Risultati Liga/ Classifica aggiornata, partite e marcatori (24^ giornata, 24-25-26 febbraio 2017)

Risultati Liga, classifica aggiornata, partite e marcatori della 24^ giornata: vince il Real Madrid, ma il colpo lo fa il Barcellona in casa dell’Atletico (24-25-26 febbraio 2017)

27.02.2017 - La Redazione
MessiSuarezNeymar
LaPresse - immagine di repertorio

32 reti nella ventiquattresima giornata della Liga, massimo campionato spagnolo: il Real Madrid ha vinto in rimonta in casa del Villareal e ha respinto l’assalto in classifica del Barcellona, che ha vinto il big-match contro l’Atletico Madrid. Vittoria pesantissima del Leganes nello scontro salvezza contro il Deportivo La Coruna, mentre continua a volare l’Eibar. Uomo copertina del giorno è proprio Adrian dell’Eibar, autore di una doppietta, mentre la maglia nera di questo turno va sicuramente a Griezmann. Il francese non ha inciso per nulla nel big-match contro il Barcellona e il suo mancato apporto si è decisamente fatto sentire.

La giornata numero ventiquattro della Liga è iniziata con la importante vittoria esterna della Real Sociead sul campo del Las Palmas: con questi tre punti, propiziati da un goal di Xabi Prieto ad un quarto d’ora dalla fine, la Real Sociead è salita a 44 punti e si è riportata ad un tiro di schioppo dal quarto posto, vista la sconfitta interna dell’Atletico Madrid nel big match contro il Barcellona. La corsa per la Champions League, anche se solo per il turno preliminare, rimane quindi decisamente aperta. Vittoria pesantissima anche quella dell’Alaves contro il Valencia, in un match che si può dire abbia praticamente sancito la salvezza della neopromossa, capace di ribaltare lo svantaggio arrivato con il goal di Soler a 20’dalla fine grazie ad una grande reazione che ha portato alle reti di Ibai al 78 e di Katai all’86. Sconfitta comunque indolore per il Valencia, che con i suoi 26 punti rimane ad una distanza di discreta sicurezza dalla zona calda. E a proposito di lotta per non retrocedere, il Leganes ha tirato fuori gli artigli dopo un periodo di appannamento proprio nel giorno più importante, quello dello spareggio salvezza contro il Deportivo La Coruna: la neopromossa, al primo anno in massima serie in tutta la sua storia, ha dominato il match in lungo e in largo, portando a casa tre punti che la proiettano a 21 punti e le consentono di sorpassare proprio il Deportivo, fermo a 19 e con lo Sporting Gijon che ha rosicchiato un altro punto, come vedremo tra poco, e che ora è a -2 dalla salvezza. Il Leganes ha vinto 4 a 0, con due goal per tempo: nella prima frazione sono andati a segno il solito Szymanowski (19) e Mantovani (30), mentre nella ripresa, poco prima del fischio finale, Unai Lopez (81) e Alberto Bueno (90) hanno reso trionfale la giornata della matricola, che ora vede la salvezza più vicina, anche se ci sarà ancora molto da lottare.

Questo lo sa anche il Betis Siviglia, che ha perso il derby contro il Siviglia e ora ha il Leganes a -3. Eppure il match era cominciato bene, con Durmisi che aveva portato in vantaggio il Betis. Nella ripresa Sanpaoli ha cambiato qualcosa a livello tattico e il Siviglia ha cominciato a spingere, ribaltando il match con le reti di Mercado e Iborra (56 e 76). Ora i ragazzi dell’ex commissario tecnico del Cile sono terzi a 52 punti, sempre a -3 dal Real Madrid, ma con una partita in più. Rimanendo in fondo alla classifica, l’Osasuna aspetta ormai la fine della stagione: in casa dell’Espanyol è arrivato un secco 3 a 0 firmato da Caicedo, Jurado e Moreno, a segno al 17del primo tempo e nella ripresa, rispettivamente al 47 e al 90. Osasuna sempre ultimo con 10 punti e Espanyol che è salito a 35 punti, non perdendo contatto dal Bilbao, che ha battuto a sua volta il Granada (ora penultimo con 16 punti) e che è salito a 38 punti, in piena zona Europa League. I baschi sono passati in vantaggio con un bel goal di Susaeta dopo 11′, ma si sono visti subito raggiungere da Carcela-Gonzalez al 14. Il Bilbao però ha continuato a creare occasioni da goal e alla mezz’ora è arrivato il 2 a1 di Lekue a cui nella ripresa (69) ha fatto seguito il 3 a 1 finale di San Josè. A braccetto con il Bilbao continua ad andare anche l’Eibar, ormai una realtà della Liga: il netto 3 a 0 rifilato al Malaga porta a firma dei soliti noti, ovvero Adrian e Enrich. La partita si è decisa in dieci minuti, a cavallo tra fine primo tempo e inizio ripresa: Adrian ha aperto le marcature al 43 e ha raddoppiato al 5 della ripresa su rigore. Enrich ha chiuso il match due minuti dopo, stendendo un Malaga mai in partita. Bilbao e Eibar hanno così staccato il Celta Vigo nella corsa all’Europa League e messo nel mirino il Villareal.

Il Celta ha infatti pareggiato in casa dello Sporting Gijon, che si è confermato in corsa per la salvezza: al vantaggio di Gomez al 49 su rigore ha risposto Aspas al 75 per il Celta: ora i punti di ritardo da Bilbao e Eibar sono quattro. Il Villareal ha invece perso in casa 3 a 2 contro il Real Madrid (confermatosi primo in Liga) dopo essere andato avanti con Trigueros e Bakambu (50 e 56). Il Real però non si è disunito e in venti minuti ha segnato tre reti con Bale (64), Cristiano Ronaldo su rigore (74) e Morata (83). Il Real ha quindi respinto l’assalto del Barca, corsaro in casa dell’Atletico Madrid. Luis Enrique si è presentato con un nuovo modulo e ha vinto grazie a Rafinha (64) e Messi (86), che ha vanificato il pari di Godin (70). Per la squadra di Simeone la corsa al titolo è ormai compromessa e non resta che difendere con le unghie e con i denti il quarto posto, sperando in qualche passo falso del Siviglia di Sampaoli.

Las Palmas-Real Sociedad 0-1

Alaves-Valencia 2-1

Betis-Siviglia 1-2

Leganes-Deportivo 4-0

Eibar-Malaga 3-0

Espanyol-Osasuna 3-0

Atletico Madrid-Barcellona 1-2

Athletic Bilbao-Granada 3-1

Gijon-Celta Vigo 1-1

Villarreal-Real Madrid 2-3

Real Madrid 55

Barcellona 54

Siviglia 52

Atletico Madrid 45

Real Sociedad 44

Villarreal 39

Eibar, Athletic Bilbao 38

Espanyol 35

Celta Vigo 34

Alaves 33

Las Palmas 28

Valencia, Malaga 26

Betis 24

Leganes 21

Deportivo 19

Gijon 17

Granada 16

Osasuna 10

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori