Risultati Coppa Italia/ Diretta gol live score ottavi: la Juventus si qualifica e si regala il derby!

- Claudio Franceschini

Risultati Coppa Italia: diretta gol live score delle tre partite che chiudono il programma degli ottavi di finale. Il Torino vince all’Olimpico ed elimina la Roma, sfiderà la Juventus

Edera_Roma_Torino_esultanza_lapresse_2017
Risultati Coppa Italia, ottavi di finale (Foto LaPresse)

La Juventus sbriga la pratica Genoa e vola ai quarti di Coppa Italia: i bianconeri soffrono, ma vincono 2-0 grazie ai gol di Paulo Dybala e Gonzalo Higuain. Il Pipita, subentrato per Douglas Costa, riceve lassist della Joya, vince un contrasto in maniera anche piuttosto fortunosa e fulmina Lamanna con un diagonale preciso: il suo dodicesimo gol stagionale lo fa anche diventare il primo giocatore della Juventus che nel 2017-2018 abbia segnato in tutte le competizioni (anche se non in Supercoppa). Il Genoa però ha fatto una partita decisamente gagliarda, confermando i progressi operati da quando Davide Ballardini è tornato in panchina: nel secondo tempo il Grifone si è fatto vedere più volte dalle parti di Szczesny, che ancora sul risultato di 1-0 ha dovuto alzare in angolo un velenoso tiro di Galabinov che aveva scoccato il mancino dentro larea di rigore. All82 Asamoah ha commesso fallo su Pellegri: calcio di rigore per il Genoa ma Maresca, dopo aver consultato il Var, ha deciso di restituire palla ai bianconeri valutando che lattaccante del Grifone fosse caduto senza contatto. Sarebbe stata la grande occasione di Giuseppe Rossi, che cinque minuti prima aveva fatto il suo esordio con la maglia del Grifone; subito dopo Higuain ha gettato alle ortiche la possibilità del 3-0. Dunque la Juventus prosegue la sua marcia verso il quarto titolo consecutivo in Coppa Italia: nei quarti di finale, che i bianconeri disputeranno a gennaio, lavversaria non sarà la Roma ma ci sarà invece il derby contro il Torino. La Juventus lo ospiterà allAllianz Stadium; nelleventuale semifinale per la squadra di Massimiliano Allegri sarà sfida contro Napoli (sarebbe la riedizione dellultima semifinale) o Atalanta. (agg. di Claudio Franceschini)

JUVENTUS AVANTI ALL’INTERVALLO

Allintervallo della partita di Coppa Italia dellAllianz Stadium, la Juventus è in vantaggio per 1-0 sul Genoa: decide il gol messo a segno da Paulo Dybala, che ritrova così il sorriso con la sua classica azione. La Joya prende palla a destra, si gira accarezzando con la suola e mette il sinistro allangolino lungo, con Lamanna che forse parte leggermente in ritardo e non ci arriva; è il 42 e i bianconeri suggellano la loro superiorità, che li avevano portati a sfiorare il vantaggio in almeno altre due occasioni. La prima clamorosa: era servito un miracolo di Lamanna che aveva disinnescato il diagonale di Douglas Costa da dentro larea di rigore. Poi una punizione di Federico Bernardeschi da posizione defilata, non angolatissima ma con il portiere del Genoa attento a togliere la palla da sotto la traversa. Il Genoa, comunque, non è stato a guardare: appena ha potuto si è fatto vedere dalle parti di Szczesny, che ha dovuto compiere una tempestiva uscita per disinnescare una pericolosa iniziativa ligure. Partita anche spigolosa, con interventi sanzionati con il cartellino giallo; la Juventus la sta vincendo e la controlla, ma nel secondo tempo dovrà entrare in campo con la stessa intensità per evitare brutte sorprese, visto che gli avversari sono vivi e ci credono. (agg. di Claudio Franceschini)

RISULTATI COPPA ITALIA (OTTAVI DI FINALE)

INIZIA JUVENTUS GENOA

Si torna in campo in Coppa Italia: con Juventus Genoa si chiude il programma degli ottavi di finale. Manca dunque una sola squadra per completare il tabellone dei quarti: Lazio-Fiorentina, Milan-Inter e Napoli-Atalanta sono le tre sfide già uscite con i risultati finali, ora per la Juventus ci sarà la possibilità di sfidare il Torino che, come abbiamo raccontato, si è liberato della Roma. I bianconeri avrebbero comunque affrontato in casa i quarti essendo la testa di serie numero 1 del tabellone; è chiaro però che giocare contro il Torino e non trovarsi di fronte la Roma – che sarà lavversaria di sabato in campionato – fa tutta la differenza del mondo. Dunque ora parola al campo, per stare a vedere se i tre volte campioni riusciranno a confermare il pronostico prendendosi la vittoria e i quarti di finale o se invece il Genoa, sulla scia e lesempio del Torino, formerà una sfida sorprendente nel prossimo turno di una Coppa Italia che ci sta dunque regalando tante sorprese. (agg. di Claudio Franceschini)

ROMA ELIMINATA DAL TORINO

Clamoroso allo stadio Olimpico: il Torino elimina la Roma e vola ai quarti di Coppa Italia, dove potrebbe giocarsi il derby contro la Juventus (che sarebbe allAllianz Stadium). La corsa dei giallorossi si interrompe agli ottavi: il Torino trova il secondo gol con Simone Edera e affonda la squadra di Eusebio Di Francesco, che a quel punto può gestire al meglio la partita. Lallenatore della Roma manda in campo i carichi pesanti: al 77 minuto Edin Dzeko si guadagna un calcio di rigore per una cintura di Emiliano Moretti, ma Vanja Milinkovic-Savic si conferma eroe della serata e, dopo aver compiuto un mezzo miracolo su Gerson, vola anche a respingere la conclusione di Dzeko. Nonostante tutto la Roma la riapre con il primo gol giallorosso di Patrik Schick, un bel sinistro di prima intenzione allangolino; nel finale il Torino scialacqua il terzo gol in contropiede, con Rincon che non sfrutta un tre contro uno, ma i granata non pagano dazio anche se Schick ci riprova venendo frenato in calcio dangolo. Dunque Torino ai quarti: una sorpresa vista la partita che affrontava, e anche la prima squadra che agli ottavi riesca a vincere in trasferta. Il Genoa sarà la seconda questa sera, negando il derby al Torino – che sarebbe comunque molto contento di non giocarlo – ? Lo vedremo (agg. di Claudio Franceschini)

ROMA SOTTO ALL’INTERVALLO

La Roma è sotto allOlimpico: clamorosamente al 39 minuto il gol del vantaggio del Torino porta la firma di Lorenzo De Silvestri, bravo a sfruttare un calcio dangolo e battere Skorupski. Un risultato sorprendente, per quelli che sono i valori in campo e perchè la Roma nel primo tempo ha comunque creato le sue occasioni: spicca soprattutto un clamoroso incrocio dei pali colpito da El Shaarawy, con palla che è rimbalzata sulla riga (la goal line technology ha stabilito come non fosse entrata totalmente) a Vanja Milinkovic-Savic immobile. Il portiere serbo ha poi effettuato alcune belle parate per tenere in partita un Torino che pareva decisamente in difficoltà, e che invece ha saputo colpire nel finale di frazione quando la Roma pensava di chiudere se non altro sul pareggio, per poi andare ad affondare nella ripresa. Adesso invece Sinisa Mihajlovic potrà impostare il secondo tempo sui binari che preferisce: difesa e contropiede, con lattenzione però a non schiacciarsi troppo per evitare che la partita diventi un lungo assedio giallorosso. Staremo a vedere se la Roma sarà in grado di pareggiare e magari ribaltare lesito della partita di Coppa Italia; una breve pausa, poi le due squadre torneranno in campo e forse per Eusebio Di Francesco sarà già arrivato il momento di operare qualche sostituzione. (agg. di Claudio Franceschini)

ATALANTA AI QUARTI: 2-1 AL SASSUOLO

LAtalanta vola ai quarti di Coppa Italia: affronterà il Napoli allo stadio San Paolo. Una vittoria meritata per la Dea, che prosegue nella sua ottima stagione: i gol sono arrivati entrambi nel primo tempo, vantaggio firmato da Andreas Cornelius e raddoppio con Rafael Toloi che di testa su calcio dangolo ha svettato più alto di tutti battendo Pegolo. Lo stesso difensore brasiliano ha però infilato la propria porta al 74 minuto, nel tentativo di liberare un cross basso dalla destra; il Sassuolo è tornato a crederci e nel finale ha giocato anche una manciata di minuti in superiorità numerica, per lespulsione di Jasmin Kurtic che ingenuamente è stato pescato nella reazione su un fallo subito da Magnanelli. Alla fine però il risultato non è cambiato: lAtalanta dunque diventa la sesta squadra qualificata ai quarti, mentre adesso gli ottavi aprono le loro porte sullo stadio Olimpico, dove la Roma di Eusebio Di Francesco ospita il Torino di Sinisa Mihajlovic in una partita molto interessante. In palio il quarto, eventualmente contro la Juventus: viaggiamo dunque verso una seconda Juventus-Roma nello spazio di poco tempo, ma ovviamente i giallorossi e i bianconeri devono ancora prendersi la loro qualificazione. (agg. di Claudio Franceschini)

INIZIA ATALANTA SASSUOLO

Con Atalanta Sassuolo, prende il via a minuti la prima partita degli ottavi di Coppa Italia. E chiaramente una forzatura, ma questa partita si potrebbe considerare un derby: almeno per questa stagione, perchè come sappiamo lAtalanta ha chiesto ospitalità al Sassuolo per giocare le partite interne di Europa League. Al Mapei Stadium la Dea ha fatto percorso netto nel girone: ha esordito con il bellissimo 3-0 allEverton, poi si è liberata dellApollon Limassol per 3-1 e infine ha battuto 1-0 il Lione nella partita che ha consentito a Gian Piero Gasperini di festeggiare il primo posto in classifica. Non che abbia portato bene, visto che dal sorteggio dei sedicesimi è uscito il Borussia Dortmund: lAtalanta tornerà a Reggio Emilia per affrontare la partita di ritorno contro i tedeschi, sperando che la tradizione di questo stadio sia favorevole. Stadio che non ha invece portato bene allo stesso Sassuolo: in questa stagione i neroverdi hanno vinto appena tre volte al Mapei Stadium (in Coppa Italia contro Spezia e Bari, in campionato contro il Crotone) con due pareggi e cinque sconfitte. Serve una sterzata, ma questo pomeriggio siamo a Bergamo: non ci resta allora che metterci comodi e lasciar parlare il campo, perchè finalmente sta per alzarsi il sipario su queste ultime partite degli ottavi di Coppa Italia e noi non vediamo lora di scoprire quali saranno le squadre che si qualificheranno ai quarti, andando a completare linteressante tabellone del torneo. (agg. di Claudio Franceschini)

IL TABELLONE DI COPPA ITALIA

Uno sguardo al tabellone della Coppa Italia, di cui tra poco si disputano gli ottavi di finale: come sappiamo, cè già un derby formato nella parte destra ed è quello della Madonnina, con il Milan che idealmente andrà a caccia di riscatto dopo la beffarda sconfitta di campionato (2-3 con rigore di Mauro Icardi allo scadere). Anche nella parte sinistra però potrebbe esserci la stracittadina: Juventus e Torino infatti si incrociano e, vincendo le loro rispettive sfide, potrebbero andare a sfidarsi nei quarti. Dove invece è possibile la grande sfida tra Juventus e Roma: partita già andata in scena recentemente in Coppa Italia con una vittoria per parte. A questo proposito, diciamo pure che in uneventuale incrocio tra bianconeri e giallorossi sarebbe la Juventus a giocare in casa: i campioni dItalia infatti hanno una testa di serie più alta, dunque per tornare allOlimpico anche nel prossimo turno la Roma dovrebbe sperare che il Genoa faccia il colpo allAllianz Stadium. Juventus che ha pescato la testa di serie numero 1 nel tabellone (è stato effettuato come sempre il sorteggio): vuol dire che anche in semifinale avrà comunque vada la possibilità di giocare in casa la partita di ritorno. La Roma invece avrebbe il ritorno nel suo stadio soltanto se in uneventuale semifinale andasse a incrociare il Sassuolo; staremo a vedere come andranno le cose. (agg. di Claudio Franceschini)

DOVE ERAVAMO?

Si avvicinano le partite degli ottavi di Coppa Italia: vale la pena allora fare un passo indietro e andare a vedere come si sono qualificate le tre squadre che incrociano quelle che, invece, fanno oggi il loro esordio nel torneo. Si tratta chiaramente di Sassuolo, Torino e Genoa: i neroverdi avevano evitato per il rotto della cuffia i tempi supplementari contro il Bari, vincendo 2-1 con un gol spettacolare di Matteo Politano arrivato allultimo secondo utile. Vittoria di misura anche per il Genoa, che ha fatto fuori il Crotone: ha deciso la rete di Francesco Migliore allinizio del secondo tempo. Il Torino si è trovato di fronte il Carpi e lha battuto per 2-0: partita utile per far ritrovare il gol ad Andrea Belotti, che infatti era partito titolare e aveva timbrato il cartellino appena dopo la mezzora. Iago Falque aveva sbloccato la partita 14 minuti prima; dando uno sguardo invece sugli incroci odierni, vediamo che lAtalanta ha battuto il Sassuolo per 2-1 in campionato – sempre a Bergamo – con i gol di Andreas Cornelius e Andrea Petagna (Stefano Sensi per gli emiliani); con una punizione di Aleksandar Kolarov la Roma aveva espugnato il Grande Torino mentre la Juventus, sotto di due gol dopo 7 minuti (autorete di Chiellini e rigore di Andrej Galabinov) aveva battuto il Genoa a Marassi per 4-2, rimontando con la tripletta di Paulo Dybala (uno su rigore) e il sigillo di Juan Cuadrado. Quella tra Atalanta e Sassuolo è dunque lunica partita che si gioca nello stesso stadio in cui si è disputata anche la sfida di campionato. (agg. di Claudio Franceschini)

L’ALBO D’ORO

Sfogliando lalbo doro della Coppa Italia, mentre aspettiamo le partite degli ottavi di finale, ricordiamo il doppio record della Juventus: i bianconeri hanno il maggior numero di vittorie (12) e sono lunica squadra in grado di vincere almeno tre titoli consecutivi, striscia ancora aperta vista che lha centrata Massimiliano Allegri nei primi tre anni su questa panchina. La Juventus ha giocato un totale di 17 finali, e questo è un primato che condivide con la Roma: i giallorossi nel 2008 erano riusciti ad agganciare il primo posto della Juventus nellalbo doro ma poi sono rimasti indietro, perdendo la finale del 2010 (contro lInter) e quella del 2013 (contro la Lazio). Tra le altre squadre impegnate oggi troviamo le cinque vittorie del Torino: i granata hanno festeggiato due volte a ridosso e durante la Seconda Guerra Mondiale, poi ancora nel 1968 e il 1973 e lultima volta nel 1993 con Emiliano Mondonico in panchina. Un titolo a testa per Atalanta e Genoa: per il Grifone però risale addirittura al 1937, la Dea ha festeggiato nel 1963 con una squadra che comprendeva anche Angelo Domenghini e il danese Flemming Nielsen. Atalanta che in epoca più recente ha anche perso due finali: nel 1987 contro il Napoli di Maradona, nel 1996 contro la Fiorentina di Gabriel Batistuta e Rui Costa. Il Sassuolo, va da sè, è lunica delle sei squadre impegnate oggi a non aver ancora festeggiato una Coppa Italia e a non essere mai arrivata in finale. (agg. di Claudio Franceschini)

LE PARTITE DI MERCOLEDì

Mercoledì 20 dicembre prosegue e si chiude il programma della Coppa Italia 2017-2018: siamo arrivati come sappiamo agli ottavi di finale e, archiviata Napoli-Udinese che si è giocata ieri, è tempo di vedere quali siano le ultime tre partite del turno. Oggi dunque si parte alle ore 15 allAtleti Azzurri dItalia, dove cè Atalanta-Sassuolo; alle ore 17:30 avremo Roma-Torino allo stadio Olimpico nella capitale, chiusura allAllianz Stadium, alle ore 20:45, con Juventus-Genoa. Ricordiamo che si gioca ancora in gara secca, e che dunque cè la possibilità di vedere tempi supplementari ed eventualmente calci di rigore per determinare le squadre che si qualificheranno; il fattore campo è stato determinato dal seeding, dunque le otto squadre che – secondo il piazzamento nellultimo campionato di Serie A – hanno iniziato la Coppa Italia dagli ottavi hanno acquisito il diritto a giocare in casa, a prescindere da quale potesse essere lavversaria incrociata. 

LE BIG

Naturalmente Inter, Juventus e Roma condividono i riflettori: si tratta di seconda, terza e quarta nella classifica del campionato e tra le principali candidate alla vittoria del titolo. I bianconeri sembrano essere entrati nel periodo in cui iniziano a macinare gioco e vittorie: lo stanno facendo in campionato dove si sono ripresi il secondo posto, vogliono farlo in Coppa Italia dove ambiscono a mettere in bacheca il quarto titolo consecutivo (la striscia di tre è già un record). LInter, nonostante la sconfitta contro lUdinese, rimane una squadra che sta disputando una bellissima stagione, certamente superiore alle aspettative: la Coppa potrebbe addirittura diventare accessoria per i nerazzurri, che forse non pensavano di trovarsi a -2 dal primo posto di Serie A a metà dicembre e adesso credono veramente nella possibilità di vincere lo scudetto. Ci crede anche la Roma, che con una partita in meno si trova a -4 dalla vetta: i giallorossi sono la vera rivelazione della stagione, nonostante il secondo posto dellanno scorso e il fatto che dal 2013-2014 non escono dalle prime tre i giallorossi partivano con tanti dubbi legati alladdio di Luciano Spalletti, al ritiro di Francesco Totti e alla cessione di Mohamed Salah.

LE POSSIBILI SORPRESE

Una tra Atalanta e Sassuolo andrà comunque ai quarti, e questo ovviamente creerà una potenziale sorpresa (anche se la Dea, che sta stupendo ancora, è pur sempre arrivata quarta nellultima Serie A e dunque avrebbe tutte le credenziali per essere anche in semifinale); tra le altre squadre, bisogna considerare il difficile compito di giocare fuori casa contro unavversaria che sulla carta è superiore, cosa che riduce ancor più i pronostici a proprio favore. Diciamo però che Torino e Genoa, che per di più oggi affrontano i quarti della coppa Primavera con le loro Under 19, possono ambire alla qualificazione: per i granata ci sarebbe anche lo stimolo extra di un eventuale derby contro la Juventus, mentre il Genoa sta attraversando un buon momento e sembra rigenerato dalla cura di Davide Ballardini. Entrambe sperano che le avversarie abbiano la testa altrove e che il turnover faccia perdere qualcosa in termini di efficienza sul campo; arrivare ai quarti resterebbe una grande impresa per Torino e Genoa, ma si tratta pur sempre di realtà che in Coppa Italia hanno sempre onorato limpegno (soprattutto i granata, anche se gli ultimi risultato di rilievo sono lontani nel tempo).

RISULTATI COPPA ITALIA 2017-2018, OTTAVI DI FINALE

RISULTATO FINALE ATALANTA-Sassuolo 2-1 – 16′ Cornelius (A), 33′ Toloi (A), 74′ aut. Toloi (S). Note: 89′ esp. Kurtic (A)

RISULTATO FINALE Roma-TORINO 1-2 – 38′ De Silvestri (T), 73′ Edera (T), 85′ Schick (R). Note: 77′ Dzeko (R) sbaglia rigore (parato)

RISULTATO FINALE JUVENTUS-Genoa 2-0 – 42′ Dybala, 76′ Higuain

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori