DIRETTA / Torino Genoa (risultato finale 0-0): gara a reti inviolate! Streaming video e tv

- Raffaele Graziano Flore

Diretta Torino Genoa streaming video e tv. All’Olimpico una sfida di grande tradizione per la 19^ giornata di Serie A: probabili formazioni, quote, orario, risultato live

adem_ljajic_2_torino_lapresse_2017
Probabili formazioni Torino Milan (Foto LaPresse)

DIRETTA TORINO GENOA (RISULTATO FINALE 0-0): NESSUN GOL, MA TANTE EMOZIONI

La gara Torino-Genoa è terminata col risultato di 0-0, ma nonostante non ci siano state reti ci sono state moltissime emozioni. Le due compagini hanno infatti lottato molto a centrocampo e le occasioni non sono mancate. Tra i migliori in campo c’è stato di certo Mattia Perin, bravissimo a dire in un paio di volte no a Berenguer nel primo tempo. Nella ripresa entrambe le squadre sono calate, senza riuscire a trovare il gol che avrebbe regalato i tre punti. Ha giocato molto bene anche Goran Pandev che avrebbe meritato di fare gol in diverse occasioni. Con questo pareggio il Torino rosicchia un punto all’Atalanta che ha perso in casa contro il Cagliari e dietro non vede accorciare praticamente nessuna squadra perché hanno vinto solo Cagliari e Benevento. Scappa però la zona Europa che ora dista cinque punti. Il Genoa pareggia e riesce comunque ad accumulare un punto sulla zona retrocessione visto che hanno perso sia Spal e Crotone mentre stasera sarà impegnato il Verona in casa contro la Juventus. (agg. di Matteo Fantozzi)

DENTRO LAPADULA ALL’ORA DI GIOCO

All’ora di gioco di Torino-Genoa, col risultato ancora fermo sullo 0-0, Davide Ballardini si gioca la carta Gianluca Lapadula. L’ex attaccante del Milan si era scaldato a lungo durante l’intervallo. Ha preso il posto di Miguel Veloso con la dimostrazione che in questa mezzora finale il Grifone proverà il tutto per tutto per vincere una partita dove però ha anche sofferto molto. Il tecnico degli ospiti non si limita a questo perché ha anche inserito Biraschi al posto di Rosi per dare più spunti sulla corsia sinistra. Fino a questo momento non ci sono state grandi occasioni nella ripresa con le due squadre che stanno lavorando molto bene a livello difensivo. Vedremo se da qui alla fine una delle due squadre avrà la possibilità di provare a vincere questo match dove sicuramente il Toriuno nel primo tempo avrebbe meritato qualcosa di più. (agg. di Matteo Fantozzi)

DOMINIO GRANATA PRIMA DELL’INTERVALLO

Se la gara Torino-Genoa era iniziata con un exploit degli ospiti la seconda parte della prima frazione di gioco è stato un vero e proprio dominio granata nonostante il risultato non si sia schiodato dal risultato di 0-0. La squadra di Sinisa Mihajlovic avrebbe ampiamente meritato il vantaggio, con almeno quattro occasioni nitide. E’ stato bravissimo Mattia Perin a parare almeno tre tiri molto pericolosi da fuori area, due dei quali di uno scatenato Berenguer, e un colpo ravvicinato di N’koulou. Mbaye Niang è apparso in forma e sta dimostrando di essere in fase di crescita. Dalla sua parte la squadra ospite è venuta fuori in una sola occasione con Goran Pandev che ha sfiorato il palo alla destra di Salvatore Sirigu, senza però riuscire a inquadrare la porta. Vedremo cosa accadrà nella ripresa e se Sinisa Mihajlovic e Davide Ballardini effettueranno delle sostituzioni. (agg. di Matteo Fantozzi)

IL GRIFONE PARTITO FORTE

Pronti via la gara Torino-Genoa vede gli ospiti protagonisti con diverse interessanti occasioni. Nonostante questi arrivati al quindicesimo minuto di gioco il risultato è ancora fermo sullo 0-0. La squadra di Davide Ballardini sta tenendo meglio il centrocampo, provando a giocare palla a terra rapidamente e riuscendo ad ottenere diverse soluzioni soprattutto sulle corsie. Il Toro invece appare un po’ timido e con un po’ di difficoltà a ingranare, senza la possibilità di riuscire a trovare la porta difesa da Mattia Perin. Tra i calciatori che si stanno muovendo di più c’è Goran Pandev che sembra in giornata di grazia e che si sta prendendo diverse palle in mezzo al campo. La prima occasione per i granata è arrivata al quindicesimo con Mbaye Niang che dentro l’area di rigore ha saltato Spolli e calciato a giro senza trovare però l’incrocio dei pali. (agg. di Matteo Fantozzi)

LE FORMAZIONI UFFICIALI

Pochissimi minuti e Torino Genoa avrà inizio: leggiamo dunque le formazioni ufficiali, ma prima spendiamo qualche parola per i due allenatori Sinisa Mihajlovic e Davide Ballardini. Mihajlovic sta vivendo un momento non facilissimo, perché il suo Torino sta rendendo meno del previsto: oggi i granata avrebbero estremo bisogno di una vittoria per lottare per lEuropa League, la posta in palio allo stadio Olimpico Grande Torino quindi sarà davvero importante per i padroni di casa. Lo stesso però vale per il Genoa: Ballardini ha già fatto nettamente migliorare il rendimento del Grifone, anche se la posizione in classifica resta delicata e resta ancora da conquistare la salvezza. In trasferta i rossoblù stanno facendo bene, un risultato utile a Torino sarebbe preziosissimo, anche per il morale. Adesso dunque leggiamo le formazioni ufficiali, poi la parola passerà al campo per Torino Genoa! TORINO (4-3-3): Sirigu; De Silvestri, Burdisso, Nkoulou, Molinaro; Rincon, Valdifiori, Obi; I. Falque, Niang, Berenguer. Allenatore: Sinisa Mihajlovic. GENOA (3-5-2): Perin; Izzo, Spolli, Zukanovic; Rosi, Bertolacci, Veloso, Rigoni, Laxalt; Taarabt, Pandev. Allenatore: Davide Ballardini. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

La gara tra Torino e Genoa sarà trasmessa in diretta tv sulla piattaforma satellitare di pay tv di Sky su Sky Calcio 2 (canale 252), ma sarà pure visibile in diretta streaming video tramite lapp Sky Go, riservata ai soli abbonati e che consente di seguirla sui dispositivi mobili e su pc. Inoltre, sul digitale terrestre, il match dello stadio Olimpico andrà in onda su Premium Calcio 1 e in streaming per gli abbonati Mediaset tramite Premium Play.

STATISTICHE

Il match fra Torino e Genoa può naturalmente essere descritto anche attraverso i numeri statistici delle due formazioni in questo campionato di Serie A che conclude oggi il girone dandata. Vediamo i piemontesi allenati da Sinisa Mihajlovic avanti sia nel numero delle conclusioni totali (194-175), che in quelle verso la porta avversaria (103-88). Torino in vantaggio pure nei gol fatti (25-15), ma nelle reti incassate fa meglio il Genoa ora di Davide Ballardini, che ne ha subite meno (27-22). Gli attacchi premiano il Grifone di tre lunghezze (445-442), mentre i granata sono avanti nel possesso palla (26’17” contro 23’41”) e nei corner (83-82). Genoa più falloso (278-244): 36 cartellini gialli e due rossi per il Torino, 41 ammonizioni e tre espulsioni per il Genoa. In casa, i granata vantano appena due vittorie, poi quattro pareggi e due sconfitte, mentre in trasferta il Genoa (che finora ha fatto meglio lontano da Marassi) vanta tre vittorie e altrettanti pareggi e sconfitte. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

TESTA A TESTA

Torino e Genoa proveranno a chiudere il girone d’andata con una vittoria in una stagione fin a questo momento troppo altalenante. Nella scorsa stagione Andrea Belotti piegò i liguri con una rete siglata al 49′. L’attaccante fatica a ritrovarsi dopo il brutto infortunio al ginocchio, situazione che sta penalizzando la manovra offensiva. Al 2009 risale invece l’ultima affermazione del Genoa in casa del Torino. A decidere il match furono una doppietta di Milito e Oliveira che risposero alle reti di Franceschini e Bianchi. Partita quindi che potrebbe regalare sorprese visto l’andamento incerto di entrambe le compagini. La cura Ballardini sta giovando per una squadra che ha tutte le potenzialità per portare a termine la missione salvezza. (agg. Umberto Tessier)

L’ARBITRO

Il match fra Torino e Genoa verrà diretto da Massimiliano Irrati della sezione aia di Pistoia, scelto per questo incontro atteso allOlimpico nella 19^ giornata della Serie A. Il fischietto toscano in carriera ha arbitrato in Serie A in ben 80 occasioni finora, riuscendo a metter a tabella in tale periodo ben 376 cartellini gialli, 22 rossi e 22 rigori assegnati. Ricordiamo poi che Irrati ha incrociato per 14 volte i granata (5 vinte, 6 pareggiate e 3 perse per il Torino) e per 8 i rossoblu, dove il bilancio dei liguri ci racconta di 4 vittorie e 2 soli pareggi. In questa particolare occasione il direttore di gara sarà coadiuvato dagli assistenti Stefano Alassio di Imperia e Luigi Rossi di Rovigo, mentre il quarto uomo sarà Valerio Marini di Roma. Alla VAR ecco Fabio Maresca di Napoli, che ha registrato finora 2 precedenti vittoriosi per il Torino: sono 7 i suoi testa a testa con il Genoa, dove i grifoni hanno messo a bilancio 2 soli successi e ben tre sconfitte. All’AVAR vedremo Alessandro Lo Cicero di Brescia. (agg Michela Colombo)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Torino-Genoa sarà diretta dal signor Massimiliano Irrati, fischietto della sezione AIA di Pistoia. La gara valevole per la 19esima e ultima giornata del girone di andata di Serie A vedrà di fronte i granata allenata da Sinisa Mihajlovic e i rossoblu rivitalizzati dalla cura di Massimo Davide Ballardini si troveranno di fronte per una sfida che promette (anche per via delle due difese un po ballerine) gol e anche quel tanto di spettacolo che non guasta mai. Infatti, le due compagini paiono essersi oramai allontanate dalla zona calda e, a metà classifica, proveranno a capire nel girone di ritorno quali sono le rispettive ambizioni.

Il Torino, infatti, si trova a quota 24 in classifica, al decimo posto assoluto ma condividendo la posizione con Bologna e Milan: un successo non consentirebbe ai padroni di casa di arrivare al giro di boa con 30 punti ma almeno di porre delle basi per una possibile, anche se difficile, rimonta in chiave Europa League. Per quel che concerne invece il Genoa, il Grifone attualmente staziona al quindicesimo posto assieme al Cagliari e i 17 punti rappresentano un bottino davvero magro che ma che ha consentito a Ballardini di tirarsi fuori almeno dal gorgo-retrocessione: però, con sole due lunghezze di margine su Crotone e Spal, sarebbe importante tornare dalla trasferta di Torino con almeno un punto per poi ricominciare il girone di ritorno con maggiore entusiasmo.

IL CONTESTO

Vediamo di seguito quale è stato il ruolino di marcia recente di Torino e Genoa e come arrivano a questo scontro diretto le squadre di Mihajlovic e Ballardini. Negli ultimi sei turni, i granata hanno racimolato solamente una vittoria (peraltro in 11 contro 10) infliggendo un 3-1 a domicilio alla Lazio, ma perdendo poi col medesimo punteggio tra le mura amiche col Napoli: per il resto solo pareggi per la formazione del tecnico serbo (doppio 1-1 casalingo con Chievo e Atalanta, oltre allo 0-0 del Meazza col Milan e, nellultimo turno, il 2-2 a Ferrara con la Spal). Il Genoa, invece è reduce dal successo in extremis ma pesantissimo maturato a Marassi contro il Benevento, che ha fatto seguito a un buon 0-0 ottenuto a Firenze contro la Fiorentina: in precedenza, cerano stati il pareggio intero per 1-1 con la Roma, la vittoria a Verona contro lHellas (0-1) e il brutto scivolone davanti al pubblico amico con lAtalanta (1-2).

PROBABILI FORMAZIONI TORINO-GENOA

Andiamo a scoprire quali sono le scelte dei rispettivi tecnici in vista del match che vedrà contrapposte questo weekend Torino e Genoa. Per quanto riguarda MIhajlovic, orfano di Belotti, largo ancora al 4-3-3 in cui Sirigu sarà titolare tra i pali, protetto da una linea a quattro composta da De Silvestri, NKoulou, Burdisso e Molinaro, mentre a centrocampo Valdifiori avrà le chiavi della regia con accanto Obi e Rincon. Infine, nel tridente dattacco, Niang farà da falso nueve al centro, supportato da Iago Falque e Berenguer.

Il Genoa risponderà probabilmente con un 3-5-2 che vedrà Perin in porta e il trio Izzo-Spolli-Zukanovic in difesa. A centrocampo, Bertolacci, Rigoni e Miguel Veloso avranno il compito di fare legna e collegare mediana e attacco, con Rosi e Laxalt a sprintare sulle corsie esterne. In attacco, Taarabt agirà da seconda punta al fianco di Lapadula.

LA CHIAVE TATTICA

In un match contraddistinto dalla presenza di diversi ex, uno dei temi tattici che potrebbero indirizzare il risultato finale è certamente la sfida nella sfida tra i due reparti avanzati. Dal momento che le rispettive retroguardie forniscono poche garanzie, Torino e Genoa punteranno su egli esterni tuttofare: tra i granata, in mancanza di Belotti, saranno gli ex rossoblu Iago Falque e Niang a scambiarsi il ruolo di punta centrale, mentre gli avversari (indipendentemente che giochi o meno Lapadula), vedranno le mezzepunte Pandev e Taarabt svariare su tutto il fronte dattacco.

QUOTE E PRONOSTICO

Infine, ecco un veloce sguardo a quelle che sono le previsioni dei bookmakers in vista della gara tra Torino e Genoa. In base alle quote comunicate dalle varie società di betting, i granata paiono favori dal pronostico, con la Snai che pagherebbe 2.10 volte il segno 1, mentre è dato a 3.75 leventuale affermazione esterna del Grifone; il pareggio, invece, renderebbe ben 3.40 volte la giocata con Unibet. Sul versante delle puntate su Under e Over, va sottolineato come sempre la Snai paghi 1.87 la prima evenienza (meno di tre gol al fischio finale); loccorrenza dellOver, invece, è data a 2.00 da Bet365.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori