno Tedino VENEZIA (3-5-2): 1 Audero; 6 Domizzi, 13 Modolo, 4 Andelkovic; 27 G. Zampano, 14 Pinato, 7 Bentivoglio, 23 Falzerano, 31 Del Grosso; 19 Geijo, 11 Moreo. Allenatore: Filippo Inzaghi (agg. Umberto Tessier)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA DI SERIE B

Palermo Venezia sarà trasmessa in diretta tv sui canali della televisione satellitare a pagamento: nello specifico dovete andare su Sky Sport 1 o Sky Super Calcio. Per tutti gli abbonati sarà possibile seguire la partita del Renzo Barbera anche in diretta streaming video, attivando su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone lapplicazione Sky Go che non comporta costi aggiuntivi.

LE STATISTICHE

Palermo Venezia si presenta come una grande sfida al Renzo Barbera: vediamo prima del calcio dinizio qualche numero che le due squadre sono riuscite a mettrere insieme in questo campionato di Serie B. I rosanero di Bruno Tedino hanno solo due sconfitte in campionato, entrambe in casa, e possono vantare la seconda miglior difesa con sedici reti subite, ma nonostante la presenza di Ilija Nestorovski hanno segnato appena 22 gol e forse per questo motivo non sono riusciti ad andare in fuga quando avrebbero potuto; inoltre solo due volte il Palermo ha vinto almeno due partite consecutive, in entrambi i casi non riuscendo superare questo numero. Il Venezia detiene invece il record di miglior difesa della cadetteria con soli quattordici gol incassati, però anche in questo caso il dato non è sublimato dallattacco, che fa fatica (18 gol segnato). I lagunari hanno perso tre partite in campionato, ottenendo sette pareggi e sei successi; delle tre sconfitte, due sono arrivate tra le mura del Penzo. (agg. di Claudio Franceschini)

I BOMBER

La sfida tra Palermo e Venezia è la più interessante di giornata viste le ambizioni uguali delle due compagini, la promozione. La compagine siciliana dipende tanto dal bomber macedone Iljia Nestorovski, dieci le reti siglate fino ad ora. Il centravanti sta dimostrando di essere un calciatore che merita di giocare in serie A. Il Venezia, miglior difesa del campionato, segna con il contagocce. Gianmarco Zigoni, tre reti, è la punta di diamante della compagine guidata da Filippo Inzaghi. L’attaccante, cresciuto nelle giovanili del Milan, deve trovare la giusta continuità per poter incidere di più nella fase offensiva dei liguri. Sfida davvero interessante tra due ottime compagini. (agg. Umberto Tessier)

I TESTA A TESTA

La sfida Palermo-Venezia mette di fronte le due squadre che hanno fatto grande nel calcio Maurizio Zamparini. Le due compagini nella loro storia si sono incrociate per appena quattro volte tutte nel calcio cadetto. Nei due match giocati al Renzo Barbera di Palermo è arrivata una vittoria per parte. Il primo precedente risale al novembre del 2002, gara terminata col risultato di 0-2. Invece nel marzo del 2004 i rosanero sono stati in grado di imporsi 4-0. Le due compagini sembrerebbero agli antipodi visto che la squadra di casa viene dalla Serie A mentre i lagunari dalla Lega Pro, ma invece in classifica si stanno dando battaglia. Sono divise di appena tre punti che il Palermo ha guadagnato sul Venezia nell’ultima giornata di una settimana fa quando la squadra di Inzaghi è caduta in casa contro il Novara e quella di Bruno Tedino invece si è imposta fuori al Partenio di Avellino. Staremo a vedere invece come andrà la gara che si disputerà oggi alle 18.00. (agg. di Matteo Fantozzi)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Palermo Venezia è una partita che, diretta dallarbitro Chiffi, rappresenta il primo posticipo della diciassettesima giornata in Serie B 2017-2018: siamo in campo alle ore 18:00 di sabato 2 dicembre. Al Renzo Barbera un Palermo secondo in classifica si gioca la possibilità di tornare in testa alla classifica, magari solo per qualche ora (il Bari gioca domenica) o eventualmente anche al termine dellintero turno di campionato; al di là della posizione attuale i rosanero sono in piena corsa per la promozione diretta, come del resto era lecito aspettarsi. Il Venezia casomai sta stupendo: tra alti e bassi, ma in un torneo che resta di livello basso per quanto riguarda la media punti nelle prime posizioni, i lagunari da neopromossi occupano la quinta posizione e si candidano a salire subito in Serie A. Se pensiamo che fino a due stagioni fa erano in Serie D, niente male davvero; limportante però sarà tenere questo livello fino in fondo, sperando almeno in un posto ai playoff.

IL CONTESTO

Palermo e Venezia sono due realtà se vogliamo storiche del nostro calcio, ma hanno seguito percorsi diversi: se da una parte i rosanero hanno occupato uno spot in Serie A nelle ultime stagioni, regalandosi anche il viaggio in Europa, il Venezia tra crisi societarie e cambi di proprietà è scivolato fino alle serie inferiori, trovando però con larrivo di Joe Tacopina. La sua presidenza è stata segnata dalla doppia promozione, dominando la Serie D e riuscendo a staccare la concorrenza in Lega Pro; che il progetto sia ambizioso è dimostrato dal fatto che il Venezia stia riuscendo a rimanere nelle alte gerarchie del campionato cadetto, con un Pippo Inzaghi che dopo la mediocre esperienza sulla panchina sul Milan ha saputo rilanciarsi in provincia. Il Palermo ovviamente punta a vincere il campionato, o comunque a salire in Serie A senza passare dai playoff; poi servirà una programmazione adeguata, come quella che nello scorso decennio aveva permesso di vivere grandi risultati. Le due società hanno ovviamente in comune la figura di Maurizio Zamparini, che dai lagunari è passato proprio ai rosanero allepoca condotti da Franco Sensi.

PROBABILI FORMAZIONI PALERMO VENEZIA

Al Palermo mancherà Thiago Cionek, espulso sabato: dovrebbe essere Szyminski a prenderne il posto nella difesa a tre orchestrata da Bruno Tedino, con Bellusci che come sempre si dispone in qualità di centrale davanti al reparto a protezione di Posavec e Struna che dovrebbe avere la meglio sul centrodestra. Il centrocampo è a cinque, con Rispoli titolare indiscusso del ruolo sulla corsia destra e Aleesami dallaltra parte; giocatori che sanno spingere, ma che di fatto sono terzini utili anche nella fase di non possesso palla. In mezzo al campo può esserci un ballottaggio aperto tra Jajalo e Murawski, mentre dovrebbe essere sicuro Chochev sullaltra mezzala con Gnahoré che appare il regista designato della squadra. Davanti ovviamente non si può prescindere dai gol di Ilija Nestorovski, un lusso per la Serie B; al suo fianco il favorito resta litalo-brasiliano Coronado, già messosi in luce con la maglia del Trapani, le alternative dal primo minuto potrebbero essere La Gumina, cresciuto nelle giovanili rosanero, e laltro macedone Trajkovski con cui cè intesa affinata anche in nazionale.

Nonostante la sconfitta interna contro il Novara, Pippo Inzaghi crede nelle sue scelte e per questo motivo il suo Venezia dovrebbe disporsi in campo con gli stessi effettivi dello scorso sabato. Ragionevolmente permangono due dubbi: uno a centrocampo dove Francesco Signori reclama un posto, ma qui bisogna dire che è difficile scalzare Pinato e Falzerano, le due mezzali che stanno facendo benissimo. Laltro ballottaggio è quello in attacco, dove uno tra Zigoni e Moreo potrebbe finire in panchina a vantaggio di Geijo, che resta favorito su Marsura e sul giovane sloveno Jan Mlakar, che ha avuto un ottimo impatto nella Primavera della Fiorentina. Il resto è confermato: davanti ad Audero difesa con Domizzi e Bruscagin ad accompagnare il lavoro di Andelkovic (un ex della partita), Giuseppe Zampano e Garofalo giocano sugli esterni partendo alla linea di centrocampo mentre Bentivoglio sarà la mente della squadra, posizionato come playmaker davanti alla difesa ma in grado anche di alzarsi per formare una sorta di 3-4-1-2 in certe fasi della partita.

QUOTE E SCOMMESSE

Le quote che lagenzia di scommesse Snai ha fornito per questa partita dicono di un Palermo che è favorito, come era normale aspettarsi; per il segno 1 che identifica la sua vittoria casalinga la vincita sarebbe di 1,80 volte la somma che avrete deciso di mettere sul piatto, mentre per il segno 2 da giocare per la vittoria del Venezia siamo a 4,75. Vale 3,30 leventualità del pareggio: in questo caso naturalmente la puntata che farete dovrà essere sul segno X.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori