DIRETTA / Spezia-Ascoli (risultato finale 2-1) info streaming video e tv:Piccolo-Djokovic(oggi, Serie B 2017)

- La Redazione

Diretta Spezia Ascoli: info streaming video e tv, probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita che si gioca per la 28esima giornata del campionato di Serie B

Spezia_bianco
Diretta Spezia Lecce, Foto LaPresse

E’ terminato da pochi minuti il match tra Spezia e Ascoli sul punteggio di 2 a 0, una rete per tempo segnate da Piccolo e Djokovic meritatamente vinta dai padroni di casa che hanno anche sprecato un calcio di rigore in avvio da Granoche. La partita inizia subito con un episodio al 3′ quando l’arbitro assegna un calcio di rigore ai padroni di casa per una tocco di mano di Gigliotti che ha deviato il cross proveniente dalla destra effettuato da Piccolo. Al 13′ Gigliotti calcia una punizione che ribattuta dalla barriera finisce tra i piedi ti Cassata che calcia in diagonale fuori dallo specchio. I padroni di casa abbassano un pò il ritmo e così non succede più nulla fino al 45′ quando all’improvviso arriva il vantaggio dello Spezia firmato da Piccolo che ha segnato direttamente su calcio di punizione dal limite dell’area, il tiro del numero 10 di casa, dopo aver superato la barriera si è infilato nell’angolo basso sorprendendo un pò Lanni, non esente da colpe nell’occasione. L’Ascoli, nonostante lo svantaggio, non riesce mai a creare pericoli concreti in avanti e, anche nella ripresa, sono i padroni di casa a creare la prima palla gol al 65′ quando Djokovic colpisce di testa costringendo l’estremo difensore marchigiano ad una grande deviazione in calcio d’angolo. Il raddoppio non tarda ed arriva al 71′ proprio con Djokovic, merito però per Granoche che ha cercato il gol con un gran colpo di testa sul quale Lanni si è superato respingendo però sui piedi del numero 14 che ha messo in rete praticamente sulla linea di porta. Quando si attendeva solamente il triplice fischio finale, è arrivato il gol della bandiera per l’Ascoli messo a segno da Gigliotti che ha realizzato con un colpo di testa sulla punizione calciata da Cassata che non ha lasciato scampo a Chichizola. I padroni di casa conquistano meritatamente tre punti che avvicinano i liguri alla zona playoff, mentre gli ospiti restano a centro-classifica perdendo una gara un pò deludente viste le prestazioni offerte nell’ultimo periodo.

Siamo ormai giunti al 80′ della partita tra Spezia e Ascoli ed il punteggio è cambiato al 71′ quando è stato Djokovic ha raddoppiato: gran colpo di testa di Granoche sul cross proveniente dalla destra sul quale Lanni si è superato deviando con un super intervento ma che non ha potuto nulla sul successivo tap-in di Djokovic che ha messo dentro da due passi. Lo stesso Djokovic aveva già sfiorato il raddoppio al 65′ quando con un bel colpo di testa ha costretto ad una stupenda deviazione l’estremo difensore marchigiano. Doppio cambio dopo il secondo gol con gli ospiti hanno mandato in campo l’atteso Orsolini al posto di Gatto mentre i padroni di casa mandato sul terreno di gioco Maggiore al posto di Signorelli.

E’ terminato da pochissimi minuti il primo tempo della sfida tra Spezia e Ascoli ed il risultato è cambiato proprio al 45′ quando Piccolo ha sbloccato il punteggio con una bella punizione che ha calciato dal limite dell’area che si è infilata nell’angolo dopo aver superato la barriera ed aver sorpreso Lanni che nell’occasione non è sembrato esente da colpe. Speriamo che la rete di Piccolo dia la scossa ad una gara che finora è stato tutt’altro che emozionante dato che, dopo il rigore fallito da Granoche, non ci sono state occasioni da rete nitide anche se gli ospiti hanno avuto la supremazia del gioco.

Allo Stadio Picco di La Spezia i padroni di casa stanno affrontando l’Ascoli nella sfida valida per la 28^ giornata di Serie B quando la sfida è ormai iniziata da circa dieci minuti il risultato è fermo sullo 0 a 0, nonostante l’arbitro abbia concesso un calcio di rigore in favore dei padroni di casa. Al  3′ Lanni si supera respingendo con un gran balzo la massima punizione calciata da Granoche Il calcio di rigore è stato provocato da un tocco con la mano di Gigliotti che ha deviato un cross di Piccolo che era riuscito a sfondare sulla corsia di destra. Scontro tra la nona in classifica a quota 38 punti contro la tredicesima in graduatoria con 34 punti. 

Sfida tra bianconeri allo Stadio Picco dove si gioca Spezia-Ascoli e dove si affrontano due dei bomber più forti della categoria. Da una parte ci sono i nove gol di Pablo Granoche e dall’altra gli otto di Daniele Cacia. El Diablo si è rigenerato in Liguria, dimostrando di poter fare ancora la differenza nella categoria cadetta. Ha tutto per essere un attaccante fortissimo, giocatore dotato di grande fisico e abile di testa ha anche nelle giocate acrobatiche una delle sue armi neanche troppo nascoste. Dall’altra parte invece c’è chi in Serie B ha fatto la storia come Cacia, prima punta dotata di grande senso della posizione quando era giovane pensavano tutti sarebbe diventato la punta di riferimento di un top club del nostro calcio. Un po’ di infortuni e anche la sfortuna non hanno permesso in realtà mai al ragazzo di spiccare il volo, ma in Serie B ha sempre fatto la differenza. Al suo fianco poi stanno emergendo le stelle di Andrea Favilli, sette gol, e Riccardo Orsolini, sei, entrambi in orbita Juventus. 

Sarà la decima volta che Spezia  e Ascoli si affronteranno in uno scontro diretto al Picco: match che occorre alla 28^ giornata della serie B e che dalla stagione 1961-1962 di serie C ha visto a bilancio un solo successo per i bianconeri e 5 pareggi tutti raccolti nella regular season. Il testa a testa più recente tra le due compagini risale ovviamente la match di andata della stagione di serie B in corso, dove al Del Duca il risultato arrise per 2-0 alla formazione ligure, andata in gol grazie a Nene, autore di una splendida doppietta segnata entro i primi 45 minuti del match. Nella scorsa stagione della Serie B l’Ascoli si è invece imposto 3 a 0 tra le mura amiche con reti di Petagna e Cacia: solo l’ultimo oggi sarà in campo, con Petagna che ora è all’Atalanta. Nel match di ritorno dell’anno scorso finì invece con un pareggio a reti inviolate. Molto attesi sono il baby Orsolini nell’Ascoli e Nenè nello Spezia. 

Tra i migliori della gara Spezia-Ascoli c’è sicuramente Claudio Terzi che si sta dimostrando difensore davvero di categoria, giocatore affidabile e abile a muoversi sempre con i tempi giusti nell’anticipo dell’avversario. Bene invece in mezzo al campo sta facendo Giulio Maggiore, centrocampista dotato di grande intelligenza e tempi di gioco che però Domenico Di Carlo sta dosando molto, senza farlo giocare sempre da titolare e dimostrando a volte di preferirgli Errasti. Davanti invece sta facendo bene El Diablo Granoche tornato a segnare con continuità. Attenzione però anche allo splendido contributo che sta dando un grande simbolo della categoria e cioè quel Daniele Cacia che come la si mette non delude mai. Davanti invece le sorprese sono Riccardo Orsolini e Andrea Favilli entrambi nei monitor della Juventus in circostanze comunque diverse. 

Spezia-Ascoli si avvicina; uno sguardo allora alle principali statistiche messe insieme dalle due squadre prima di questo turno di campionato. Lo Spezia continua a fare saliscendi: dopo le tre vittorie consecutive sono infatti arrivati il pareggio interno contro il Trapani e la sconfitta di Novara. Il dato stagionale ci dice che la formazione ligure è riuscita soltanto una volta a limitare una striscia negativa a una sola partita. Dopo aver vinto contro la Pro Vercelli (17 settembre) cera stato il pareggio di Trapani, e poi subito un 1-0 contro il Novara. Da lì però le serie negative sono state tante: due sconfitte consecutive (Carpi e Avellino), poi due pareggi e due ko tra lundicesima e la quattordicesima giornata, quindi due pari e una sconfitta e nuovamente 2 punti in tre giornate. Insomma: solo in due occasioni lo Spezia ha vinto almeno due partite consecutive. Perdendo in casa contro il Pisa, lAscoli ha interrotto una serie di dieci partite senza sconfitte; girando il discorso però possiamo notare come in questo periodo le vittorie siano state appena tre, e lultima gioia per i marchigiani sia il netto 3-0 alla Pro Vercelli nel recupero della ventiduesima giornata (giocato a metà febbraio). Fuori casa i marchigiani non hanno ancora vinto nel 2017: ultima gioia il 30 dicembre sul campo della Ternana (1-0).  

Tanti i ballottaggi per Spezia-Ascoli, gara in programma nel turno infrasettimanale di Serie B. Vediamoli nel dettaglio, con mister Di Carlo che farà sicuramente dei cambi rispetto alla gara contro il Novara: ballottaggio a centrocampo tra Pulzetti e Sciaudone, il primo per ora è in pole per una maglia da titolare per la partita del turno infrasettimanale, mentre in attacco Piu è squalificato quindi si contenderanno un posto  Baez e Piccolo per completare il reparto insieme a Granoche. Mister Aglietti, invece, deve valutare le condizioni fisiche di Cacia, ma l’attaccante dovrebbe essere regolarmente in campo per la trasferta contro lo Spezia. Out Augustyn per squalifica, per l’Ascoli scelte obbligate con Favilli a completare il reparto avanzato, mentre a centrocampo ci saranno i soliti Orsolini, Addae, Bianchi, Gatto per contrastare le giocate dello Spezia. Confermato Lanni in porta, solita difesa a quattro.

Spezia-Ascoli sarà diretta da Antonio Rapuano, della sezione di Rimini; ad assisterlo nel compito allo stadio Picco saranno i segnalinee Cangiano e Formato, ed il quarto uomo Marini. Per Rapuano si tratta dell11esima direzione stagionale nella serie cadetta, con 51 ammonizioni ed una espulsione assegnate negli incontri precedenti, nel corso dei quali ha comminato anche 4 calci di rigore. Nel complesso le gare arbitrate in Serie Bdallarbitro riminese sono 26, durante le quali sono stati estratti 124 cartellini gialli (non pochissimi in media). Sono invece 7 in totale le espulsioni, con la curiosità che 4 di queste sono state dirette, e 7 anche i calci di rigore assegnati. Rapuano non ha precedenti stagionali con lo Spezia, mentre sono due, entrambi in trasferta (e dunque oggi arriveremo a tre), gli incroci con l’Ascoli. Entrambe le partite sono state pareggiate dalla formazione marchigiana: la prima a Trapani e la seconda a Benevento. Un altro punto al Picco non farebbe certo male alla formazione guidata da Alfredo Aglietti…  

Sarà diretta dall’arbitro Rapuano; per la ventottesima giornata del campionato di Serie B 2016-2017 si gioca martedì 28 febbraio alle ore 20:30 ed è un match tra due formazioni che sono reduce da sconfitte pesanti che hanno allontanato i rispettivi obiettivi: i playoff promozione per i liguri e una salvezza tranquilla per l’Ascoli. Lo Spezia è caduto a sorpresa a Novara: al Piola è arrivata una sconfitta per 2 a 1 che ha scatenato la contestazione dei tifosi, che vedono una squadra tecnicamente molto dotata non riuscire ad esprimere tutto il proprio potenziale. L’Ascoli ha invece perso nettamente e meritatamente contro il Pisa di Gattuso.

Lo Spezia di Di Carlo ha fatto un punto nelle ultime due gare e con 38 punti vede allontanarsi la zona playoff: dopo il pareggio beffa contro il Trapani è arrivata la sconfitta di Novara, che ha sancito la crisi della squadra di Di Carlo, costruita per ottenere la promozione e che vede invece l’obiettivo allontanarsi proprio nel momento più importante della stagione.

Ora arriva il match contro l’Ascoli, che di punti ne ha 34 e che arriva a sua volta da un punto nelle ultime due gare di campionato: dopo il pareggio contro il Vicenza è arrivata la batosta interna contro il Pisa di Gattuso, che è tornato a casa con una pesantissima vittoria per 4 a 2 e tre punti che nell’ottica della corsa alla salvezza pesano molto. L’Ascoli però arrivava da undici risultati utili consecutivi e quindi Aglietti si è giustamente mostrato tranquillo nel post-partita, perchè un passaggio a vuoto dopo undici gare è fisiologico. Entrambi i tecnici non hanno quindi fatto drammi all’indomani delle due sconfitte, affermando che gli obiettivi stagionali sono sempre a a portata di mano.

Tuttavia risulta fondamentale per entrambi riuscire a fare risultato in questo match, anche se ad Aglietti, al contrario di Di Carlo, potrebbe andar bene anche un pareggio per riprendere la marcia verso una salvezza tranquilla e senza patemi. Insomma, il match si presenta assolutamente interessante, perchè lo Spezia sarà costretto ad attaccare per cogliere tre punti che arrivati a questo momento della stagione sono fondamentali e potrebbe quindi prestare il fianco all’attacco dell’Ascoli, mix di esperienza e gioventù che sta garantendo ad Aglietti il raggiungimento dell’obiettivo della salvezza con una relativa tranquillità, anche se la sconfitta contro il Pisa brucia decisamente.

Nello Spezia potrebbero esserci due importanti novità in avanti, con Di Carlo che dopo la brutta sconfitta di Novara, che ha permesso ai piemontesi di rientrare definitivamente nella corsa alle posizioni che garantiscono la possibilità di giocarsi la A nella roulette dei playoff, sembra deciso a rivoltare l’attacco. Nel consueto 3-4-3 dell’ex tecnico di Sampdoria e Chievo, ci sarà infatti spazio per Fabbrini e Nenè. Il primo torna a disposizione dopo aver scontato il turno di squalifica e il tecnico punta sulla sua voglia di rivalsa, dopo che la sua parabola agonistica non si è sviluppata come molti pensavano pochi anni fa.

L’ex Cagliari, che nel corso della stagione ha perso il posto da titolare, sarà invece di nuovo in campo dal primo minuto e avrà la possibilità di convincere il tecnico della bontà della scelta. L’Ascoli di Aglietti dovrebbe schierarsi con il consueto 4-4-2 e non dovrebbero esserci cambi di formazione rispetto al match casalingo perso contro il Pisa. La coppia d’attacco dovrebbe quindi essere composta ancora dal giovane Favilli e dall’esperto Cacia, con Orsolini esterno di centrocampo pronto a trasformarsi in ala per il passaggio ad un 4-3-3.

Nonostante la sconfitta contro il Novara i bookmakers danno ancora grande fiducia allo Spezia di Di Carlo: la Snai quota la vittoria contro l’Ascoli a 1.75, mentre una affermazione esterna dei marchigiani viene pagata a 5.00. Chi invece dovesse puntare su un pareggio andrà a vincere, se tale risultato dovesse concretizzarsi al termine dei novanta minuti di gioco, 3.50 volte la cifra giocata.

La diretta Spezia-Ascoli è in tv su Sky Calcio 5; tutti gli abbonati alla pay tv del satellite potranno dunque seguire questa partita anche su PC, tablet o smartphone attivando senza costi aggiuntivi la diretta streaming video grazie a Sky Go. Inoltre, su Sky Sport 1 va in onda Diretta Gol Serie B, programma con highlights e gol da tutti i campi mostrati in tempo reale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori