Roma Lione / Probabili formazioni Champions League 2017: c’è El Shaarawy. Quote, le ultime novità live

- La Redazione

Probabili formazioni Roma Lione: le quote e le ultime novità live sulla partita che si gioca allo stadio Olimpico ed è valida per il ritorno degli ottavi di finale di Europa League

ManolasFazio_Lione
probabili formazioni di Roma Lione, Foto LaPresse

 – Roma Lione comincia davvero tra poco e Luciano Spalletti sembra aver deciso la formazione che dovrà cercare di rimontare lo 0-2 del Parc Olympique Lyonnais. Bruno Peres ha recuperato ma va in panchina: al suo posto gioca dunque Stephan El Shaarawy, difesa a quattro per il tecnico toscano che, non avendo un laterale destro a disposizione (a meno di allargare Rudiger sulla corsia) deve cambiare modulo tornando allantica. Il 4-2-3-1 è il modulo delle imprese europee del suo primo ciclo; uno schema che Spalletti conosce alla perfezione, anche se questanno lo ha messo in soffitta per aprire al più pratico 3-4-2-1. Cambia poco in ogni caso: latteggiamento è quello che conta e la Roma dovrà essere brava a scatenare i suoi velocisti (che oggi sono due, cè naturalmente anche Mohamed Salah) per contrastare il Lione. I francesi dal canto loro sembrano orientati a confermare la formazione dellandata, dunque con Fekir ancora in panchina a favore di Rachid Ghezzal; unica variazione sulla corsia destra, con Jallet che prende il posto dellacciaccato Rafael Da Silva.

In Roma-Lione scenderanno alcuni tra i bomber più profilici d’Europa. I padroni di casa si affidano a Edin Dzeko mentre i francesi puntano tutto su Alexandre Lacazette. Dzeko è tornato al gol domenica scorsa nel 3-0 con cui i giallorossi hanno superato il Palermo. Il bosniaco è così salito a quota 20 reti in Serie A suddivise in 28 gare, a cui si sommano le 2 marcature in Coppa Italia a le 8 in Europa League. In totale Dzeko ha messo a segno 30 reti stagionali. Nel Lione, Lacazette non è certo da meno. L’attaccante ha segnato 22 gol in 23 partite di Ligue 1, oltre a 1 rete in Coppa di Francia, 3 in Champions League e altrettanti in Europa League. Totale: 28 centri in 33 match disputati. Gli altri bomber che scenderanno in campo sono Radja Nainggolan e Mohamed Salah per la Roma e Corentin Tolisso e Nabil Fekir per il Lione. Nainggolan ha segnato 12 gol stagionali (9 in Serie A, 2 in Coppa Italia e 1 in Europa League), mentre Salah è fermo a quota 11 (9 in campionato e 2 in Euorpa League); Tolisso è andato in gol 10 volte, una in meno del compagno di squadra Fekir.

Tra i migliori giocatori che scenderanno in campo in Roma-Lionetroviamo sicuramente Edin Dzeko. Il bosniaco è il miglior marcatore giallorosso in questa edizione di Europa League con 8 reti all’attivo ed è capocannoniere della manifestazione insieme a Giuliano dello Zenit. Dzeko è anche il giocatore con più tiri nello scagliati nello specchio delle porte avversarie, ben 14, ed è il quinto con il maggior numero di conclusioni terminate fuori (10). Dall’altra parte troviamo Alexandre Lacazette, attaccante che sta attraversando un ottimo momento di forma. Il francese, nella fase a eliminazione diretta di Europa League, ha giocato 3 partite (168 minuti) e messo a segno 3 gol, di cui uno all’andata proprio contro la Roma. Dzeko e Lacazette: i due bomber sono le migliori armi a disposizione di Spalletti e Genesio. Chi segnerà più gol?

Data l’importanza della sfida, Roma e Lione scenderanno in campo con le formazioni tipo. Luciano Spalletti dovrebbe schierare i suoi con il 3-4-2-1, con l’unico ballottaggio nel reparto avanzato. Il dubbio è chi schierare titolare tra Diego Perotti e Mohamed Salah. Il primo, assente domenica scorsa a Palermo, ha recuperato dal problema fisico ma al momento sembrerebbe destinato alla panchina; Salah dovrebbe dunque partire dal 1′ accanto a Radja Nainggolan e alle spalle dell’unica punta Dzeko. A centrocampo, al fianco di Strootman, agirà Daniele De Rossi: difficile un utilizzo di Paredes. Per quanto riguarda il Lione i dubbi sono ridotti all’osso: senza Depay (inutilizzabile in Europa League), il 4-3-3 francese sarà composto da Fekir, Lacazette e Cornet. L’unico dubbio è in difesa, dove Rafael non sembra al 100%: al suo posto Genesio potrebbe affidarsi a Christophe Jallet, sostituto naturale dell’ex Manchester United. 

Sono tanti i duelli possibili in Roma-Lione ma il più interessante è ovviamente quello tra i due bomber dei rispettivi club: Edin Dzeko da una parte e Alexandre Lacazette dall’altra. Dopo un periodo di flessione, il bosniaco è tornato a segnare nel 3-0 con cui i giallorossi hanno superato il Palermo e promette di ripetersi anche nel ritorno degli ottavi di finale di Europa League, manifestazione in cui ha già siglato 8 reti. Il Lione risponde con Lacazette, attaccante atipico già finito nel mirino dei più grandi club d’Europa e autore dell’ultimo centro nel 4-2 dell’andata. Un altro duello interessante sarà a centrocampo, dove assisteremo a un testa a testa tra Radja Nainggolan e Corentin Tolisso, le due anime dei rispettivi club. In difesa l’ex di turno Mapou Yanga-Mbiwa se la vedrà con Antonio Rudiger, di nuovo a disposizione di Spalletti dopo il turno di squalifica. 

Chi saranno i protagonisti di Roma-Lione? Nel ritorno dell’ottavo di finale di Europa League troviamo diversi giocatori che potrebbero salire in cattedra. La Roma, che deve ribaltare il risultato dell’andata, si affida a Radja Nainggolan e Mohamed Salah. Gli inserimenti senza palla del belga, unite alle percussioni dell’egiziano, potrebbero mettere in crisi la retroguardia del Lione, non proprio una muraglia impenetrabile. Spalletti, a differenza della scorsa settimana, potrà inoltre contare su Rudiger, pronto a tornare in campo dopo aver scontato il turno di squalifica. Il Lione è formata da diversi giovani interessanti ma i principali candidati a ricoprire i ruoli di protagonisti sono Corentin Tolisso e Alexandre Lacazette. Tolisso, già nel mirino della Juventus, è un centrocampista duttilissimo in grado di unire quantità e qualità mentre Lacazette è il goleador del club francese

Si gioca giovedì 16 marzo: alle ore 21:05 i giallorossi ospitano allo stadio Olimpico la formazione francese per il ritorno degli ottavi di Europa League 2016-2017. Si riparte dal risultato di 4-2 a favore dellOlympique, che ha ribaltato un vantaggio della Roma nel primo tempo giocando unottima ripresa; i due gol segnati dai giallorossi (Salah e Fazio) sono però preziosisissimi perchè, nonostante la sconfitta e la rimonta necessaria, quello che poteva essere un tracollo si è trasformato nella possibilità di vincere anche solo 2-0 per volare ai quarti del torneo. Allo stadio Olimpico sarà lungherese Viktor Kassai; aspettando il calcio dinizio della partita possiamo analizzare nel dettaglio quali scelte opereranno i due allenatori per una partita che per entrambe le squadre è importante per la stagione, e leggere dunque le probabili formazioni di Roma Lione.

Per Roma Lione, valida per il ritorno degli ottavi di finale di Europa League 2016-2017, le quote previste dalla Snai ci danno le seguenti informazioni: la vittoria della Roma (segno 1) vale 1,72, il pareggio (segno X) è quotato 4,00 mentre la vittoria del Lione (segno 2) vi permetterà di vincere 4,50 volte la somma che avrete deciso di investire.

Luciano Spalletti conferma la sua squadra titolare dopo il turnover di Palermo; recupera anche Diego Perotti (che andrà in panchina), Totti invece potrebbe non farcela per i problemi alla schiena. Nel 3-4-2-1 della Roma ci sono Rudiger e Manolas che affiancano Fazio – come sempre leader della difesa – mentre sulla destra bisogna verificare la condizione di Bruno Peres, che ha subito un risentimento muscolare. In caso di forfait del brasiliano, non avendo un laterale destro pronto alla bisogna Spalletti potrebbe decidere di avanzare la posizione dello stesso Rudiger, mandando invece in difesa Juan Jesus che ha già giocato domenica sera. Più complicata la soluzione con Emerson Palmieri che dirotta a destra, così come linserimento dal primo minuto di Perotti o El Shaarawy sulla corsia di centrocampo. A ben guardare Spalletti potrebbe giocare con la difesa a quattro, allargando Rudiger e abbassando la posizione di Emerson Palmieri; in questo caso inserirebbe un esterno in più sulla trequarti, confermando Nainggolan e Salah come supporto a Edin Dzeko che ha appena segnato il trentesimo gol della sua straordinaria stagione.

Anche Bruno Génésio conferma gli undici che in generale gli danno più garanzie: come già dicevamo alla vigilia cè il dubbio Rafael da Silva che sarebbe sostituito da Jallet, mentre nel tridente offensivo Fekir, il cui ingresso ha cambiato la partita nel secondo tempo, potrebbe essere schierato come esterno a destra, lasciando a Valbuena la corsia mancina. Per il resto la formazione è fatta: davanti a Anthony Lopes ci sono i due centrali Mammana e Diakhaby, mentre a desta agisce Morel. A centrocampo è ancora Tousart il prescelto per giocare come mezzala sinistra – al posto di Darder – dallaltra parte Tolisso agirà da arma tattica perchè allandata lo abbiamo visto spesso andare sulla linea degli attaccanti. Gonalons farà il playmaker davanti alla difesa; a completare il tridente sarà naturalmente Lacazette, che dovrebbe essere allultima stagione con la maglia del Lione prima del passaggio ad una grande squadra che gli garantisca di giocare regolarmente sul grande palcoscenico della Champions League. 

19 Alisson; 2 Rudiger, 20 Fazio, 44 Manolas, 33 Emerson P.; 16 De Rossi, 6 Strootman; 11 Salah, 4 Nainggolan, 8 Perotti; 9 Dzeko

A disposizione: 1 Szczesny, 13 Bruno Peres, 15 Vermaelen, 3 Juan Jesus, 5 L. Paredes, 92 El Shaarawy, 10 Totti

Allenatore: Luciano Spalletti

Squalificati: –

Indisponibili: Florenzi

1 Anthony Lopes; 20 Rafael da Silva, 5 Diakhaby, 4 Mammana, 15 Morel; 8 Tolisso, 21 Gonalons, 29 Tousart; 18 Fekir, 10 Lacazette, 28 Valbuena

A disposizione: 30 Gorgelin, 13 Jallet, 2 Yanga-Mbiwa, 12 Ferri, 14 Darder, 11 R. Ghezzal, 27 Cornet

Allenatore: Bruno Génésio

Squalificati: –

Indisponibili: –



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori