Video/ Juventus-Napoli (3-1): highlights e gol. Higuain: la pazienza è la nostra forza (Coppa Italia 2017)

- La Redazione

Video Juventus-Napoli (risultato finale 3-1): gli highlights e i gol della partita che si è giocata martedì 28 febbraio, valida per l’andata della semifinale di Coppa Italia 2016-2017

ChielliniCallejon
Foto LaPresse

Tra i giocatori più attesi anche per il suo status di grande ex al match tra Juventus e Napoli, che si sono fronteggiate ieri allo Juventus stadium per la prima semifinale della Coppa Italia è stato senza dubbio il bomber bianconero Gonzalo Higuain, che la termine del match è stato raggiunto dai microfoni di Raisport, ai quali ha dichiarato: è stata una partita molto complicata contro un bel Napoli. Nel primo tempo è stato difficile, ci hanno pressato molto bene e sono andati in vantaggio. Alla fine del primo tempo però il Mister aveva raccomandato di non perdere la pazienza, che potevamo ribaltare e per fortuna lo abbiamo fatto. Sinceramente ahbbiamo ribaltato un risultato avverso, questa è la forze della Juventus, non abbiamo perso la pazienza e per fortuna abbiamo pareggiato subito. E una vittoria importante, per poter andare a Napoli con un risultato nostro. Sono molto felice qui e dobbiamo continuare così.

Tra i protagonisti del match tra Juventus e Napoli, che ieri sera si sono incontrati per la partita di andata della semifinale di Coppa Italia è senza dubbio in difensore bianconero Giorgio Chiellini che fermato nel post match dai microfoni di raisport, ha così analizzato la partita: non riuscivamo bene  a uscire, eravamo un po contratti nella ripresa, ci pressavano bene e nel secondo tempo abbiamo decisamente cambiato atteggiamento e marcia, a prescindere dal modulo. Abbiamo meritato questa vittoria, abbiamo mostrato di essere una squadra di spessore e che i primi 45 minuti ci debbano servire da lezione, perché non puoi regalare così minuti importanti. Le polemiche? Chiacchiere da bar, e si distoglie lattenzione dalle prestazioni vere. Se ne sente di ogni ormai, noi pensiamo al campo, agli errori che abbiamo fatto e basta.  Anoi queste polemcihe toccano poco,ma fanno sprecare energie agli altri,ma spero che il Napoli non ne sprechi troppo perchè sabato avrà la Roma.

Se Mister Allegri nelle dichsiarzioni al termine del match di Coppa Italia tra Juventus e Napoli non ha voluto creare polemiche sulle presunte sviste arbitrali che avrebbero favorito i bianconeri (a cui sono andati due calci di rigore), in casa azzurra le polemiche si sono fatte subito roventi. Tra tutti ha rotto il silenzio stampa il portiere del Napoli Pepe Reina, che ai microfoni di Raisport, con toni concitati è ritornato sullultimo rigore concesso alla Juventus, deciso dopo uno scontro in area con lo stesso portiere azzurro: se prendo la palla prendo la palla, non è rigore, è inesistente! Dobbiamo sicuramente imparare e migliorare, fare meglio ils secondo tempo, però io sono davvero arrabbiato perché, non è giusto. Il risultato finale è stato talmente condizionato dalla decisioni arbitrali! Tutta Italia lha visto, che si può dire di più?.

La bella vittoria della Juventus sul Napoli nella prima semifinale di Coppa Italia 2017,occorsa tra le mura di casa bianconere con il risultato di 3-1 è stata velata da molte polemiche, scatenate prima del triplice fischio finale. Proprio la Juventus, giàò nel ciclone nelle polemiche riguardanti la condotta arbitrale, è stata accusata di aver approfittato di due rigori concessi, secondo la compagine azzurra immeritatamente.  Al termine del match lo stesso allenatore della Juventus Massimiliano Allegri, intervenendo ai microfoni di Sky sporto ha dichiarato: domenica Sassuolo-Milan poteva essere una partita da sei rigori: se cè bisogno di dare 6 rigori si danno sei rigori. Detto questo ridurre la prestazione della Juventus di stasera a rigori-non rigori mi sembra un po eccesivo. Io dico che la Juventus, nella mediocrità del primo tempo, perché l abbiamo sbagliato tantissimo tatticamente, ha concesso al Napoli il gol e due tiri da 25 metri. Nel secondo tempo credo che il Napoli non ha mai tirato in porta: questo non vuol dire che il Napoli sta facendo delle brutte cose, anzi. Abbiamo archiviato questa sapendo che la squadra può migliorare, poi quello che fanno gli altri non sono ose che mi riguardano. Credo di non aver mai polemizzato contro gli arbitri, ne negli episodi a favore, né in quelli contro.  

La gara tra Juventus e Napoli (valida per l’andata delle semifinali di Coppa Italia), macchiata dalle polemiche furiose dei partenopei sulle decisioni arbitrali con i due calci di rigore a favore dei bianconeri, ci dice comunque che nel primo tempo la formazione di Allegri si presenta in campo con un modulo completamente sbagliato, il tecnico toscano corre ai ripari ripristinando il 4-2-3-1 e inserendo Cuadrado che dà una marcia in più (ma anche due) al gioco della Juventus che in questa maniera ribalta lo 0-1 e si aggiudica il primo round, con gli ospiti che non hanno mai tirato in porta nei secondi quarantacinque minuti. Possesso palla: 50% Juventus, 50% Napoli; su questo aspetto massimo equilibrio tra le due squadre. Tiri in porta: 9 Juventus, 4 Napoli; soprattutto nella ripresa gli uomini di Allegri hanno creato parecchi pericoli (12 occasioni da gol complessivamente) nei pressi di Reina, autore di 5 parate contro le 3 di Neto. I bianconeri hanno anche trasformato due calci di rigore con Dybala. A dispetto delle proteste del Napoli, è la Juventus ad aver subito il maggior numero di falli, 18.

Le parole del centravanti della Juventus, Gonzalo Higuain, ai microfoni di Rai 1 subito dopo la fine della gara: ” stata una partita molto complicata contro un bel Napoli, nel primo tempo siamo andati in difficoltà perché ci hanno pressato alto, nell’intervallo il mister ci ha detto di non perdere la calma e di ragionare, nella ripresa grazie al cambio di modulo abbiamo cambiato marcia. La forza della Juventus è quella di reagire e di non scoraggiarsi alle prime avversità, siamo riusciti a pareggiare subito e in questa maniera abbiamo avuto il tempo di ribaltare il risultato. Nutro sempre un profondo rispetto per il Napoli, nonostante l’esultanza, qui a Torino mi trovo molto bene e ora andremo avanti su questa strada, il cammino verso il titolo è ancora molto lungo e non dobbiamo mollare un centimetro”.

Ai microfoni di Rai 1 il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “Nel primo tempo abbiamo sbagliato molto a livello tecnico con tanti passaggi sbagliati, il problema non era tanto il modulo ma il fatto che non facevamo scorrere velocemente il pallone e quando sbagli finisci sempre con il regalarlo agli avversari, tuttavia non abbiamo corso grossi pericoli a parte il gol di Callejon, abbiamo avuto comunque un paio di occasioni con Dybala e Lichtsteiner. Molto meglio invece nella ripresa, devo complimentarmi con tutta la squadra che soprattutto nel secondo tempo ha giocato benissimo reagendo alla grande sullo 0-1”.

Il Napoli, in aperta polemica con l’arbitraggio e con la Rai, fa parlare al posto dell’allenatore Sarri il direttore sportivo, Cristiano Giuntoli: “Abbiamo deciso di interrompere il silenzio stampa solamente per fare i complimenti ai ragazzi per l’ottima prestazione, purtroppo oggi abbiamo perso per una serie di decisioni vergognose da parte del direttore di gara che ci hanno pesantemente danneggiato”.

Molto polemico ai microfoni della Rai anche il portiere del Napoli, Pepe Reina: “Nel primo tempo ci siamo comportati bene tenendo la Juve lontana dalla nostra trequarti, poi nella ripresa gli episodi arbitrali ci hanno nettamente sfavorito vanificando il nostro lavoro compiuto nei primi quarantacinque minuti. Per quanto ci riguarda il risultato finale è condizionato dalle decisioni del direttore di gara. Sul secondo rigore colpisco pienamente il pallone, cosa avrei dovuto fare, sparire dal campo come un illusionista? Sicuramente dobbiamo migliorare ma sono comunque incazzato come una iena per quello che ci è successo stasera, non meritavamo assolutamente di perdere”.

(Stefano Belli)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori