Sorteggio Champions League 2017 / Uefa, diretta tv-streaming video: i precedenti tra Juventus e Barça (quarti)

- La Redazione

Sorteggio Champions League 2017: Uefa, diretta orario tv e streaming video. Oggi a Nyon si tiene la cerimonia di estrazione dei match per i quarti di finale: nell’urna c’è anche la Juventus

SorteggioEuropaLeague
Foto LaPresse

Ovviamente non è la prima volta che Juventus e Barcellona si affrontano in Champions League: l’ultimo precedente risale alla finalissima di Berlino del 6 giugno 2015, quando i blaugrana si aggiudicarono la coppa dalle grandi orecchie battendo i bianconeri per 3 a 1, dopodiché bisogna tornare indietro alla stagione 2002-2003 quando le due squadre si incontrarono ai quarti, anche all’epoca l’andata si giocò a Torino e finì in parità (1-1), poi al ritorno i bianconeri allora allenati da Lippi fecero l’impresa espugnando il Camp Nou per 2 a 1. Nell’annata 1990-1991 Juve e Barça si affrontarono in semifinale di Coppa delle Coppe, il 3 a 1 dell’andata consentì ai blaugrana di accedere alla finalissima nonostante l’1 a 0 dei bianconeri al Delle Alpi. Infine, nel 1985-1986, sempre ai quarti di Coppa dei Campioni, il Barça eliminò la Juve dalla competizione grazie all’1-0 dell’andata e all’1-1 del ritorno.

Si preannuncia sbilanciato il tabellone dei quarti di Champions League 2016-2017: da una parte abbiamo due partite equilibrate come Atletico Madrid-Leicester e Borussia Dortmund-Monaco (quest’ultima dovrebbe anche essere garanzia di spettacolo visto come giocano votate all’attacco le formazioni di Tuchel e Jardim), dall’altra abbiamo invece due abbinamenti che non faticheremmo a definire delle vere finali anticipate in piena regola come Bayern Monaco-Real Madrid e Juventus-Barcellona. L’urna di Nyon ha fatto incontrare le due squadre che negli ottavi hanno dimostrato di essere le più forti di tutte in assoluto e che si sono rivelate le grandi favorite d’obbligo per la vittoria d’obbligo, inoltre si terrà la rivincita della finale 2015 con i bianconeri che pescano i blaugrana. Sentiamo cosa ha datto Pavel Nedved, vice-presidente della Juve, ai microfoni di Premium Sport: “La doppia sfida al Barcellona sarà sicuramente affascinante, non dobbiamo guardare al passato ma pensare solamente al presente, siamo forti e possiamo affrontarlo a viso aperto, che vinca il migliore. Rispetto a un paio di anni fa siamo cresciuti, ho visto come i giocatori lavorino duramente ogni giorno e siano consapevoli della loro forza, rispettando il Barcellona ma senza temerlo più di tanto. In ogni caso dobbiamo essere contenti, siamo l’unica squadra a rappresentare l’Italia ai quarti e vorrei tanto che un giorno fossimo in compagnia”.

Il tabellone dei quarti di Champions League 2016-2017 sarà composto dalle seguenti partite: Atletico Madrid-Leicester, Borussia Dortmund-Monaco, Bayern Monaco-Real Madrid e, soprattutto, Juventus-Barcellona. Il sorteggio di Nyon non ha di certo arriso ai bianconeri che incontrano una delle tre avversarie che sarebbe stato meglio evitare a prescindere, tuttavia rispetto alle squadre di Ancelotti e Zidane, quella di Luis Enrique ha dimostrato di essere meno solida e di non attraversare un grandissimo momento di forma, considerando lo 0-4 patito all’andata degli ottavi in casa del PSG, quindi si profila un Bartezzaghi in piena regola per gli uomini di Allegri che all’andata giocheranno in casa mentre il match di ritorno si terrà al Camp Nou, di certo non sarà un’impresa impossibile per i bianconeri. L’onore di estrarre le otto palline dell’urna è toccato a Ian Rush, ambasciatore della finale di Cardiff in programma il prossimo 3 giugno, mentre a illustare la procedura con la quale vengono effettuati gli abbinamenti è toccato a Giorgio Marchetti.

Ci siamo, l’attesa è finita: a Nyon è appena cominciato il cerimoniale che introdurrà i sorteggi dei quarti di Champions League 2016-2017, come al solito a fare gli onori di casa è Pedro Pinto che oltre a salutare le delegazioni delle otto squadre rimaste ancora in lizza introdurrà la clip introduttiva che presenta le fab 8 arrivate fino a questo punto della manifestazione. Ricordiamo che a differenza degli ottavi non ci saranno né vincoli né teste di serie, saranno dunque possibili accoppiamenti tra squadre della stessa nazione, i club che verranno sorteggiati per primi disputeranno il match d’andata in casa, i quattro doppi confronti si terranno l’11-12 e il 18-19 aprile, ovviamente le date esatte e i giorni verranno stabiliti solamente quando sarà reso noto il tabellone.

Pochissimi minuti al sorteggio dei quarti di Champions League. L’attesa ormai è breve, ma per far passare questi pochi minuti, andiamo a vedere chi può ancora sognare l’impresa più grande. Da quando la Champions League ha aperto alla nuova formula con la fase a gironi, arrivati al sorteggio dei quarti si parla sempre e comunque della possibilità di Triplete: ovvero, vincere Champions League, campionato e coppa nazionale. Negli ultimi anni sono appena tre le squadre ad aver centrato unimpresa davvero complicata: il Barcellona nel 2009 con tanto di replica nel 2015, lInter nel 2010 e il Bayern Monaco nel 2013. Oggi, se guardiamo la composizione dellurna di Nyon, scopriamo che ci sono quattro delle otto squadre che possono ancora realizzare il Triplete. Una è la Juventus, che arriva al sorteggio con il primo posto in Serie A (+8 sulla Roma) e la semifinale di Coppa Italia con il 3-1 al Napoli già archiviata nella partita di andata. Il Barcellona tecnicamente potrebbe ancora vincere la Liga, anche se deve recuperare 2 punti al Real Madrid e ha anche giocato una partita in più; nella Coppa del Re è già in finale e giocherà contro lAlaves potendo vincere la terza in fila. Abbiamo poi il Bayern Monaco, che sta dominando la Bundesliga: sostanzialmente vinta con il +10 sul Leipzig, in Coppa di Germania i bavaresi sono in semifinale dove sfideranno il Borussia Dortmund (che, trovandosi a -16, non ha più possibilità di vincere il campionato). La quarta squadra con possibilità di Triplete è il Monaco: nella Ligue 1 è primo con 3 punti di vantaggio sul Psg, in Coppa di Francia si trova ai quarti di finale dove sfiderà il Lille. Le altre squadre sono tagliate fuori: il Real Madrid primo nella Liga è stato eliminato in Coppa del Re dal Celta Vigo, il Leicester rischia addirittura la retrocessione in Premier League (e in FA Cup è uscito presto), lAtletico Madrid è lontano dalla vetta in campionato e il Barcellona lha fatto fuori in Coppa del Re.

La Juventus è la squadra che chiunque vorrebbe evitare, ma quali sono le squadre che la Juventus preferirebbe non incontrare ai quarti? Sicuramente il Bayern Monaco di Ancelotti ha dimostrato di essere la formazione più solida di tutte assieme al Real Madrid, il doppio 5 a 1 rifilato all’Arsenal negli ottavi pone i tedeschi nel ruolo di favorita d’obbligo, mentre le merengues allenate da Zidane concedono sempre qualcosina agli avversari in fase difensiva, tuttavia il terminale offensivo composto da Ronaldo, Benzema e Bale rimane tra i più temibili. Senza dimenticare il Barcellona di Luis Enrique che sembrava ai titoli di coda e invece è risorto come l’Araba Fenice con il leggendario 6 a 1 al PSG. Sulla carta leggermente meno forte rispetto alle tre squadre appena citate, l’Atletico Madrid di Simeone rimane sempre tra le avversarie più coriacee che si vuole incontrare il più tardi possibile, o non incontrare. I bianconeri avrebbero qualche chance in più contro Borussia Dortmund, Monaco e Leicester, in ogni caso parliamo di squadre che non sono arrivate ai quarti per puro caso e che dunque meritano il massimo rispetto e la massima considerazione e non andrebbero sottovalutate per nessuna ragione al mondo.

Se per il Leicester si tratta della sua prima volta in assoluto ai quarti di Champions League, ci sono invece squadre che molto spesso sono arrivate a questo punto della competizione: il Real Madrid, ad esempio, nelle precedenti edizioni è arrivata ai quarti per ben 33 volte, superando il turno in 27 casi, mentre il Bayern Monaco nei 27 precedenti si è qualificato per 18 volte venendo eliminato in 9 occasioni. Per il Barcellona si tratta della 19^ partecipazione ai quarti, l’obiettivo per i blaugrana è quello di accedere alle semifinali per la 15^ volta nella loro storia; in passato la Juventus è già sbarcata 16 volte ai quarti con un bottino di 11 passaggi del turno e 5 eliminazioni. Su 8 tentativi, l’Atletico Madrid è riuscito a strappare il pass per le semifinali in 5 frangenti, stesso numero di successi per il Dortmund con una partecipazione in meno. Infine, il Monaco (alla quinta partecipazione ai quarti) vanta un ruolino di 2 qualificazioni e 2 eliminazioni.

Balza allocchio un dato relativo al sorteggio dei quarti di finale di Champions League: nelle ultime stagioni cè stato davvero poco ricambio rispetto alle ultime stagioni. Lo scorso anno erano già presenti Atletico Madrid, Barcellona, Bayern Monaco e Real Madrid; se andiamo poi a dare uno sguardo più approfondito scopriamo che i blaugrana arrivano nelle otto regine di Champions League dal 2008 (è un record con striscia aperta), il Real Madrid lo fa dal 2011 (primo dei tre anni di José Mourinho in panchina) e lAtletico è ai quarti dal 2014. La quarta squadra, il Bayern Monaco, aveva mancato laccesso ai quarti per lultima volta nel 2011, e dunque è al sesto anno in fila a questo punto del torneo. Insomma: dal 2014 in avanti, cioè nelle ultime quattro edizioni, quattro delle otto squadre che entrano nel sorteggio dei quarti di Champions League sono sempre le stesse. Dobbiamo poi aggiungere la Juventus che era presente nel 2013 e 2015; il Borussia Dortmund che ha giocato i quarti nel 2013, 2014 e 2015; e il Monaco che ci era già arrivato due anni fa. Il Leicester è lunica matricola, alla prima partecipazione di sempre; lanno scorso cera stato il caso del Wolfsburg, che era stato eliminato in rimonta dal Real Madrid. A contribuire a questa continuità sono vari fattori; sicuramente la potenza, economica e non, delle big europee di cui sopra. In più la formula dei vari sorteggi e i tanti paletti che, fin dal primo turno, regolano la composizione dei gironi e poi il tabellone ad eliminazione diretta.

Tre spagnole, due tedesche, un’inglese, una francese e una italiana: non è l’inizio di una barzelletta ma sono le otto squadre che comporranno il tabellone dei quarti di Champions League 2016-2017. La Spagna è la nazione più rappresentata con i due club di Madrid (Atletico e Real) e il Barcellona che tutti davano per spacciato dopo lo 0-4 in Francia contro il PSG ma che ancora una volta ha stupito tifosi, addetti ai lavori e avversari con una rimonta che è già entrata di diritto nella storia del calcio. La Germania potrà contare sulla presenza di Bayern Monaco (che nel turno precedente ha letteralmente asfaltato l’Arsenal con un doppio 5 a 1) e Borussia Dortmund (che ha eliminato il Benfica dopo essersi complicato la vita nel match d’andata), mentre a salvare la faccia all’Inghilterra ci ha pensato il Leicester, che ha impedito agli spagnoli di avere una quarta squadra facendo fuori il Siviglia, sulla carta favorito per il passaggio del turno. Dopo l’immensa delusione per l’uscita di scena del PSG, la Francia si è potuta consolare con il Monaco dei giovani rampanti in grado di dare una severa lezione a Guardiola e al suo Manchester City, a ulteriore dimostrazione che i soldi da soli non bastano per vincere le partite e le coppe, infine a differenza dello scorso anno tra le prime 8 d’Europa c’è anche una squadra italiana, la Juventus, che non ha avuto troppi problemi a sbarazzarsi del Porto e punta a dare parecchio fastidio alle altre big del continente.

Il sorteggio dei quarti di Champions League si avvicina: come sappiamo è da questo turno che spariscono tutti i paletti che limitavano il sorteggio negli ottavi, e dunque tutte possono affrontare tutte. Questo significa avere la possibilità dei derby per nazione: non è il caso della Juventus, visto che il Napoli è stato eliminato nel turno precedente, non è il caso del Monaco unica francese rimasta, e non è il caso del Leicester che clamorosamente rappresenta da sola lInghilterra. E però il caso delle altre: nellurna dei quarti ci sono infatti tre squadre spagnole e due tedesche. Potrebbe esserci lincrocio tra Real e Atletico Madrid: non solo la finale del 2014 e 2016, si tratterebbe della quarta sfida consecutiva visto che le due squadre di Madrid si erano affrontate anche nei quarti del 2015. Potrebbe esserci un derby tra Atletico e Barcellona: sarebbe la terza volta negli ultimi quattro anni (già nel 2014 e 2016) e ancora una volta si tratterebbe di quarti di finale. Il Clasico, Real Madrid-Barcellona, stranamente si è giocato poco (visto che si tratta di due squadre abituate ad arrivare in fondo): nello specifico ricordiamo la semifinale del 2002, con i blancos che avevano passato il turno, e quella del 2011 con i blaugrana vincitori. Infine la possibile sfida tra Bayern Monaco e Borussia Dortmund: è stata la finale del 2013 a Wembley, con i bavaresi che avevano vinto la Champions League a un minuto dal 90 (gol di Arjen Robben).

La composizione delle otto squadre che entrano nel sorteggio dei quarti di Champions League è nota; adesso possiamo andare a studiare quali siano i titoli di queste regine. Cè un totale di 24 ChampionsLeague/Coppe dei Campioni vinte dalle squadre che fanno parte dei quarti di finale; la parte del leone la fa ovviamente il Real Madrid, che ha vinto 11 volte (cinque consecutive nelle prime cinque edizioni, poi quattro negli anni Duemila), seguono Bayern Monaco e Barcellona con 5 (i blaugrana sono la squadra con più vittorie recenti, 4 nelle ultime otto edizioni), poi la Juventus con 2 e il Borussia Dortmund con 1. Non hanno mai vinto Atletico Madrid, Leicester e Monaco; tuttavia i Colchoneros hanno giocato tre finali – due negli ultimi tre anni – e hanno sempre perso sul filo di lana, il Monaco invece può mettere in campo la finale del 2004 persa contro il Porto. Tra i campioni del passato il Real Madrid è il più recente (nellultima edizione), la Juventus quella che aspetta da più tempo di vincere un altro titolo (1996); i bianconeri, insieme al Borussia Dortmund, sono la squadra che, campione in passato, non ha mai vinto nel nuovo millennio (lunico titolo dei gialloneri è arrivato nel 1997, proprio contro la Juventus).

Venerdì 17 marzo è il giorno dedicato al sorteggio dei quarti di finale di Champions League 2016-2017: lorario è alle 12, la sede è come sempre Nyon (in Svizzera francese), le squadre inserite nellurna sono otto e rappresentano cinque Paesi (tre della Spagna, due della Germania, una a testa per Inghilterra, Italia e Francia).

Tra queste anche la Juventus: i bianconeri arrivano ai quarti di Champions League per la seconda volta negli ultimi tre anni e la terza in cinque, e nel sorteggio può ora pescare una delle seguenti avversarie: Atletico Madrid, Barcellona, Bayern Monaco, Borussia Dortmund, Leicester, Monaco e Real Madrid. La formula è quella degli ultimi anni: insieme agli accoppiamenti verranno definite anche le squadre che giocheranno la prima partita in casa (e che sarà la prima a essere sorteggiata).

Se negli ottavi vigeva la regola del piazzamento, con la prima di ciascun girone che si guadagnava il ritorno casalingo, per questo turno e anche per il prossimo non ci sono più limiti: questo significa anche che sono possibili i derby (e non sono poche le possibilità che escano effettivamente dallurna) e che il sorteggio potrà creare sfide tra squadre che si siano già affrontate nel girone eliminatorio.

Da questo punto di vista allora il Real Madrid potrebbe pescare il Borussia Dortmund e il Bayern Monaco potrebbe vedersela nuovamente con lAtletico Madrid; sono queste però le uniche possibilità di bis stagionale, perchè le corrispettive di Juventus (Siviglia), Leicester (Porto), Monaco (Bayer Leverkusen) e Barcellona (Manchester City) sono state eliminate agli ottavi.

Possiamo dire anche che nel sorteggio dei quarti di finale sono arrivate sei squadre che avevano vinto il girone: ad un certo punto sembrava che questanno le seconde avessero una marcia in più, invece di queste sono rimaste soltanto il Real Madrid e il Bayern Monaco, che per altro sono – insieme al Borussia Dortmund e alla Juventus – quelle che hanno penato meno per arrivare al sorteggio.

Adesso a noi non resta che stare a vedere quali saranno gli accoppiamenti dei quarti di Champions League: la Juventus in un caso o nellaltro rischia comunque delle sfide proibitive. La speranza sarebbe quella di pescare Leicester o Monaco, ma sbaglierebbe Massimiliano Allegri a pensare di avere, nel caso, la semifinale in tasca

Il sorteggio per i quarti di finale di Champions League 2016-2017 sarà trasmesso in diretta tv dai canali Premium Sport e Premium Sport HD: la televisione del digitale terrestre ha infatti lesclusiva sul torneo, e tutti i suoi abbonati potranno seguire la cerimonia di Nyon anche in diretta streaming video, attivando senza costi aggiuntivi lapplicazione Premium Play. A tale proposito va ricordato che anche il sito ufficiale della Uefa trasmetterà il sorteggio dei quarti di Champions League, e anche in questo caso non saranno previsti costi aggiuntivi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori