DIRETTA / Crotone Fiorentina (risultato finale 0-1) info streaming video e tv: Decide Kalinic al 90′!

- La Redazione

Diretta Crotone Fiorentina: info streaming video e tv, probabili formazioni, risultato live della partita che si gioca per la ventinovesima giornata del campionato di Serie A

crotone_applausi_scida
Diretta Crotone Venezia, LaPresse - immagine di repertorio

Diretta Crotone-Fiorentina: Allo Stadio Ezio Scida la Fiorentina supera in extremis per 1 a 0 il Crotone. Gli ospiti toscani si dimostrano imprecisi per tutto l’arco della partita colpendo un palo con Ilicic al 31′ a cui ha poi risposto il legno centrato da Falcinelli al 61′. I padroni di casa sono stati invece incapaci di sfruttare i pochi spiragli a disposizione ed hanno finito col subire la rete decisiva di Kalinic al 90′, quando cioè l’attaccante croato ha trovato il pallonetto giusto per superare Cordaz sul passaggio filtrante da parte del subentrato Saponara.

Quando manca appena una decina di minuti al novantesimo, il punteggio tra Crotone e Fiorentina è di 0 a 0. Nell’ultima parte dell’incontro i portieri Tatarusanu e Cordaz si confermano i veri protagonisti di giornata con due parate spettacolari ed importantissime rispettivamente al 72′, con una sorta di colpo dello scorpione, ed al 73′ su Kalinic. Intanto hanno dovuto lasciare il campo Ceccherini da un lato ed Ilici dall’altro, entrambi per dei problemi fisici.

Arrivati al cinquantacinquesimo minuto, il risultato tra Crotone e Fiorentina è ancora fermo sullo 0 a 0. Poche emozioni in questa fase iniziale del secondo tempo con i padroni di casa più vivaci e comunque capaci di colpire un palo con Falcinelli intorno all’ora di gioco. Due cambi per i calabri, fuori Tonev e Ceccherini, dentro Trotta e Dussenne.

Al termine della prima frazione di gioco le formazioni di Crotone e Fiorentina sono da poco rientrate negli spogliatoi per l’intervallo sullo 0 a 0. Nel finale del primo tempo è sempre la squadra di Paulo Sousa la più vicina a passare in vantaggio specialmente con il palo colpito da Ilicic al 31′ oltre che alle tre opportunità capitate a Kalinic. I calabresi sono stati invece poco efficaci in zona offensiva dimostrando scarsa intesa tra i vari elementi del reparto. Un solo ammonito fino a questo momento, il portiere crotonese Cordaz per proteste al 41′.

Giunti alla mezz’ora del primo tempo, il punteggio tra Crotone e Fiorentina è di 0 a 0. I calabresi provano a colpire all’11’ con il tiro di Falcinelli murato in corner dalla difea ma lo stesso attaccante è realmente pericoloso al 16′, quando il suo colpo di testa sugli sviluppi del calcio d’angolo non trova di pochissimo la porta. Sempre Falcinelli pasticcia in area avversaria al 19′ mentre, sul fronte opposto, Cordaz deve evitare il peggio sulla deviazione di Kalinic al 23′ e non si lascia poi sorprendere dalla punizione di Ilicic del 29′.

Allo Scida la partita tra Crotone e Fiorentina è cominciata da una decina di minuti nel primo tempo ed il risultato è di 0 a 0. Gli ospiti sembrano voler lasciare giocare i padroni di casa ma si rendono subito pericolosi al 2′ quando trovano l’imbucata per Tello sulla sinistra che, in pallonetto, manca lo specchio per un soffio. I rossoblu tentano invece di affacciarsi timidamente in avanti. 

Crotone-Fiorentina sta per cominciare: allo Scida altra occasione per i calabresi di accorciare sull’Empoli, che non sa più vincere e tiene in qualche modo aperta la corsa alla salvezza. Il Crotone ha bisogno dei tre punti per tornare a lottare; la Fiorentina che ha di fronte oggi è una squadra che difficilmente riuscirà ad andare in Europa ma che, nonostante la vittoria del Milan contro il Genoa, tiene aperta una porta e ci proverà fino all’ultimo. Andiamo dunque a vedere quali sono le formazioni ufficiali della sfida, il calcio d’inizio è alle ore 15. Cordaz, G. Ferrari, Ceccherini, Rohden, Crisetig, Falcinelli, Stoian, Mesbah, Barberis, Rosi, Tonev. Panchina: M. Festa, Viscovo, Nalini, Kotnik, Dussenne, Acosty, Capezzi, Trotta, Sampirisi, Suljic, Martella Simy. Allenatore: Davide Nicola Tatarusanu, Gonzalo Rodriguez, Astori, Carlos Sanchez, Badelj, Matias Vecino, Tello, Ilicic, Kalinic, Borja Valero, F. Chiesa. Panchina : Sportiello, Satalino, De Maio, Cristoforo, Maistro, Hagi, Babacar, Milic, Maxi Olivera, Salcedo, Saponara. Allenatore: Paulo Sousa

La sfida Crotone-Fiorentina potrebbe essere decisa dai bomber e soprattutto da Nikola Kalinic. L’attaccante croato ha segnato fino a questo momento tredici reti, dimostrandosi giocatore d’area di rigore e soprattutto abile a far girare la squadra. Nel calciomercato di gennaio ha anche rifiutato un’offerta molto importante da parte del Tianjin di Fabio Cannavaro dimostrando grandissimo attaccamento alla causa viola. E’ un attaccante strutturato, abile a giocare di sponda, ma devastante anche quando parte in velocità sorprendendo anche grazie a una progressione insolita per un calciatore della sua fisicità. Nonostante la classifica dall’altra parte c’è un calciatore volitivo e molto interessante come Diego Falcinelli. Quest’anno in Calabria ha dimostrato di essere calciatore di grande prolificità anche se gioca in una squadra che fino a questo momento ha stentato e non poco. Staremo a vedere chi riuscirà ad essere decisivo. 

Sfida tra deluse quella che andrà in scena allo stadio Ezio Scida di Crotone, fatte le debite proporzioni fra la Fiorentina e i calabresi. La squadra di casa appare ormai “pronta” a tornare in serie B dopo una pessima stagione in massima serie. Invece la Fiorentina sembra aver mollato per la corsa all’Europa League, al momento troppo lontana, anche se Paulo Sousa ci proverà fino alla fine, come d’altronde Davide Nicola nell’inseguimento alla salvezza. Al momento c’è un solo precedente tra queste due squadre ed è quello dell’andata, dal momento che per il Crotone questa è la prima stagione in Serie A della storia: un pareggio per 1-1 che vide segnare Diego Falcinelli per i calabresi e il difensore Daniele Astori per la Fiorentina ad evitare una clamorosa sconfitta viola. Per il Crotone il pareggio all’Artemio Franchi del 26 ottobre scorso è uno dei risultati migliori di questo difficile campionato, una soddisfazione che proverà a bissare per tenere accesa una sia pure piccola fiammella di speranza in ottica salvezza. 

Si avvicina il fischio d’inizio di Crotone-Lazio. Dei 21 gol segnati dai rossoblu in questo campionato, 7 (pari al 32%) sono arrivati nell’ultimo quarto d’ora delle partite. La stessa fetta di partita è però anche quella in cui i pitagorici hanno concesso più reti agli avversari, 13 su 48 (quindi il 27%). Di contro il Crotone ha incassato appena 1 reti nei primi 15’ minuti di gioco, il periodo in cui la Fiorentina ha segnato di meno (2 volte). Numeri alla mano si prospetta il classico primo quarto d’ora di studio, anche se entrambe le squadre hanno buone motivazioni per partire senza troppe remore. Per i viola i 2 gol segnati tra 1’ e 15’ rimangono un’eccezione, poiché in tutte gli altri quarti di gioco hanno realizzato almeno 7 reti. Il periodo più ‘caldo’ per la squadra di Paulo Sousa è quello prima dell’intervallo: dal 30’ al 45’ minuto la Fiorentina ha infilato 10 gol, mentre il Crotone in quello stesso lasso di tempo ne ha subiti 13 (come tra 75’ e 90’): emozioni in vita a fine primo tempo? 

La Fiorentina farà visita al Crotone allo stadio Ezio Scida, alla ricerca di punti per risalire in classifica, mentre i calabresi tentano la difficile impresa salvezza. Per il Crotone infatti solo 14 punti, frutto di tre vittorie, cinque pareggi e ben 20 sconfitte. La Fiorentina invece in classifica ha 45 punti: dodici vittorie, nove pareggi e sette sconfitte. La compagine viola allenata dal tecnico portoghese Paulo Sousa conta soprattutto sulle reti del croato Nikola Kalinic, già arrivato a quota tredici, e sugli assist di Federico Bernardeschi, fermo a quattro. In totale i gol sono 45, 37 invece quelli al passivo (differenza reti -8). Il Crotone di Davide Nicola ha il secondo peggior attacco del campionato con appena ventuno reti realizzate, mentre sono ben 48 quelle al passivo (differenza reti -27). Il miglior attaccante della compagine pitagorica è Diego Falcinelli, andato a segno in otto occasioni in stagione. 

La partita dello stadio Ezio Scida fra i padroni di casa del Crotone e la Fiorentina sarà diretta dall’arbitro Luca Pairetto, che fa parte della sezione Aia di Nichelino. Ad affiancarlo ci saranno i due assistenti di linea Costanzo e Mondin, il quarto uomo De Meo e gli arbitri di porta Orsato e Di Paolo: questa dunque sarà la composizione della squadra arbitrale per l’incontro fra due squadre con ambizioni molto diverse. Le partite dirette in stagione nel massimo campionato dal figlio d’arte Pairetto sono dieci, durante le quali ha estratto 49 volte il cartellino giallo, con una media di cinque a partita. I cartellini rossi estratti sono cinque, mentre i calci di rigore assegnati sono tre. Va osservato che per la Fiorentina sarà il primo incrocio stagionale con l’arbitro Pairetto, mentre per il Crotone c’è un precedente ed è molto piacevole per i calabresi, che vinsero per 2-0 contro il Chievo e si tratta di una delle loro tre vittorie in tutto il campionato. 

Verrà diretta dall’arbitro Pairetto; alle ore 15.00 di domenica 19 marzo si gioca per la ventinovesima giornata del campionato di Serie A 2016-2017. In penultima posizione in classifica, con 14 punti ed 8 di distacco dalla quartultima, il Crotone di Davide Nicola affronta in casa allo Scida la Fiorentina, ancora formalmente in corsa per un posto in Europa League, ma con 7 punti di distacco dal sesto posto che assicura la partecipazione al turno preliminare. Per il Crotone l’ultimo turno ha visto una battuta d’arresto al San Paolo, con il match che si è chiuso per 3-0 a favore della squadra di Sarri, mentre la Fiorentina è riuscita a battere il Cagliari al Franchi per 1-0, con rete nel finale di Kalinic. 

Nella gara di andata, disputata in condizioni di campo quasi impossibili, la formazione calabrese riuscì a tenere in scacco quella viola, passando per prima in vantaggio e con il pareggio di Astori arrivato solo a 5 minuti dalla fine. Con la sua difesa ben posizionata il Crotone aveva messo in difficoltà, aiutato anche dalle condizioni del terreno di gioco, gara sospesa per un’ora, la formazione di Paulo Sousa, e con Falcinelli aveva approfittato della papera del portiere rumeno dei viola, Tatarusanu, per prendersi il vantaggio. La rete di Astori aveva poi privato la formazione calabrese di quella che era la sua prima vittoria nella massima serie, nella quale è esordiente.

Nella gara di domenica scorsa il Crotone si è arreso al San Paolo, battuto dal Napoli per 3-0 con una doppietta di Insigne e terza rete del belga Mertens. Le due reti iniziali sono arrivate su rigore, mentre la terza è stata segnata su azione di contropiede dopo 25 minuti nella ripresa. Una gara che è stata caratterizzata anche dall’espulsione del tecnico calabrese, Nicola, reo di aver protestato troppo vivacemente. Il Crotone è comunque riuscito a fare una buona partita, subendo almeno un rigore molto contestato, e con l’arbitro che ha sorvolato su una entrata di Rog da secondo giallo e quindi da espulsione, che non è stata invece sanzionata.

Per la gara del San Paolo Nicola aveva optato per la scelta di Trotta insieme a Falcinelli in attacco, schierandosi con un 4-4-2 sicuramente prudente per cercare di ingabbiare il centrocampo napoletano facendo giocare molto larghi i due esterni di centrocampo, Stoian e Rohden. Al 30esimo il primo rigore, trasformato da Insigne, se lo procura lo stesso giocatore partenopeo, che viene steso in area da Sampirisi. Dopo vari tentativi nel finale del primo tempo, il raddoppio arriva nella ripresa, sempre su rigore, questa volta di Mertens, poi con un Crotone che prova almeno ad accorciare le distanze arriva la terza rete della squadra di casa.

A Firenze la partita tra Fiorentina e Cagliari si chiude per 1-0 con un goal di Kalinic. Il centravanti croato decide al 92′ una gara che non ha riservato tante emozioni e nella quale anche il Cagliari si è reso pericoloso una sola volta peraltro colpendo il palo della porta di Tatarusanu. Per Kalinic si tratta della 13esima rete in campionato, che è servito anche per sgombrare la scena dalle contestazioni della tifoseria, anche se la sostituzione di Bernardeschi da parte di Paulo Sousa è stata fischiata. La Fiorentina contro la formazione di Rastelli ha cercato di mettere in campo una formazione offensiva, mettendo la coppia Saponara – Bernardeschi subito dietro a Kalinic, e tenendo Chiesa e Tello molto larghi sulle fasce.

La Fiorentina ha attaccato per tutta la durata della gara, con il Cagliari che ha cercato invece il contropiede con Borriello. In casa viola ci provano Kalinic e Chiesa, poi Bernardeschi ed ancora Kalinic, ma senza riuscire a sbloccare il risultato. Nella ripresa nonostante l’aumento di intensità degli attacchi viola, la difesa sarda tiene botta e capitola solo al 92esimo quando Kalinic insacca di testa su cross effettuato da Tello.

Andando a vedere gli schieramenti delle due squadre, il Crotone dovrebbe riproporre il 3-4-3, con mister Nicola che avrà di nuovo disponibili sia Ceccherini che Rosi, e quindi Dussenne, che al San Paolo è stato schierato tra i titolari, potrebbe di nuovo tornare in panchina. Per quanto riguarda invece la Fiorentina, Paulo Sousa dovrebbe riproporre in campo dall’inizio Milan Badelj, con Saponara di nuovo a partire dalla panchina dopo i 66 minuti giocati contro il Cagliari. L’inserimento del croato riporterà lo spagnolo Borja Valero accanto a Bernardeschi nella linea della trequarti, In difesa, Tomovic, che era rientrato domenica, è stato squalificato e pertanto al suo posto si vedrà in campo Sanchez.

Crotone Fiorentina sarà trasmessa in diretta tv sui canali della pay tv del satellite, ovvero su Sky Calcio 3, e su quelli della pay tv del digitale terrestre (Mediaset Premium Calcio 2). In entrambi i casi gli abbonati potranno avvalersi del servizio di diretta streaming video, attivando – rispettivamente – le applicazioni Sky Go e Premium Play che non comportano costi aggiuntivi. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori