DIRETTA/ Maceratese-Modena (risultato finale 1-0) Palmieri decide il match per i biancorossi al Helvia Recina (oggi Lega Pro 2017)

- La Redazione

Diretta Maceratese-Modena: info streaming video Sportube, probabili formazioni, quote, orario, risultato live. La partita di Lega Pro girone B è in programma mercoledì 8 febbraio 2016

maceratese_helviarecina_ingresso
Diretta Maceratese Gubbio, LaPresse - immagine di repertorio

Sta per avere inizio Maceratese-Modena, partita valida come recupero della ventiduesima giornata del girone B del campionato di Lega Pro 2016-2017, che era stata rinviata per la disastrosa combinazione del maltempo e del terremoto nellItalia centrale. Si gioca a calcio allo stadio di Macerata e già questa è una buona notizia, anche se ovviamente i problemi non mancano. Comunque, limitandoci allaspetto strettamente sportivo, sulla carta la partita appare favorevole alla Maceratese, sostenuta non solamente dal fattore campo ma pure dalla classifica, che parla di 28 punti (30 sul campo, -2 di penalizzazione) per i marchigiani padroni di casa contro i soli 22 raccolti finora dal Modena, nobile decaduta. Lobiettivo della Maceratese è dunque una vittoria che porterebbe i padroni di casa ai margini della zona playoff, che questanno è stata decisamente allargata, e decisamente lontano da chi invece deve lottare per la salvezza. Fra queste squadre pericolanti cè anche il Modena, che evidentemente cerca punti che farebbero fare agli emiliani un importante passo avanti. Adesso dunque la parola passa al campo, perché Maceratese-Modena sta per cominciare!

Cercando di identificare i possibili protagonisti del recupero di Maceratese-Modena, andiamo naturalmente ad identificare i giocatori che fino a questo momento hanno segnato di più nellattuale campionato di Lega Pro. Parliamo di Colombi per la Maceratese e di Nolè per il Modena, anche se i numeri non sono certamente esaltanti, dal momento che entrambi hanno allattivo quattro gol, che però bastano ad identificarli come bomber (fra doverose virgolette). Per di più, Nolè è arrivato al Modena nel calciomercato di gennaio dai cugini della Reggiana e per il momento non ha ancora segnato nemmeno un gol con la nuova maglia, ma comunque a quota quattro batte tutti gli attuali compagni di squadra. Facile dunque trarre la logica conclusione: lassenza di attaccanti di spicco è un grosso freno per il campionato di Maceratese e soprattutto Modena, che si dibatte in zona salvezza.

, che scenderanno in campo oggi pomeriggio per il recupero della ventiduesima giornata del girone B di Lega Pro 2016-2017 (la partita fu rinviata per il combinato disposto di terremoto e maltempo), non vantano molti precedenti nella loro storia, che raramente le ha messe di fronte. Quindi, per fare un confronto dei testa a testa non ci resta altro da fare che ricordare la partita del girone dandata, che si era giocata allo stadio Alberto Braglia di Modena sabato 10 settembre scorso ed era finita con il risultato ancora fermo sullo 0-0. Partita dunque evidentemente non memorabile, nella quale ricordiamo tre ammonizioni per il Modena – cartellini gialli per Scalabrini, Giorico e Tulissi – e nessuna per la Maceratese. Un dato comunque poco significativo per tentare unanalisi basandosi sul bilancio storico: si parte da zero (gol segnati allandata), il campo di Macerata dirà se qualcuno potrà volgere oggi pomeriggio questo bilancio a suo favore.

In vista del recupero di Lega Pro Maceratese-Modena, partita che avrebbe dovuto essere disputata nella ventiduesima giornata del campionato, girone B, andiamo a vedere alcuni numeri stagionali di queste due squadre. Per la Maceratese abbiamo sette vittorie, nove pareggi e sette sconfitte: bilancio certamente equilibrato, che infatti lascia la Maceratese a metà classifica anche se i marchigiani devono fare i conti pure con due punti di penalizzazione. I gol segnati sono 20, quelli subiti 21, per cui la differenza reti è di -1, in lievissimo negativo. I numeri del Modena sono invece meno positivi di quelli dei marchigiani, dal momento che ha 22 punti contro i 28 (30 sul campo) della Maceratese: per il Modena dunque cinque vittorie, sette pareggi e undici sconfitte. Anche la differenza reti è inevitabilmente negativa (-7), dal momento che gli emiliani hanno segnato 17 gol mentre ne hanno subiti 24.

Maceratese-Modena, diretta dall’arbitro Mario Vigile, sarà il recupero della gara rinviata dopo la terribile ondata di maltempo e terremoti che ha colpito il centro Italia nelle scorse settimane. Le due squadre scenderanno in campo allo stadio Helvia Recina di Macerata oggi, mercoledì 8 febbraio alle ore 14.30. La Maceratese dopo un inizio di stagione stentato si è ripresa alla grande, vincendo anche alcuni match prestigiosi come il sentito derby regionale contro la Sambenedettese, ma anche quello contro i rivali dell’Ancona.

La squadra al momento sta inseguendo i playoff, che si trovano ad una manciata di punti di distanza. Il decimo posto a giugno sarebbe in traguardo inaspettato e che darebbe ancor più fiducia per la prossima stagione.

Il Modena, retrocesso dalla serie cadetta, pensava di fare un campionato differente, ma è invischiato nella lotta per i playout. Tuttavia nell’ultimo periodo sono arrivate tre belle vittorie contro Gubbio, Feralpisalò e Teramo, che hanno riacceso l’entusiasmo di una piazza che aveva bisogno di essere svegliata dopo il torpore dei primi mesi.

Le due squadre si affronteranno a viso aperto, senza timori reverenziali, cercando di schierare gli uomini migliori a disposizione. Il mister della Maceratese, Federico Giunti, proporrà come di consueto il modulo 4-3-3, affidandosi al talentuoso estremo difensore Forte. La difesa a quattro sarà composta dai due terzini Marchetti e Ventola (il primo a destra e il secondo a sinistra) e dai due difensori centrali Perna e Gattari.

Il capitano Quadri si posizionerà nello slot di mediano di contenimento, affiancato sulla destra dalla mezzala Franchini, match winner nella sfida contro l’Ancona, e sulla sinistra dall’altra mezzala Malaccari. In attacco il tridente sarà composto dall’ala destra Petrilli, dall’ala sinistra Turchetta e dalla punta centrale Allegretti.

Il Modena invece sembra aver trovato la quadratura del cerchio con il modulo 3-5-2, affidandosi innanzitutto all’estremo difensore Manfredini. In difesa mister Ezio Capuano proporrà i tre centrali Ambrosini, Accardi e Aldovrandi, mentre i tre interni di centrocampo saranno il mediano Schiavi e le mezzali Giorico e Remedi. Sulle fasce correranno Calapai e Basso, schierati rispettivamente sulla fascia destra e sulla fascia sinistra. L’undici titolare verrà completato dalle due punte centrali che risponderanno ai nomi di Nolé e Abou Diop.

La Maceratese, quando gioca fra le mura amiche, tende a mantenere a lungo il possesso palla e la supremazia territoriale, nel tentativo di schiacciare gli avversari nella loro metà campo. La spinta del pubblico non è un fattore da sottovalutare, soprattutto perché il Modena ha dimostrato di riuscire ad esprimersi meglio in casa e non in trasferta. I canarini vorranno strappare almeno un punto, cercando di raddoppiare con gli aiuti degli uomini di fascia e con i ripiegamenti delle mezzali. La sfida si deciderà in particolare a centrocampo, dove i tre interpreti della Maceratese tenteranno di far valere il maggior tasso tecnico e l’ottimo intesa maturata negli ultimi mesi.

Come tutte le partite del campionato di Lega Pro e della Coppa Italia di categoria, anche Maceratese-Modena si potrà seguire in diretta streaming video sul canale web sportube.tv; da questanno però il servizio di Lega Pro Channel è a pagamento, per seguire le partite dinteresse si può acquistare uno dei pacchetti proposti dal sito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori