Diretta / Besiktas Olympiacos (risultato finale 4-1) info streaming video e tv: Tosun! Gode il Besiktas

- La Redazione

Diretta Besiktas Olympiacos: info streaming video e tv, probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita valida per il ritorno degli ottavi di finale di Europa League

quaresma_besiktas_trivela
Diretta Besiktas Olympiacos, Foto LaPresse

Sostituzione per l’Olympiacos: esce Romao, entra Martins. I biancorossi dopo il 3-1 sembrano però non crederci più. A conferma di ciò poco dopo arriva un sinistro disperato di Fortounis. Nessun problema per Fabri che osserva il pallone spegnersi sul fondo. Qualche istante dopo cross calibrato dalla destra di Fortounis, Elyonoussi si coordina per l’acrobazia. Stavolta però senza fortuna. Pallone lisciato. Applausi della Besiktas Arena per Quaresma. Il talento portoghese viene sostituito da Tosun. Mossa azzeccatissima. Talisca fa quel che vuole sulla trequarti indovinando un passaggio preciso sulla corsa di Tosun che stoppa a seguire penetrando in area. Leali esce ma Tosun lo scavalca con un lob che gonfia la rete. Discorso qualificazione di fatto virtualmente chiuso alla Besiktas Arena. Nel finale entra pure Inler al posto di Talisca, omaggiato da una meritatissima standing ovation. Besiktas ai quarti.

Com’era prevedibile, l’Olympiacos prende in mano il match fin dal fischio d’inizio del secondo tempo. Il Besiktas difende con tutti gli effettivi. Al 49esimo allarme rosso in area del Besiktas, Fabri sbroglia la situazione con un intervento provvidenziale su Fortounis. Tra le fila dell’Olympiacos spicca Figueiras. L’ex difensore del Genoa sbroglia un paio di situazioni pericolose uscendo con coraggio ed efficacia dalla propria area. Prima sostituzione per l’Olympiacos: fuori Manthatis, dentro Sebá. Al 58esimo lampo di Fortounis. Destro a giro su calcio da fermo da lontanissimo, Fabri smanaccia in corner, ma in caduta sbatte contro il palo. Tutto ok per il portiere dei bianconeri. Cambio anche per il Besiktas: Uysal sostituisce zyakup. Ammonizione per Sebá, che commette fallo su Talisca. Cambio offensivo per Vouzas: dentro Marin al posto di Cambiasso. Al 76esimo arriva il gol del 3-1. Destro rasoterra e potente dal limite di Babel. Conclusione non irresistibile ma Leali interviene malissimo provando a respingerla con un pugnetto innocuo. La palla si infila in rete.

Nel finale di primo tempo la partita presenta un ritmo elevato con continui ribaltamenti di fronte che fanno rumoreggiare il pubblico turco, sempre caloroso e appassionato. L’arbitro al 37esimo grazia Talisca dopo un pericoloso intervento in scivolata. Non può fare altrettanto con Aboubakar poco dopo. Mentre il direttore di gara si trova sulla trequarti, alle sue spalle dopo qualche parola poco cavalleresca Aboubakar stende con una “capocciata” Romao, mandandolo a terra. La panchina biancorossa erutta verso il campo circondando l’assistente che ha già visto tutto. Indicazione all’arbitro e cartellino rosso per il camerunense che non trova nemmeno la forza di protestare. Besiktas in 10. Nei minuti finali le due squadre decidono che per il primo tempo è già successo abbastanza. Squadre a riposo negli spogliatoi per recuperare le energie in vista di un importantissimo secondo tempo.

L’Olympiacos accusa il contraccolpo per il gol subito. Il Besiktas inizialmente sembra voler gestire il vantaggio senza spingere il piede sull’acceleratore, anzi. Gli uomini di Gunes propongono un possesso palla piuttosto compassato dando l’impressione di voler colpire in contropiede. L’ha preparata bene il tecnico turco, infatti i bianconeri trovano spazi molto ampi nelle ripartenze e al 22esimo arriva il gol del 2-0. Cross dalla destra di Quaresma, la sfera arriva a Babel che ha tutto il tempo di controllare spostandosi il pallone sul destro, con il quale trafigge Leali. Difesa dell’Olympiacos pessima in questo frangente. Poco dopo ancora una chance per i turchi. Talisca ferma Retsos al limite dell’area e serve Aboubakar, la cui conclusione viene respinta da un ottimo riflesso di Leali. Alla mezzora gli ospiti riaprono la contesa. Cross dalla sinistra di Cissokho, Elyounoussi colpisce la sfera in semi-rovesciata dalla destra e supera Fabri con la complicità di Adriano.

L’Olympiacos accusa il contraccolpo per il gol subito. Il Besiktas inizialmente sembra voler gestire il vantaggio senza spingere il piede sull’acceleratore, anzi. Gli uomini di Gunes propongono un possesso palla piuttosto compassato dando l’impressione di voler colpire in contropiede. L’ha preparata bene il tecnico turco, infatti i bianconeri trovano spazi molto ampi nelle ripartenze e al 22esimo arriva il gol del 2-0. Cross dalla destra di Quaresma, la sfera arriva a Babel che ha tutto il tempo di controllare spostandosi il pallone sul destro, con il quale trafigge Leali. Difesa dell’Olympiacos pessima in questo frangente. Poco dopo ancora una chance per i turchi. Talisca ferma Retsos al limite dell’area e serve Aboubakar, la cui conclusione viene respinta da un ottimo riflesso di Leali. Alla mezzora gli ospiti riaprono la contesa. Cross dalla sinistra di Cissokho, Elyounoussi colpisce la sfera in semi-rovesciata dalla destra e supera Fabri con la complicità di Adriano.

Senol Gunes schiera il Besiktas con il 4-2-3-1. Tra i pali Fabri, in difesa Gonul, Mitrovic, Tosic e Adriano. In mediana Hutchinson e Ozyakup, in avanti Quaresma, Talisca e Babel a supporto di Aboubakar. L’Olympiacos risponde con il 4-2-3-1. In porta Leali, in difesa Figueiras, Da Costa, Retsos e Cissokho. Mediana con Cambiasso e Romao mentre in avanti ci sono Elyounoussi, Fortounis e Manthatis pronti a supportare Ansarifard, unica punta. Si riparte dall’1-1 dell’andata. In avvio di gara sono i greci a prendere l’iniziativa. Possesso palla avvolgente, Cambiasso lancia Manthatis in area ma Fabri capisce tutto e lo anticipa. Poco dopo primo corner di giornata. Dalla bandierina Fortounis cerca un’idea per i biancorossi ma il gioco viene fermato per un fallo in attacco di Romao. Il Besiktas risponde con un calcio di punizione di Talisca, respinto dalla barriera. Al decimo minuto arriva il gol del Besiktas. L’azione si sviluppa sulla destra, Talisca crossa in maniera magnifica e di testa Aboubakar anticipa tutti e insacca di testa.

La partita di ritorno tra Besiktas e Olympiacos sarà diretta dallarbitro britannico Michael Oliver, coadiuvato da Stephen Child e Stuart Burt, in questa caldissima sfida per gli ottavi di finale di Europa League. Sono sei le partite europee per il direttore di gara in questo intenso 2016-2017, ma in questa stagione non ha mai arbitrato nessuna delle due squadre. Nel bilancio complessivo di Oliver si contano 371 partite arbitrate in questo momento, con 117 rigori assegnati: il direttore di gara è sicuramente molto generoso per quanto riguarda i tiri dagli undici metri. Non ha mai arbitrato finali di rilievo, ma sa tenere benissimo il campo in situazioni difficili e in una partita di simile portata sarà assolutamente necessaria. Curiosamente il fischietto britannico pur avendo alle spalle esperienze con formazioni greche e turche non ha mai avuto odo di incontrare prima di questo ottavo di Europa Pelagie Besiktas e Olympiacos, quindi quella di questa sera sarà la prima assoluta. 

I turchi del Besiktas ospiteranno l’Olympiacos, alla Vodafone Arena di Istanbul nel match di ritorno degli ottavi di Europa League, partendo favoriti dopo il pareggio per 1-1 della gara d’andata. Se diamo un occhio alle statistiche ufficiali inoltre notiamo che il Besiktas in tre gare disputate ha segnato sei reti, mantenendo la perfetta media di due gol a partita. Le reti subite dal club della capitale invece sono tre, esattamente un gol subito a partita. L’Olympiakos invece ha segnato undici reti in nove gare, poco più di un gol a partita. In fase difensiva la squadra del Pireo ha subito appena sei reti in nove gare. A completezza dei dati segnaliamo che la formazione greca ha inoltre messo a bilancio in proprio favore 57 corner per una media di 6.33 a match, concedendone invece ben 35: per i turchi invece il calci dangolo a favore fino a oggi sono stati 17 con una media di 5.67 a incontro, mentre quelli a favore della squadra avversaria ammontano a 9 con 4 fuorigioco fischiati (per lOlympiacos invece il dato sale a 19). 

E atteso ormai a ore il match tra Besiktas e Olympiacos, atto finale degli ottavi di Europa League: il loro testa a testa più recente è chiaramente la sfida di andata che giocata nel caloroso stadio Karaiskakis del Pireo, il risultato finale fu di 1-1. All’iniziale vantaggio greco firmato Esteban Cambiasso, infatti, i turchi risposero con la rete di Aboubakar, la seconda per lui in questa edizione di Europa League. Gli altri precedenti fra queste due squadre risalgono alle amichevoli giocate nella scorsa estate ed in quella del 2015, con un bilancio totale di una vittoria a testa per le due squadre. Le due società, infatti, legate da una vicinanza territoriale e da analoghe ambizioni in ambito europeo, da un paio di anni a questa parte si affrontano in amichevoli estive. Finnbogason e Fuster regalarono la vittoria ai greci nel 2015, mentre nella scorsa estate furono i turchi a vincere in casa grazie a Sismanoglu. Le due squadre tornano ora ad affrontarsi giocandosi un traguardo importante, ovvero l’approdo ai quarti di finale, in cui risulta ora favorito il Besiktas. 

Viene diretta dall’arbitro inglese Michael Oliver e, in programma giovedì 16 marzo alle ore 19, vale per il ritorno degli ottavi di finale di Europa League 2016-2017. Si tratta di una partita di ritorno che potrà dire molto sulle reali ambizioni di entrambe le squadre: la vincente potrebbe anche sperare di arrivare fino in fondo. All’andata ad Atene terminò 1-1, un risultato eccellente per i turchi che hanno avuto modo di approfittare di un grossissimo svarione del portiere italiano della formazione greca, Leali.

Dunque appare favorita leggermente la squadra di casa anche se si tratterà di una gara aperta fin dai primi minuti. Non sono da escludere colpi di scena anche perché sia il Besiktas che l’Olympiacos puntano alla finale dell’Europa League che, mai come quest’anno, è raggiungibile. Battere una diretta concorrente potrebbe rivelarsi determinante per proseguire il proprio cammino all’interno della competizione europea. 

Per quanto concerne le probabili formazioni, mister Gunes non vorrà stravolgere per nulla al mondo il suo Besiktas. La squadra turca vuole arrivare fino in fondo e perciò vorrà puntare sui migliori uomini. Il modulo contro i greci sarà il 4-2-3-1 che vedrà in porta Fabricio con Gonul, Marcelo, Tosic ed Adriano in difesa. In mezzo al campo giocheranno Arslan e Hutchinson con Quaresma, Talisca e Babel ad agire sulla trequarti offensiva. La punta centrale sarà sicuramente Aboubakar, in gol già all’andata.

Nessuno stravolgimento invece in casa Olympiacos nonostante l’esonero di Bento. Il modulo sarà il 4-2-3-1 proprio come il Besiktas. In porta giocherà Leali con Figueiras, Botia, Retsos e Cissokho a comporre la linea di difesa. A centrocampo agiranno Romao e Cambiasso mentre Elyounoussi, Fortounis e Manthatis agiranno sulla trequarti. Ansarifard invece sarà il centravanti chiamato a scardinare la difesa del Besiktas di mister Gunes.

Molto bene il Besiktas in casa dell’Olympiacos nella gara d’andata. La squadra ateniese ha giocato con grande intensità nell’arco dei novanta minuti riuscendo ad ottenere così un ottimo risultato. Bene in mezzo al campo la coppia Hutchinson -Arslan che ha fatto molto scompiglio contro i rivali dell’Olympiacos. In attacco Aboubakar è sicuramente l’elemento di maggiore pericolosità che può essere un costante pericolo per la difesa della squadra greca. Anche Quaresma si rivela sempre fondamentale in progressione per il Besiktas soprattutto in contropiede.

In casa Olympiacos si punta molto sul centrocampo con Esteban Cambiasso che ha anche siglato il gol dell’iniziale vantaggio in casa. Molto bene la difesa con Botia e Retsos che sono i pilastri capaci di far ripartire con qualità il gioco dei greci. In attacco invece è Ansarifard il punto di riferimento per provare a far male alla squadra turca e soprattutto a centrare una qualificazione che avrebbe del miracoloso visto che si gioca in casa del Besiktas.

Per gli scommettitori ci sarà anche la possibilità di puntare su svariati esiti per la gara che andrà in scena ad Istanbul. A partire dall’1 del Besiktas che da Bwin viene quotato a 1.62 mentre il pareggio a 3.70. Più complessa secondo il bookmaker la vittoria dell’Olympiacos in trasferta: il 2 viene quotato a 5.50 da Bwin. La partita tra Besiktas e Olympiacos potrà essere seguita in diretta sui canali Sky Calcio che garantiscono la visione di tutte le partite dell’Europa League di questa stagione.

In casa Besiktas c’è ottimismo in vista del ritorno per la gara contro l’Olympiakos. Il tecnico Gunes ha chiesto attenzione anche ai minimi dettagli alla sua squadra. Non si può sbagliare anche perché questa sfida può letteralmente valere una intera stagione. Si deve vincere anche in casa Olympiacos. Mister Vouzas vuole regalare una gioia ai suoi tifosi che hanno vissuto con grande scetticismo l’esonero di Paulo Bento. Sarà una sfida ostica a detta del mister greco che però non vuole commettere errori in una gara fondamentale per il prosieguo della stagione. Si può fare bene nonostante si tratti di un campo difficile.

Besiktas Olympiacos sarà trasmessa in diretta tv e sarà un’esclusiva per gli abbonati alla televisione satellitare: appuntamento su Sky Sport 3 e Sky Calcio 2, con possibilità di seguire la partita anche in diretta streaming video, attivando senza costi aggiuntivi l’applicazione Sky Go. Inoltre su Sky Sport 1 e Sky Super Calcio ci sarà Diretta Gol Europa League, che trasmette gol e highlights di tutte le partite in tempo reale.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori