Diretta/ Super-G femminile Aspen: Weirather, vittoria e Coppa! Terza Brignone. Risultato (Coppa del Mondo sci)

Diretta super-G femminile Aspen streaming video e tv, risultato della gara della Coppa del Mondo di sci: vincitrice Tina Weirather, terza Federica Brignone (oggi giovedì 16 marzo 2017)

16.03.2017 - La Redazione
sofia_goggia_mondiali
Diretta Discesa Garmisch, Sofia Goggia (LaPresse)

Ha vinto il super-G femminile di Aspen valido per le Finali della Coppa del Mondo di sci e grazie a questo successo la Coppa di super-G è andata proprio alla sciatrice del Liechtenstein, che ha superato in classifica la slovena Ilka Stuhec, pur seconda in gara. I punti di vantaggio della Stuhec erano infatti solamente 15 e così la Weirather lha superata di appena cinque lunghezze, 435 punti contro 430. Cè ancora una volta da festeggiare anche in casa Italia, perché sul terzo gradino del podio è salita la nostra Federica Brignone, a 36/100 dal tempo di 11166 con cui la Weirather ha vinto la gara e ad appena un centesimo dal secondo posto della Stuhec, staccata dunque di 35/100 dalla vincitrice. Un super-G molto difficile, nel quale abbiamo visto tanti errori e di conseguenza chi è riuscito a fare bene ha anche fatto molta differenza sulle rivali. Tra gli errori anche quello della nostra Johanna Schnarf, autrice di una scivolata di per sé abbastanza banale, ma poi scivolata verso valle per molti secondi, incapace di fermarsi a causa della pendenza della pista di Aspen. Vittima del tracciato anche Sofia Goggia, che stava lottando per la vittoria con la Weirather ma che ha affrontato una serie di curve forse fin troppo veloce, fino a quando ha perso il controllo e ha incrociato gli sci, cadendo pur senza conseguenze fisiche. Altra vittima molto illustre è stata Lindsey Vonn, anche lei molto veloce ed in piena lotta per la vittoria prima dellerrore che lha mandata fuori pista e di conseguenza anche fuori gara. Quanto alle altre azzurre in gara, Elena Curtoni ha chiuso al decimo posto e Francesca Marsaglia al quattordicesimo. A puro livello teorico resta ancora aperta la corsa alla Coppa del Mondo generale: con il secondo posto infatti la Stuhec ha ridotto a 198 i punti di ritardo da Mikaela Shiffrin quando mancano solamente due gare, per di più gigante e slalom, con le quali lamericana festeggerà la conquista della sua prima Coppa in carriera. (Mauro Mantegazza)

Sta per prendere il via il super-G femminile di Aspen per le Finali di Coppa del Mondo di sci: cala dunque il sipario sulla stagione per quanto riguarda le discipline veloci, ma per il momento non cè ancora atmosfera da ultimo giorno di scuola, perché nella Coppa di specialità Ilka Stuhec e Tina Weirather sono divise da soli 15 punti. Inoltre, fra le grandi protagoniste della stagione in super-G vanno citate almeno tre azzurre, cioè Elena Curtoni, Sofia Goggia e Federica Brignone, di conseguenza speriamo che anche oggi per la squadra italiana possano arrivare grandi soddisfazioni in unannata già nettamente positiva per le nostre ragazze, che vorranno chiudere con il botto per mettere la famosa ciliegina sulla torta della loro stagione. Adesso però manca davvero poco al momento della verità: la parola dunque passa alla pista e al cronometro, perché il super-G femminile delle Finali di Coppa del Mondo ad Aspen sta per cominciare! 

Si avvicina il super-G femminile di Aspen per le Finali della Coppa del mondo di sci: la Coppa di specialità è ancora da assegnare a Ilka Stuhec oppure a Tina Weirather, in attesa di sapere chi la spunterà facciamo una panoramica sulla Coppa di super-G, che è la più recente dal momento che la disciplina è stata aggiunta al calendario di Coppa solo a partire dalla stagione 1985-1986, quando si impose la tedesca Marine Kiehl. I due simboli della specialità al femminile sono Lindsey Vonn e Katja Seizinger, vincitrici di cinque Coppe a testa. Lamericana si è imposta nel 2009, 2010, 2011, 2012 e 2015, raggiungendo i successi della tedesca, che sono arrivati nel 1993, 1994, 1995, 1996 e 1998. Memorabili sono naturalmente anche le quattro Coppe vinte dalla francese Carole Merle, consecutivamente dal 1989 al 1992. Tre successi per laustriaca Renate Goetschl, due a testa per laltra tedesca Hilde Gerg, laltra austriaca Michaela Dorfmeister e la svizzera Lara Gut, che questanno a causa dellinfortunio dovrà cedere lo scettro a una fra Stuhec e Weirather.

Lattesa per il super-G femminile di Aspen è grande, perché in queste Finali della Coppa del Mondo di sci è in assoluto il trofeo più in bilico: 350 punti per la slovena Ilka Stuhec, 335 per la figlia darte Tina Weirather del Liechtenstein, che deve dunque recuperare 15 punti alla rivale, grande sorpresa di questa stagione di Coppa anche in super-G oltre che in discesa, mentre Tina ormai da qualche anno è sempre fra le più forti in questa specialità. La Stuhec vanta due vittorie a Cortina e Crans Montana, la Weirather è stata molto più regolare e punterà su questo per fare almeno 16 punti più della slovena, che a parità di punteggio si imporrebbe per il maggior numero di vittorie. Certo, non si può dimenticare che a Lake Louise, in Val dIsere e a Garmisch si era imposta Lara Gut, ma purtroppo linfortunio ai Mondiali ha bloccato la svizzera a quota 300 punti, dalla quale non si potrà muovere. Ricordiamo però anche i tanti podi italiani, tra laltro in crescendo: Sofia Goggia terza a Lake Louise, Elena Curtoni terza in Val dIsere; poi Sofia seconda a Cortina ed Elena seconda a Crans Montana; continuando appunto a crescere, ecco il successo della Goggia a Jeongseon. Oggi ci saranno altre soddisfazioni?

Oggi la Coppa del mondo di sci alpino prosegue anche in campo femminile le Finali che si svolgono ad Aspen, negli Stati Uniti: l’appuntamento odierno è con il super-G. L’attesa è grande perché equilibratissima è la lotta per la Coppa di specialità tra Ilka Stuhec e Tina Weirather, che sono separate da soli 15 punti. Il duello dunque è vivissimo, ma anche in chiave italiana sarà una gara da non perdere: non possiamo vincere la Coppetta, ma Elena Curtoni, Sofia Goggia e Federica Brignone (citate in ordine di classifica) saranno sicuramente fra le migliori protagoniste di questa gara e potrebbero regalarci una grande gioia. Dunque sarà un appuntamento imperdibile per tutti gli appassionati, anche senza una Coppetta in palio: andiamo allora subito a vedere come si può seguire il super-G di Aspen.

La partenza della primo atleta che si presenterà al cancelletto di partenza avrà luogo alle ore 16.30 (le 9.30 locali, dal momento che il Colorado è sette ore dietro rispetto all’Italia), dunque oggi saranno proprio le donne a gareggiare per prime. Diciamo subito che l’appuntamento per tutti gli appassionati sarà in diretta tv sui canali che ormai da molti anni sono i punti di riferimento per lo sci: Rai Sport + HD (canale numero 57 del telecomando, disponibile anche al numero 5057 della piattaforma satellitare Sky) e il canale tematico Eurosport, disponibile sia su Sky sia sul digitale terrestre di Mediaset Premium.

Se non potrete mettervi davanti a un televisore, ci saranno anche le possibilità fornite dalla diretta streaming video, gratuita sul sito Internet ufficiale della Rai (www.raiplay.it), oppure riservato agli abbonati per quanto riguarda Eurosport Player ma anche Sky Go e Premium Play. Ricordiamo inoltre la possibilità di seguire il live timing sul sito ufficiale della Federazione internazionale per essere sempre aggiornati su come stanno andando le cose ad Aspen (www.fis-ski.com).

Ricordiamo che alle gare delle Finali partecipano solamente i primi 25 della classifica di specialità più il campione del Mondo juniores. Inoltre ha facoltà di prendere il via anche chi abbia più di 500 punti nella classifica generale di Coppa del Mondo, anche se non è fra i primi 25 della specialità. Altra particolarità delle Finali è che solo i primi 15 classificati prendono punti: fino al quindicesimo (16 punti) tutto è normale, ma dal sedicesimo posto in giù si resta a bocca asciutta.

I temi d’interesse non mancheranno: abbiamo detto della lotta Stuhec-Weirather per la Coppa di specialità, anche se in tutta onestà va detto che questo duello è nato dopo l’infortunio di Lara Gut, che in super-G aveva dominato la prima parte di stagione ma non avendo preso parte ai due appuntamenti dopo i Mondiali è stata superata e oggi non potrà replicare, anche se nonostante tutto ha soli 50 punti di ritardo dalla slovena, adesso leader. Quanto alle azzurre: Elena Curtoni ormai è una certezza in super-G, Federica Brignone è in netta e costante crescita e Sofia Goggia è la donna senza mezze misure. Una vittoria, un secondo posto, un terzo e tre uscite nei tre precedenti super-G, probabilmente solo la Gut le è superiore anche se la mancata continuità le impedisce di lottare per la Coppetta. Inoltre ci saranno pure Francesca Marsaglia e Johanna Schnarf, senza dimenticare che senza l’infortunio sarebbe stata certamente fra le protagoniste anche Nadia Fanchini

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori