FUSIONE INTER E MILAN?/ In Francia ci sono riusciti, ecco come

- La Redazione

Idea rivoluzionaria in Francia: Stade Français e Racing 92, due società storiche del rugby locale, si fondono in un unico club. Inter e Milan ci avevano marginalmente pensato…

miranda_niang_derby
Milan-Inter (Foto LaPresse)

La notizia, freschissima, arriva dalla Francia del rugby: Stade Français e Racing 92 si fonderanno in un unico club che potrebbe prendere parte al campionato nazionale già dalla prossima stagione. Perchè la notizia è clamorosa? Perchè stiamo parlando di due squadre che sono al top, la prima vincitrice di ben 14 titoli e la seconda (che è campione in carica) di 6. Non solo: le due squadre fanno parte della stessa area metropolitana (di Parigi) in un Paese che vive e respira rugby. A livello geografico è come se avvenisse una fusione tra Milan e, per esempio, Pro Sesto; dal punto di vista del palmarès e del blasone sta bene il paragone tra Milan e Inter. Torna perciò un tema già affrontato negli ultimi anni: sarebbe possibile in ambito calcistico nazionale unoperazione simile? Forse oggi lesempio migliore rimane ancora quello della Sampdoria, nata dallunione di due società genovesi; una (la Sampierdarenese) aveva esperienze nella neonata Serie A a girone unico, laltra (lAndrea Doria) militava nelle categorie minori. Non solo: era il , il che significa altri tempi. Il calcio non aveva raggiunto quella dimensione mondiale e universale che ricopre allora, il tifo era diverso; certo va detto che se in quello stesso 1946 il Torino si fosse fuso con la Juventus lavvenimento sarebbe stato comunque epocale. Questo lascia già intendere che unoperazione stile Stade Français-Racing 92 nel mondo del calcio non potrebbe avvenire; non bisogna nemmeno andare troppo lontani, bastano le grandi polemiche post Juventus-Milan per capire cosa significhi il tifo nel nostro Paese. Eppure una fusione tra Inter e Milan non è certo un argomento mai sorto: due anni fa, quando Marco Fassone era ancora un dirigente nerazzurro, lui e Adriano Galliani scherzarono sul fatto che forse le due società si sarebbero dovute fondere 40 anni prima. Nessuna città europea ha due squadre che hanno praticamente gli stessi numeri su ascolti e tifosi, gli stessi interessi ed obiettivi. Allora lAD del Milan dimenticava forse Madrid e Londra (che rappresenta comunque uneccezione) ma sostanzialmente aveva ragione; tanto che un anno dopo, quando i cinesi a Milano erano già una realtà, lex Direttore Generale dellInter Ernesto Paolillo aveva confidato che piuttosto che vedere le due squadre in mano a una cordata asiatica avrebbe preferito una fusione. Largomento è sempre rimasto un pour parler; oltre 100 anni di storia non si cancellano in un colpo solo e i tifosi sono fieri di poter dire – per esempio – che lInter sia nata da un gruppo dissidente allinterno del Milan, stessa origine del Torino rispetto alla Juventus. Pensarla oggi è impossibile, anche considerando quel più forti uniti che è il motto scelto da Stade Français e Racing 92 per la loro operazione. Forse rugby e calcio restano due mondi diametralmente opposti; forse il modo di vivere il pallone in Italia è ancora troppo distante da altre realtà – ma faremmo fatica anche a digerire una fusione tra Barcellona ed Espanyol per esempio. 

(Claudio Franceschini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori