DIRETTA/ Celta Vigo-Alaves (risultato finale 0-0): due legni ma nessun gol, tutto rimandato al ritorno (Coppa del Re, oggi 2 febbraio)

- La Redazione

Diretta Celta Vigo-Alaves, risultato finale 0-0: nella semifinale di andata di Coppa del Re al Balaidos le due squadre rimandano il discorso alla sfida di ritorno al Mendizorrotza

hugomallo_sergigomez_celtavigo
LaPresse - immagine di repertorio

Al Balaidos termina una partita che si accende tardi e che non si sblocca dal punto di vista dei gol: reti bianche e per la qualificazione alla finale di Coppa del Re 2017 è tutto rimandato alla sfida di ritorno. Nel secondo tempo le due squadre si svegliano e iniziano a produrre, rendendosi conto di dover fare qualcosa per provare a indirizzare la doppia semifinale. Iago Aspas ha tre occasioni: sbaglia lui nella prima e nella terza (posizionato ottimamente manda fuori un colpo di testa che sembrava agevole), ma al 67 minuto la sua sassata a colpo sicuro supera Fernando Pacheco per stamparsi contro la traversa. Scampato il pericolo lAlaves prende coraggio: il solito Manu Garcia ci prova in area di rigore ma la sua conclusione, dotata di potenza, è centrale e viene respinta in angolo da Sergio Alvarez. Tuttavia è ancora il Celta a doversi rammaricare: a due minuti dal 90 Pablo Hernandez, dentro larea di rigore, raccoglie un pallone vagante e centra il palo alla destra di Pacheco. Porta stregata per la squadra di casa: lo 0-0 è risultato che tiene in vita lAlaves in vista del ritorno, ma il Celta Vigo non ha subito gol in casa e dunque al Mendizorrotza potrà permettersi di pareggiare con gol per arrivare in finale contro una tra Atletico Madrid e Barcellona.

Allintervallo della seconda semifinale di Coppa del Re 2016-2017, Celta Vigo e Alaves sono ancora ferme sul risultato di 0-0. Una partita che fino a questo momento ha detto davvero poco: consce del fatto di essere le outsider della manifestazione, e di avere possibilità concrete di arrivare in finale, le due formazioni non sono ancora uscite dalla fase di studio e hanno regalato ben poche emozioni e occasioni per sbloccare il risultato. Passata la metà del primo tempo nè Celta né Alaves avevano ancora tirato in porta; lo ha fatto al 40 minuto la formazione ospite, con Manu Garcia che ha avuto una strepitosa occasione venendo servito in area di rigore ma ha calciato debolmente, permettendo a Sergio Alvarez di mandare in angolo. La speranza è che nel secondo tempo si possa assistere a ben altro spettacolo; staremo a vedere se le due squadre riusciranno a sbloccarsi dal punto di vista del gioco. 

Sta per cominciare, dunque cresce lattesa per la semifinale meno pronosticabile della Coppa del Re spagnola 2016-2017, che ci ha riservato un tabellone fortemente squilibrato. Da questa parte Celta Vigo e Alaves si giocano un prestigioso accesso alla finale, dallaltra ieri sera abbiamo assistito allandata della semifinale di lusso fra Atletico Madrid e Barcellona. Per adesso però le due piccole pensano a giocarsela fra loro: Celta Vigo e Alaves infatti sono accomunate dal fatto di non aveva mai vinto nulla di importante nella loro storia e dunque la possibilità di vincere la Coppa del Re è davvero importante per loro, anche se in finale comunque vada avranno un avversario formidabile. Prima però conviene pensare alla semifinale: Celta Vigo-Alaves sta per cominciare!

Si avvicina, andiamo dunque a vedere una possibile chiave tattica per la partita valida per la Coppa del Re. Trattandosi della gara di andata, chiaramente toccherà al Celta Vigo prova a fare qualcosa di più in fase offensiva cercando di trovare la via delle rete senza tuttavia subirne, perché sappiamo quanto possono pesare i gol subiti in casa in sfide ad eliminazione diretta con formula di andata e ritorno. Quindi lAlaves dovrebbe impostare un match di contenimento con almeno nove giocatori dietro la linea della palla per poi ripartire velocemente con almeno tre o quattro elementi per colpire, appunto alla ricerca di un gol che avrebbe grande valore per gli ospiti. Insomma, potrebbe essere una gara molto tattica anche considerata limportanza della posta in palio per due squadre che non sono abituate a lottare per traguardi così prestigiosi.

Si gioca stasera, giovedì 2 febbraio, per la semifinale dandata della Coppa del Re: la gara è in programma alle ore 21,00 dello stadio de Balaidos di Vigo tra i padroni di casa del Celta Vigo e lAlaves. Il match è molto importante giacché potrebbe permettere ad uno dei due club di raggiungere la finale scrivendo una pagina storica. I favori del pronostico sono ad appannaggio dei padroni di casa che possa contare sullapporto del proprio pubblico e su una rosa più competitiva. Il percorso che ha permesso al Celta Vigo di raggiungere le semifinale è iniziato ai sedicesimi con la doppia vittoria sia allandata che al ritorno per 1-0 contro lUCAM Murcia con reti di Gomez e Diaz.

Agli ottavi di finale il Celta Vigo ha quindi avuto la meglio con il Valencia battendo lex squadra di Cesare Prandelli per 4-1 in trasferta con gol di Guidetti, Aspas su calcio di rigore, Bongonda e Wass mentre al ritorno davanti al proprio pubblico si è imposto per 2-1 grazie alle reti di Giuseppe Rossi e Sisto. Nei Quarti di finale il Celta Vigo ha compiuto la grande impresa sbarazzandosi del Real Madrid campione dEuropa e del Mondo in carica vincendo al Bernabeu per 2-1 con gol di Aspas e Jonny e pareggiando in caso per 2-2 grazie alle realizzazioni di Wass e alautorete di Danilo.

Anche lAlaves ha iniziato la propria avventura nella coppa ai sedicesimi di finale avendo la meglio sia allandata che al ritorno con un secco 3-0 ai danni del Gimnastic con Torquero Pinedo grande protagonista autore di due gol. Agli ottavi lAlaves ha pescato il Deportivo La Coruna con cui ha pareggiato 2-2 in trasferta con reti di Mendez e Santos ed 1-1 al ritorno con rete decisiva di Mendez. Nei quarti avversario decisamente più morbido ed in particolare con lAlaves che vinto per 2-0 in trasferta sul campo dellAlcorcon e pareggiato in casa per 0-0. Per quanto concerne gli scontri diretti i due club si sono affrontati in campionato lo scorso 15 gennaio con vittoria interna del Celta Vigo per 1-0 con gol di Radoja.

Per quanto riguarda le probabili formazioni, il Celta Vigo dovrebbe giocare con un 4-2-3-1. In porta Alvarez mentre in difesa Mallo sulla destra e Planas sulla corsia mancina mentre nel mezzo la coppia di centrali composta da Gomez Sola e Fontas. A fungere da cuscinetto protettivo i due mediani Radoja e Hernandez mente alle spalle della prima punta Giuseppe Rossi ci dovrebbero essere Lemos sulla corsia di destra, Sene nel mezze e Sisto sulla sinistra. Da segnalare come al posto di Lemos potrebbe essere utilizzato Jonny ed al posto di Sene nellambito di un turn over, Jozabed.

LAlaves dovrebbe riproporre il 4-4-2 con cui ha fermato sullo 0-0 lAtletico Madrid. In porta Pacheco mentre nella linea difensiva dovrebbero trovare spazio Kiko sulla destra, Laguardia nel mezzo al fianco di Feddal e Hernandez per spingere sulla corsia di sinistra. A centrocampo sul lato destro è certo del posto negli undici Llorente, in mezzo è ballottaggio tra Camarasa e Santos per il posto al fianco di Garcia mentre sul lato mancino potrebbe essere schierato Mendez al posto di Ibai. In avanti al fianco del brasiliano Deyverson ci dovrebbe essere uno tra Toquero Pinedo e Vigaray.

La Snai ed altre compagnie di scommesse per questo incontro vedono favorito il Celta Vigo con una quota che tuttavia non è così bassa. Infatti, levento 1 viene pagato soltanto 1,70 volte la posta in palio. Il pareggio invece è quotato 3,40 mentre sempre meno probabile la vittoria dellAlaves che verrebbe pagata 5,25 volte quanto scommesso. Per quanto concerne il computo reti, non ne dovrebbero essere segnate tantissime ed infatti levento Under 2,5 viene pagato solo 1,55 contro un corposo 2,25 per lOver 2,5.

Celta Vigo-Alaves non sarà trasmessa in diretta tv, né sarà possibile assistere alla sfida in diretta streaming video; per quanto riguarda le informazioni utili sulla partita potrete comunque consultare gli account ufficiali che le due società mettono a disposizione su Twitter e gli altri social network.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori