CLASSIFICA MARCATORI SERIE A/ Capocannoniere: oggi prima Mertens poi Higuain, che scontro! (29^ giornata)

- La Redazione

Classifica marcatori Serie A, capocannoniere: nella ventinovesima giornata del campionato la sfida del Grande Torino tra Andrea Belotti e Mauro Icardi infiamma la graduatoria dei bomber

Icardiurlo_Atalanta
Classifica marcatori Serie A, Mauro Icardi, 20 gol in campionato (Foto LaPresse)

Giovanni Simeone non segna più e le distanze nella classifica dei marcatori si dilatano. Milan-Genoa è finita con il risultato di 1-0 con la rete di Mati Fernandez e l’attaccante argentino ha giocato novanta minuti senza riuscire però a trovare la porta praticamente mai. La giornata però continua e in campo dovranno scendere diversi calciatori importanti e pronti a fare ancora gol sfruttando lo stop non solo di Giovanni Simeone ma anche di Andrea Belotti, Carlos Bacca e Mauro Icardi. Tra tutti sicuramente i fari sono puntati su Edin Dzeko a venti reti, su Gonzalo Higuain e Dres Mertens a diciannove. Il bosniaco sarà in campo nell’appuntamento serale contro il Sassuolo, l’argentino contro la Sampdoria in trasferta alle 15.00 e il belga al lunch match contro l’Empoli. Staremo a vedere chi tornerà a segnare senza dimenticarci di Ciro Immobile a diciassette reti e pronto a scendere in campo in un Cagliari-Lazio che vuole decidere.

Una partita bellissima, due gol per parte, emozioni a non finire eppure nulla cambia nella classifica marcatori di Serie A, perché non hanno segnato né il capocannoniere Andrea Belotti né il suo grande inseguitore Mauro Icardi. Infatti il 2-2 fra Torino e Inter ci ha regalato altre firme, alcune addirittura inedite in questo campionato come Kondogbia e Acquah, mentre le due stelle hanno giocato molto per la squadra, si sono messi in luce con sponde e assist per gli inserimenti dei compagni ma non hanno mai trovato il guizzo giusto per incrementare il loro bottino di gol. Pareggio in tutto quindi allo stadio Olimpico, ma domani i rivali – da Edin Dzeko a Gonzalo Higuain fino a Dries Mertens e Ciro Immobile – potrebbero modificare a loro vantaggio la situazione nella classifica marcatori del massimo campionato. Ci resta comunque lo spettacolo regalato da Torino e Inter, in ogni caso un bello spot per il calcio italiano.

Si avvicina la sfida fra Andrea Belotti e Mauro Icardi, piatto forte per la classifica marcatori di Serie A dal momento che lattaccante del Torino è il capocannoniere con 22 gol e il capitano dellInter è il suo primo inseguitore con 20 gol, alla pari di Edin Dzeko. Inutile dire che i due uomini più attesi di Torino Inter saranno proprio loro: ciò vale soprattutto per il granata, perché ormai lobiettivo principale del Torino in questo campionato è proprio quello di difendere il primo posto di Belotti fra i marcatori. LInter però si gioca ancora le possibilità di arrivare fra le prime tre e di conseguenza i gol di Icardi saranno fondamentali per i nerazzurri se vorranno tenere acceso il sogno Champions League, quasi incredibile dopo il pessimo inizio di stagione. Belotti per sé contro Icardi per la squadra: potremmo sintetizzare così, in attesa di vedere in campo che cosa potrà succedere

La sfida ai vertici della classifica marcatori di Serie A fra il capocannoniere Andrea Belotti e Mauro Icardi nellanticipo Torino-Inter è sicuramente uno dei piatti forti del turno del massimo campionato. Già allandata furono proprio Icardi e Belotti a nobilitare la partita di San Siro: lInter vinse per 2-1 contro il Torino e Frank De Boer salvò ancora per qualche partita la sua panchina proprio grazie al capitano Mauro Icardi, autore di una doppietta. Soprattutto fu decisivo il secondo gol, a pochi minuti dalla fine, sia perché fissò il risultato finale sia perché fu un vero e proprio pezzo di bravura tecnica da parte di Icardi, che controlla il pallone spalle alla porta, si gira e fulmina Hart con un tiro imparabile per chiunque. Chi invece aveva segnato per il Torino il gol del momentaneo pareggio? Naturalmente Belotti: non bastò ai granata per portare a casa punti, ma anche al Meazza hanno sentito il Gallo cantare

La classifica marcatori di Serie A potrebbe cambiare in modo interessante oggi con il duello fra il capocannoniere Andrea Belotti e il suo primo inseguitore Mauro Icardi in Torino-Inter. Vediamo alcuni dati su come segnano: i 22 gol di Belotti sono arrivati nove di destro, otto di testa e cinque di sinistro, dunque una distribuzione molto equilibrata. Icardi invece è micidiale con il piede destro, con il quale ha segnato undici dei suoi 20 gol, poi ce ne sono anche sei di testa e tre con il sinistro. Belotti sta davvero vivendo una stagione di grazia, tanto che è molto preciso nelle conclusioni: 1,48 tiri in porta a partita e soltanto 1,24 fuori, mentre per Icardi abbiamo 1,23 tiri in porta e 1,96 fuori, anche se di contro questo significa che Icardi segna di più in rapporto ai soli tiri in porta. In ogni caso stiamo parlando di due eccellenti attaccanti, quindi la sfida che andrà in scena al tramonto allo stadio Olimpico si annuncia davvero stellare.

Nuova puntata nella classifica marcatori Serie A: la ventinovesima giornata si apre su una sfida interessantissima che va in scena al Grande Torino. Andrea Belotti contro Mauro Icardi: il primo è ancora il capocannoniere del campionato, ha 22 gol e attenta a quota 30 ma deve prontamente lasciarsi alle spalle lultimo turno, quello giocato contro il compagno di Nazionale Ciro Immobile. Nessun gol per Belotti, che soprattutto ha avuto ben pochi palloni giocabili; oggi però il Gallo ritrova il suo stadio, particolare non indifferente visto che in casa ha segnato 14 gol. Questa sera incrocia come detto Mauro Icardi, uno dei tre giocatori ad aver agganciato i 20 gol nella classifica marcatori: per largentino è la seconda volta in carriera, nella prima occasione si era laureato capocannoniere della Serie A. Icardi però non è brillantissimo in trasferta: ha segnato appena 5 gol, due doppiette a settembre e poi un lungo digiuno spezzato sul campo del Cagliari. A proposito di questo va detto che il bomber dellInter segna da tre partite consecutive, cosa che non gli capitava appunto da settembre; 5 gol in questo filotto, con anche la tripletta messa a segno domenica contro lAtalanta che è stata la prima in questo campionato. Tra gli altri bomber da tenere docchio nei due anticipi cè sicuramente Giovanni Simeone: il Cholito guida la riscossa del Genoa sul campo del Milan, per lui i gol in questo campionato sono 10 ma le partite senza segnare sono diventate sei consecutive, la striscia negativa più lunga che ha eguagliato quella arrivata tra lottava e la tredicesima giornata. Nel Milan non ci sarà Carlos Bacca: per il colombiano, 12 gol in campionato, una giornata di squalifica per il rovente post-partita di Torino una settimana fa. 

Andrea Belotti (Torino) 22

Edin Dzeko (Roma), Mauro Icardi (Inter) 20

Gonzalo Higuain (Juventus), Dries Mertens (Napoli) 19

Ciro Immobile (Lazio) 17

Nikola Kalinic (Fiorentina) 13

Carlos Bacca (Milan), Marco Borriello (Cagliari) 12

Federico Bernardeschi (Fiorentina), Marek Hamsik (Napoli), Iago Falque (Torino), Lorenzo Insigne (Napoli), Luis Muriel (Sampdoria), Ilija Nestorovski (Palermo), Giovanni Simeone (Genoa), Cyril Thereau (Udinese) 10

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori