DIRETTA/ Super-G femminile Mondiali sci St Moritz: Schimdhofer, Weirather, Gut. Streaming video e tv, risultato finale (oggi, martedì 7 febbraio)

- La Redazione

Diretta super-G femminile Mondiali sci St Moritz streaming video e tv, risultato live della gara che apre la rassegna iridata: orario, favorite e azzurre (oggi martedì 7 febbraio)

lara_gut_podio
Diretta Super-g St Morit, Lara Gut (LaPresse)

da poco terminato il super-G femminile che ha aperto i Mondiali di sci St Moritz 2017. La vincitrice è Nicole Schmidhofer, arrivata prima con un tempo di 1:21.34 e un vantaggio di 33 centesimi su Tina Weirather, spinta in seconda posizione. Sul gradino più basso del podio c’è Lara Gut, a 36 centesimi dalla Schmidhofer. Viktoria Rebensburg si è piazzata quarta dopo una convincente prova, mentre Elena Curtoni, la migliore tra le italiane, si deve accontentare della quinta posizione (1:21.89 a 55 centesimi dalla vetta). Al sesto posto troviamo la norvegese Ragnhild Mowinckel; settima c’è Stephanie Venier, che precede l’accoppiata Federica Brignone e Tessa Worley. In decima posizione Sofia Goggia, davanti a Ilka Stuehc. Sono andate clamorosamente fuori Lindsey Vonn e Anna Veith.

Nel super-G femminile che ha aperto i Mondiali di sci St Moritz 2017, Nicole Schmidhofer continua a mantenere la vetta della classifica. L’austriaca, con un tempo di 1:21.34, ha 33 centesimi di secondo di vantaggio rispetto a Tina Weirather. Lara Gut è terza, davanti a Viktoria Rebensburg mentre Elena Curtoni, la migliore delle italiane, è quinta. Buon sesto posto per Ragnhild Mowinckel, che precede di 8 centesimi l’austriaca Stephanie Venier. Federica Brignone è ottava, seguita da Tessa Worley e Sofia Goggia. Ilka Stuhec non è andata oltre l’undicesimo posto e un ritardo dalla Schmidhofer di 1.04 decimi. Fuori Anna Veith, che si stava giocando una medaglia: stessa sorte per Lindsey Vonn. Ora, a meno di clamorosi colpi di scena, le posizioni di testa dovrebbero essere cristallizzate. Schmidhofer è sempre più vicina all’oro: niente medaglie, oggi, per l’Italia.

Nel super-G femminile che ha aperto i Mondiali di sci St Moritz 2017, le prime tre posizioni restano invariate. In testa c’è sempre l’austriaca Nicole Schmidhofer, in vantaggio di 33 centesimi di secondo su Tina Weirather. Sull’ultimo gradino del podio troviamo, distaccata di 36 centesimi, la svizzera Lara Gut. Ottima la prova effettuata da Viktoria Rebensburg, che vale il quarto posto davanti all’italiana Elena Curtoni. La tedesca effettua una discreta prestazione, macchiata soltanto nel finale da un errore che limita la sua prova. Lindsey Vonn finisce fuori dopo una spigolata: una delle atlete favorite per l’oro alza bandiera bianca. Adesso Schmidhofer sogna l’oro.

da poco iniziato il super-G femminile con cui si aprono i Mondiali di sci St Moritz 2017. La prima ragazza a scendere in pista è stata Elena Curtoni, che si piazza momentaneamente quarta dopo aver realizzato un tempo di 1:21.89. Il distacco dell’azzurra dalla vetta è di 22 centesimi. Al primo posto troviamo Nicole Schmidofer, a 33 centesimi sulla Weirather. Sul secondo gradino del podpio ecco Tina Weirather, seguita da Lara Gut in ritardo di appena 3 centesimi: continua la maledizione dell’oro per la svizzera, disperata al traguardo. Sbaglia nel finale di prova Sofia Goggia: l’italiana prova a recuperare ma chiude sesta con un ritardo di 91 centesimi dalla Schmidofer.

Pochissimi minuti alla partenza del super-G femminile con cui si aprono i Mondiali di sci St Moritz 2017, cresce lattesa per vedere in pista le migliori specialiste del mondo, fra le quali certamente anche la nostra Sofia Goggia, che potrebbe regalarci subito una grande soddisfazione. Sappiamo però che ai Mondiali si interessano anche persone che magari abitualmente seguono di meno lo sci, allora è doveroso ricordare come viene stabilito lordine di partenza del super-G, anche perché questanno sono cambiate le regole. Fino allanno scorso le migliori sette della starting list partivano dal 16 al 22, adesso invece le migliori dieci potranno scegliere i numeri dispari da 1 a 19, dunque sarà anche una lotta di strategia per cercare di intuire se sarà meglio partire con i primissimi numeri oppure più avanti. I numeri pari tra il 2 e il 20 saranno invece assegnati mediante estrazione alle atlete fra lundicesimo e il ventesimo posto della starting list, che dunque potrebbero ricevere in sorte numeri migliori di quelli di alcune big specie in caso di meteo incerto, mentre quelli dal 21 e il 30 toccheranno sempre per estrazione a quelli che occupano proprio le posizioni dalla 21 alla 30 nellordine di merito di partenza. Chiarito tutto questo, la parola passa alla pista e al cronometro: il super-G femminile dei Mondiali di St Moritz 2017 sta per cominciare!

In attesa del super-G femminile valido per i Mondiali di St Moritz 2017, citiamo tre precedenti significativi. Il primo è un tuffo nella storia: a Sankt Moritz i Campionati del Mondo si disputarono per lultima volta nel 2003 e in super-G vinse la campionessa austriaca Michaela Dorfmeister davanti a due statunitensi, Kirsten Clark e Jonna Mendes. Per lultima edizione iridata bisogna invece tornare a due anni fa, cioè a Vail/Beaver Creek 2015, quando vinse di nuovo unaustriaca, cioè Anna Fenninger (oggi sposata Veith), davanti a Tina Maze e Lindsey Vonn. Insomma, un podio di lusso con le tre sciatrici che al tempo dominavano la velocità, ma che nel frattempo fra infortuni e altre scelte di vita (la Maze si è ritirata) non sono più così al centro dellattenzione, anche se Veith e Vonn sono comunque da seguire con attenzione. Infine, lanno scorso nelle Finali di Coppa del Mondo disputate a Sankt Moritz il super-G fu vinto da Tina Weirather davanti a Lara Gut e allaustriaca Cornelia Huetter.

In vista del super-G femminile che apre i Mondiali di St Moritz 2017, la cosa migliore da fare è un quadro della situazione nella classifica di Coppa del mondo di specialità in super-G, per avere il polso della situazione in questa stagione nella disciplina che apre la rassegna iridata. Al comando troviamo Lara Gut, con 300 punti frutto di tre vittorie in quattro gare; secondo posto per Tina Weirather, che non ha mai vinto ma è la costanza in persona e ha raccolto 256 punti, precedendo in modo netto pure la vincitrice di Cortina Ilka Stuhec, che è terza con 190 punti. Molto bene lItalia, che piazza al quinto posto Sofia Goggia con 140 punti, media fra due podi e due uscite di pista, appena davanti ad Elena Curtoni che invece è sesta con 139 punti. In gara nel quartetto azzurro anche Francesca Marsaglia e Federica Brignone, che nella Coppa di super-G troviamo rispettivamente al dodicesimo posto con 73 punti e quindicesima a quota 67.

Oggi iniziano i Mondiali di sci Sankt Moritz 2017, appuntamento centrale della stagione dello sci alpino. Il primo titolo in palio è quello del super-G femminile, che avrà l’onore di essere la gara d’apertura della rassegna iridata che ha luogo quest’anno nella celeberrima località delle Alpi svizzere, canton Grigioni. Eccovi dunque subito tutte le informazioni utili per seguire nel migliore dei modi questo atteso super-G di St Moritz.

La partenza della prima atleta che si presenterà al cancelletto è in programma per le ore 12.00. Diciamo subito che l’appuntamento per tutti gli appassionati che non potranno seguire dal vivo la gara di Sankt Moritz sarà in diretta tv sui canali che ormai da molti anni sono i punti di riferimento per lo sci: Rai Sport 1 (canale numero 57 del telecomando, disponibile anche al numero 5057 della piattaforma satellitare Sky) e il canale tematico Eurosport, disponibile sia su Sky sia sul digitale terrestre di Mediaset Premium.

Se non potrete mettervi davanti a un televisore, ci saranno anche le possibilità fornite dalla diretta streaming video, gratuita sul sito Internet ufficiale della Rai (www.raiplay.it), oppure riservato agli abbonati per quanto riguarda Eurosport Player ma anche Sky Go e Premium Play. Ricordiamo inoltre la possibilità di seguire il live timing sul sito ufficiale della Federazione internazionale per essere sempre aggiornati su come stanno andando le cose ai Mondiali di St Moritz (www.fis-ski.com).

In una gara secca si assegna il titolo di campionessa del Mondo, con tutte le incognite naturalmente legate a manifestazioni nelle quali in una sola giornata ci si gioca tutto. A maggior ragione il discorso vale oggi per il super-G di Sankt Moritz: ieri per il maltempo è stata annullata la prima prova della discesa che – pur su un tracciato ovviamente parzialmente diverso – avrebbe permesso alle atlete di prendere confidenza con la pista, che invece ‘assaggeranno’ per la prima volta direttamente in gara.

Ciò non toglie naturalmente che le favorite siano coloro che in super-G hanno fatto meglio in stagione, a partire dalal padrona di casa Lara Gut. Quattro super-G sono stati disputati in Coppa del Mondo e tre li ha vinti la ticinese, anche se nell’ultimo è uscita di pista a Cortina sarà proprio la Gut la donna da battere. Citazioni d’obbligo anche per la slovena Ilka Stuhec, il nome nuovo della stagione nella velocità, fortissima in discesa ma vittoriosa anche in super-G appunto sull’Olimpia delle Tofane nell’unica gara sfuggita alla Gut, e per Tina Weirather del Liechtenstein, che in questa specialità è sempre una garanzia. Poi ci sono due grandi campionesse come Anna Veith Fenninger, campionessa del Mondo in carica in super-G, e Lindsey Vonn, entrambe però reduci da gravi infortuni. L’austriaca è tornata sul podio proprio a Cortina, la Vonn invece ha pure già vinto ma in discesa, mentre in super-G non ha ancora fatto registrare grandi risultati. Restano comunque avversarie molto forti, anche perché sanno bene cosa significa affrontare nel modo giusto un grande evento.

Queste sono le straniere più attese, ma non dimentichiamo le giustificate ambizioni della squadra italiana, a partire da Sofia Goggia, che in stagione ha già salita per ben nove volte sul podio e occupa il terzo posto nella classifica generale di Coppa del Mondo. Con il super-G ha un rapporto che potremmo definire di amore e odio: un secondo, un terzo posto e due uscite in quattro gare – o non arriva al traguardo oppure sale sul podio. Le manca solo la vittoria, sarebbe splendido se la ottenesse proprio a St Moritz. Non solo, Goggia, però: Elena Curtoni è arrivata terza quest’anno in super-G in Val d’Isere, mentre l’anno scorso fu terza in discesa a Sankt Moritz, dunque vanta confidenza sia con la specialità sia con la pista.

Completano il quartetto Francesca Marsaglia e Federica Brignone, anche loro in grado di figurare molto bene – la Brignone poi è in grande crescita nelle ultime gare – pur se forse sarà più difficile per loro inserirsi nella lotta per il podio. La Brignone comunque ha già vinto un super-G in condizioni difficili, l’anno scorso a Soldeu, dunque ha le qualità per cercare il colpaccio… 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori