DIRETTA/ Reggina Vibonese (risultato finale 0-0): il derby è pari, nessuno è contento

- La Redazione

Diretta Reggina Vibonese: info streaming video Sportube.tv, probabili formazioni, quote, orario, risultato live. La partita di Lega Pro girone C è in programma domenica 19 marzo 2017

reggina_granillo_fumogeni
Lo stadio Granillo di Reggio Calabria (Lapresse)

Reggina-Vibonese 0-0: si è conclusa anche lultima partita nel girone C di Lega Pro e il derby calabrese termina con un pareggio che lascia scontente entrambe le formazioni, impegnate nella difficile lotta per la salvezza. Dopo il blackout che ha fermato la partita verso la metà del primo tempo la Reggina ha sicuramente cambiato passo, mettendo in difficoltà una Vibonese arrivata al Granillo con lintenzione di prendersi un punto comunque utile per proseguire la corsa. Il secondo tempo è però iniziato con una azione personale di Ali Sowe, senza dubbio alcuno il più ispirato degli ospiti. Il quale però è stato graziato dal direttore di gara quando, al 58 minuto, è stato solo ammonito per un fallo di reazione che probabilmente avrebbe meritato anche un rosso. Loccasione migliore della partita è capitata sul piedi di Saraniti: grande conclusione da fuori da parte dellattaccante della Vibonese e incrocio dei pali con Sala battuto. Lo spavento ha svegliato la Reggina che ha iniziato a pressare; a dire il vero gli amaranto hanno creato poco e ancora Sala ha dovuto respingere una conclusione centrale dellispiratissimo Saraniti, che dopo solo 23 minuti dal suo ingresso in campo ha dovuto abbandonare le ostilità per un problema muscolare. Senza di lui Salvatore Campilongo ha dovuto fare di necessità virtù cercando di resistere agli assalti della Reggina; Leonetti, il migliore dei suoi, ha però mancato limpatto con il pallone facendo sfumare una bella occasione per i padroni di casa. Termina quindi senza reti il derby calabrese. 

Reggina-Vibonese 0-0: fino a questo momento, ovvero allintervallo, la partita dello stadio Granillo ha offerto come unico spunto utile un blackout verificatosi al 24 minuto di gioco. La gara è stata ferma per circa un quarto dora: tanto ci è voluto perchè le luci offrissero nuovamente una visibilità corretta e decente ai giocatori in campo. La sfida in sè ha dato veramente pochi spunti: chiamata a sfruttare un turno casalingo favorevole, la Reggina ha approcciato male la gara ed è stata in balia di Sowe che per un paio di volte si è fatto vedere dalle parti di Sala provando a segnare il gol del vantaggio per la Vibonese. I padroni di casa, svegliati dal blackout ma anche e soprattutto dal pubblico che ha iniziato a manifestare la sua perplessità, negli ultimi minuti della frazione ha alzato il baricentro e con Leonetti si è resa pericolosa in un paio di occasioni, e poi ancora – già nel recupero – con un esterno di Claudio Coralli che ha sfiorato il palo della porta difesa da Russo. Per il momento dunque nulla di fatto nel derby calabrese: vedremo se nel secondo tempo succederà qualcosa e la partita prenderà una piega diversa da quanto si è visto fino a qui. 

Reggina-Vibonese è una delle partite più calde della trentesima giornata del girone C di Lega Pro. Le due squadre sono in zona retrocessione e cercano vitali punti salvezza, soprattutto la formazione ospite, appaiata in ultima posizione. Il tecnico dei padroni di casa, Karel Zeman, ha così analizzato la situazione, come riportato da reggionelpallone: La classifica nei bassifondi è più corta che mai e l’imperativo è fare risultato. Mentre una vittoria può darci un’enorme spinta, una sconfitta ci fa frenare. Questo momento non è come gli altri periodi dell’anno, perchè il risultato è, appunto, fondamentale. Ora si sono avvicinate le ultime due, Melfi e Vibonese, avendo vinto contemporaneamente, mentre hanno perso Monopoli e Catanzaro.Sappiamo che c’è una quota da raggiungere, sui 40 punti o poco più e che dobbiamo fare la corsa solo su noi stessi. Vuol dire che in casa non dobbiamo sbagliare oppure, se sbagliamo, che dobbiamo recuperare fuori. Stiamo bene, però non basta dirlo quanto dimostrarlo. La Vibonese si è potenziata molto nel mercato invernale. Noi a livello individuale ci conosciamo meglio e confidiamo di poter sfruttare questa componente per comprendere quel che avviene sul campo nelle varie fasi della contesa. 

Derby calabrese tra Reggina e Vibonese, che si affrontano a caccia di punti salvezza nel girone C di Lega Pro. I padroni di casa puntano anzitutto sul bomber C Claudio Coralli, che in questa stagione ha messo a segno 11 gol firmando anche 7 assist decisivi; lesperto attaccante risulta il migliore in ambedue le graduatoria statistiche di squadra. Una buona dote in fase realizzativa è arrivata dal centrocampo: Antonio Porcino ed Alberto De Francesco hanno realizzato 4 gol a testa, mentre il congolese Luzayadio Bangu è arrivato a quota 5 (per Porcino anche 6 assist decisivi). De Francesco è il giocatore più impiegato da mister Karel Zeman, che lo ha tenuto in campo per 2564 complessivi. La Vibonese risponde con gli 8 gol di Andrea Saraniti, ammonito anche 8 volte, mentre a livello di assist vincenti solo due giocatori vanno oltre quota 1: sono lo stesso Saraniti con 2 e il terzino Gabriele Franchino a quota 3. Gli stakanovisti rossoblù sono, oltre al portiere Stefano Russo, proprio Franchino con 2238 minuti stagionali, poi il difensore centrale Luigi Manzo che ha accumulato 2880 in campo, il centrocampista Giovanni Giuffrida con 2349 sul terreno di gioco, e lattaccante Saraniti a quota 2246. 

La Reggina e la Vibonese si affronteranno in questa giornata di Lega Pro in un acceso derby calabrese. La classifica è negativa per entrambe: per la Reggina abbiamo 27 punti, frutto di cinque vittorie, dodici pareggi e altrettante sconfitte; ancora peggio la Vibonese, ultima con 22 punti che sono frutto di cinque vittorie, sette pareggi e 17 sconfitte. I padroni di casa cercano di abbandonare la zona playout con le reti di Claudio Coralli, che fin adesso si è ripetuto in dieci occasioni, raggiungendo la doppia cifra. La squadra amaranto ha segnato 31 reti in campionato, ma in difesa ha lasciato spesso a desiderare visti i 45 gol subiti e di conseguenza la differenza reti è di -14. La Vibonese è all’ultimo posto in classifica ed ha il peggiore attacco del campionato. La squadra calabrese ha ancora qualche speranza di salvezza soprattutto per merito dell’attaccante Andrea Saraniti, autore di sei reti sulle 17 totali, mentre 40 sono quelle al passivo e dunque la differenza reti è un pesante -23. 

L’ultima sfida della giornata sarà il derby calabrese fra Reggina e Vibonese, in programma allo stadio Oreste Granillo di Reggio Calabria. Le due compagini si sono affrontate ad inizio stagione nella fase a gironi della Coppa Italia Lega Pro, pareggiando per 2-2. Nella sfida d’andata di campionato invece era stata la squadra di Vibo Valentia ad imporsi per 1-0 allo stadio Luigi Razza, sfruttando la rete realizzata dall’attaccante Andrea Saraniti. In 4 precedenti ufficiali, la Reggina ha battuto la Vibonese solo nella prima sfida diretta, quella del 25 ottobre 2015 valida per il campionato di Serie D, e decisa da un gol di Daniele Arena su calcio di rigore. Passando agli allenatori, quello della Reggina Karel Zeman ha ottenuto 1 pareggio e 1 sconfitta nei 2 precedenti contro la Vibonese. Il mister rossoblù Salvatore Campilongo ha invece un bilancio personale di 1 successo, 2 pareggi e 1 ko in 4 precedenti contro la Reggina. 

Dall’arbitro Fabio Piscopo della sezione di Imperia, domenica 19 marzo 2017 alle ore 18.30, sarà la sfida che chiuderà ufficialmente il programma dell’undicesima giornata di ritorno nel girone C del campionato di Lega Pro. Derby calabrese ad alta tensione tra due formazioni impelagate nella lotta per non retrocedere. Il Reggina continua ad avanzare tra alti e bassi nella propria stagione, con gli amaranto che dopo risultati incoraggianti si sono spesso ritrovati a subire sconfitte che ne hanno rallentato non poco il cammino. E’ accaduto anche dopo il rotondo tre a zero rifilato alla Casertana, al quale ha fatto immediatamente seguito il ko subito sul campo di un Matera che pure era reduce da cinque sconfitte consecutive in campionato. 

A quota ventisette punti la Reggina si trova ancora a due lunghezze di distanza dal Taranto sestultimo e dalla salvezza diretta, ma anche appaiata in classifica a Catanzaro ed Akragas. A cinque punti dalla formazione di Reggio Calabria, segue la Vibonese ancora fanalino di coda della classifica, ad un solo punto di distanza dal Melfi penultimo, che pure ha lanciato un segnale importante battendo la Virtus Francavilla rivelazione del campionato, nell’ultimo match casalingo. La formazione allenata da Sasà Campilongo dopo una fase del calendario molto difficile proverà a guadagnarsi almeno i play out, ma la ripresa fatta registrare dal Melfi alzerà sicuramente la quota salvezza. 

Allo stadio Oreste Granillo di Reggio Calabria scenderanno in campo queste probabili formazioni. Reggina schierata con Sala a difesa della porta e una difesa a tre con titolari De Vito, Gianola e il serbo Kosnic. Terzetto di centrocampo tutto straniero con lo svizzero botta, il danese Knudsen e il congolese Bangu che partiranno dal primo minuto, mentre sulla corsia laterale di destra toccherà a Maesano e sul quella di sinistra a Porcino. In attacco, ci sarà Bianchimano a far coppia con Coralli.

La Vibonese dovrebbe schierarsi in campo con una difesa a tre composta da Manzo, Franchino e Silvestri davanti all’estremo difensore Russo. Minarini sarà l’esterno mancino di centrocampo col francese Legras schierato sulla fascia opposta, mentre Giuffrida, Viola e Yabre si muoveranno per vie centrali sulla mediana. In attacco, assieme al gambiano Sowe ci sarà l’argentino Bubas, tandem offensivo a segno nel due a zero rifilato dai rossoblu al Francavilla domenica scorsa.

4-3-3 per la Reggina di Karel Zeman, 3-5-2 per la Vibonese di Campilongo. Dal derby passeranno gran parte delle speranze di salvezza dei rossoblu, che dopo le difficilissime trasferte di Siracusa e Lecce hanno dimostrato di essere ancora vivi e motivati per inseguire una difficile salvezza. Gli amaranto devono invece provare a capitalizzare i risultati interni, visto che la Reggina resta l’unica formazione del girone C a non avere ancora vinto neanche una partita in trasferta in questo campionato.

La Reggina in casa ha fatto vedere le cose migliori nell’ultimo periodo, ed i bookmaker ne tengono conto considerando gli amaranto favoriti, con vittoria interna quotata 1.95 da William Hill, mentre l’eventuale pareggio viene proposto ad una quota di 3.30 da Betclic ed Eurobet offre a 3.05 la vittorie esterna. Per seguire in diretta esclusiva Reggina Vibonese, domenica 19 marzo 2017 alle ore 18.30, sarà disponibile la diretta in streaming video per i suoi abbonati del sito sportube.tv su internet, mentre non ci sarà diretta tv.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori