Risultati Lega Pro/ Classifica aggiornata, diretta gol live score gironi A, B, C: il Padova accorcia

- Claudio Franceschini

Risultati Lega Pro, 31^ giornata: classifica aggiornata, diretta gol live score dei gironi A, B, C. Mancano otto turni al termine della stagione regolare, oggi 20 partite in programma

Foggia_Lecce_Lega_Pro_lapresse_2017
Diretta Lecce Taranto, Foto LaPresse

Terminate anche le ultime due partite della domenica, nel girone B di Lega Pro: colpo preziosissimo del Padova che regola di misura il Bassano (gol di De Cenco al 20 della ripresa) e non solo si riprende il secondo posto scavalcando il Parma, ma si porta anche a 6 lunghezze dal Venezia, che rimane saldamente al comando della classifica ma adesso ha qualche preoccupazione ulteriore. Per un Padova che continua a salire, un Bassano sempre più a picco: i giallorossi perdono addirittura la settima partita consecutiva, in questa serie negativa hanno segnato appena due gol e adesso vedono davvero i playoff a rischio, pur avendo un salvagente da un calendario che non sembra essere impossibile (ma ci sono adesso due trasferte consecutive che potrebbero affondare definitivamente la squadra di Valerio Bertotto). Nella sfida per la salvezza tra Forlì e Fano finisce con un pareggio a reti bianche: risultato che sorride poco a entrambe, che restano in zona playout e perdono anche terreno dal Modena. La notizia positiva se vogliamo è che nessuna delle due perde; per chiudere il turno domani avremo il posticipo del girone A tra Arezzo e Pistoiese, ricordando che Taranto e Paganese dovranno poi recuperare la loro partita che non si è giocata per laggressione subita nel corso della settimana da calciatori e staff della società pugliese. (agg. di Claudio Franceschini) 

Nelle tre partite che chiudevano il quadro del girone C di Lega Pro arrivano risultati interessanti: il Matera rialza la testa con il 5-1 netto ai danni del Messima, e blinda se non altro il terzo posto in classifica visto anche il flop della Juve Stabia. Le Vespe si salvano soltanto in pieno recupero: contro il Catanzaro segnano dopo pochi secondi, si fanno rimontare ancora nel primo tempo ma riescono a pareggiare grazie a un calcio di rigore al 93′ minuto. Pareggio che comunque serve a poco a Guido Carboni; beffa per il Catanzaro e così per il Monopoli, che domina in lungo e in largo contro la Virtus Francavilla, trova il meritato vantaggio all’inizio del secondo tempo ma dopo 12 minuti si fa rimontare dai laziali. Finisce 1-1 e il punto serve a poco ad entrambe (se non altro la Virtus Francavilla tiene ad una lunghezza il Siracusa e così fa il Monopoli nei confronti dell’Akragas); nel girone A il Piacenza vince in rimonta sul campo del Como e rimane agganciato alle prime posizioni (-1 dalle due squadre che occupano  il quarto posto in classifica). Alle ore 20:30 sono intanto iniziate le ultime due partite dela domenica, a Forlì i romagnoli ospitano il Fano per un delicatissimo incrocio-salvezza mentre all’Euganeo il Padova vuole riprendersi il secondo posto e accorciare a 6 punti il divario dal Venezia. Per farlo deve battere un Bassano in gravissima crisi, che rischia di non giocare i playoff. (agg. di Claudio Franceschini) 

Sono terminate anche le sei partite del girone B di Lega Pro: tra i risultati finali spicca il pareggio interno del Venezia, che dopo sette vittorie consecutive si ferma contro il Santarcangelo. Al Penzo apre Edoardo Defendi, a un quarto dora dal termine Alex Geijo limita se non altro i danni; il Venezia rimane saldamente in testa al girone ma torna a perdere punti nei confronti del Parma, che dilaga a Gubbio (4-1 e per gli umbri dieci gol subiti nelle ultime due partite) e con Calaiò, Nocciolini, Scaglia e Iacoponi si porta a -8 dalla capolista. Piuttosto, per Filippo Inzaghi il problema potrebbe essere il Padova che, impegnato questa sera contro il Bassano, potrebbe accorciare a 6 punti mettendo pressione ai lagunari, comunque sempre padroni del proprio destino. Negli altri risultati, colpo playoff della Maceratese che batte 2-0 la Feralpisalò con doppietta di Quadri; vince il Sudtirol sul campo di un Ancona sempre più in difficoltà, dunque il Teramo allunga a 4 punti il vantaggio sullultima in classifica grazie al pareggio sul campo del Mantova. In chiave salvezza è importantissima la vittoria del Modena, che espugna il campo dellAlbinoLeffe: decide Milesi, i canarini vedono di nuovo la luce in fondo al tunnel. Nel girone C iniziano adesso tre partite: occhi puntati su Matera e Juve Stabia, che devono rispondere alle vittorie di Foggia e Lecce e, allo stesso tempo, possono allungare su Siracusa e Cosenza. (agg. di Claudio Franceschini) 

Sono terminate le prime partite in Lega Pro: nel girone C cera grande attesa per le due squadre in corsa per la promozione diretta, Foggia e Lecce hanno vinto entrambe e dunque i satanelli confermano il +4 sui salentini. Il colpo lo ha fatto proprio la capolista, passata indenne dalla prova Massimino: il Catania, in calo da qualche settimana, ha lasciato strada con un autogol di Drausio allinizio del secondo tempo, Foggia che dunque continua a volare e rende – almeno per il momento – ininfluente il 2-0 con cui il Lecce si sbarazza del Fondi – reti di Maimone, alla prima da titolare, e Torromino su rigore. Alle spalle di queste due formazioni ci sono Matera e Juve Stabia che scendono in campo tra qualche ora per la prosecuzione del turno; Casertana e Cosenza non si fanno male e si prendono un punto a testa, succede lo stesso tra Siracusa e Reggina e i calabresi se non altro muovono la loro classifica in chiave salvezza. Reti bianche tra Melfi e Akragas rimanendo nella zona calda, vittoria fondamentale della Vibonese che nel recupero rimane in nove ma resiste, e torna a sperare se non altro nei playout. Nel girone B invece la Sambenedettese regola la Reggiana nella sfida in alta quota (2-0, arriva il ventesimo gol in campionato di Leonardo Mancuso), adesso vanno in campo il Venezia e il Modena mentre giocherà questa sera il Padova secondo della classe. (agg. di Claudio Franceschini) 

Stanno per prendere il via le partite di Lega Pro per domenica 26 marzo. Nel 2017, lattaccante della Sambenedettese Leonardo Mancuso si è alzato sui pedali scalando la classifica marcatori del girone B. Il ventiquattrenne scuola Milan ha messo a segno ben 9 gol in altrettante uscite nel nuovo anno solare, toccando quota 19 reti complessive e staccando tutti, non solo nel girone B ma nellintera Lega Pro. Dietro di lui il marocchino del Pordenone Rachid Arma, che però al contrario ha frenato dopo il giro di boa del campionato: per lex Pisa appena 2 centri nel girone di ritorno, dopo i 12 che avevano punteggiato landata. A completare il podio leterno Emanuele Calaiò, che a 35 anni suonati continua a mantenere un certo feeling con il gol: finora ne ha firmati 12. Nel girone C comanda sempre Salvatore Caturano, che oggi sarebbe probabilmente il candidato più autorevole al premio di MVP del raggruppamento. Non si tratta però di fuga in classifica marcatori, perché a quota 15 insegue Maikol Negro del Matera. Poi Fabio Mazzeo, top scorer della capolista Foggia con le sue 13 reti, quindi tre giocatori a 11: sono Claudio Coralli della Reggina, Mattia Montini del Monopoli ed Emanuele Catania del Siracusa. (aggiornamento di Carlo Necchi) 

Sempre in tema di risultati dal campionato di Lega Pro, il Venezia risulta la squadra con il miglior rendimento esterno nel girone B. I ragazzi allenati da Pippo Inzaghi hanno portato a casa 35 punti dalle 15 trasferte sin qui sostenute: il bilancio parla di 11 vittorie, 2 pareggi ed altrettanti ko, con 23 reti allattivo ed appena 9 concesse (unica retroguardia esterna sotto la doppia cifra). Secondo in questa graduatoria è il Parma, che in trasferta ha conquistato 30 punti, poi il Padova a 28 e il Pordenone a 24. In fondo un trittico formato da Modena, Teramo ed Ancona: per tutte e tre 9 punti in 15 trasferte. Girone C: è il Lecce le squadra più corsara con 30 punti conquistati lontano dal Via del Mare. Il Foggia ha disputato 2 trasferte in meno (14 contro le 16 dei corregionali) portando a casa 26 lunghezze, e perdendo 2 volte in meno. Oltre quota 20 punti esterni anche la Juve Stabia (22) e il Matera (21), poi Casertana e Cosenza a 19. Anche in questo raggruppamento, lultima posizione della classifica in trasferta è tripartita: troviamo infatti Catania, Reggina e Messina tutte a 6 punti. Il Messina in particolare registra un ampio scarto tra il rendimento casalingo, che ha fruttato 28 punti, e quello esterno che come detto ha portato alla causa appena 6 lunghezze. (aggiornamento di Carlo Necchi) 

Cè una categoria di risultati in cui il Venezia non primeggia, nel girone B di Lega Pro: quella relativa al rendimento casalingo. Infatti, per il momento è la Reggiana ad aver fatto meglio di tutti: gli emiliani hanno raccolto 34 punti al Mapei Stadium frutto di 10 vittorie, 4 pareggi e 2 sconfitte, inoltre vantano la miglior difesa interna assieme a Padova e Santarcangelo, con 8 appena 8 gol concessi. In fondo a questa graduatoria un poker di formazioni a quota 15 punti: sono Lumezzane, Fano, Mantova ed Ancona. Passando al girone C, in testa alla classifica casalinga troviamo ancora il Foggia, che allo Zaccheria ha perso solo una volta segnando 36 reti e concedendone appena 9 (unica difesa interna ancora sotto la doppia cifra), per un totale di 39 punti (12 vittorie, 3 pareggi oltre al ko di cui sopra, datato 6 dicembre 2016 e contro il Fondi). Anche la Virtus Francavilla sta marciando spedita tra le mura amiche, in cui ha guadagnato 34 dei suoi 48 punti; poi il Siracusa con 33 punti casalinghi (su 47), Matera e Lecce appaiate a quota 31 e Juve Stabia a 30. In fondo Vibonese ed Akragas, che nel proprio stadio hanno ottenuto rispettivamente 14 e 13 lunghezze. (aggiornamento di Carlo Necchi) 

Aspettando i risultati della 31^giornata di Lega Pro, che oggi vede in campo i gironi B e C, diamo unocchiata al ruolino9 delle squadre nel nuovo anno solare. Per quanto riguarda il girone B, la capolista Venezia comanda anche la graduatoria relativa al 2017: la squadra di Pippo Inzaghi ha raccolto 25 punti e risulta ancora imbattuta, con 8 vittorie e 1 pareggio. Inoltre i lagunari vantano lattacco più produttivo da gennaio ad oggi, con 20 reti messe a segno, mentre la miglior difesa spetta al Parma che ha incassato appena 3 gol. Dopo il Venezia troviamo il Padova, capace di conquistare 20 punti nelle 9 sfide dopo capodanno, poi il Parma a quota 18, lAlbinoleffe a 17 e la Reggiana a 15, mentre in fondo troviamo lAncona che nel 2017 ha racimolato appena 1 punto. Anche nel girone C la miglior squadra del nuovo anno è anche la capolista generale: il Foggia, che guarda tutti dallalto dai suoi 65 punti 24 dei quali accumulati da gennaio (8 successi e 1 ko, con 21 reti segnate e 5 incassate). Bene anche il Siracusa con 20 lunghezze portate a casa, poi Lecce a 18 e Paganese a 17, prima della coppia Casertana-Francavilla a quota 15. Lunica formazione a non aver ancora vinto è il Monopoli, che in 9 gare del nuovo anno ha ottenuto 5 pareggi e 4 ko. (aggiornamento di Carlo Necchi) 

Prosegue il programma nel campionato di Lega Pro 2016-2017: la trentunesima giornata si è aperta ieri e oggi vedrà in scena altre 20 partite, con la conclusione del girone B, lintero quadro del girone C e una partita del girone A, che terminerà soltanto domani con il posticipo Arezzo-Pistoiese. Domenica 26 marzo dunque il girone A prevede alle ore 18:30 Como-Piacenza: una partita tra due squadre nobili, fino a poco tempo fa in Serie B e anche protagoniste del massimo campionato. Oggi la gara del Sinigaglia vale un posto al sole nella griglia dei playoff: entrambe sarebbero al momento qualificate, chi rischia di più è senza ombra di dubbio il Como che, staccato di quattro punti dagli emiliani che arrivano da sei vittorie consecutive, hanno vinto solo una delle ultime cinque partite e devono iniziare a guardarsi alle spalle.

Risultati girone B: si parte alle ore 14:30 con Sambenedettese-Reggiana; alle ore 16:30 avremo AlbinoLeffe-Modena, Ancona-Sudtirol, Gubbio-Parma, Maceratese-Feralpisalò, Mantova-Teramo e Venezia-Santarcangelo. Si prosegue poi alle ore 20:30 con Forlì-Fano e Padova-Bassano; vola il Venezia, che ha vinto le ultime sette partite e non perde da dicembre. Gli 8 punti di vantaggio sul Padova sono un biglietto da visita forse decisivo per la promozione diretta, anche se i biancoscudati sono in un grande momento e, dopo aver sorpassato il Parma, puntano ad altri tre punti contro un Bassano in crisi nera e che rischia di non arrivare ai playoff. A proposito del Parma: i ducali non vincono da tre partite e sembrano ormai fuori dalla corsa al primo posto. Oggi occasione di riscatto al Tardini, contro un Gubbio che vuole confermare il suo posto nelle prime dieci ma deve riscattare il clamoroso 0-6 subito a Teramo. Gli abruzzesi sono sempre penultimi ma guardano con fiducia ai prossimi impegni; il Modena rischia sul campo dellAlbinoLeffe, a Forlì si gioca una sfida diretta caldissima e fondamentale, lAncona non può sbagliare al Del Conero perché ormai il tempo inizia a scarseggiare.

Risultati girone C si comincia alle ore 14:30 con Casertana-Cosenza, Catania-Foggia, Lecce-Fondi, Melfi-Akragas, Siracusa-Reggina e Vibonese-Fidelis Andria; alle ore 18:30 sono previste Juve Stabia-Catanzaro, Matera-Messina e Monopoli-Virtus Francavilla, mentre va ricordato che Taranto-Paganese è stata ufficialmente rinviata a data da destinarsi. Altra prova di maturità per il Foggia, che dopo il 3-0 al Lecce e lallungo in classifica vede concretamente la promozione diretta; non sarà facile a Catania, anche se gli etnei stanno ripetendo il campionato scorso, ovvero una grande rimonta che si ferma sul più bello. Il Lecce può subito rifarsi ospitando il Fondi; per i salentini il rischio è quello di un altro fallimento come già nelle ultime stagioni, dopo lo 0-3 dello Zaccheria si è anche parlato di possibile esonero per Pasquale Padalino che al momento resta al suo posto difeso dalla società. In chiave playoff è fondamentale la partita tra Casertana e Cosenza, due big che hanno perso terreno; il Siracusa cerca un altro tassello al suo splendido campionato contro una Reggina impegnata nella corsa alla salvezza, periodo di flessione per la Virtus Francavilla che rischia di compromettere quanto di buono fatto finora.

RISULTATO FINALE Como-Piacenza 1-2 – 10′ Pessina (C), 33′ Taugourdeau (P), 45’+2′ Nobile (P)

Lunedì 27 marzo

Ore 20:45 Arezzo-Pistoiese

Alessandria 66

Cremonese 60

Livorno 56

Giana Erminio, Arezzo* 53

Piacenza 52

Como, Renate 45

Viterbese 44

Pro Piacenza 42

Lucchese (-2) 40

Siena 38

Pistoiese* 36

Pontedera 34

Tuttocuoio, Carrarese, Olbia 32

Lupa Roma, Prato 29

Racing Roma 25 

* una partita in meno

RISULTATO FINALE Sambenedettese-Reggiana 2-0 – 38′ Mancuso, 55′ Damonte

RISULTATO FINALE AlbinoLeffe-Modena 0-1 – 72′ Milesi

RISULTATO FINALE Ancona-Sudtirol 0-1 – 8′ Tulli

RISULTATO FINALE Gubbio-Parma 1-4 – 18′ Calaiò (P), 25′ Nocciolini (P), 44′ L. Scaglia (P), 68′ Ferretti (G), 84′ Iacoponi (P)

RISULTATO FINALE Maceratese-Feralpisalò 2-0 – 20′ Quadri, 41′ Quadri

RISULTATO FINALE Mantova-Teramo 0-0

RISULTATO FINALE Venezia-Santarcangelo 1-1 – 40′ E. Defendi (S), 74′ Geijo (V)

RISULTATO FINALE Forlì-Fano 0-0

RISULTATO FINALE Padova-Bassano 1-0 – 65′ De Cenco

Venezia 68

Padova 62

Parma 60

Pordenone 57

Reggiana 52

Sambenedettese 48

Gubbio 47

AlbinoLeffe 43

Feralpisalò 42

Maceratese (-2), Bassano, Santarcangelo 40

Sudtirol 35

Mantova, Modena 32

Forlì 31

Fano 30

Lumezzane, Teramo 28

Ancona 24

RISULTATO FINALE Casertana-Cosenza 1-1 – 35′ De Marco (Ca), 75′ Mendicino (Co)

RISULTATO FINALE Catania-Foggia 0-1 – 49′ aut. Drausio

RISULTATO FINALE Lecce-Fondi 2-0 – 5′ Maimone, 8′ rig. Torromino

RISULTATO FINALE Melfi-Akragas 0-0

RISULTATO FINALE Siracusa-Reggina 1-1 – 39′ Cane (R), 43′ Longoni (S)

RISULTATO FINALE Vibonese-Fidelis Andria 1-0 – 87′ L. Viola

RISULTATO FINALE Juve Stabia-Catanzaro 1-2 – 1′ Paponi (J), 8′ Sarao (C), 42′ Prestia (C), 93′ rig. M. Kanoute (J)

RISULTATO FINALE Matera-Messina 5-1 – 9′ Mattera (Ma), 29′ Lanini (Ma), 48′ Salandria (Ma), 58′ Gladestony (Me), 61′ Casoli (Ma), 82′ Sartore (Ma)

RISULTATO FINALE Monopoli-Virtus Francavilla 1-1 – 53′ Montini (M), 65′ Albertini (V)

* Taranto-Paganese rinviata

Foggia 68

Lecce 64

Matera 55

Juve Stabia 53

Virtus Francavilla 49

Siracusa 48

Casertana (-2), Cosenza 44

Fidelis Andria 41

Fondi (-1), Paganese* 40

Catania (-7) 39

Messina 34

Monopoli 32

Akragas 31

Taranto*, Reggina, Catanzaro 29

Melfi (-1) 27

Vibonese 26

* una partita in meno

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori