DIRETTA/ Pescara-Fiorentina (risultato finale 1-2) info streaming video e tv: La decide Tello in extremis al 95′ (Serie A 2017)

- La Redazione

Diretta Pescara-Fiorentina: info streaming video e tv, probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita che si gioca come recupero della 19^ giornata di Serie A

BorjaValero_PescaraFiorentina
Foto LaPresse

Si è concluso da pochissimi minuti la partita tra Pescara e Fiorentina sul punteggio di 1 a 2; a decidere la sfida dell’Adriatico è stato ancora Tello che, dopo aver pareggiato con un eurogol, ha regalato i tre punti agli ospiti al 95′ con un velenoso tiro-cross che nessuno ha deviato e che ha sorpreso Bizzarri infilandosi all’altezza del secondo palo. Doccia gelata per i padroni di casa che assaporavano almeno il punto che gli avrebbe permesso di muovere, seppur di poco, la classifica. La vittoria è stato comunque meritata visto quanto hanno prodotto nella ripresa gli uomini di Paulo Sousa che anche nel finale di gara avevano sfiorato il vantaggio in almeno tre occasioni con Ilicic che ci ha provato da tutte le posizioni sprecando sempre malamente tutte le palle-gol. Tantissimi anche i calci d’angolo collezionati dai viola grazie anche all’innesto di Chiesa che nella ripresa ha stravolto l’andamento dell’incontro col suo ingresso molto pro-positivo. La situazione del Pescara naturalmente sempre più complicata mentre la Fiorentina prova a rilanciarsi per una qualificazione europea.C

Siamo ormai giunti all’80’ della partita tra Pescara e Fiorentina ed il risultato ora è di Al 68′ il pareggio è arrivato grazie ad un super di Tello che, dopo aver saltato Zampano, ha calciato da fuori area mettendo la palla proprio sotto l’incrocio dei pali. La Fiorentina ha poi subito sfiorato il raddoppio al 69′ con Sanchez il cui tiro da fuori area è terminato di poco fuori dallo specchio di Bizzarri. Al 71′ prima sostituzione per il Pescara con Brugman che ha preso il posto di Zampano; poi al 75′ Oddo deve far uscire il vivace Bahebeck vittima di problemi muscolari inserendo Cerri al suo posto. Al 77′ clamorosa occasione per i viola con l’imprendibile Tello che ha messo in area un cross rasoterra perfetto per Vecino che ha perso l’attimo giusto calciando malamente contro Gyomber da ottima posizione. Al 79′ ultimo cambio per i padroni di casa che inserisco Kastanos al posto dell’esausto Caprari.

E’ ricominciata da circa dieci minuti di gioco il secondo tempo tra Pescara e Fiorentina, con il punteggio fermo sul 1 a 0 in favore dei padroni di casa grazie alle rete messa a segno da Caprari al 15′. La ripresa si è aperta già con una sostituzione decisa da Paulo Sousa che ha inserito Chiesa al posto del deludente Tomovic, un cambio che sbilancia ulteriormente in avanti gli ospiti che ora hanno abbassato Olivera sulla linea dei tre centrali con Tello allargato sulla corsia di sinistra. Al 48′ proprio il neo-entrato Chiesa è bravo a liberarsi di Bruno e a calciare col sinistro dal limite dell’area mettendo di non molto sopra la traversa. Al 49′ cartellino giallo per Badelj che ha steso Bahebeck dopo che il francese lo aveva nettamente saltato con un gran numero. Al 54′ clamorosa occasione per la Fiorentina con Ilicic che ha calciato magistralmente un calcio di punizione dal limite centrando in pieno il palo a Bizzarri battuto.

E’ terminato da pochi minuti il primo tempo della sfida tra Pescara e Fiorentina sul punteggio di 1 a 0 a decidere finora è la rete realizzata da Caprari al 15′. Prima della fine del tempo c’è stato ancora il tempo di un tentativo del Pescara con Stendardo il cui colpo di testa sulla punizione di Benali è stato bloccato con sicurezza da Sportiello. La risposta degli ospiti non si fa attendere ed arriva un minuto dopo al 40′ quando Ilicic ha provato una potente conclusione che Bizzarri è stato bravo a deviare in tuffo in calcio d’angolo. L’arbitro Russo ha decretato, senza alcun recupero, la conclusione della prima frazione di gioco che vede quindi in vantaggio a sorpresa i padroni di casa che stanno cercando di conquistare la prima vittoria stagionale, vedremo se i viola riusciranno ad organizzare una reazione nel corso della ripresa.

Siamo giunti al 30′ della sfida tra Pescara e Fiorentina recupero della 19^ giornata di Serie A e il risultato è ora di 1 a 0. A sbloccare la sfida dell’Adriatico è stato Biraghi al 15′ quando una bella giocata in profondità ha trovato Biraghi che è scattato sul filo del fuorigioco sull’out di sinistra, il laterale è stato bravissimo a servire al centro Caprari che tutto solo ha battuto con un preciso rasoterra Sportiello in uscita. Al 13′ c’era stata un’occasione per gli ospiti nata da una punizione battuta velocemente che ha liberato Tello il cui cross è stato respinto da Gyomber che involontariamente ha servito Vecino che ha tentato un colpo di testa di prima intenzione che è terminato di poco fuori dallo specchio abruzzese. Ormai la partita è inidirizzata verso uno spartito che vede la Fiorentina mantenere il posseso del pallone nella speranza di trovare un varco mentre il Pescara cerca di difendersi al meglio sperando di poter ripartire velocemente in contropiede. Al 25′ ancora Fiorentina vicina al pareggio con Tello che, dopo essersi accentrato, ha calciato da fuori area trovando la presa a terra di Bizzarri. 

Allo Stadio Adriatico di Pescara, i padroni di casa stanno affrontando la Fiorentina nel recupero della 19^ giornata di serie A rinviata per neve il 08 Gennaio e, quando la partita è iniziata da circa dieci minuti il risultato è di 0 a 0. Partita di cruciale importanza soprattutto per i padroni di casa che finora non sono ancora riusciti a conquistare una vittoria in questo torneo e, viste anche le tante assenze nella squadra viola, sperano di riaprire le speranze salvezza proprio in questa serata. La partita è iniziata con la Fiorentina intenta a controllare il possesso del pallone anche se la prima palla gol è stata costruita in contropiede dai padroni di casa con Bahebeck che è stato bravissimo a sgusciare sulla sinistra e a mettere in area un cross rasoterra per Zampano che ha mancato la deviazione solamente per una questione di pochissimi centimetri. Al 10′ reazione degli ospiti col vivace Tello che servito in area di rigore ha tentato una conclusione a giro che è terminata di poco fuori dalla porta difesa da Bizzarri.

Pescara-Fiorentina sta per cominciare allo stadio Adriatico, dove sono già state annunciate le formazioni ufficiali di questo recupero della diciannovesima giornata di Serie A. Snodo fondamentale per entrambe le squadre: il Pescara deve vincere per continuare a sperare in una difficile salvezza, la Fiorentina ha la stessa necessità per continuare ad inseguire quanto meno lEuropa League, ma è evidente che solo una delle due squadre riuscirà a centrare il proprio obiettivo – e il pareggio servirebbe poco ad entrambe. Scontro anomalo fra le due prime punte: Bahebeck per il Pescara e Babacar per la Fiorentina, sicuri talenti mai del tutto espressi. Cominciare a farlo oggi sarebbe assai gradito dai mister, Massimo Oddo e Paulo Sousa. Adesso però la parola passa al campo, il recupero di Pescara-Fiorentina sta per comimnciare! PESCARA: Bizzarri, Biraghi, Zampano, Bruno, Memushaj (cap.), Crescenzi, Caprari, Stendardo, Gyomber, Bahebeck, Benali. Panchina: Fiorillo, Pepe, Kastanos, Brugman, Cerri, Maloku, Delli Carri, Mitrita, Muric, Cubas. Allenatore: Massimo Oddo. FIORENTINA: Sportiello, De Maio, Sanchez, Tomovic, Badelj, Vecino, Borja Valero(cap.), Tello, Ilicic, Babacar, Maxi Olivera. Panchina: Satalino, Cerofolini, Salcedo, Cristoforo, Maistro, Hagi, Chiesa, Baroni, Milic, Mlakar. Allenatore: Paulo Sousa.

In vista del recupero contro la Fiorentina, il mister del Pescara Massimo Oddo potrebbe modificare qualcosa nella formazione titolare. Un jolly è rappresentato da Alessandro Crescenzi, terzino scuola Roma in grado di giocare su ambedue le fasce: se la gioca con Francesco Zampano e Biraghi per una posto dal 1. A centrocampo il tecnico biancazzurro spera di poter schierare Sulley Muntari, che ha saltato il match di sabato contro lInter per assenza del transfer necessario. Nonostante i risultati negativi registrati dalla squadra, giocatori come Ahmad Benali e Valerio Verre si stanno dimostrando elastici a livello tattico, cioè in grado di giocare in posizione diverse: Oddo ha impiegato entrambi sia nel trio di centrocampo che tra le linee, a ridosso della punta. A tal proposito torna a disposizione Caprari, assente per squalifica nellultima giornata: la sua freschezza potrà tornare utile allattacco del Pescara. Passando alla Fiorentina, Paulo Sousa ha scoperto un vero e proprio jolly in Carlos Sanchez: il colombiano, acquistato con letichetta di centrocampista, ha giocato in difesa nelle ultime partite fornendo prestazioni positive. Federico Chiesa invece è il giocatore del momento in casa viola: anche domenica contro il Genoa, il giovane figlio darte si è confermato una carta importante per Paulo Sousa, che ne sta cavalcando la verve e lentusiasmo. 

Dovrebbero affrontarsi con sistemi di gioco differenti. Gli abruzzesi attendono il rientro in campo di Cesare Bovo (possibile per il prossimo week-end) per poter schierare la retroguardia a tre, nel frattempo però mister Oddo dovrebbe mantenere un reparto a quattro uomini con Stendardo ed Andrea Coda a far coppia centrale. La Fiorentina invece tende ad attaccare con almeno cinque giocatori: due esterni di fascia, due centrocampisti offensivi e la punta avanzata. Attenzioni quindi ai duelli nella trequarti pescarese: i vari Ilicic, Borja Valero e Chiesa potrebbero dare fastidio alla difesa avversaria sfruttando gli spazi procurati da Kalinic, sarà importante che i terzini biancazzurri sappiano seguire gli uomini giusti scalando verso il centro. SullIlicic o sul Borja Valero di turno, Massimo Oddo potrebbe sacrificare un mediano esperto come Alessandro Bruno, giocatore in grado di sacrificarsi in fase difensiva. Dallaltra parte il Pescara cercherà probabilmente di creare situazioni di parità e superiorità numerica. Vedremo se in attacco saranno schierati assieme Caprari e Bahebeck, punte mobili che possono aprire la retroguardia viola per gli inserimenti dei vari Verre, Benali e Memushaj.

Vediamo i ballottaggi nelle formazioni di Pescara-Fiorentina, recupero della 19^giornata di Serie A. I padroni di casa dovrebbero schierare Francesco Zampano ed Alessandro Crescenzi nei ruoli di terzini, per il lato sinistro rimane in lizza anche Biraghi. Per la coppia difensiva invece favoriti Stendardo ed Andrea Coda, a questultimo potrebbe essere preferito lo slovacco Gyomber. A centrocampo pochi dubbi: se Muntari sarà stato tesserato giocherà, altrimenti conferma per Alessandro Bruno. Per il pacchetto offensivo le opzioni alternative sono Simone Pepe ed Alberto Cerri: il primo potrebbe giocare al posto di Verre, che nel caso potrà essere arretrato a centrocampo, Cerri invece parte dietro rispetto a Bahebeck per il ruolo di centravanti. Passando alla Fiorentina, il messicano Carlos Salcedo è favorito sul francese De Maio per sostituire lo squalificato Astori; in difesa dovrebbe rivedersi anche Tomovic, rimasto in panchina domenica contro il Genoa. Un ballottaggio per la fascia sinistra: se la giocano luruguaiano Maxi Oliveira e il croato Milic, il primo parte in vantaggio. Conferma in vista per la coppia di centrocampo Vecino-Badelj, attenzione però anche alla candidatura di Sebastian Cristoforo. Scelte obbligate per lattacco: con Kalinic acciaccato il posto di centravanti spetta al senegalese Babacar, mentre la squalifica di Bernardeschi e le non perfette condizioni di Cheiesa aprono a Tello le porte dellundici iniziale.

Gianluca Caprari ha scontato il turno di squalifica e torna a disposizione di Massimo Oddo, per il recupero di Pescara-Fiorentina: lattaccante cresciuto nella Roma e di proprietà dellInter risulta il miglior marcatore della formazione abruzzese, con i suoi 4 gol in campionato. 2 invece le reti del francese Jean-Christophe Bahebeck, attaccante in prestito dal PSG: il ventitreenne transalpino è tornato arruolabile dopo una serie di problemi fisici che ne hanno ridotto limpiego, Oddo si augura che possa diventare un protagonista positivo in pianta stabile nel girone di ritorno. Ledian Memushaj invece rimane una delle colonne del Pescara, anche nelle avversità dellattuale stagione: il suo dinamismo e la sua grinta sono armi preziose per il centrocampo biancazzurro. In casa Fiorentina è esploso Federico Chiesa, che contro il Genoa ha firmato la quarta rete stagionale (seconda in Serie A). Un ragazzo su cui Paulo Sousa ha puntato sin dallinizio di questa stagione, e che nelle ultime settimane pare aver definitivamente preso le misure alla Serie A. Davide Astori ha invece preso in mano la difesa, ma contro il Pescara sarà assente per squalifica: ribalta quindi per il colombiano Carlos Sanchez, capace nelle ultime settimane dei riciclarsi con efficacia nel ruolo di difensore. Tra i protagonisti della Fiorentina anche Nikola Kalinic, che ha toccato anche questanno la doppia cifra di reti in campionato: per ora sono 10, contro le 12 della stagione scorsa. Il croato però non scenderà in campo per problemi al ginocchio, spazio quindi a Babacar.

Impresa disperata quella a cui è chiamato il Pescara contro la Fiorentina. Sono 18 i precedenti complessivi tra le due squadre e solo due le vittorie abruzzesi, l’ultima delle quali è però recentissima, risalente alla Serie A 2012/2013: in un match valido per la 19 giornata il Pescara si impose 0-2 al Franchi con reti di Jonathas e Celik, ma al ritorno venne travolto per 1-5 e da un super Adem Ljajic, autore di una tripletta. L’altro precedente più recente in Serie A a Pescara risale al 1992/93 e la Fiorentina si impose per 0-2. Nel nuovo millennio si registrano altri due testa a testa tra Pescara e Fiorentina, che si sono trovate di fronte anche nel campionato di Serie B 2003-2004, quello allargato a 24 squadre. Nel primo round allAdriatico il risultato finale fu 0-0, mentre il return match dellArtemio Franchi si concluse sull1-1: lautorete di Gianluca Colonnello portò avanti la Fiorentina al 7 minuto, ma al 71 il centrocampista Daniele Amerini, nato a Firenze ed ex viola, ristabilì la parità segnando la sua unica rete con gli abruzzesi.

, che sarà diretta dall’arbitro Carmine Russo ed è, alle ore 20:45 di mercoledì 1 febbraio, il recupero della diciannovesima giornata della Seie A 2016-2017; una partita che non si era giocata a causa dell’emergenza terremoto che ha colpito il Centro Italia e in particolare l’Abruzzo, e che era in programma inizialmente domenica 8 gennaio. 

Per gli abruzzesi questa è l’ennesima ultima spiaggia di una stagione che sembra destinata a chiudersi con l’immediato ritorno in Serie B, mentre per la Fiorentina è un’occasione d’oro per recuperare punti su chi è davanti e continuare a sperare nell’Europa League. Come si vede, non mancano certo i motivi di interesse.

Il Pescara di Oddo non ha ancora vinto una partita sul campo in questa stagione che ha segnato il suo ritorno in Serie A: l’unica vittoria arrivata all’andata è infatti stata frutto di una sentenza del Giudice Sportivo, che ha assegnato la vittoria al Pescara per una irregolarità commessa dal Sassuolo. Sul campo il Pescara non ha quindi ancora assaporato la vittoria e anzi, da tre partite ha ripreso a perdere malamente, palesando i soliti enormi difetti in fase difensiva e in fase realizzativa.

Nell’ultimo match di campionato, giocato a San Siro contro la lanciatissima Inter di Stefano Pioli, è arrivato un 3 a 0 che non ammette repliche e che ha confermato come i ragazzi di Oddo siano forse, mentalmente, già in Serie B. Prima della disfatta di San Siro è arrivata la sconfitta interna contro il Sassuolo (un a 1 a 3 tra le polemiche, perchè secondo i giocatori di entrambe le squadre non si doveva giocare visti i tragici eventi dei giorni immediatamente precedenti al match) e la sconfitta, sempre per 3 a 1, sul campo del Napoli di Sarri, che pur faticando un po’ha fatto valere senza soverchi problemi la propria superiorità tecnica.

La classifica ora vede il Pescara desolatamente ultimo con 9 punti e con la salvezza lontana qualcosa come 12 punti. Effettivamente la situazione è disperata e in città si respira un’aria di smobilitazione: la sensazione è che l’anno prossimo bisognerà ripartire ancora dalla B. In casa Fiorentina l’umore è sicuramente migliore, ma Suosa e i suoi si mangiano ancora le mani per i tre punti buttati via contro il Genoa di Juric, che veniva da una incredibile serie di sconfitte consecutive: alla fine dalla roulette del Franchi è uscito un 3 a 3 pirotecnico, con Chiesa e Simeone jr grandi protagonisti.

Prima del match contro il Grifone era arrivata l’eliminazione in Coppa Italia per mano del Napoli e le vittorie contro Chievo (0 a 3 fuori casa) e Juventus (2 a 1 al Franchi) che avevano fatto pensare ad una Fiorentina finalmente continua nei risultati. Il mezzo passo falso con il Genoa ha invece riportato a galla vecchi difetti, ma per fortuna la corsa all’Europa non è ancora compromessa.

La Fiorentina è al momento ottava con 34 punti e una vittoria sul campo del Pescara la porterebbe ad una sola lunghezza dal Milan dell’ex Montella. Paulo Sousa vuole una vittoria, nonostante l’infermeria sia piena: sa benissimo che presentarsi, da qui a qualche settimana a meno uno dal Milan nello scontro diretto contro i rossoneri sarà fondamentale, anche se ovviamente spera di arrivarvi con il Milan già alle spalle, visto il periodo di appannamento che i rossoneri stanno attraversando.

Guardando alla situazione di classifica delle due squadre e ai precedenti, sembra che la vittoria della Fiorentina sia decisamente scontata: l’ultimo precedente a Pescara risale al maggio del 2013: quasi quattro anni fa la Fiorentina si impose con un sonoro 5 a 1 con tripletta di Ljajic e sigilli di Jovetic e Fernandez e con Vittiglio a rendere leggermente meno amara la disfatta abruzzese. Il Pescara tra le mura amiche non è mai riuscito a battere la Fiorentina e l’ultimo risultato positivo è stato uno 0 a 0 nell’ormai lontano 1989. Le uniche buone notizie per il Pescara vengono dal Giudice Sportivo, che ha fermato per un turno Bernardeschi e Astori. Inoltre Sousa dovrà fare quasi sicuramente a meno anche di Federico Chiesa e di Kalinic.

Per quanto riguarda le quote dei bookmakers, la Fiorentina parte comunque nettamente favorita: la Snai paga una vittoria della compagine allenata da Paulo Sousa 1,77 volte la cifra giocata, mentre un successo dei ragazzi di Oddo è dato a 4.75. Un pareggio viene invece pagato 3,60 volte la posta.

Pescara-Fiorentina potrà essere seguita in diretta tv su Sky Sport 1, Sky Super Calcio e Sky Calcio 1 dagli abbonati alla tv satellitare, oppure su Premium Sport e Premium Sport HD dagli abbonati alla pay tv del digitale terrestre. In entrambi i casi sarà a disposizione il servizio di diretta streaming video, che si può attivare con le applicazioni Sky Go e Premium Play – senza costi aggiuntivi – su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori