Pagelle/ Sassuolo-Chievo (1-3): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2016-2017, 24^ giornata)

Le pagelle di Sassuolo-Chievo: Fantacalcio, i voti della partita che si è giocata domenica 12 febbraio ed è stata valida per la quattordicesima giornata del campionato di Serie A

12.02.2017 - La Redazione
duncan_sassuolo
Duncan, Foto LaPresse

Puntuali al fischio finale, ecco le pagelle di Sassuolo-Chievo: analizziamo i voti di tutti i giocatori che sono scesi in campo al Mapei Stadium per la partita di Serie A. Il Chievo vince per 3-1 in casa del Sassuolo e ottiene unaltra pesante vittoria in trasferta, dopo quella allOlimpico contro la Lazio di due settimane fa. Le cose si mettono davvero male per il Sassuolo dopo tre minuti di gioco , quando Letschert stende fallosamente Inglese con un fallo da ultimo uomo. Larbitro Pairetto espelle il difensore olandese ed assegna il rigore al Chievo, ma Inglese fallisce il penalty centrando il palo. Il Sassuolo passa a sorpresa in vantaggio al minuto 25 con un tap-in di Matri, ma il Chievo riesce a pareggiare con Inglese al 39 minuto. Nella ripresa il Chievo chiude i conti con altri due gol di inglese, rispettivamente al 56 e al 67 con lattaccante che firma così la sua tripletta personale.

E stata una partita molto piacevole, con le due squadre che hanno giocato una partita intensa mantenendo i ritmi alti e dove non sono mancati gol ed emozioni. Il Sassuolo si ritrova a giocare una partita in dieci per quasi tutti i 90 minuti. Nel primo tempo riesce a tenere il passo del Chievo, ma nella ripresa cala nettamente. Nel finale abbozza una reazione ma è troppo tardi. Riesce a sfruttare al meglio il vantaggio numerico e nel secondo tempo chiude la partita con grande forza di volontà. Dirige bene la gara con qualche piccola svista di troppo.

Ecco le pagelle del primo tempo Sassuolo-Chievo: i voti a migliori e peggiori di ciascuna squadra per quanto riguarda la prima frazione della partita di Serie A. Si conclude sull1-1 il primo tempo di Sassuolo-Chievo al Mapei Stadium dopo 45 minuti piacevoli e ricchi di colpi di scena. La gara si apre con un fallo da rigore di Letschert ai danni di Ingese, lanciato a tu per tu contro Consigli con il difensore olandese del Sassuolo espulso direttamente dallarbitro Pairetto. Lo stesso attaccante clivense si presenta dal dischetto ma fallisce il rigore calciando sul palo. Il Chievo prova a sfruttare la superiorità numerica, ma riesce a crearsi solo unoccasione degna di nota nei primi 20 minuti con il tiro da fuori area di Hetemaj, finito di poco a lato del palo. Al minuto 25 il Sassuolo passa a sorpresa in vantaggio. Berardi sulla fascia destra si sposta il pallone sul mancino ed effettua un traversone su cui si fionda Politano che però non riesce a trovare limpatto con il pallone. Il movimento di Politano mette in difficoltà Sorrentino costretto a deviare il pallone che finisce contro il palo. Sul rimbalzo il più lesto di tutti è Matri che con il sinistro deposita comodamente il pallone in rete. Il Sassuolo dopo il gol prova a chiudere tutti gli spazi al Chievo, tentando il raddoppio in contropiede con Politano al 33 minuto. Lex Pescara viene lanciato in profondità da un compagno e riesce ad arrivare in area di rigore dove calcia con il sinistro ma trova una pronta respinta di Sorrentino. Il Chievo si rialza e riesce a trovare il pareggio con un colpo di testa da dentro larea di Inglese. Lattaccante è bravo a sfruttare benissimo il corner di Birsa e a mandare il pallone nell’angolino più lontano con Consigli sorpreso. Vedremo se nel secondo tempo una delle squadre riuscirà a spuntarla o se lequilibrio visto in campo sarà rispecchiato dal risultato.

ACERBI 7 GAZZOLA 6

INGLESE 7 GOBBI 5,5 (Paolo Zaza)

Sul rigore iniziale indovina l’angolo giusto ma è il palo a salvare la sua squadra. Si comporta vari tentativi del Chievo ma viene beffato da Inglese in occasione del terzo gol.

Partita giocata con grande sacrificio e acume tattico. Dopo l’espulsione di Letschert viene dirottato al centro dove se la cava molto bene. Nella ripresa torna a fare il terzino e riesce a rendersi pericoloso in attacco.

Solita roccia difensiva. Dimostra di essere in buona forma non facendo passare quasi nulla dalle sue parti.

La sua ingenuità pesa tantissimo sul risultato finale.

Tiene bene la posizione ma non offre mai spunti importanti in nessuna delle due fasi.

Gioca con grinta e determinazione il primo tempo offrendo tanta corsa al servizio della squadra. Nella ripresa cala nettamente d’intensità e la sua prestazione globale ne risente.

Prova ad assumersi maggiori compiti a centrocampo ma finisce per non incidere in nessuna delle due fasi.

Ricopre anche il ruolo di terzino dopo l’espulsione di Letschert. Nella ripresa torna al suo ruolo a centrocampo e si rende molto pericoloso in attacco con passaggi precisi verso gli attaccanti.

DAL 72’ RAGUSA 6: Entra bene in partita e si rende subito pericoloso in zona gol, ma il palo prima e Sorrentino poi gli negano la gioia personale.

E’ costretto a sacrificarsi molto per la squadra ma riesce comunque a crearsi qualche buona occasione in attacco.

Dai suoi piedi nasce l’azione che porta al gol Matri nel primo tempo. Nel finale di ripresa cala fisicamente e non riesce mai a rendersi pericoloso.

DAL 78’ IEMMELLO: S.V.

Sull’unica occasione che gli capita sui piedi riesce ad ottenere il massimo segnando il momentaneo vantaggio del Sassuolo. Si sacrifica molto nella squadra ma nel secondo tempo Di Francesco rinuncia al suo apporto.

DAL 56’ ANTEI 5,5: Entra pochi secondi prima del secondo gol di Inglese. Entra in un momento difficile e non riesce ad infondere molta sicurezza ai compagni di reparto.

Sbaglia a rinunciare alla punta nel momento più difficile della partita. Nel finale è costretto a rimediare mandando in campo tutti gli attaccanti disponibili ma è troppo tardi.

In occasione del gol fa un pasticcio regalando palla a Matri, ma nella ripresa si rifà alla grande con due interventi provvidenziali prima su Ragusa e poi su Iemmello.

Sbaglia numerosi passaggi e lanci lunghi con Maran che lo sostituisce durante l’intervallo.

DAL 46’ MEGGIORINI 6,5: Aumenta il peso specifico dell’attacco del Chievo e dà una grande mano alla squadra.

Commette qualche errore di troppo nel primo tempo, ma nella ripresa si riprende e gioca una gara sufficiente.

Baluardo insuperabile nella difesa gialloblu. Recupera molti palloni e commette pochissimi errori.

Buona prova del terzino clivense che sbaglia poco in difesa e dà un buon contributo anche in attacco.

Si occupa del lavoro sporco in mezzo al campo senza incidere granché sul match.

Recupera molti palloni a centrocampo e si rende spesso pericoloso con le sue conclusioni da fuori.

Viene schierato inizialmente sulla trequarti, ma la sua prestazione migliora nettamente quando rientra in mediana.

Nel primo tempo si vede poco ma riesce a servire un cross perfetto sulla testa di Inglese. Nella ripresa viene spostato in fascia ma la sostanza non cambia, dai suoi piedi vellutati, infatti, nascono i due gol che chiudono la partita.

DAL 73’ DE GUZMAN: S.V.

Si guadagna il rigore iniziale e provoca l’espulsione di Letschert. Dopo l’errore dal dischetto scompare un po’ dal radar della partita ma verso il finale di primo tempo riesce a pareggiare con un bel gol. Nella ripresa con altri due gol firma la sua tripletta personale e fa volare il Chievo.

DALL’84’ GAKPE’: S.V.

Nella ripresa con l’inserimento di Meggiorini e il cambio di modulo riesce a prendere le misure agli avversari e trova un’altra vittoria fondamentale in trasferta.

(Paolo Zaza)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori