DIRETTA/ Akragas Matera (risultato finale 1-0): rigore di Cocuzza, lucani ancora ko

- La Redazione

Diretta Akragas Matera: info streaming video Sportube.tv, probabili formazioni, quote, orario, risultato live. La partita di Lega Pro girone C è in programma domenica 19 marzo 2017

akragas_testa
(Foto LaPresse)

Akragas-Matera 1-0: continua il momento di crisi della formazione lucana, che perde anche sul campo di una squadra impegnata per la salvezza e viene agganciato dalla Juve Stabia in terza posizione. LAkragas invece si prende tre punti fondamentali per la sua classifica nel girone C di Lega Pro: a decidere è un solo gol, realizzato al 58 minuto da Salvatore Cocuzza che sha spiazzato il portiere Tozzo su calcio di rigore, accordato per un fallo dello stesso portiere sulla seconda punta agrigentina che aveva rubato palla a Gigli. Confusione totale per il Matera, che si è ricomposto una volta subito il gol: prima Negro ha fatto sibilare a due centimetri dal palo una grande conclusione da fuori, poi Sartore ha messo fuori, clamorosamente, un pallone che gli era arrivato sui piedi da una respinta strepitosa di Pane sul tiro a botta sicura dello stesso Negro. Il Matera perde ancora e ormai è tagliato fuori dalla corsa alla promozione diretta; alla squadra di Gaetano Auteri restano i playoff per provare a centrare la promozione in Serie B, lAkragas con questa vittoria torna a sperare nella salvezza diretta senza dover passare dai playout. 

Akragas-Matera 0-0: la partita dello stadio Esseneto non si è ancora sbloccata, il Matera ha bisogno di una vittoria per riportarsi a contatto con il Lecce (che sta perdendo a Foggia) ma non riesce ad avere la meglio contro una difesa, quella agrigentina, che per il momento si difende con ordine. Anzi: la vera occasione della partita è capitata allAkragas, che al 12 minuto ci ha provato con Longo. Azione dellesterno offensivo che ha portato al dribbling su un avversario con conclusione dal limite dellarea, palla fuori ma Longo avrebbe potuto avanzare maggiormente. Proprio in chiusura di primo tempo il Matera si è fatto vedere dalle parti di Pane, conclusione da fuori di Deo Rose ma palla larga. Appena dopo ancora Akragas: rinvio sballato di Mattera e conclusione provata da Cocuzza, palla però debole e bloccata senza problemi da Tozzo. Intervallo dunque: vedremo come andranno le cose nel corso del secondo tempo. 

Akragas-Matera è un match che mette di fronte due squadre che navigano in situazioni opposte di classifica. I padroni di casa sono terzultimi e invischiati nella lotta retrocessione mentre gli ospiti sono terzi, in piena zona playot. L’umore del Matera è alto e lo confermano le parole rilasciate dal terzino Giovanni Di Lorenzo a Il Corriere dello Sport: Primo posto? Mancano ancora tante partite, finché laritmetica non ci condanna dobbiamo provare a vincerle tutte pensando di partita in partita, tentando di raccogliere più punti possibili. Vedremo a fine campionato cosaccadrà. Sono contento per la prestazione e per il gol segnato alla Reggina, ma soprattutto per la vittoria ottenuta dopo un periodo nero. Tornare a segnare alla seconda presenza, dopo un periodo difficile, è stato importante. Linfortunio è stato un periodo molto brutto, era la mia prima volta. E faticoso restare a guardare, ma con la vicinanza di tutti ho mantenuto la giusta dose di serenità e ho pensato a recuperare e a lavorare tanto per tornare il prima possibile. Contro la Reggina abbiamo disputato una buona prestazione, una gara bene interpretata da tutta la squadra. Siamo partiti nel modo giusto e abbiamo affrontato lavversaria con umiltà e rispetto. Quando i risultati non arrivano anche il morale peggiora, e riprendersi diventa più difficile. Ora, finalmente, siamo tutti un po più sereni. .  

Analizziamo i migliori giocatori che scenderanno in campo per Akragas-Matera, in occasione di questo nuovo weekend del girone C di Lega Pro. Tra le file dei padroni di casa in attacco si è particolarmente contraddistinto Guido Gomez, attaccante che ha segnato finora sei reti con la maglia dellAkragas, mentre per il centrocampo il migliore è stato German Cochis, mediano argentino diventato una garanzia per mister Di Napoli grazie anche alle sue due reti siglate in campionato. In difesa, invece, troviamo Matteo Zanini con la bellezza di cinque gol in attivo. Il Matera ha rallentato la sua corsa al primato della classifica, mister Auteri potrà affidarsi ai suoi migliori giocatori per questa trasferta: in attacco spazio al solito Negro, autore di quindici reti in questo girone C di Lega Pro, mentre a centrocampo il migliore finora è stato Armellino (autore di sette gol in stagione). Spazio in difesa a Ingrosso, autore di due reti. 

L’Akragas ospiterà il Matera. Per i siciliani 27 punti nella classifica del girone C di Lega Pro con sei vittorie, nove pareggi e 14 sconfitte. Il Matera replica con 52 punti, arrivati grazie a 15 vittorie, sette pareggi e altrettante sconfitte. I siciliani sono in zona retrocessione, o meglio in zona playout a causa di uno dei peggiori attacchi del campionato con appena 24 reti messe a referto. Anche la fase difensiva non è del tutto impeccabile, considerando che il portiere siciliano è stato battuto ben 40 volte in stagione (differenza reti -16). Il miglior realizzatore dellattuale rosa dellAkragas è l’argentino German Cochis, con due reti siglate. Il Matera, tornato alla vittoria dopo una lunghissima serie di sconfitte, punta sui gol del centravanti Maikol Negro. Anche grazie alle sue quindici segnature i lucani possono vantare il miglior attacco del girone C con 57 reti realizzate, mentre quelle al passivo sono 35 e dunque la differenza reti è pari a +22. 

Allo stadio Esseneto di Agrigento i padroni di casa dell’Akragas Città Dei Templi ospitano il Matera. Siciliani e Lucani si sono incontrati i tre occasioni, e in tutti i face to face l’hanno spuntata i biancazzurri. Lo scorso anno la sfida d’andata in Basilicata si era chiusa sull’1-0 per i padroni di casa, grazie ad un gol di Antonio Gammone. Il match di ritorno invece era stato vinto sempre dal Matera con un netto 1-4: a segno nellordine Savertiano Infantino (Matera), Giovanni Di Lorenzo (Matera), Gabriele Rolando (Matera), Andrea Di Grazia (Siracusa) e Tony Letizia (Matera). La sfida diretta nel girone dandata di quest’anno è terminata 3-1 per i materan: in gol Maikol Negro, Nicola Strambelli e Thiago Cazé per il Matera e Guido Gomez per l’Akragas. Tradizione negativa quindi per lAkragas che ha perso 3 volte su 3 contro il Matera, e proverà ad invertire il trend nellimportante match odierno. Anche lattuale allenatore dei siciliani, Lello Di Napoli, non ha mai battuto il Matera con cui ha ottenuto 1 pareggio e 1 ko, mentre per il mister del lucani Gaetano Auteri si registrano 2 successi e 1 pari in 3 precedenti contro lAkragas. 

Dall’arbitro Matteo Marchetti della sezione di Ostia Lido, domenica 19 marzo 2017 alle ore 14.30, sarà una sfida che rappresenterà un intrigante testacoda nel programma dell’undicesima giornata di ritorno del girone C del campionato di Lega Pro. Si troveranno di fronte due squadre che dopo aver attraversato un periodo estremamente difficile, sono riuscite a vivere la settimana scorsa un importante domenica di riscatto. La formazione di Agrigento ha piegato in trasferta il Taranto in un drammatico scontro salvezza: i gol di Cocuzza su rigore e di Coppola nella ripresa hanno ridato speranza ai siciliani, che sembravano quasi avviati ad una malinconica marcia verso i play out. Invece la salvezza diretta, rappresentata dal sestultimo posto al momento occupato proprio dai tarantini, è tornata ad essere un obiettivo concreto, che potrebbe essere raggiunto dando continuità e soprattutto tornando a vincere in casa allo stadio Esseneto. 

Dove l’Akragas in questo campionato si è imposto solo due volte, il 18 settembre contro la Virtus Francavilla e il 12 febbraio nel derby contro il Catania. Il Matera dopo cinque sconfitte consecutive in campionato che hanno fatto sfumare il sogno del salto diretto in Serie B, è tornato finalmente alla vittoria con un due a zero sulla Reggina che ha salvato la panchina di Auteri, ora chiamato a preparare al meglio la squadra per i play off, blindando il terzo posto, e a provare a conquistare la Coppa Italia di Lega Pro nella doppia finale contro il Venezia. 

Queste le probabili formazioni dell’incontro: Akragas schierato con Addario alle spalle del brasiliano Cazé da Silva, di Mileto e di Riggio, titolari nella difesa a tre. Longo sarà l’esterno di fascia destra e Sepe il laterale mancino, mentre nella zona centrale di centrocampo si muoveranno Coppola, Bramati e Palmiero. In avanti, confermato Cocuzza al fianco del croato Klaric. Risponderà il Matera con Tozzo a difesa della porta e una difesa a tre con Mattera, Scognamillo e Gigli schierati dal primo minuto. I due centrali di centrocampo saranno Casoli e De Rose, Armeno il laterale sinistro sulla mediana e Di Lorenzo sarà confermato sulla fascia opposta, mentre nel tridente offensivo ci sarà spazio per Negro, Strambelli e Lanini.

Entrambi gli allenatori, come di consueto in questo campionato, opteranno per la difesa a tre, col 3-5-2 di Di Napoli per l’Akragas opposto al 3-4-3 di Auteri nel Matera. Le vittorie dell’ultima giornata di campionato hanno rinsaldato quelle che erano diventate due delle panchine più traballanti del girone. Per il mister degli agrigentini la fiducia della società non è mai stata in discussione, il recente crollo in campionato ha reso invece precaria la posizione del tecnico dei lucani, salvato probabilmente, prima del successo sulla Reggina, dai brillanti risultati di Coppa.

Capitolo quote per le scommesse: al di là della netta differenza in classifica tra le due squadre, le difficoltà casalinghe dell’Akragas non possono essere ignorate dai bookmaker, che considerano il Matera favorito con quota 2.05 offerta da Betclic per il successo esterno, mentre Paddy Power propone a 3.25 la quota per l’eventuale pareggio ed Eurobet alza fino a 3.80 la quota relativa al ritorno alla vittoria in casa dei siciliani. Diretta in streaming video per Akragas-Matera, domenica 19 marzo 2017 alle ore 14.30, esclusiva per gli abbonati al sito sportube.tv, mentre non è prevista diretta tv.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori